Rilasciato il kernel Linux 6.8

Rilasciato il kernel Linux 6.8

Dopo diversi mesi di sviluppo, il kernel Linux 6.8 è stato ufficialmente rilasciato.

Questo kernel è particolarmente noto per gli utenti di Ubuntu in quanto è la versione scelta per essere fornita nel prossimo Ubuntu 24.04 LTS, cioè come kernel General Availability (GA) ovvero il kernel più stabile, che non viene aggiornato ai rilasci puntuali ma supportata per tutta la durata del rilascio a differenza del kernel Hardware Enablement (HWE), ovvero il kernel più recente rilasciato. Questo è il motivo per cui in Ubuntu vediamo sia i pacchetti linux-generic che i linux-generic-hwe.

Annunciando il rilascio del kernel Linux 6.8 sulla Linux Kernel Mailing List (LKML), il creatore di Linux Linus Torvalds ha dichiarato:

Questa non è la versione storicamente più grande della versione 6.7 e sembra che siamo tornati a una dimensione di rilascio abbastanza media per gli ultimi anni. Lo si può vedere anche nelle differenze general, questa sembra una versione media praticamente sotto tutti gli aspetti, e non abbiamo (per esempio) nessun nuovo filesystem o architettura evidente. Penso che la più grande novità della versione 6.8 sia probabilmente il nuovo driver Xe drm, ma onestamente, la maggior parte delle modifiche sono solo vari aggiornamenti qua e là e correzioni ovunque.

Linux 6.8: Nuove funzionalità

Come ci si aspetterebbe, il kernel Linux 6.8 include un sacco di preparativi, anticipazioni e abilitazioni iniziali per l’hardware e le funzionalità abilitate all’hardware che la maggior parte di noi non sta ancora utilizzando.

Questo include il driver sperimentale Intel Xe DRM di cui Linus parla nell’annuncio del rilascio, oltre a un ulteriore supporto per AMD Zen 5 e altri hardware AMD di prossima uscita, scrittura iniziale di codice per Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3 (e relativi SoC) e simili.

Il kernel Linux 6.8 aggiunge il supporto Raspberry Pi 5 al driver DRM V3D, incluso il supporto GPUTop e FDINFO. Ciò significa che qualsiasi distribuzione che offra Mesa 23.3 e il kernel Linux 6.8 fornirà una solida esperienza grafica pronta all’uso sul Raspberry Pi 5, senza bisogno di patch del kernel. Questa modifica contribuirà a garantire che Ubuntu 24.04 LTS funzioni perfettamente sul Raspberry Pi 5.

In questa versione del kernel, il sottosistema zswap è in grado di forzare l’uscita di pagine inutilizzate fuori dallo swap reale quando la pressione della memoria diventa eccessiva (con possibilità di opt-out per coloro che non desiderano utilizzarlo). C’è anche una nuova modalità zswap per disabilitare completamente la scrittura su swap.

Il kernel Linux 6.8 è in grado di impedire le scritture dirette ai dispositivi a blocchi con filesystem montati (ad eccezione di Btrfs per il momento). Gli sviluppatori affermano che la scrittura su dispositivi montati può portare a danneggiamenti e arresti anomali del file system. Sebbene questo sia disabilitato per impostazione predefinita, è probabile che le distribuzioni GNU/Linux lo abilitino.

Un aggiustamento del driver di scalatura della frequenza della CPU Intel P-State farà sì che i dispositivi dotati di CPU Intel “Meteor Lake” (rilasciate alla fine dell’anno scorso) raggiungano le velocità di “boost” pubblicizzate con Linux, dato che con il kernel precedente erano stati rilevati ~100MHz sotto. Pertanto, se si utilizza Linux su un Lenovo ThinkPad X1 Carbon (Gen 12), Acer Swift Go 14, ASUS Expertbook B5 o un altro laptop con processori mobili Intel Core Ultra, ci si può aspettare un pizzico di prestazioni in più durante i picchi di carico quando si esegue il kernel Linux 6.8.

A proposito di portatili, i laptop AMD Ryzen 7000 (e i prossimi Ryzen 8000) soffrono di interferenze a radiofrequenza (RFI) provenienti dal Wi-Fi e dai clock di memoria della GPU. Per risolvere il problema il kernel Linux 6.8 include le mitigazioni AMD RFI (WBRF).

Il supporto hardware è stato migliorato per i portatili ASUS ExpertBook B1502CGA e ASUS Vivobook E1504GA/E1504GAB, alcuni portatili TUXEDO InfinityBook Pro e altri modelli TongFang GMxXGxx, aggiungendo il supporto per il portatile Acer Predator PHN16-71, aggiungendo un nuovo driver per i LED EC e GPIO dell’appliance di rete Silicom, aggiungendo miglioramenti AMD PMC / PMF e il supporto per nuove piattaforme, così come Intel PMC/PMT/TPMI/miglioramenti uncore-freq/vsec e supporto per nuove piattaforme.

Anche il driver del bus WMI è stato migliorato, il driver intel_pstate cpufreq ha ricevuto il supporto Emerald Rapids in modalità no-HWP, il driver della zona termica ACPI ha ricevuto il supporto Thermal Fast Sampling Period (_TFP), il driver AMDGPU ha ricevuto il supporto per la gestione del colore per Steam Deck, c’è un nuovo driver per supportare il dispositivo gamepad Adafruit Seesaw e ci sono anche diversi miglioramenti per i dispositivi Android.

Ci sono anche nuovi driver per supportare i controller MPS multifase mp2856/mp2857, MPS multifase mp5990, i dissipatori Gigabyte AORUS Waterforce AIO, i sensori di temperatura AMS AS6200, la famiglia AMD 19h Model 8h, il desktop Dell Optiplex 7000 Tower, i touchscreen Ilitek ili2901 oltre a molti dispositivi di rete e audio (vedi l’elenco completo qui e qui).

Il kernel Linux 6.8 include modifiche alla rete che migliorano l’efficienza della cache. Si dice che ciò migliori “le prestazioni TCP con molte connessioni simultanee fino al 40% “, un aumento considerevole!

I giocatori su Linux saranno felici di sapere che il kernel Linux 6.8 ora supporta:

  • Controller per Nintendo Switch Online (SNES, Genesis e N64)
  • Console portatili Powkiddy X5 e RK2023
  • Gamepad Mini I2C Adafruit
  • Controller Lenovo Legion Go
  • Gestione del colore su Steam Deck

E include anche correzioni al driver per lo Steam Controller ufficiale.

Oltre a quanto sopra, ecco alcuni altri punti salienti:

  • Nuove chiamate di sistema statmount() e listmount()
  • Nuovo meccanismo per i deadline servers
  • Supporto del kernel Rust per le CPU LoongArch
  • Possibilità di modificare la dimensione dei sub-buffer di tracciamento
  • Funzione di memoria guest-first per KVM
  • KSM advisor per l’autotuning del sottosistema di fusione delle pagine uguali del kernel
  • Prestazioni superiori dell’11% (o giù di lì) per l’inserimento delle chiamate di sistema su IBM Z
  • Nuovo driver di rete PHY scritto in Rust
  • Supporto lato host delle estensioni dell’Intel Trust Domain Extensions (TDX)
  • Acceleratore di compressione Intel IAA
  • dmesg informa se il supporto a 32 bit è disabilitato al boot
  • Lo strumento perf ora supporta la profilazione di tipo dati
  • Supporto per Apple M1 Thunderbolt DART
  • Bcachefs guadagna il controllo e la riparazione del filesystem online iniziale
  • AppArmor passa a SHA-256 per la verifica degli hash delle policy

Infine, mentre pochi (se non nessuno) di noi utilizzano Linux su schede RISC-V, non si può negare che l’architettura del processore open source abbia un futuro brillante perché il kernel Linux 6.8 aggiunge il supporto per la CPU soft-core RISC-V MicroBlaze V di AMD, le funzionalità del kernel XIP, le chiamate di sistema riscv_hwprobe(), può ora sospendere la RAM su RISC-V quando è presente l’estensione SBI SUSP e fornisce un nuovo driver per il sottosistema fotocamera per il SoC StarFive.

Il kernel Linux 6.8 sarà un ramo di breve durata supportato solo per un paio di mesi. Sarà sostituito dal kernel Linux 6.9, la cui finestra di inclusione è stata ora ufficialmente aperta da Linus Torvalds. Il kernel Linux 6.9 dovrebbe essere rilasciato a metà maggio 2024.

Per maggiori dettagli su tutto potete leggere l’articolo su LWN diviso in 2 parti, parte 1 e parte 2, che offrono una notevole panoramica, oltre a link e informazioni.

Come provare il kernel Linux 6.8

Potete scaricare subito il codice sorgente e compilare il kernel a mano, ma è meglio aspettare che la vostra distribuzione GNU/Linux impacchetti correttamente questa release del kernel e la distribuisca come aggiornamento software.

Il mese prossimo potrete installare o aggiornare a Ubuntu 24.04 LTS, che include questo kernel Linux 6.8 per impostazione predefinita, e che verrà inserito anche su Ubuntu 22.04 LTS nel prossimo kernel Linux HWE per l’uscita di Ubuntu 22.04.5 LTS.

Se ne avete assolutamente bisogno allora l’uso delle build del kernel mainline di Canonical sono disponibili ma non sei incoraggiato a farlo perché non sono firmate e quindi possono non avviarsi in certe situazioni o non ricevere gli aggiornamenti di sicurezza e così via. Se proprio non vedete l’ora di mettere le mani sul kernel Linux 6.8 allora questi DEB preconfezionati sono un’opzione ma li usate a vostro rischio e pericolo!

Fonte: https://www.kernel.org/
Fonte: https://www.phoronix.com/news/Linux-6.8-Released
Fonte: https://news.itsfoss.com/linux-kernel-6-8-release/
Fonte: https://9to5linux.com/linux-kernel-6-8-officially-released-heres-whats-new
Fonte: https://www.omgubuntu.co.uk/2024/03/linux-kernel-6-8-new-features

Visited 9 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

9 risposte

  1. 11 Marzo 2024

    […] Basato sulla serie di kernel Linux 6.8 appena rilasciato, il kernel GNU Linux-libre 6.8 è qui per ripulire i nuovi driver non liberi per il seguente hardware: Intel qat_420xx, Imagination PowerVR, Intel Xe, Chips and Media Wave5, Intel VSC, Aquantia PHY e Realtek rtw8922a. […]

  2. 27 Marzo 2024

    […] 40 Beta è distribuita con il kernel Linux 6.8. Il più grande vantaggio di questo kernel è la migliore compatibilità hardware (come il supporto […]

  3. 1 Aprile 2024

    […] installare Arch Linux, è disponibile per il download una nuova immagine ISO ufficiale basata sul kernel Linux 6.8 e caratterizzata da un’esperienza di installazione […]

  4. 8 Aprile 2024

    […] sono passati molti giorni da quando è stato rilasciato il Linux Kernel 6.8, che presentava un gran numero di modifiche, che alcune modifiche presenti nel kernel Linux 6.9 […]

  5. 17 Aprile 2024

    […] (le versioni dispari non esistono come versioni stabili), ed introduce il supporto iniziale per il kernel Linux 6.8 in Linux Guest Additions, il che significa che ora puoi anche eseguire distribuzioni GNU/Linux […]

  6. 25 Aprile 2024

    […] 24.04 LTS presenta il kernel Linux 6.8, che introduce numerosi miglioramenti. Ecco i […]

  7. 26 Aprile 2024

    […] tutti basati sul kernel Linux 6.8 e includono gli stessi componenti e applicazioni principali aggiornati come la versione Ubuntu […]

  8. 14 Maggio 2024

    […] lato desktop, basato sul kernel Linux 6.8, l’aggiornamento CachyOS di maggio 2024 ora presenta un ambiente desktop KDE Plasma 6.0.4, […]

  9. 25 Maggio 2024

    […] Linux 40 integra il kernel Linux 6.8 ed è basata su Fedora 40. Il rilascio ha subito ritardi iniziali dovuti a problemi di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.