Usare Cerberus per spiare WhatsApp di altri

By Alessio Salome

Esistono diversi metodi per spiare WhatsApp e leggere le conversazioni degli altri ma forse molti di voi non sanno che è possibile fare ciò utilizzando un’app antifurto disponibile per Android. In questa guida odierna scopriremo insieme come usare Cerberus per spiare WhatsApp di altri per capire come proteggervi dai malintenzionati. Cerberus è un’applicazione antifurto estremamente completa che permette di rintracciare uno smartphone rubato o perso.

Tuttavia, oltre ad essere un’app “Trova il mio Android“, Cerberus offre una serie di funzionalità che permettono di controllare Android tramite il sito web, il proprio smartphone o tablet, controllarlo in remoto via SMS da un altro telefono, bloccarlo con un codice, far partire un allarme se è in modalità silenziosa e molto altro ancora. Cerberus, però, può essere considerata un’arma a doppio taglio poiché consente di spiare un cellulare Android (in questo caso WhatsApp) anche a distanza. Vediamo come funziona.

Prima di passare alla guida nel dettaglio, volevamo precisare che sia io che l’intero staff di ChimeraRevo non siamo responsabili di come verrà utilizzata questa applicazione. Infatti, la guida è stata realizzata a puro scopo informativo.

Indice dei contenuti

Come configurare Cerberus per spiare WhatsApp

Per evitare di essere spiati a volte è necessario conoscere tutte le procedure che vengono utilizzate per farlo, ecco perché vi sveleremo di seguito come usare Cerberus per spiare WhatsApp di altri. Precisiamo innanzitutto che per fare ciò è necessario prendere in mano il dispositivo Android da spiare e ottenere i permessi di root. È possibile anche che vi sia stato regalato o venduto un device che ha già pre-installato il famoso antifurto mobile senza che voi lo sappiate.

Dopo questa piccola premessa, passiamo alla procedura di configurazione del software antifurto:

  • Scaricate Cerberus direttamente dal Google Play Store pigiando su Installa e poi su Apri al termine dell’installazione.
  • Concedete i permessi al software ad accedere alla fotocamera, ai contatti, alla posizione, alla registrazione audio, alla esecuzione e alla gestione delle telefonate, all’invio e alla visualizzazione di SMS e a foto, contenuti multimediali e file presenti sul dispositivo tappato 7 volte su Consenti.
  • Per funzionare correttamente, concedete i permessi Ottimizzazione della batteria e Modifica impostazioni di sistema. Fatto ciò pigiate su Terminate.
  • Procedete con la creazione di un nuovo account gratuito tappando su Crea un account Cerberus.
  • Qui riempite tutti i campi inserendo nome utente, password, confermata password, indirizzo e-mail e conferma indirizzo e-mail. Terminate pigiando su Crea account.
  • Dal menu principale scegliete Cattura foto automatica e impostate il parametro Colore schermo su Trasparente per evitare che chi ha il dispositivo in mano si accorga della cattura dello screenshot. In questo modo, lo schermo si illuminerà se è spento.
  • Andate nelle configurazioni principali di Cerberus e spuntate su Nascondi dalla lista applicazioni per toglierla dall’elenco dei software installati sullo smartphone o sul tablet pur rimanendo attiva.
  • Fatto ciò, è possibile riconsegnare il device alla vittima.

Come attivare notifica contatto online su WhatsApp

A questo punto, per spiare WhatsApp è necessario catturare gli screenshot nel preciso momento in cui egli accede a una delle migliori applicazioni di messaggistica per Android. Per sapere il giusto momento in cui quella persona accede alla piattaforma di proprietà di Facebook, è necessario affidarci a un’applicazione chiamata WhatsDog, che purtroppo non è disponibile al download ufficiale sul Google Play Store.

Vediamo come utilizzarla:

  • Collegatevi alla pagina di download di WhatsDog dove sarà possibile scaricarla grazie ad Uptodown. Trattandosi di un’installazione tramite APK, è necessario abilitare l’installazione da origini sconosciute.
  • Fatto ciò, procedete con l’installazione dell’app pigiando sulla notifica di avvenuto download oppure dalla cartella Download del vostro dispositivo Android.
  • Aprite l’applicazione e tappate su Start per spiare contatto WhatsApp.
  • A questo punto è necessario inserire il numero di telefono della persona da controllare e pigiare su Fine.

Una volta configurato il contatto online WhatsApp, avrete la possibilità di ricevere una notifica automatica ogni volta che la persona aprirà l’app di messaggistica.

Come usare Cerberus per spiare WhatsApp di altri

Una volta fatto ciò, è necessario passare al servizio web di una delle app antifurto Android migliori.

Ecco i passi da seguire:

  • Collegatevi alla pagina di login di Cerberus e inserite le stesse credenziali di accesso utilizzate sul dispositivo da spiare.
  • All’interno del pannello di controllo troverete lo smartphone o il tablet Android nella lista device.
  • A questo punto avete a disposizione una serie di comandi accessibili dal menu a tendina. Voi scegliete Cattura Screenshot.
  • Una volta selezionato, cliccate su Invia comando per salvare la schermata del dispositivo target.
  • Verrete notificati dell’avvenuta esecuzione del comando con il messaggio (ora) SCREENSHOT comando eseguito.
  • Successivamente, potete effettuare il logout e chiudere l’applicazione.

Gli screenshot catturati in remoto, utilizzando Cerberus, verranno automaticamente inviati all’indirizzo e-mail usato per accedere all’account. Le immagini saranno spedite in formato JPEG con tanto di nome del dispositivo spiato nell’oggetto dell’e-mail.

Un’altra caratteristica interessante di Cerberus è che le schermate catturate non vengono assolutamente salvate sulla memoria interna dello smartphone o del tablet Android target, quindi non sono reperibili né sfruttando i migliori file manager Android e né attraverso le migliori app galleria per Android.

Come proteggersi dai malintenzionati che utilizzano Cerberus per spiare WhatsApp

Se siete vittima di furbetti che vogliono scoprire le vostre conversazioni personali di WhatsApp utilizzando l’applicazione antifurto, è possibile scoprirli facendo caso ad alcune cose. Abbiamo deciso di elencarvele di seguito in maniera completa:

  • Scoprite l’eventuale installazione di Cerberus all’interno dell’elenco delle applicazioni presenti sul dispositivo.
  • Controllate il pannello di gestione per vedere se il software è attivo.
  • Lo schermo si accende all’improvviso quando è spento (segno che è stato catturato uno screenshot da remoto).
  • Compare il messaggio sul display A Cerberus è stato concesso il permesso di SuperUser per una shell interattiva se viene catturato il primo screenshot. In questo caso, i più furbi eseguono uno screenshot di prova per evitare che successivamente compaia il messaggio riportato poco fa.
  • Controllare se l’app è installata aprendo il Google Play Store e accedendo alla sezione Le mie app e i miei giochi e vedere se nella scheda Installate è presente.
  • Non comunicate l’indirizzo MAC del vostro telefono o tablet.
  • Spegnete il GPS o limitate la sua precisione.
  • Non prestate il telefono a persone che non conoscete.
  • Fate attenzione quando acquistate un prodotto usato.
  • Disinstallate app che non riconoscete o che non ritenete utili.
  • Non farsi vedere online su WhatsApp.

Ci sono alcune opzioni che permettono di utilizzare Cerberus per spiare WhatsApp come si deve. Esempi sono spegnere il telefono attraverso il tasto Power, impedire l’accesso alle impostazioni oppure cambiare l’amministratore del dispositivo.

Al contrario, il malintenzionato può accedere a tantissimi strumenti di controllo come wipe e blocco del device, comandi remoti, posizione GPS e amministrazione del telefono. Un buon consiglio che vi possiamo dare è di installare direttamente voi Cerberus con i parametri che volete così sarete più tranquilli e soprattutto immuni dai furbetti che, ad esempio, vogliono usare Cerberus per spiare WhatsApp di altri.

Altri articoli utili

Oltre a questa guida, volevamo proporvi altri post interessanti che parlano di argomenti simili e che vi permetteranno di scoprire nuove cose:

Come bloccare il telefono rubato o persoSmartphone rubato? Avete perso il telefono? Potete cercare di localizzarlo oppure, in caso negativo, potete bloccarlo!

iPhone rubato o perso spento: cosa fareIn questa guida vi indicheremo passo dopo passo tutto quello che potete fare per localizzare il vostro iPhone rubato o perso con o senza l’opzione “Trova il mio iPhone attiva”, anche se spento o offline!

Chatwatch: l’app che spia WhatsAppSe la vostra dolce metà è gelosissima di voi tanto da controllarvi anche quello che fate su whatsapp, è il caso che state attenti a quest’app!

iPhone rubato: come bloccarloAvete smarrito il vostro iPhone e non sapete come comportarvi? Vediamo insieme come bloccare un iPhone rubato e proteggerne i dati.

Smartphone rubato? Come bloccare il codice IMEICome bloccare il codice IMEI a seconda del vostro operatore telefonico: la procedura è molto facile da seguire e utile in caso di furto o smarrimento.

Impedire di farsi spiare lo smartphoneSul nostro smartphone c’è spesso tutta la nostra vita, o quasi, ecco i modi per tenere lontani i guardoni dalle nostre informazioni sensibili.

Come rintracciare telefono Android spentoNon trovate più il vostro smartphone Android e per giunta è anche spento? Vediamo insieme come rintracciare telefono Android spento.

Come spiare uno smartphoneAlcune app permettono di tenere sotto controllo lo smartphone di una persona. Ecco le migliori app per spiare e controllare iPhone o dispositivi Android.

Spiare WhatsApp e Telegram? “Un gioco da ragazzi”, ma è davvero così?InTheCyber, security firm milanese, spiega come una ‘debolezza’ della segreteria telefonica permetta di violare gli account di messaggistica

Come sbloccare iPhone disabilitatoVi state chiedendo come accedere al vostro iPhone disabilitato? È più semplice di quanto pensiate!

Come sbloccare iPhone bloccato da Trova il mio iPhoneiPhone disabilitato per i troppi tentativi di inserimento del codice di sblocco errati? Vi spiegheremo come sbloccarlo in pochi semplici passi.

Come bloccare chiamate indesiderate AndroidSiete tormentati dalle chiamate indesiderate e volete che questo calvario finisca? Vediamo come bloccare chiamate indesiderate su Android!

Come bloccare una persona su WhatsAppQuando si parla di privacy, non si scherza! In questa guida vi mostriamo come poter bloccare, sbloccare o silenziare un gruppo o un contatto da tutte le piattaforme di WhatsApp in maniera semplice, veloce ed intuitiva!

Come sbloccare iPad disabilitatoDopo una serie di tentativi falliti avete bloccato il vostro Tablet? Niente paura: ecco come sbloccare un iPad disabilitato.

Come bloccare numeri sconosciuti su WhatsAppUn numero sconosciuto continua a contattarvi su WhatsApp? Vediamo come bloccare questo scocciatore!

Bloccare e proteggere app Android con PasswordIn quest’articolo abbiamo elencato le migliori app gratuite che permettono di proteggere la vostra privacy e le vostre applicazioni Android con password ed alcune interessanti funzionalità!

Tomas Matejicek annuncia Slax 9.5.0: ecco tutte le novità

By Matteo Gatti

slax 9.5.0

Tomas Matejicek ha annunciato l’arrivo di Slax 9.5.0. Si tratta di un aggiornamento incrementale della distribuzione Debian-based che introduce alcune importanti migliorie.

Da quando Slax è basato su Debian ci sono state solo due release (questa è la terza): Slax 9.3.0 e Slax 9.4.0. Quest’ultimo ha introdotto importanti migliorie e nuove funzionalità, su tutte un nuovo metodo per installare le app che rende la distro molto beginner-friendly e il supporto per EXT4 e NTFS.

Slax 9.5.0: cosa c’è di nuovo?

Slax 9.5.0 include le ultime patch di sicurezza e gli aggiornamenti software propri di Debian 9.5 “Stretch”. Non sono presenti quindi grandi novità.

Curiosità: Matejicek ha annunciato la possibilità di acquistare (solo in Bitcoin!) una chiavetta con Slax pre-installato criptata con AES. Il dispositivo cripta autonomamente il suo contenuto e non viene utilizzato alcun software di terzi. Quando la chiavetta viene rimossa si locka da sola. Il prezzo è pari a 0,017BTC, ad oggi circa 110€.

Queste le caratteristiche della chiavetta (che vedete in foto sopra):

  • Alphanumeric keypad
  • Crittografia AES 256-bit
  • Velocità in scrittura: 20 MB/s
  • Capacità 16 GB
  • Slax preinstallato
  • Spedizione in tutto il mondo

Sono felice di annunciarvi questa novità. Abbiamo deciso di accettare solo Bitcoin perchè credo e spero che PayPal e le aziende dietro alle carte di credito smettano presto di esistere” queste le parole di Matejicek.

Potete scaricare Slax 9.5.0 direttamente dal sito ufficiale. Chiaramente i lettori che stanno già utilizzando Slax devono semplicemente aggiornare il sistema per avere tutte le ultime novità.

18,91€
32,99
32 new
from 15,23€

Amazon.it
Free shipping


Last updated on 23 luglio 2018 17:05

sharing-caring-1Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

L’articolo Tomas Matejicek annuncia Slax 9.5.0: ecco tutte le novità sembra essere il primo su Lffl.org.

Come disabilitare i programmi all’avvio di Windows

By Gaetano Abatemarco

2015-01-13 16_46_10-applicazioni-avvio

Disattivare l’esecuzione automatica dei programmi all’avvio di Windows è molto importante per velocizzare i tempi di caricamento del sistema. Quando si ha a che fare con un PC con del software preinstallato oppure quando lo si usa da tanto tempo, è problematica comune assistere a dei progressivi rallentamenti del sistema causati da molteplici cause.

Una di queste, ad esempio, potrebbe essere collegata ai programmi d’avvio: determinati programmi, infatti, abilitano per impostazione predefinita l’opzione di avvio automatico con Windows, il che intacca non soltanto sui tempi di avvio del sistema ma anche sulla reattività futura (poiché quei programmi, seppur qualche volta invisibili, restano comunque attivi).

Windows offre tuttavia un valido strumento per disattivare i programmi all’avvio, strumento che analizzeremo nelle righe di seguito.

Nota Bene: prima di disattivare qualsiasi programma è bene conoscere esattamente il compito di esso nella macchina in uso; disattivare determinati programmi, infatti, potrebbe rendere inutilizzabile una o più funzionalità fondamentali del sistema operativo o rendere indisponibile determinati servizi o periferiche. Procedere con cura e attenzione.

Procedura per Windows 10 e Windows 8.1

Questi due sistemi operativi prevedono una procedura ancora più semplice per disattivare i programmi all’avvio rispetto alle precedenti versioni di Windows. Bisognerà aprire Gestione Attività tramite la combinazione di tasti CTRL+SHIFT+ALT oppure CTRL+ALT+CANC e cliccare su Gestione attività e poi su “Avvio“.

Comparirà la lista completa dei programmi d’avvio di Windows 8.1 e 10: ciò che dovrete fare sarà cliccare destro sul programma (o sui programmi) che intendete disabilitare e selezionare “Disabilita“, dopodiché riavviare il computer per rendere effettive le modifiche.

Come evitare di rallentare il computerTramite alcuni piccoli accorgimenti è possibile evitare che il PC Windows diventi inesorabilmente lento. Ecco alcuni consigli preziosi.

Procedura per Windows 7 e Windows Vista

La prima cosa da fare è invocare lo strumento di sistema che permetterà di disattivare i programmi eseguiti automaticamente all’avvio: per farlo, premete da tastiera la combinazione di tasti WIN+R e digitate nella finestra che compare il comando

msconfig.exe

seguito da invio.

msconfig-1

L’interfaccia si presenterà come segue:

msconfig-2

Cliccate sulla scheda Avvio: vi comparirà l’intera lista dei programmi che vengono avviati insieme al sistema operativo, con tanto di percorso e di chiave di registro annessa. Per disattivarli non dovrete far altro che eliminare il segno di spunta in corrispondenza di ciascuno di essi, facendo bene attenzione a non disattivare servizi critici (come l’antivirus, i gestori dei driver e via dicendo).

msconfig-3

A questo punto dovrete riavviare per rendere effettive le modifiche.

Conclusioni

Se nonostante ciò il vostro computer dovesse essere ancora lento, vi consigliamo di dare un’occhiata ai migliori modi per pulire il PC da malware e programmi inutili.

PC lento: i consigli per velocizzarloIl vostro computer è diventato lento? Ecco la guida per velocizzare il PC lento: i problemi possono essere molti ma c’è sempre una soluzione!

Windows 10 lento: come risolvereWindows 10 lento? Avete notato rallentamenti sul vostro sistema operativo? Ecco alcuni consigli per risolvere il problema.

Xiaomi Mi 8: migliori cover e pellicole di vetro

By Leonardo Zannini

Lo Xiaomi Mi 8 è l’attuale top di gamma della casa cinese. Come sempre Xiaomi è sinonimo di un grande rapporto qualità prezzo e anche una grande qualità costruttiva. Questo smartphone è fatto quasi interamente di vetro, quindi bisogna preservarlo dai danni. In questo articolo vedremo le migliori cover e pellicole in vetro per Xiaomi Mi 8.

Migliori cover per Xiaomi Mi 8

Andiamo ora a vedere le migliori cover per Xiaomi Mi 8, prima vedendo le più vendute su Amazon, poi analizzando singolarmente le migliori.

Riffue


Riffue Xiaomi Mi8 Cover, Xiaomi Mi 8 Custodia Ultra Slim Sottile Rigida Dura Pura Protezione Anti-Graffio Resistente alle Impronte Digitali della Copertura Protettiva Posteriore in Plastica, Back Case Per Xiaomi Mi 8 – Nero

  • Materiale: Specificamente disegno solo per Cover Xiaomi Mi 8, super slim PC mantiene la sensazione di toccare originale di su Xiaomi Mi 8, più sottili e leggeri custodia protettiva per il vostro cellulare
  • Protezione: Protezione il tuo dispositivo con un design sottile. E resistente agli urti, graffie e acqua, che previene l’accumulo di polvere ed olio
  • Taglio perfetto: Precisi ritagli per altoparlanti, porte e pulsanti di ricarica Progettati appositamente per la protezione del telefono
  • Speciale: Il designo di un bordo alzato di 0,3 mm per proteggere la fotocamera con cura, e il matte posteriore per evitare scivolamenti
  • Ligero y no engorroso: la contraportada ultra-delgada es de sólo 0,9 mm y puede encajar perfectamente en el teléfono y mantener alta sensibilidad al tacto

Partiamo da una cover di Riffue, che è sempre una certezza in questo campo. Questa custodia è un hard case, cioè è rigida e non morbida, questo la porta ad essere molto sottile e molto meno ingombrante di una custodia normale. Ovviamente rimane la resistenza agli urti e ai graffi, in più la back cover è gommata, così da migliorare la presa.

iBetter


iBetter Cover Xiaomi Mi 8, Xiaomi Mi 8 Custodia, Xiaomi Mi 8 protettiva Custodia, Protezione durevole, Compatibilita esatta per la Xiaomi Mi 8 Smartphone.(Nero)

  • Non deve preoccuparsi, Questa Xiaomi Mi 8 Custodia Fatto su misura per Xiaomi Mi 8 smartphone.
  • Un grande design! Custodia Xiaomi Mi 8 Realizzata in materiale TPU,morbido e flessibile,aspetto elegante,durevole per un lungo utilizzo,protezione adeguata.
  • Cover Xiaomi Mi 8 facilità di installazione e la rimozione,Resistente agli urti, graffi e lacrime e previene l’accumulo di polvere e olio. Con la precisione delle sagome per tutti i bottoni e i porti, Vi fa operazione facile.
  • Pacchetto di buon gusto: pacchetto del contenitore di regalo elegante partita al di fuori con la splendida Xiaomi Mi 8 Custodia.
  • Scegli la nostra Xiaomi Mi 8 Cover è la tua scelta razionale: Se c’è un problema con il prodotto, non esitate a contattarci immediatamente,Siamo in grado di fornirti soluzioni soddisfacenti.

Questa cover di iBetter è meno minimale della precedente, infatti è molto più curata nel design posteriore, con un doppio strato collegato da una cucitura a vista molto più elegante. Ovviamente la cover è anche più ingombrante di quelle più semplici, ma è sicuramente più bella. Questa custodia è costruita in TPU morbido, ed è molto resistente agli urti.

Ferilinso

Offerta


Ferilinso Cover Xiaomi Mi 8 custodia protettiva antiurto antiurto con armatura robusta, sottile e flessibile, con copertura in fibra di carbonio per Xiaomi Mi 8-Nero

  • Design perfetto per Xiaomi Mi 8.
  • Sottile TPU sottile e custodia in fibra di carbonio avanzata con mesh interna a forma di diamante e labbro rialzato per proteggere il telefono.
  • Comoda sensazione con un design elegante che conferisce al telefono un aspetto elegante e accattivante.
  • Precise Cutouts riserva l’accesso completo agli altoparlanti, alle porte, ai pulsanti di controllo della fotocamera e ai tasti di controllo, la tecnologia di bordo altamente acclamata ha rafforzato la durata nei punti più fragili
  • Piccolo taglio leggero e leggero per adattarsi comodamente al telefono. Installazione on / off semplice con facile accesso a tutti i pulsanti e porte.
24,70 EUR
– 72%

6,95 EUR

Acquista su Amazon

Questa cover di Ferilinso, costruita completamente in TPU morbido, è molto attenta al design, infatti nella parte posteriore ha una verniciatura con una trama simile al metallo con due inserti in basso e in alto simili alla fibra di carbonio, anche se sono comunque in TPU. Sicuramente molto bella questa cover, ma anche un po’ ingombrante, quindi se siete amanti delle cover poco invasive, questa non fa per voi.

Ferilinso Flip cover

Offerta


Ferilinso Cover Xiaomi Mi 8 Custodia, Cover pelle elegante retrò con Custodia Slot Holder per carta di credito Custodia di chiusura magnetica per flip per Xiaomi Mi 8(Nero)

  • Custodia portafoglio materiale durevole, specificamente progettato per Xiaomi Mi 8.
  • Scheda Secure Slots & tasca per banconote: Questo caso protable è multi-funzionale progettato per agire come un caso e sicuro raccoglitore portatile. Le slot multiple consentono di effettuare carte di credito e contanti.
  • Completamente avvolto TPU flessibile interno si estende su tutti i contorni della galassia Nota 8 Includendo i bordi vulnerabili, ritagli precisi del laser riservano l’accesso completo agli altoparlanti, alle porte, ai pulsanti di controllo della fotocamera e ai controlli, tecnologia di bordo stampata altamente acclamata Rafforza la durata nei punti più fragili
  • Materiale di alta qualità: la copertura del telefono è composta del 100% di cuoio premium fatto a mano progettato non solo per proteggere da tutti i graffi e gocce, ma aumentando l’estetica complessiva del tuo caso
  • Kickstand Funtion : Il backboard pieghevole può essere facilmente convertito in Kickstand per spingere la nota Galaxy 8 durante il tempo di chat o la visualizzazione video
30,70 EUR
– 71%

8,99 EUR

Acquista su Amazon

Per chi vuole proteggere al meglio il Mi 8 c’è questa Flip Cover di Ferilinso. La custodia è fatta in TPU all’interno e in cuoio nella parte esterna, sicuramente molto bella sia al tatto che alla vista. All’interno c’è la possibilità anche di inserire delle carte di credito, e anche dei contanti. Ovviamente l’ingombro è grande, ma questo è ovvio se si compra una flip cover. Il vantaggio è di poter usarla come stand per lo smartphone così da tenerlo in verticale per guardare dei contenuti multimediali.

Migliori pellicole in vetro per Xiaomi Mi 8

Andiamo ora a vedere le migliori pellicole in vetro per Xiaomi Mi 8, prima vediamo la classifica delle più vendute su Amazon, poi analizziamo le migliori singolarmente.

Riffue


RIFFUE Pellicola Protettiva Xiaomi Mi8, Xiaomi Mi 8 Vetro Temperato Alta trasparente Ultra Resistente Durezza 9H Antigraffi Nessuna bolla Pellicola Vetro per Xiaomi Mi 8-2 Packs

  • PROTEZIONE: Creata specificamente solo per Xiaomi Mi 8. Non per copertura completa. Si adatta perfettamente allo schermo e tiene il tuo telefono completamente alla larga di impronti, polvere, danni ai bordi e rotture
  • UNICA: Adotta una tecnologia di alto livello, la progettazione della pellicola anti luce blu aiuterà efficacemente i tuoi occhi mentre leggi o giochi
  • SICUREZZA: La copertura da bordo a bordo contro le sbriciate ei sguardi che compromettono la tua privacy ti proteggerà da ogni direzione, rispondendo alla richiesta di proteggere la tua privacy
  • TOCCO: Realizzato in vetro temperato sottile di spessore 0.20 mm e trasparenza di 99%, mantiene la vista originale e la sensazione del tocco del tuo cellulare
  • TAGLIO: Ritagli adatti per il pulsante e la fotocamera frontale significa che tutte le porte sono accessibile, offrendoti tempi di risposta brevi per un facile utilizzo

Partiamo con una pellicola in vetro che segue l’andamento del notch di Xiaomi Mi 8 e non gli passa sopra. Questa pellicola di Riffue protegge solo il display dello smartphone non arriva fino ai bordi, ma è molto sottile, solo 0,20 millimetri, e anche molto resistente a urti e graffi.

KuGi


KuGi Xiaomi Mi 8 Pellicola, Xiaomi Mi 8 SE Pellicola protettiva [Anti-Riflesso & Anti-Bolla] [Durezza 9H] Applicare a Xiaomi Mi 8 Smart phone (2 Pezzi)

  • Fatto per Xiaomi Mi 8: appositamente progettato per smartphone Xiaomi Mi 8 , perfettamente adatto al tuo cellulare Xiaomi Mi 8
  • Case-Friendly Deign: copre solo la parte piatta dello schermo, progettata appositamente più piccola dello schermo del telefono per la compatibilità con i casi
  • Chiaro trasparente: vetro traslucido trasparente [trasparenza 99,9%] mantiene l’alta chiarezza originale dello schermo, vetro ultra sottile (0,3 mm) non influisce sulla sensibilità al tocco del telefono
  • Protettivo e altamente durevole: Realizzato in vetro temperato a durezza 9H di alta qualità, protegge il tuo schermo dalla caduta di graffio e dall’impatto, le impronte digitali e l’acqua possono essere facilmente puliti
  • Essere sicuri con KuGi: Politica di ritorno senza scrupoli per la vita della tua protezione dello schermo, miglior servizio clienti fornito da KuGi

Andiamo ora a vedere la pellicola in vetro di KuGi, che è molto simile alla precedente, con la differenza che non segue l’andamento del notch, ma lo ingloba nella protezione. Ovviamente sono presenti tutte le feritoie necessarie per capsula auricolare fotocamere e sensori. Il vetro ha uno spessore di 0,30 millimetri ed è resistente a urti e graffi.

Voigeer

Offerta


Voigeer Pellicole Protettiva Xiaomi Mi 8, [0,3mm, 2,5D] [Durezza 9H] [Facilità Di Installazione] [HD Clear] Protezione Dello Schermo in Vetro Temprato per Xiaomi Mi 8 (1 Pack)

  • Progettato appositamente – La protezione dello schermo esclusiva per la generazione del Xiaomi Mi 8 garantisce la massima protezione per la parte piatta usando la microdisezione laser
  • Scratch Proof – 9H La protezione antigraffio in vetro temprato resistente ai graffi per la durezza può proteggere efficacemente il Xiaomi Mi 8 da schiacci e graffi indesiderati da chiavi e da altre sostanze dure
  • Facile da installare – Adesivi senza bolle per una facile installazione con funzione di adsorbimento magnetico. Nessun residuo rimosso per installazione ripetibile
  • L’alta definizione e l’alta reputazione – la chiarezza di alta qualità del 99% con prestazioni di tocco sensibili e sensibili rende la funzionalità del Xiaomi Mi 8 più agevole e veloce
18,99 EUR
– 53%

8,99 EUR

Acquista su Amazon

Questa pellicola di Voigeer non è completamente trasparente, ma ha i bordi neri che seguono l’andamento di tutto il vetro anteriore. Quindi questa pellicola segue anche la curvatura 2,5D del vetro sui lati, così da proteggerlo integralmente dagli urti e dai graffi grazie alla durezza di 9H. La pellicole ha uno spessore di 0,3 mm, quindi anche molto sottile.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Se hai trovato interessante questo articolo sulle migliori cover e pellicole in vetro per Xiaomi Mi 8, lascio qui sotto altri articoli che potrebbero interessarti riguardanti questo argomento.

Xiaomi Mi 8 SE: migliori cover e pellicola di vetroXiaomi Mi 8 SE è uno smartphone molto bello, e bisogna quindi proteggerlo al meglio con le migliori cover e pellicole in vetro.

Xiaomi Mi 8 SE: migliori cover e pellicola di vetroXiaomi Mi 8 SE è uno smartphone molto bello, e bisogna quindi proteggerlo al meglio con le migliori cover e pellicole in vetro.

Honor 10: migliori cover e pellicola in vetro temperatoUno degli smartphone più belli usciti quest’anno, ma anche molto fragile. Andiamo a vedere le migliori cover e pellicole in vetro temperato per Honor 10.

Come vedere chi è online su Instagram

By Fabrizio De Santis

Facebook e Instagram, i due social network più utilizzati e apprezzati dagli utenti, si sono spesso “scambiati” alcune funzionalità. Ad esempio, le famose Storie Instagram hanno fatto la loro comparsa anche su Facebook. Questa volta è il turno di una funzionalità amata, ma anche odiata, di Facebook. Stiamo parlando della possibilità di vedere quali dei nostri contatti sono online.

In questa semplice guida spiegheremo come vedere chi è online su Instagram grazie alla nuova funzionalità.

Vedere chi è online su Instagram

Prima di tutto, dobbiamo avere a disposizione l’ultima versione disponibile di Instagram per Android e iOS. Tutto quello che dovremo fare è spostarci nella sezione dedicata ai messaggi in Direct. Quindi, basterà effettuare uno swipe da destra verso sinistra per aprire i messaggi. Nella nuova schermata verrà visualizzato un pallino verde accanto alla foto profilo se il contatto interessato risulta online.

Un altro modo per vedere chi è online dei nostri contatti è visualizzare quali utenti hanno visualizzato le nostre storie. Anche in questa sezione verrà visualizzato un pallino verde accanto alla foto profilo del contatto online. In pochi e semplici passaggi potremo visualizzare lo stato di attività di ogni nostro follower.

Inoltre, trattandosi di un aggiornamento lato server, è possibile che anche disponendo dell’ultima versione disponibile, non potremo usufruire di tale funzionalità.

Come nascondere lo stato online su Instagram

Se siamo degli utenti che preferiscono tutelare la propria privacy, è possibile disattivare tale funzionalità.

  1. Spostiamoci nella sezione Profilo;
  2. Apriamo il menu laterale;
  3. Selezioniamo la voce Impostazioni, posta in basso;
  4. Scorriamo in basso e selezioniamo la voce Stato di attività;
  5. Infine, disattiviamo l’opzione impostando il toggle su Off.

In questo modo, i nostri seguaci non potranno vedere che siamo online. Inoltre, la disattivazione di tale funzionalità ci impedirà di usufruire a nostra volta di questa nuova funzione.


Altre guide interessanti

Di seguito vi proponiamo una lista di guide correlate che troverete sicuramente interessanti.

Come aumentare i like InstagramSpesso agire d’impulso durante l’utilizzo dei social network può portare pessimi risultati. Noi vi consigliamo di seguire attentamente i consigli che stiamo per darvi in questa guida realizzata ad hoc.

Come vendere su InstagramRecentemente avete visto dei post su Instagram di vendita di prodotti? Ebbene sì, da qualche tempo Instagram permette anche in Italia di vendere i vostri prodotti direttamente attraverso i post. Vediamo come fare.

Come programmare post InstagramChe ne dite di capire insieme come utilizzare alcuni tool per semplificare l’utilizzo di Instagram? Vedrete che non ve ne pentirete!

I migliori hashtag per Instagram da usare in ItaliaPer poter diventare popolari su Instagram serve una strategia vincente con contenuti di qualità e gli hashtag giusti da usare. Bene, siete nel posto giusto!

Come fare domande Instagram nelle storieE dopo l’arrivo di IGTV, Instagram porta nelle storie gli adesivi per le domande.

Come cancellare messaggi Instagram già inviatiInstagram permette di cancellare i messaggi già inviati anche se il destinatario li ha già letti. Ecco la procedura da seguire.

Come fare videochiamate su InstagramIn questo articolo vi mostreremo non solo come fare videochiamate su Instagram ma anche come sbloccarle e quali funzionalità offre!

IGTV: come funziona Instagram TVIl nuovo IGTV è uno strumento molto intuitivo e utile, andiamo a vedere cos’è e come funziona il nuovo Instagram TV.

Come vedere profili privati InstagramSpiare i profili privati Instagram non è del tutto possibile, infatti ci sono alcune piccole soluzioni che, nella gran parte delle volte, funzionano.

Kernel Linux 4.18 RC6 rilasciato: piccoli fix e versione finale in arrivo!

By Salvo Cirmi (Tux1)

Un’altra settimana di bugfix e aggiornamenti di driver vari si va ad aggiungere a quello che è lo sviluppo della sesta Release Candidate del Kernel Linux da parte di Linus Torvalds e tutti i volenterosi developer sparsi per il mondo. Vi ricordo intanto la quinta edizione rilasciata, appunto, una settimana fa:

Kernel Linux 4.18 RC5 rilasciato: le regressioni continuano ad essere affrontate

Il Kernel Linux 4.18 RC6 non vede nessuna aggiunga eccezionale, ma molte piccole patch comprensive di bugfix e aggiunte di driver di rete, patch per varie architetture CPU e tanti altri piccoli miglioramenti che potete vedere nello specifico a questo indirizzo.

Torvalds inoltre annuncia che, se tutto andrà per il verso giusto, per il 5 Agosto 2018 dovremmo avere il Kernel Linux 4.18 finale tra le mani, preceduta dalla settima RC che vedrà luce tra 6 giorni da oggi.

La suite KDE Applications 18.08 entra in Beta

By Matteo Gatti

kde applications 18.08 suite

La suite KDE Applications 18.04 ha raggiunto l’end of life (EOL) dopo il rilascio della terza point release. Gli sviluppatori stanno preparando da mesi la release successiva, KDE Applications 18.08 e da un paio di giorni hanno rilasciato la prima Beta.

KDE Applications come sapete è una suite open-source progettata per essere parte dell’ecosistema KDE ma ovviamente può essere usata su qualsiasi distro GNU / Linux anche priva di Plasma.

KDE Applications 18.08: disponibile la Beta

Attualmente lo sviluppo è in uno stato di dependency & feature freeze, questo significa che gli sviluppatori sono concentrati solo sul bug fixing. Questa Beta (versione 18.07.80) introduce due nuove librerie: KPkPass e KItinerary. La prima è una libreria opern-source progettata per la gestione di file PkPass (usati da Apple Pay/Apple Wallet) mentre la seconda, anch’essa open-source, serve per operazioni di data extraction.

Il prossimo step sarà il rilascio di una Release Candidate (RC) milestone che dovrebbe arrivare il prossimo 2 Agosto (versione 18.07.90). La final release è attesa invece per il prossimo 16 Agosto pochi giorni dopo il rilascio di KDE Frameworks 5.49.0.

Chiediamo ai nostri utenti di testare Kde Applications 18.08 e segnalarci problemi e bug. Il nostro obiettivo è migliorare l’esperienza utente e i nostri sviluppatori non possono testare tutte le configurazioni possibili. Contiamo su di voi.” queste le parole degli sviluppatori nel consueto annuncio.

Per il download del codice sorgente e per ulteriori dettagli vi rimando al sito ufficiale.

98,30€
142,99
52 new
from 98,30€
2 used from 91,42€

Amazon.it
Free shipping


Last updated on 23 luglio 2018 13:00

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

L’articolo La suite KDE Applications 18.08 entra in Beta sembra essere il primo su Lffl.org.

Fotocamera compatta Bluetooth: quale comprare

By Giuseppe Brandi

Nikon COOLPIX W100 - Fotocamera digitale compatta impermeabile, 13,2 megapixel, Lunghezza focale da 4,1 a 12,3 mm, Bianco

Il Bluetooth è stato il principale mezzo di trasmissione dati nei primi anni del decennio e continua a rivestire un ruolo importante grazie a numerosi apparecchi che funzionano in maniera wireless e all’introduzione del Bluetooth 5. Sebbene le fotocamere più recenti adottino spesso il Wi-Fi, ci sono ancora dispositivi che utilizzano il “vecchio standard”. In questa guida andremo a capire quale fotocamera compatta Bluetooth comprare.

Fotocamera compatta Bluetooth: come scegliere

In qualsiasi fotocamera compatta Bluetooth, viene utilizzato questo mezzo di trasmissione per due principali motivi:

  • abbinare lo smartphone per controllare da remoto la fotocamera.
  • trasferire file (questa operazione risulta molto lenta, soprattutto rispetto al Wi-Fi).

Sebbene il collegamento con dispositivi Bluetooth avvenga solitamente in maniera diretta, per le fotocamere c’è bisogno di applicazioni apposite che facciano da “tramite”: un esempio può essere SnapBridge di Nikon.

Mettendo un attimo da parte la connettività, una buona fotocamera compatta si distingue per ben altre caratteristiche, come il sensore e l’autofocus.

Sensore

Maggiori saranno le dimensioni del sensore, maggiore sarà la luce che riuscirà ad entrare. Questo si traduce in immagini più definite e scatti migliori in condizioni di luce proibitive.

Solitamente i sensori presenti su una fotocamera compatta Bluetooth si dividono in:

  • 1/2.3”: i più diffusi, hanno un calo prestazionale in base ai megapixel;
  • 1/1.7′‘: più grandi dei primi, per cui le prestazioni aumentano seppur di poco;
  • 1”: utilizzati in fotocamere di fascia alta;
  • Micro 4/3, APS-C e Full Frame: usati raramente sulle compatte.

Autofocus

Altra caratteristica da tener conto, ci permette di avere soggetti sempre ben a fuoco in modalità automatica. Dipende molto dal numero di punti AF, dalla loro geometria e dalla copertura.

Maggiori informazioni

Ad ogni modo, per maggiori informazioni e ulteriori chiarimenti, vi lasciamo all’articolo completo sulle fotocamere compatte:

Migliore fotocamera compatta: quale comprareAbbiamo raccolto per voi le migliori fotocamere compatte per tutti i vari tipi di esigenze! Ecco la nostra lista completa.

Fotocamera compatta Bluetooth: quale comprare

Vi lasciamo alla selezione delle fotocamere compatte dotate di Bluetooth che, secondo noi, meritano la vostra attenzione.

Nikon Coolpix W100


Nikon COOLPIX W100 – Fotocamera digitale compatta impermeabile, 13,2 megapixel, Lunghezza focale da 4,1 a 12,3 mm, Bianco

  • Pixel effettivi: 13,2 milioni (L’elaborazione delle immagini potrebbe ridurre il numero di pixel effettivi.)
  • Obiettivo NIKKOR con zoom ottico 3x
  • Monitor: 6,7 cm in diagonale, circa Schermo LCD TFT da 230 k punti, con rivestimento antiriflesso e regolazione della luminosità a 5 livelli
  • Compatibile con DCF ed Exif 2.3, Sensibilità ISO: Da ISO 125 a 1600
  • Dimensione dell’immagine (pixel): 13 megapixel [4160 x 3120], 4 megapixel [2272 x 1704], 2 megapixel [1600 x 1200]

149,00 EUR

Acquista su Amazon

Il primo modello di cui vogliamo parlarvi è una fotocamera compatta Bluetooth resistente all’acqua e agli urti.

Monta un sensore CMOS da 13.2 MP con obiettivo Nikkor che consente uno zoom ottico 3x. La sensibilità ISO 125-1.600 non è delle migliori, ma è facile capire che si tratti di un modello adatto a chi vuole scattare fotografie senza dover prestare troppa attenzione alla propria attrezzatura.

Sebbene lo schermo LCD TFT non sia molto definito, è ricoperto da un rivestimento anti-riflesso.

Il modulo Bluetooth viene sfruttato per abbinarsi tramite l’applicazione SnapBridge con lo smartphone.

Nikon Coolpix A300


Nikon COOLPIX A300 Compact camera 20.1MP 1/2.3″ CCD 5152 x 3864pixels Silver – Digital Cameras (20.1 MP, 5152 x 3864 pixels, 1/2.3″, CCD, 8x, Silver)

  • 20.1 megapixel
  • Apertura: f/3.7 – 6.6
  • Zoom ottico 8x
  • Distanza minima di messa a fuoco: 50 cm
  • Peso di circa 119 gr

155,00 EUR

Acquista su Amazon

Continuiamo con un’altra compatta con sensore CMOS, questa volta da 20.1 MP abbinata ad un obiettivo Nikkor 25-200 mm, con zoom ottico 8x e zoom digitale 16x. Anche in questo caso il Bluetooth viene sfruttato utilizzando l’applicazione SnapBridge.

Canon Powershot SX730HS


Canon PowerShot SX730 HS Fotocamera Digitale Compatta, Nero

  • Cattura splendidi dettagli da lontano in tutta semplicità, utilizzando questa fotocamera potente e tascabile dotata di uno zoom ottico 40x ampio e versatile
  • Realizza scatti di viaggio splendidi e nitidi, sia di giorno che di notte, grazie alla tecnologia HS System da 20,3 megapixel, cattura i momenti più spontanei con lo scatto continuo rapido
  • Registra con facilità filmati Full HD a 60 fps toccando un solo pulsante, riprese stabili, sia in movimento che con lo zoom alla massima estensione
  • Fotocamera digitale PowerShot SX730 HS, cinturino da polso WS-800, batteria NB-13L, caricabatteria CB-2LHE, cavo CA, kit manuale dell’utente
  • Canon Pass incluso con questo prodotto: 75GB su Irista il cloud fotografico di Canon, 30% di sconto sui prodotti stampati via Irista, 50% di sconto sui corsi Canon Academy Base

324,89 EUR

Acquista su Amazon

Raramente Canon propone una fotocamera compatta Bluetooth, e questa Powershor SX730HS è un’eccezione.

Il sensore CMOS da 20.3 MP è abbinato al processore DIGIC 6 e ad un’ottica 24-960 mm che garantisce zoom ottico 40x e zoom digitale 80x.

I video possono essere registrati in Full HD a 60fps, e la raffica di scatti raggiunge quasi i 6fps. Il display orientabile da 3″ è abbastanza risoluto, con 922.000 punti, ma ciò che conta è la connettività GPS, Wi-Fi e Bluetooth.

Nikon Coolpix A900


Nikon Coolpix A900 Fotocamera Digitale Compatta, 20,3 Megapixel, Zoom 35X, VR, Filmati 4K UHD, Bluetooth, Wi-Fi, Nero [Nital Card: 4 Anni di Garanzia]

  • Zoom ottico NIKKOR 35x estendibile a Dynamic Fine Zoom 70x
  • Sensore di immagine CMOS retroilluminato da 20,3 Megapixel
  • Registrazione di filmati 4K UHD
  • SNAPBRIDGE: permette di mantenere una costante connessione a bassa potenza tra la tua fotocamera e ismart device per darti il pieno controllo dell’esperienza fotografica
  • Coolpix A900 nero, Batteria ricaricabile Li-Ion EN-EL12, adattatore CA/caricabatteria EH-71P1, cavo USB UC-E21, cinghia della fotocamera

393,96 EUR

Acquista su Amazon

Abbiamo già riservato un posto sul podio nella nostra analisi della migliore fotocamera compatta 4k per questa A900 perché si tratta di una fotocamera compatta dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Il sensore CMOS 1/2.3″ da 20.3 MP viene abbinato ad un’ottica Nikkor con zoom ottico 35x e zoom digitale 70x che può essere definito come un 24-480 mm. I video possono essere registrati in 4K e sono parzialmente stabilizzati, in quanto è presente un sistema VR per la riduzione delle vibrazioni.

Il Bluetooth viene utilizzato tramite SnapBridge.

Nikon Coolpix W300


Nikon Coolpix W300 Fotocamera Digitale Compatta, 16 Megapixel, 4K, Subacquea, Antiurto e Antigelo, Nero

  • Impermeabilità fino a 30m di profondità senza custodia, resistenza all’urto fino a 2,4m, Resistenza al gelo fino a -10 °C e con tenuta alla polvere
  • Video 4K/UHD 25/30p o Full HD (1080p) fino a 30/60p sulla terraferma o sott’acqua
  • Il supporto di GPS/GLONASS/QZSS consente di controllare immediatamente la propria posizione o la profondità dell’acqua sul monitor della fotocamera
  • Bluetooth 4.1 e Wi-Fi integrati per trasferimento e controllo SnapBridge

404,00 EUR

Acquista su Amazon

Evoluzione della Coolpix W100 appena vista, la W300 monta un sensore CMOS 1/2.3″ da 16 MP con lente Nikkor 24-120 mm che permette zoom ottico 5x.

I video possono essere registrati in 4K ed etichettati in base alla posizione grazie al modulo GPS. Non mancano il Wi-Fi e il Bluetooth.

La W300 è una fotocamera rugged a tutti gli effetti in quanto capace di resistere a condizioni avverse: temperature fino a -10°C, cadute fino a 2.4 m e immersioni fino a 30 m.

Canon Poweshot G1 X Mark III

Offerta


Canon Italia PowerShot G1 X Mark III Fotocamera Compatta, Nero

  • Esclusiva qualità d’immagine grazie al sensore CMOS formato APS-C
  • Progettata per funzionare in ogni condizione
  • Il mirino elettronico centrale ad alta risoluzione
  • Fotocamera digitale PowerShot G1 X Mark III, Copriobiettivo, Stringa per copri obiettivo, Tracolla NS-DC12, Adattatori per cinghia (NS-DC12), Batteria NB-13L
1.229,00 EUR
– 2%

1.206,38 EUR

Acquista su Amazon

Concludiamo con questa compatta con sensore APS-C CMOS da 24.2 MP abbinato al processore DIGIC 7 e ad un’ottica 24-72 mm.

I video possono essere registrati in Full HD a 60fps, la raffica di scatti raggiunge 9 foto al secondo e i valori ISO arrivano a 25.600 per scatti ottimi in condizioni di luce scarsa.

Il mirino OLED da 2.360.000 punti definizione accompagna un display touchscreen da 3 pollici orientabile.

Sebbene sia la più costosa tra quelle indicate, la G1 X Mark III è la fotocamera compatta Bluetooth migliore, perché offre ottime prestazioni in qualsiasi condizione.

Altre guide utili

Abbiamo appena visto quale fotocamera compatta Bluetooth comprare. Le proposte non sono tantissime, ma sono molto variegate: ce n’è per tutti i gusti, da chi ama gli sport estremi a chi preferisce massime prestazioni.

La scelta di una nuova fotocamera non è mai facile, soprattutto con le varie tipologie esistenti sul mercato. Per questo che vi lasciamo ad una rassegna di guide incentrate sulla scelta di fotocamere.

Migliori reflex economiche: quale comprareChi ha detto che per fare delle belle foto è necessario spendere molto? Oggi cercheremo di sfatare questo mito, analizzando le migliori reflex economiche da acquistare

Migliori reflex di fascia media: quale comprarePer scattare belle foto la teoria e le basi sono davvero importanti. A volte però possedere un mezzo più performante può fare la differenza.

Migliori reflex di fascia alta: quale comprareViaggio alla scoperta delle migliori reflex di fascia alta attualmente presenti sul mercato. Vediamo insieme quali sono le migliori.

Fotocamera reflex 4K: quale comprareSe cercate un buon compromesso per scattare foto e registrare video, la soluzione è una fotocamera reflex 4K. Vediamo insieme quali sono le più adatte alle vostre esigenze!

Reflex compatta: quale comprareUna reflex compatta rappresenta un buon compromesso fra qualità e dimensioni, senza rinunciare alla possibilità di cambiare obiettivi. Vediamo quali meritano la nostra attenzione!

Ecco lo sfondo di default di Plasma 5.14. Aiutiamo l’autore a migliorarlo

By Marco Giannini

Ken Vermette Cluster, quello che forse (speriamo di no) sarà il nuovo sfondo predefinito di Plasma 5.14

Lo sfondo, realizzato con Krita e Inkscape, è attualmente work in progress ed è stata pubblicata questa anteprima per chiedere un parere alla comunità. Cosa ne pensate?
Potete postare suggerimenti e critiche sul thread di Reddit all’indirizzo https://www.reddit.com/r/kde/comments/90syno/plasma_514_wallpaper_cluster/
Da par mio trovo questo sfondo abbastanza bruttino, sopratutto per via della palette colori utilizzata che si distacca troppo dall’azzurro di KDE.

Come sbloccare PC bloccato

By Alessio Salome

Sarà capitato sicuramente a molti di voi che il computer si sia bloccato mentre stavate lavorando a un importante progetto. Se volete sapere come sbloccare PC bloccato, per poter recuperare file non salvati, allora continuate a leggere la nostra guida di oggi! Quando il sistema operativo si blocca, il più delle volte potete muovere soltanto il cursore del mouse. Ciò avviene generalmente quando sono in esecuzione molti programmi o quando un determinato software stressa parecchio il processore.

In alcuni casi è possibile usare alcuni strumenti già inclusi sia in Windows che in macOS che consentono di individuare facilmente i programmi che hanno portato ad avere un PC bloccato. In certi casi, però, potrebbe trattarsi anche di un virus che ha infettato il sistema operativo, quindi bisogna affidarsi a un antivirus. Non perdiamo altro tempo e passiamo subito alla guida!

Indice dei contenuti

Monitorate i processi in esecuzione

Per sbloccare PC bloccato è necessario individuare il programma (o i programmi) che stanno stressando maggiormente processore e RAM. Di seguito, vi proponiamo delle soluzioni sia per il sistema operativo di Microsoft che per quello di Apple.

Windows

Se avete davanti un computer Windows bloccato, allora potete affidarvi allo strumento Gestione attività (conosciuto anche come Task Manager) che può essere attivato anche quando il PC è bloccato.

Vediamo come fare:

  • Accedete all’utility Gestione attività premendo la combinazione di tasti CTRL + ALT + Canc e poi selezionando Gestione attività dal menu che compare sullo schermo.
  • Per avere un quadro più completo dei processi in esecuzione, cliccate su Più dettagli presente in basso a sinistra.
  • Per individuare i programmi che stanno stressando maggiormente CPU e RAM, scegliete Dettagli e poi cliccate su CPU. In questo modo, potete visualizzare la lista di tutti i processi in esecuzione sul PC Windows disposti in base al loro consumo del processore (dal programma che consuma di più a quello che consuma meno). Se, invece, volete scoprire i processi che succhiano maggiore RAM, allora cliccate su Memoria.
  • Se tra i processi in esecuzione notate qualcosa di sospetto (che consuma una quantità anomala di processore o memoria RAM), selezionatelo e pigiate su Termina processo, presente in basso a destra, e poi su Termina processo che compare al centro della schermata. Se volete avere maggiori informazioni sul processo appena chiuso, provate ad effettuare una ricerca su Google inserendo esattamente il nome riportato sotto la colonna Nome del Task Manager.

macOS

Nel caso in cui utilizzatie un Mac, vediamo come visualizzare la lista delle applicazioni in esecuzione sul computer:

  • Attraverso la combinazione di tasti cmd + ALT + Esc, accedete alla sezione dove vedete tutti i processi in esecuzione in quel momento sul Mac.
  • Una volta visualizzata la lista, scegliete le applicazioni che non rispondono. Queste possono essere identificate attraverso la dicitura riportata accanto ai nomi.
  • Fatto ciò, procedete con la chiusura pigiando su Uscita forzata per due volte consecutive.

Se il vostro Mac risponde ancora ai comandi, quindi non è bloccato completamente, potete accedere alla lista completa di tutti i processi in esecuzione attraverso il tool Monitoraggio attività incluso di serie in macOS. Questo svolge un ruolo molto simile a Gestione attività di Windows. Ecco come utilizzarlo:

  • È possibile aprire Monitoraggio attività cliccando sulla sua icona presente nella cartella Altro del Launchpad oppure potete cercarla in Spotlight cliccando sulla lente d’ingrandimento presente in alto a destra.
  • Una volta avviato il programma, selezionate CPU e puoi cliccate su %CPU per ordinare i processi in base a quelli che stanno stressando maggiormente il processore. In alternativa, selezionate Memoria e cliccate sulla colonna Memoria per scoprire i programmi che stanno occupando più RAM.
  • Una volta individuato/i il/i processo/i sospetto/i, potete terminarlo o terminarli selezionando il nome e cliccando prima sulla X in alto a sinistra e poi su Uscita forzata che compare al centro dello schermo. Anche in questo caso vi consigliamo di effettuare una ricerca su Google inserendo il suo nome preso dalla colonna Nome processo.

Verificate i processi che si avviano automaticamente al primo accesso

Se vi state chiedendo come sbloccare PC bloccato, allora continuate a leggere la guida poiché in questo capitolo analizzeremo nel dettaglio i programmi che si avviano in automatico ad ogni accesso al sistema operativo. Infatti, se il vostro computer si blocca frequentemente o generalmente risulta abbastanza lento, la colpa potrebbe essere dei processi che si avviano in automatico ad ogni accensione del computer. In questo caso vi consigliamo di provare a ridurre il numero di applicazioni che vengono lanciati all’avvio di Windows o macOS in modo da diminuire il carico su CPU e RAM, evitando blocchi e rallentamenti. Vediamo come fare.

Windows 10, 8.1 e 8

Per vedere quali sono i programmi che si avviano in automatico al primo accesso a Windows, seguite gli step elencati di seguito:

  • Cliccate con il tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni e pigiate su Gestione attività per aprire l’utility. In alternativa, premete contemporaneamente CTRL + ALT + Canc come indicato precedentemente.
  • Nella finestra che compare, se necessario, pigiate su Più dettagli che trovate in basso a sinistra per aprire completamente lo strumento di Windows.
  • Fatto ciò, spostatevi nella scheda Avvio e identificate i programmi di cui non avete bisogno all’avvio del PC. Il nostro consiglio è quello di lasciare attivi soltanto l’antivirus e le applicazioni di cui non potete fare a meno.
  • Una volta selezionati i programmi, pigiate su Disabilita, presente in basso a destra. In questo modo avete disattivato l’esecuzione automatica all’accesso all’OS del software scelto.

Windows 7

Qualora utilizziate una versione del sistema operativo di Microsoft precedente alla 8.1, come Windows 7, allora seguite questi step:

  • Accedete al pannello Esegui attraverso la combinazione di tasti Win + R.
  • Nel campo di testo digitate il comando msconfig.
  • Nella finestra che si apre, scegliete la scheda Avvio e togliete la spunta ai programmi che non volete avviare automaticamente al primo accesso a Windows.
  • Fatto ciò, cliccate su Applica e poi su OK per salvare le modifiche apportate.

Anche in questo caso vi consigliamo di effettuare una ricerca sul Google inserendo il nome del processo.

macOS

Se siete possessori di un Mac, è possibile gestire le applicazioni che si avviano in automatico al primo accesso al sistema operativo di Apple in questo modo:

  • Accedete a Preferenze di sistema premendo sull’icona a forma di ingranaggio presente sulla dock.
  • Cliccate su Utenti e gruppi e selezionate l’account personale dalla barra laterale.
  • Fatto ciò, recatevi nella scheda Elementi login e individuate i processi che volete che non si avviino al primo accesso a macOS.
  • A questo punto, cliccate sui nomi dei programmi che volete rimuovere e pigiate sul pulsante presente in basso a sinistra.

Effettuate una scansione antivirus/antimalware

Rallentamenti e blocchi dei computer vengono spesso causati dalla presenza di virus o malware. Per riportare le prestazioni del sistema operativo al top, è necessario installare un buon antivirus e un buon anti-malware sul computer e sfruttarli per effettuare una scansione completa del sistema operativo. Il nostro consiglio è quello di affidarvi a programmi antivirus e anti-malware che non richiedano troppe risorse al PC per poter funzionare altrimenti potreste aggravare la situazione rendendo il sistema ancora più lento.

Windows include di serie nelle sue versioni più recenti l’antivirus Windows Defender. Se optate per un altro antivirus, ricordate prima di disattivare Windows Defender e poi procedere all’installazione del programma. Per quanto riguarda i malware, potete affidarvi all’ottimo programma Malwarebytes che, in versione gratuita, non include la protezione in tempo reale e quindi non va ad appesantire ulteriormente il computer. Se disponete di una versione meno recente del sistema operativo di Microsoft, allora vi consigliamo di utilizzare Bitdefender Free.

macOS e meno soggetto al rischio di infezioni da virus rispetto a un PC Windows ma possono essere più facilmente presi di mira dai malware. In questo caso vi consigliamo di utilizzare due programmi molto efficaci: Malwarebytes for Mac o Bitdefender Virus Scanner.

Aggiornate i driver

Se vi state chiedendo ancora come sbloccare un PC bloccato, allora un’altra possibile causa viene attribuita ai driver, in particolare agli aggiornamenti di questi. Nel caso in cui abbiate installato recentemente un nuovo componente hardware nel computer oppure avete collegato una periferica esterna e da quel momento in poi sono iniziati i blocchi, allora le principali cause potrebbero essere attribuite a driver obsoleti, errati o affetti da bug. In questo caso vi consigliamo di provare ad aggiornare i driver delle componenti hardware installate recentemente.

Ecco come fare:

  • Cliccate su Start in basso a sinistra e cercate gestione dispositivi. Pigiate sul primo risultato. In alternativa, cliccate con il tasto del mouse sulla bandierina di Windows e scegliete Gestione dispositivi.
  • Nella finestra che compare, identificate il componente hardware sospetto (es. Stampanti – Nome stampante).
  • Cliccate con tasto destro del mouse sul nome e scegliete Aggiorna driver oppure Disabilita dispositivo dal menu che compare. Nel primo caso procedete ad aggiornare i driver in Windows mentre nel secondo disabilitate il dispositivo.
  • Dopo aver effettuato queste due operazioni e il computer non si blocca più, allora significa che avete risolto il problema.

Cosa fare se i problemi continuano ad esserci

Nel caso in cui le soluzioni descritte poco fa non hanno portato i loro frutti, allora significa che ci sono dei problemi ancora più gravi. Però non perdete le speranze e provate a sbloccare PC bloccato seguendo questi altri 3 consigli che vi proponiamo di seguito.

Spegnete il computer in maniera forzata

Se il PC non risponde più ai comandi e non riuscite ad accedere neanche a Preferenze di sistema su macOS o a Gestione attività su Windows, allora è necessario ricorrere allo spegnimento forzato. Tenete premuto il pulsante Power finché lo schermo non si spegne (se utilizzate un notebook) oppure pigiate sul tasto di accensione presente sul case del PC Desktop.

Ripristinate il sistema operativo

Se neanche la soluzione alternativa indicata poco fa ha funzionato, allora effettuate un backup dei file e provvedete a una installazione pulita del sistema operativo sul vostro computer per vedere se riuscite a risolvere il problema. In questo caso vi consigliamo di reinstallare macOS sul mercato e ripristinare Windows 10.

Testate il corretto funzionamento delle componenti hardware

Se i blocchi proseguono anche dopo aver reinstallato l’OS, molto probabilmente ci sono dei problemi che provengono dalle parti hardware e che impediscono al PC di funzionare correttamente. I difetti che potrebbero portare a blocco del computer potrebbero prevenire dalla RAM o dall’hard disk difettosi. In questo caso vi consigliamo di testare la memoria RAM e controllare salute hard disk.

Altri articoli utili

Oltre alla nostra guida che vi indica come sbloccare PC bloccato, volevamo consigliarvi la lettura di altri post interessanti che trovate sempre sul nostro sito web. Ve li elenchiamo qui sotto:

Come riavviare i driver della scheda grafica su PCIl vostro PC si è bloccato improvvisamente e non risponde ai vostri comandi? Una soluzione potrebbe essere il riavvio dei driver della scheda grafica.

Dispositivo sconosciuto Windows: come trovare i driverWindows non è in grado di riconoscere da solo alcune periferiche? Ecco come risolvere e trovare il driver giusto per un dispositivo sconosciuto.

Come aggiornare i driver AMDAbbiamo una scheda video AMD ma non sappiamo come aggiornare i driver? Vediamo insieme tutti i metodi validi per aggiornare i driver AMD.

Installare o aggiornare driver scheda videoVogliamo aggiornare o installare i driver della scheda video per AMD o NVIDIA? Vediamo insieme tutti i metodi per procurarsi il driver aggiornato.

Windows Update bloccato o non funzionante? Usiamo un fix!Se vi risulta impossibile aggiornare Windows per un problema di Windows Update, usiamo il tool ufficiale Microsoft per risolvere ogni problema.

Creare e ripristinare un backup in Windows 10Uno strumento integrato ci permette di creare un’immagine completa del disco da ripristinare in caso di problemi

Backup registro di sistema Windows: guida completaUn programma si è spinto troppo oltre o, per distrazione, avete eliminato qualche chiave di registro di troppo? Ecco la soluzione

Come funziona Windows 10: guida e installazioneEcco una guida che vi aiuterà ad approcciare al nuovo sistema operativo Windows ed a conoscerlo e sfruttarlo nei suoi numerosissimi aspetti e funzionalità

Come eseguire l’installazione pulita di Windows 10Volete approfittare dell’update per dare una ripulita definitiva al computer o al tablet? Ecco come procedere!