Pagamenti su telegram: intervista ai realizzatori di GoPay

By Matteo Enna

Pagamenti su telegram

Proseguono le interviste, questa volta parlerò con i ragazzi di GoPay, un servizio che permette di far acquistare i propri beni e servizi direttamente dal proprio canale o gruppo Telegram. Vi presento i ragazzi di GoPayBot, il chatBot per rendere possibili i pagamenti su telegram: Michele Rullo, Luca Barone e Pasqualino Sorice.

Pagamenti su telegram, conosciamo i fondatori di GoPay

Michele Rullo è un ingegnere informatico di 27 anni, startupper, e sviluppatore specializzato in tecnologie Mobile, Progettazione e Sviluppo Web.

Attualmente lavora presso la società Hubern S.r.l.s., di cui è co-fondatore.
Michele ha conseguito la laurea in Ingegneria Informatica presso l’università “La Sapienza” di Roma. Da sempre appassionato di tecnologia e informatica è riuscito a trasformare la sua passione in professione.
Di giorno si occupa di progettare e sviluppare software presso la sua startup, di notte suona la chitarra e sviluppa videogiochi.

Luca Barone, laureato Magistrale in Informatica presso l’Università degli Studi di Bari, specializzato in ambiti di ricerca come Intelligenza Artificiale e Data Mining. Software Development Director di Hubern S.r.l.s., società di cui è anche fondatore. Ha lavorato inizialmente come libero professionista nell’ambito della consulenza informatica, collaborando con diverse aziende per la progettazione e lo sviluppo di applicazioni web.

Appassionato di fotografia sportiva e di giornalismo, ha fondato e gestisce tuttora un giornale online sullo sport tarantino.

Pasqualino Sorice è uno startupper, ingegnere informatico, appassionato di Blockchain, fotografo amatoriale e amante dei cani. La sua principale attitudine è cercare di tirare fuori il meglio dalle persone, amplificandone le proprie abilità. Ama il suo lavoro ed è costantemente impegnato a migliorare le sue abilità tecniche e imprenditoriali. Fondatore e CEO di Hubern, una startup specializzata in tecnologie informatiche.

Entriamo nel vivo dell’intervista!

Come nasce l’idea di “Gopay?

Gopay nasce con l’obiettivo di creare un nuovo canale di vendita attraverso un’app di messaggistica istantanea utilizzata da milioni di persone.

Ci siamo chiesti: “non sarebbe bello poter permettere alle imprese di vendere i propri prodotti o le proprie consulenze direttamente su Telegram?”. Questa è un po’ la storia che c’è dietro Gopay.

Il vostro servizio si basa su Telegram e su Stripe, cosa vi ha spinto ad abbracciare queste tecnologie?

Usiamo Telegram da vari anni ormai, e da ingegneri la possibilità di sviluppare delle “mini intelligenze artificiali” (bots) ci ha sempre intrigato. Da quando poi Telegram ha implementato la possibilità di accettare pagamenti direttamente sull’applicazione (senza, cioè, dover andare su siti web esterni) la motivazione di creare un bot è venuta spontanea.

Sebbene Telegram supporti anche altri provider per i pagamenti, Stripe ci ha convinti per la sua semplicità di utilizzo e per le sue tariffe molto basse. Siamo certi che anche i nostri utenti ne saranno felici!

Come funziona Gopay?

Una volta effettuata la registrazione su www.gopaybot.com, è sufficiente seguire un piccolo tutorial che permette di collegare il proprio canale (o gruppo) a Gopay.

Una volta che questa associazione è stata fatta, sarà possibile accedere ad un pannello dedicato per l’invio delle offerte, dove sarà possibile specificare il nome, il prezzo, l’immagine, la descrizione e quant’altro.

Un fattore decisivo riguarda la possibilità di inviare offerte che necessitano di spedizione: in questo caso, l’utente finale potrà inserire i dati per poter ricevere il prodotto.

Oltre Gopay, vi unisce anche Hubern S.r.l.s., di cosa si tratta?

Hubern è la nostra società di consulenza informatica, ci occupiamo di produrre software per aziende e prodotti innovativi.

Siete tutti informatici, quali sono i vostri linguaggi?

Usiamo per lo più Javascript (tecnologia Node.js per il server) e PHP per quanto riguarda lo sviluppo web. Per le applicazioni mobile utilizziamo Java (Android) e Swift (iOS). Ci capita spesso di scrivere dei tool in Python o Ruby, e qualche video game in C / C++ nel tempo libero 🙂

Grazie per le risposte, per chi volesse seguirvi, quali canali suggerite?

In primis suggerirei di provare Gopay direttamente sul nostro sito https://gopaybot.com (il servizio è completamente gratuito!), e di venire a trovarci sul nostro canale Telegram https://t.me/gopaybot.

L’articolo Pagamenti su telegram: intervista ai realizzatori di GoPay proviene da Matteo Enna.

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.