Una settimana con Alexa e l’Echo Dot di Amazon

By Marco Giannini

Durante l’ultima settimana ho avuto modo di provare approfonditamente l’Amazon Echo Dot (3ª generazione), il più piccolino degli altoparlanti intelligenti della famiglia Echo dotati di Alexa, l’assistente personale intelligente sviluppato da Amazon a partire dal 2014.
Grazie all’Echo Dot è possibile dialogare con Alexa tramite comandi vocali per compiere una serie di attività come la riproduzione di musica, ascoltare notizie, fare domande, ricevere le previsioni del tempo, impostare sveglie e controllare dispositivi per Casa Intelligente compatibili.
In questo piccolo articolo vi racconto come ho utilizzato Alexa e l’Echo Dot in questa prima settimana insieme a lei.

La confezione e il primo avvio

All’interno della confezione dell’Echo Dot troveremo l’Echo Dot, l’alimentatore e un piccolo manuale.
Una volta collegato l’Echo Dot alla presa della corrente vi basterà scaricare sul vostro device Android o iOS l’applicazione Amazon Alexa e seguire le semplici istruzioni per attivare l’Echo Dot e iniziare ad utilizzarlo.
L’Echo Dot di terza generazione ha un Wi-Fi dual-band compatibile con reti 802.11 a/b/g/n da 2,4 e 5 GHz quindi se avete uno smartphone compatibile (per settare i parametri durante la fase di configurazione) e un router compatibile potrete collegarlo alla rete 5 GHz. Io ho preferito collegarlo alla rete a 5 GHz in quanto più prestante e con meno interferenze.

Il buongiorno / buonasera / buonasera

Una delle prime funzionalità che ho utilizzato sull’Echo Dot è augurare ad Alexa il Buongiorno e la Buonasera. Dicendo: “Alexa, Buongiorno” ci verrà detta un aneddoto sul giorno appena iniziato. Con: “Alexa, Buonasera” ci verrà raccontato un aneddoto random sul periodo in cui ci troviamo. Non è nulla di innovativo, però è un servizio simpatico per scoprire cose che possiamo utilizzare nella vita di tutti i giorni per fare gli splendidi con i nostri amici :D.
Con “Alexa, Buonanotte” ci verrà augurato da Alexa la buonanotte (per le persone forever alone).

Le notizie del giorno

Il sommario quotidiano è diventato ormai il mio appuntamento fisso con Alexa (dopo il buongiorno). Dopo aver chiesto: “Alexa, notizie” ci verrà proposto, di default, un sommario con le principali notizie da Sky TG24 e le informazioni sul Meteo nella nostra zona. Possiamo arricchire il sommario quotidiano aggiungendo le Skill di altri servizi come, ad esempio, quelle del GR1 della Rai. Possiamo gestire le notizie sia dall’applicazione che dal sito web recandoci nelle impostazioni del sommario quotidiano.

La musica

L’uso tipico di Echo Dot che ho fatto in questa settimana è l’ascolto di musica. Diversi sono i servizi musicali che possiamo usare. Vediamo quali sono e i loro pro e contro.

Il servizio Amazon Music

Comprando un Echo Dot si ha diritto a 14 giorni di ascolto di musica gratuita tramite il servizio Amazon Music. Il catalogo Amazon Music è davvero vasto e il servizio consente sia di cercare singole canzoni che di riprodurre musica per genere o autore: basterà dire “Alexa riproduci musica rock” per ascoltare una selezione di musica rock. Per passare ad una traccia successiva basterà dire “Alexa, riproduci traccia successiva”. L’interazione con il servizio Amazon Music e l’Echo Dot è rapida e intuitiva.
Passati i 14 giorni di test gratuito sarà necessario scegliere di attivare un abbonamento completo. Amazon ha pensato di realizzare un abbonamento speciale per gli utenti Amazon Echo che, al costo di 3,99 € al mese per singolo dispositivo Echo, ci consentirà di avere accesso ad un catalogo di più di 50 milioni di brani disponibili nel catalogo Amazon Music Unlimited.
Avendo due nipoti, uno dei quali in età scolare, ho avuto modo di testare Amazon Music con diverse canzoni che piacciono ai giovani d’oggi e ho sempre trovato riscontro nel database di Amazon. Siccome sono un bambino mai cresciuto ho anche provato a riprodurre sigle di cartoni animati anni 80 e con mio sommo stupore ho potuto constatare che c’è anche questo tipo di musica nel catalogo di Amazon Music Unlimited.

L’integrazione con Spotify Premium

L’altro servizio musicale che è possibile gestire tramite l’Echo Dot e Alexa è Spotify Premium. Per riprodurre la musica da Spotify basterà aggiungere all’applicazione per smartphone le credenziali di accesso al nostro abbonamento Spotify Premium. Una volta fatto basterà dire: Alexa riproduci #nomecanzone da Spotify per ascoltare la nostra musica da Spotify.
Purtroppo, a differenza di Google Home Mini, la presenza dell’abbonamento Spotify Premium è necessaria per poter ascoltare la musica da questo servizio.

La radio con TuneIn

Alexa è in grado di interfacciarsi al servizio TuneIn, un servizio gratuito (che non necessità di registrazione) grazie al quale potremo ascoltare radio da tutto il mondo. Questa è la modalità di ascolto musica che ho utilizzato per la maggior parte del tempo. Anche in questo caso l’interazione è davvero semplice. Se ad esempio vogliamo ascoltare Virgin Radio su TuneIn ci basterà dire: “Alexa, riproduci Virgin Radio su TuneIn” e subito Alexa ci riprodurrà la diretta.

Le Skill delle principali radio italiane

Come abbiamo visto la particolarità di Alexa è quella di poter arricchirsi di nuove funzionalità con l’aggiunta delle Skill. Le principali radio italiane hanno pubblicato sullo store di Amazon le proprie Skill. Una volta aggiunte sarà possibile non solo riprodurre la diretta delle radio ma anche riprodurre eventuali rubriche. Facciamo un esempio. Se chiediamo ad Alexa: “Alexa riproduci Virgin Radio” verrà avviata la Skill di Virgin Radio e ci verrà chiesto se ascoltare la diretta, le notizie oppure le repliche di Revolver. Vi suggerisco l’aggiunta della Skill di Radio Deejay che mette a disposizioni sei playlist musicali.

I giochi e le Skill per bambini

Altra funzionalità interessante che ho utilizzato in questi giorni sull’Echo Dot con Alexa sono le Skill dei giochi. Ci sono diverse Skill divertenti che è possibile aggiungere. Una delle più divertenti da utilizzare con parenti e amici è quella di Akinator.
Il mio nipote più grande usa anche le varie Skin per bambini. Fra le sue preferite c’è il Clem Quiz di Clementoni che è possibile giocare anche in due giocatori. Ci si può poi allenare con le Skill per le tabelline, le divisioni, gli articoli determinativi etc. Sono tutte Skill interessanti ed educative ma sopratutto facili da utilizzare anche per i vostri bambini.
Il mio nipote più piccolo (ha compiuto un anno da poco) si diverte un mondo con i versi degli animali. Basta chiedere: “Alexa, che verso fa il cane” per ascoltare il verso del cane etc.
Di default, senza necessità di aggiungere Skill aggiuntive, possiamo inoltre chiedere ad Alexa di raccontarci una favola o una filastrocca o una barzelletta.

Le ricette di Giallo Zafferano

Non sapete cosa cucinare? Volete sapere come si fa la parmigiana di melanzana? Con Alexa è possibile chiedere a Giallo Zafferano la ricetta e farsi guidare nella preparazione della stessa. Questo è possibile grazie alla Skill di Giallo Zafferano che è preattivata su Alexa. Basterà chiedere, ad esempio, “Alexa, chiedi a Giallo Zafferano la ricetta della parmigiana di melanzane” per avere tutte le informazioni sugli ingredienti e la preparazione della stessa. Questa funzionalità l’ho utilizzata un paio di volte questa settimana ed è davvero utile, specie se avete posizionato l’Echo Dot in cucina.

Varie

Alexa è anche domande e risposte. Possiamo chiedere ad Alexa di compiere calcoli, conversioni di unità di misura, conversioni fra monete, definizioni di termini, curiosità etc. Il tutto è potenziabile grazie all’aggiunta di ulteriori Skill di terze parti.

Chiamare un amico con l’Echo Dot

L’Echo Dot può essere utilizzato anche come dispositivo per effettuare chiamate fra dispositivi Echo. Potremo chiamare i nostri amici che hanno un dispositivo Echo direttamente chiedendo ad Alexa di chiamarli. Ho testato il servizio con mio fratello e devo dire che la qualità delle chiamate è davvero elevata.

Recensione Acer Iconia One 10: buona la sostanza!

By Andrea Rossi

Acer Iconia One 10

Acer Iconia One 10 è un tablet di fascia medio-bassa, pensato per chi cerca un dispositivo utilizzabile tutti i giorni, senza però spendere cifre importanti. Nella versione che abbiamo provato (B3-A32) è presente anche lo slot SIM. In questo modo potrete utilizzare la connessione anche in mobilità, per poter usufruire di tutta la potenza del web senza particolari limitazioni.

Vediamo quindi come se la cava Acer Iconia One 10, tenendo sempre in considerazione la fascia di prezzo di questo prodotto. Non aspettatevi prestazioni eccezionali, ma un prodotto solido, che ci ha comunque convinto nella totalità delle sue caratteristiche e prestazioni.

Recensione Acer Iconia One 10

Confezione

La confezione di Acer Iconia One 10 è realizzata in cartone colorato, con una grafica abbastanza invitante. In un mercato dove sempre più produttori preferiscono la deriva ambientalista utilizzando materiali riciclati, fa piacere trovarsi davanti ad un packaging vecchio modello. Certo, ci sarà chi non apprezzerà troppo questa scelta ma alla fine sono solo dettagli se si considerano i materiali che vengono utilizzati per produrre i componenti elettronici interni.

All’interno, oltre a Acer Iconia One 10, troverete il caricabatterie con uscita micro USB da 2.0 A e una piccola dock realizzata in plastica. Nonostante sia un accessorio decisamente economico e per molti trascurabile, risolve uno dei problemi fondamentali che si incontrano quando si utilizza un tablet. Se si ha a disposizione un piano d’appoggio non sarà infatti necessario mantenerlo con le mani. Questo sarà particolarmente interessante per chi utilizzerà Acer Iconia One 10 per leggere documenti o visualizzare contenuti multimediali.

Tablet con tastiera (convertibile 2 in 1): quale comprareAcquistare un tablet con tastiera, ovvero convertibile 2 in 1, ha molti vantaggi e in alcuni casi può sostituire il portatile. Ecco i migliori!

Design ed Ergonomia

Normalità è forse la parola che meglio definisce il design di questo tablet. In un mondo dove si ricerca sempre più l’esasperatezza delle forme e il pregio dei materiali, Acer è rimasta molto attaccata al passato. La scocca è realizzata completamente in plastica, con un rivestimento gommato che è piacevole al tatto e aumenta sensibilmente il grip. Le dimensioni sono abbastanza generose: siamo abituati a trovare display da 10 pollici sempre più a filo con la scocca, mentre in questo caso gli spazi ai lati sono davvero importanti. Lo spessore invece, di 10 mm aiuta la maneggevolezza.

Buoni i materiali ma non eccellenti. Se da una parte aumentano il grip durante la presa, la scocca posteriore è soggetta a fenomeni di flessione se si esercita pressione. Ok, Acer Iconia One 10 non appare affatto fragile, ma un po’ di rigidità in più non avrebbe certamente guastato. L’unico dettagli che va a stonare con il piacevole design di questo tablet è l’alloggiamento della fotocamera. Per lo meno nella versione bianca, trovare un inserto in plastica lucida color argento stona un po’ con l’equilibrio generale del prodotto.

Acer Iconia One 10

Per finire troviamo ai lati dello schermo le due casse audio, in una posizione davvero azzeccata. Sempre nella parte anteriore abbiamo la fotocamera da 2 MP, utile per qualche video chiamata ma non indispensabile. Al posteriore c’è quella principale da 5 MP, ma come abbiamo imparato ormai, nei tablet è difficile trovare fotocamere brillanti. Sul bordo superiore abbiamo invece i tasti fisici per il volume e l’accensione di Acer Iconia One 10, mentre gli ingressi jack e micro USB li troviamo posizionati sul bordo sinistro.

Acer Iconia One 10
Acer Iconia One 10
Acer Iconia One 10

Confronto tablet: i parametri di sceltaSapere cosa cercare da un futuro acquisto è un must per chi vuole bene investire il proprio denaro

Specifiche Tecniche

Se vi aspettate numeri da capogiro, Acer Iconia One 10 potrebbe non essere il prodotto adatto a voi. Dietro alle specifiche tecniche si nascondono però delle prestazioni davvero solide, che vi terranno compagni durante tutte le operazioni che andrete a svolgere nella vostra giornata. Unica pecca può essere quella del gaming pesante, dove troverete dei micro lag che a lungo andare potrebbero essere davvero fastidiosi. Ma vediamo un po’ quali sono le caratteristiche di questo tablet prodotto da Acer.

Partendo dal display, troviamo un pannello da 10 pollici con risoluzione 1280×800. Uno schermo full HD non avrebbe certo sfigurato, sopratutto per quanto riguarda la parte multimediale. La qualità è comunque buona per un prodotto del genere e vi consentirà di visualizzare video e immagini in maniera più che decorosa. Sopratutto per quanto riguarda l’utilizzo di servizi come Netflix, potrete guardare tutte le vostre serie preferite senza rimpianti per una risoluzione maggiore.

Il processore Mediatek MT 8735 non da particolari problemi e funziona in accoppiata con 2 GB di Ram e 16 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD. Le fotocamere, rispettivamente da 2 e 5 MP non offrono prestazioni esaltanti. Sono studiate sopratutto per essere usate durante le video chiamate, ma rispetto a prodotti più costosi, offrono una qualità più che accettabile.

Buono ma non buonissimo l’audio che offre una buona qualità ma non un volume alto. Potrete comunque visualizzare video senza cuffie nella maggior parte dei casi, ma in ambienti particolarmente rumorosi incontrerete delle difficoltà. Nel complesso quindi la scheda tecnica riesce a soddisfare le esigenze di tutti quegli utenti che cercano un tablet senza tanti fronzoli e con prestazioni equilibrate. In questo campo il giudizio su Acer Iconia One 10 è decisamente positivo.

Miglior portatile 200€: guida all’acquistoSiete alla ricerca di un notebook ma non avete particolari esigenze e molto budget a disposizione? Ecco i migliori portatili a massimo 200 euro!

Autonomia

L’autonomia di Acer Iconia One 10 è affidata ad una batteria da 6100 mAh. Questo è più che sufficiente a garantire una durata decisamente lunga e in linea con le aspettative. Complice anche il comparto tecnico che non richiede troppo consumo di energia, non si hanno surriscaldamenti di sorta in nessuna situazione.

Quindi, se cercate un tablet in grado di reggere bene tutte le vostre giornate Acer Iconia One 10 potrebbe essere la scelta giusta. Ovviamente stiamo parlando di dispositivi che di solito non brillano sotto questo aspetto, complice lo schermo ampio che è al numero uno come consumi. Ma l’accoppiata della risoluzione HD e il processore poco energivoro sembrano reggere bene in questo caso.

Miglior tablet da 10”Indecisi su quale tablet acquistare? Ecco la nostra lista completa dei migliori tablet da 10 pollici con Android, iOS o Windows.

Sistema Operativo

A bordo di Acer Iconia One 10 troviamo Android in versione 6.0 con patch di sicurezza aggiornate a marzo 2017. L’impostazione generale è molto simile a quella stock che trovate nei dispositivi Nexus, pulita e senza personalizzazioni evidenti. Acer è intervenuta solo con una suite di applicazioni sviluppata appositamente per questa linea di prodotti. Fra queste noterete subito EZ Snap, EZ Utilities e EZ Wake up. Le funzioni aggiuntive che regalano non sono in realtà così importanti. Si tratta di piccoli tool per ottimizzare l’interazione dell’utente con il sistema.

Acer Iconia One 10

Dal punto di vista delle prestazioni, durante la prova non abbiamo notato rallentamenti o lag su Acer Iconia One 10. Tutto gira decisamente fluido e senza impuntamenti. La parte che forse ci ha deluso un po’ è quella dell’avvio. Ok la componente tecnica non di primissimo livello, ma ogni volta che accenderete il tablet i tempi di attesa saranno davvero lunghi. Se siete abituati poi a dispositivi scattanti e con prestazioni al top, questo divario si sentirà ancora di più, Una volta effettuato l’accesso però non incontrerete nessun problema di sorta.

Acer Iconia One 10
Acer Iconia One 10
Acer Iconia One 10

Miglior tablet da 8”Indecisi su quale sia il miglior tablet con schermo da 8 pollici che potreste acquistare? Ecco la nostra lista per aiutarvi nella scelta e nell’acquisto!

Conclusioni e Prezzo

Tirando le somme quindi, Acer Iconia One 10 si rivela, nonostante la fascia di prezzo, un prodotto davvero solido. A rendere ancora più interessante il tutto troviamo il supporto alla SIM con navigazione in 4G. Se questo da un lato può essere importante per qualcuno, per altri può essere solo extra che fa aumentare il prezzo. In questo caso vi consigliamo di acquistare il fratello minore, che lascia quasi invariate le caratteristiche, tranne per 1 GB di Ram in meno, ma vi fa risparmiare qualcosina.

Promosso quindi questo Acer Iconia One 10. Fosse stato più alto il costo avremmo forse preteso qualcosa in più. Non essendo così i fatti, ci possiamo ritenere decisamente soddisfatti del rapporto qualità/prezzo. Ricordatevi sempre che non è facile trovare un tablet Android non cinese, che sia allo stesso tempo economico e funzionale.

Acer Iconia One 10 è offerto su Amazon!

L’articolo Recensione Acer Iconia One 10: buona la sostanza! appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Supporto magnetico per smartphone Spigen: la nostra recensione

By Manuel Baldassarre

Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto

Spesso il supporto magnetico per smartphone si dimostra essere poco funzionale e scomodo in auto.

Kuel, il più recente supporto magnetico di Spigen, è l’esatto opposto: leggero, invisibile ed efficace! Scoprite perché nella nostra recensione:

Supporto auto per smartphone: guida all’acquistoAvete deciso di comprare un supporto auto per smartphone ma siete indecisi su quale acquistare? Ecco i nostri consigli e la lista dei migliori!

Confezione

La confezione di vendita prevede uno scatolino in cartone ricco di informazioni ed illustrazioni per il corretto utilizzo di questo supporto magnetico per smartphone.

Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto
Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto
Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto

All’interno oltre il Kuel, troviamo le istruzioni d’uso e manutenzione e tutti gli accessori di cui si ha bisogno, ovvero 2 piastre metalliche (di forme differenti) con le corrispettive pellicole protettive da applicare prima del montaggio.

Design & Ergonomia

Il vero punto di forza per un supporto da auto sta nel suo ingombro e nella sua leggerezza, due punti di forza che contraddistinguono proprio questo Kuel.

Spigen Kuel infatti è un supporto che va “incastrato” sulle bocchette dell’aria nell’abitacolo, e vi assicuro che da lì non si muoverà, a differenza di come succede con gadget simili.

Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto
Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto
Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto
Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto

Questo supporto magnetico per smartphone andrà bene anche con i device più grandi e pesanti e anche se non ci sono particolari informazioni a riguardo, non ho avuto problemi nell’utilizzo di un 5.5″ di circa 180g (cover compresa).

L’attrazione magnetica è abbastanza forte non solo da reggere lo smartphone, ma anche da tenerlo fermo in seguito a sobbalzi e tremolii vari della vostra auto. Test superato alla grande!

Conclusioni & Prezzo

kuel Signature è un supporto magnetico per smartphone utile per alcune semplici funzioni, come può essere un navigatore o il rispondere ad una chiamata.

Operazioni più “intense” come navigare tra le impostazioni di un’app sono più complicate poiché lo smartphone non è bloccato sul supporto.

Supporto magnetico per smartphone Spigen supporto auto

Tuttavia se non è questo l’uso che dovete farne, allora saranno 10 euro ben spesi! Se vi interessa, qui in basso c’è il link all’acquisto da Amazon Italia da dove potrete acquistare questo Kuel con spedizione gratuita se possedete un account Amazon Prime.

Spigen Kuel Signature

Altre offerte

Amazon Prime: cos’è e come funzionaEcco cos’è Amazon Prime, incluso il nuovo servizio Prime Now, e come iscriversi provandolo gratuitamente.

L’articolo Supporto magnetico per smartphone Spigen: la nostra recensione appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.