Ubuntu 15.10: l’ultima “noiosa” release?

By Redazione TPN

ubuntu-15-10

Wily Werewolf sarà con ogni probabilità l’ultima versione di Ubuntu equipaggiata con Unity 7. A partire dalla 16.04 gli utenti potrebbero (finalmente) lodare o disprezzare una nuova veste grafica. Il 22 ottobre una nuova release di Ubuntu, la 15.10, farà il suo debutto ufficiale. Ma, purtroppo o per fortuna, gli utenti della distro firmata Canonical, …

Intel Graphics Installer for Linux 1.2.0: novità e download

By Redazione TPN

intel

Gli sviluppatori di casa Intel hanno rilasciato una nuova release del tool che consente di installare con facilità i driver grafici più aggiornati. Scopriamo cosa c’è di nuovo e il link per procedere al download. Quasi da sempre, Intel ha una sua divisione dedicata al mondo dell’Open Source che sviluppa e ottimizza software destinato a …

HardWhere, il nuovo Linux pocket PC made in Italy Multiuser Oriented

By Marco Giannini

Negli ultimi tempi vanno molto di moda i mini pc da collegare alla propria TV tramite la porta HDMI e che sono in grado di offrire in pochi secondi un centro multimediale completo.
La maggior parte di questi mini PC è equipaggiata con Android o Windows, solo alcuni con distribuzioni GNU/Linux come la Compute Stick di Intel equipaggiata con Ubuntu.
Bene, e se vi dicessi che c’è la possibilità di avere un pocket PC in grado di eseguire sia Linux che Android?
Il prodotto in questione si chiama HardWhere ed è un piccolo ed economico stick desktop PC nato dall’idea di Camboosa, una nuova start-up tutta italiana.

La particolarità di HardWhere è che non ha una memoria interna ma uno slot microSD sul quale risiede un sistema operativo GNU/Linux completo di tutto quello che serve per poter navigare, visualizzare file, ascoltare musica o lavorare sui propri documenti.

Grazie a questo sarà possibile cambiare cambiare la nostra microSD ed inserire quella di un figlio, uno studente o un qualsiasi altro utente che così facendo avrà a disposizione tutti i suoi file, applicazioni e personalizzazioni varie. Oltre a questo sarà possibile rimuovere la propria schedina e portarla via con se in modo da impedire ad altri di accedervi.

Il sistema operativo Linux che accompagna HardWhere è stato sviluppato per poter avere un sistema operativo leggero, graficamente curato e testato per ottenere delle performance ottimali nelle sessioni lavorative (office con LibreOffice, photo editor con GIMP), nel browsing web (con Chromium) visione di filmati (con VLC) e media center (accelerazione grafica, compatibilità Netflix), ambiente ideale per i makers (arduino IDE), immediata trasmissione e visione di foto e filmati da mobile tramite WiFi, silenzioso, attento alla privacy ed a prova di furto.

E se Linux non dovesse bastarvi sarà sempre possibile inserire una microSD con Android.

La campagna su kickstarter è iniziata da qualche giorno e scadrà fra 22 giorni. Che ne dite, diamo una mano a questi ragazzi?
Di seguito vi lascio il link al video che illustra il funzionamento di HardWhere

Le migliori app di scommesse per Android

By Giuseppe F. Testa

unnamed (16)_risultato

Ricominciato il campionato, riparte anche il grande circuito delle scommesse: tantissimi appassionati pronti a pronosticare i risultati corretti delle partite per cercar di vincere qualche discreta somma di denaro.

Pronti anche voi a catapultarvi nell’affascinante mondo delle scommesse sportive? Magari anche da mobile?

In quest’articolo vedremo le migliori app di scommesse per Android, utili a tenere traccia delle migliori quote e per farsi consigliare qualche pronostico vincente.

Prima di continuare, noi di Chimera Revo vogliamo ricordarvi che bisogna giocare sempre e comunque con moderazione e senza esagerare, in quanto la smania da gioco potrebbe trasformarsi in una vera e propria patologia. Siate cauti.

Le migliori app di scommesse per Android

La Bolletta

Un’app a pagamento atipica, ma decisamente efficace visto il metodo statistico-matematico utilizzato per controllare le quote di gioco.

L’app recupera tutti i risultati di un determinato evento dal 2008 in poi, studiando quindi l’andamento dei risultati per quel singolo evento e monstrando infine quote delle scommesse e percentuale di riuscita (più è alta, più probabile quell’evento accadrà).

Per chi ha un minimo di occhio matematico, vedrà subito alcune quote normalmente trascurate che presentano invece un’altissima probabilità di successo, massimizzando le vincite finali. Ovviamente non c’è certezza di risultato, ma poter dare un approcio più matematico alla scommessa permetterà di vincere sicuramente qualcosa in più rispetto all’andare sempre dietro la quota favorevole del bookmaker per cercare di vincere.

L’app è disponibile al costo di 1 €.

DOWNLOAD | La Bolletta

iBetter

unnamed (18)_risultato
unnamed (19)_risultato
unnamed (20)_risultato

Quest’app è a tutti gli effetti il social network degli scommettitori.

Chiunque può inserire la propria bolletta e osservare quelle messe online dagli amici o dagli altri utenti della piattaforma, ricavare le giocate più remunerative e più rare etc. Possiamo anche sfidare i nostri amici su un gruppo di partite da scommettere.

Ad ogni evento azzeccato vengono assegnati dei punti, e i punti vengono raddoppiati se si prende tutta la scommessa. A fine campionato si tirano le somme e si proclama “il re delle scommesse”.

Ottimo passatempo per condividere la propria passione per le scommesse e perchè no…seguire da vicino chi azzecca più scommesse, copiandone lo stile e i risultati per azzeccare qualche vincita.

DOWNLOAD | iBetter

L’articolo Le migliori app di scommesse per Android appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Project Aura: un nuovo futuro per i wearable e Google Glass

By Manuel Baldassarre

Google Glass

Nato nel mese di Giugno, Project Aura è un ulteriore tentativo da parte di Google per immergersi nello studio dei wearable e, in particolar modo, dare nuova vita a quel progetto – Google Glass – tanto a cuore a “quelli” di Mountain View, che forse verrà rilanciato in una nuova versione. Tanto è vero che molte discussioni aperte proprio in riguardo a Project Aura lo hanno già etichettato come “Google Glass and Beyond!” (Google Glass e oltre).

Il progetto, inoltre, nonostante sia diretto da Tony Fadell (CEO di Nest), rimarrà strettamente legato a Google senza essere inglobato in Alphabet, segno di un progetto che non mira solamente alla rivisitazione di prodotti già studiati ed elaborati da Google ma anche e soprattutto alla creazione di nuovi device per entrare al più presto sul mercato con una nuova serie di wearable. Per dare vita al progetto, quindi, Google ha reclutato diversi ingegneri provenienti dal Lab126 di Amazon come Frenke, Svetlov e Chen che hanno lavorato per i progetti più interessanti come il Kindle (famoso tablet per la lettura) o il Fire TV Stick (nato per competere proprio contro Chromecast di Google). Oltre quindi a Google Glass – che in ogni caso rimarrà effettivamente un perno centrale del progetto – Project Soli che ha avvicinato la tecnologia (letteralmente) ad uno “schiocco di dita” o Google Cardboard che ha portato una ventata di Realtà Aumentata nelle mani di tutti coloro che avessero un cellulare, Project Aura volgerà lo sguardo verso i wearable: la tecnologia a portata di mano e ovunque siamo. Per tutti!

L’articolo Project Aura: un nuovo futuro per i wearable e Google Glass appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Come scaricare ISO di Windows 10 da link diretto

By Jessica Lambiase

windows-10-link-download

Avete bisogno di scaricare i file ISO di Windows 10 e desiderate avere un link diretto che vi permetta di farlo, senza utilizzare programmi o procedure automatiche che vi obblighino a masterizzarle o a scriverle subito dopo… perché vi manca il supporto di memorizzazione? Sappiate che è possibile, e noi vi diciamo come fare!

Con questo trucchetto ed utilizzando un programma di norma dedicato ai retailer, potrete procurarvi l’immagine (o le immagini) di Windows 10 senza passare per il downloader ufficiale di Microsoft, pronte per essere masterizzate o conservate a vostro piacere. Prima di procedere, è necessario sottolineare che così facendo otterrete Windows 10 Home e che avrete comunque bisogno di un numero di serie valido per procedere all’installazione.

Scaricare ISO di Windows 10 – Link Diretto

La prima cosa da fare è quella di recarsi nella pagina Windows Tech Bench Update Program linkata in basso:

LINK | Windows Tech Bench

Dopodiché scorrere fino in basso e scegliere la versione di Windows 10 da scaricare a seconda delle proprie esigenze; sarà possibile scegliere tra:

  • Windows 10: la versione completa e multilingua di Windows 10;
  • Windows 10 KN: la versione multilingua di Windows 10 dedicata alla Corea (mancano alcune app come Skype, Windows Media Player ed altre predefinite);
  • Windows 10 N: la versione multilingua di Windows 10 dedicata all’Europa (anche qui mancano app come Skype, Windows Media Player ed altre);
  • Windows 10 Single Language: la versione completa di Windows 10 ma già localizzata, a cui non sarà possibile poi cambiare lingua.

Una volta scelta la versione desiderata, vi sarà chiesto di scegliere la lingua: il gioco a questo punto è fatto e, al termine, compariranno i link di download diretto delle ISO di Windows 10 scelte precedentemente sia a 32 che a 64 bit, validi 24 ore. Potrete masterizzare le ISO così scaricate con il vostro programma di masterizzazione preferito oppure scriverle su chiavetta USB tramite l’apposito tool.

Avete aggiornato? Bene, non vi resta che consultare la nostra grande guida a Windows 10!

L’articolo Come scaricare ISO di Windows 10 da link diretto appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

iOS 9 per iPhone, iPad e iPod Touch è arrivato: le novità

By Gaetano Abatemarco

San Francisco font Apple iOS 9

Oggi è un giorno importante per gli utenti Apple: la società di Cupertino ha finalmente reso disponibile il download di iOS 9 per i dispositivi iPhone, iPad e iPod Touch (i cui link al download li trovate a fine articolo) che già supportano iOS 8. Le novità sono parecchie e riguardano soprattutto l’interfaccia di sistema, le applicazioni, siri e prestazioni. Eccole riportate di seguito nei dettagli:

Nuovo font, migliore multitasking

Si chiama “San Francisco” ed è lo stesso font visto in watchOS 1 e utilizzato in Mac OS X El Capitan: ora sarà il font principale di iOS 9 e verrà utilizzato nei menu, voci di sistema, notifiche e applicazioni. Inoltre, la tastiera è ora più intelligente perché i caratteri diventeranno tutti maiuscoli quando è attiva la modalità maiuscola, viceversa saranno tutti minuscoli quando essa non è attiva. Il multitasking (disponibile ora anche su Apple iPad) è stato migliorato: a differenza di Android, dove lo scrolling tra le applicazioni avviene in verticale, in iOS 9 è possibile scorrere tra le varie applicazioni aperte in modalità orizzontale. Anche la grafica è stata perfezionata.

Batteria e performance migliorate

iOS 9 introduce una modalità di risparmio batteria che troverete nelle impostazioni: si tratta di una caratteristica simile a quella di Android che permetterà di aumentare la durata dell’autonomia a discapito di prestazioni meno performanti. In compenso, però, Apple dichiara che riuscirete a guadagnare 3 ore circa di batteria se utilizzate questa modalità dal 100% di carica. Inoltre, abilitando questa modalità, iOS 9 disattiverà automaticamente tutte le applicazioni in background, limiterà gli effetti grafici, disabiliterà la sincronizzazione della posta e tante altre operazioni che, di solito, vanno ad inficiare sulla durata della batteria: insomma risparmio si, ma con qualche limitazione da tenere sempre ben a mente.

Per quanto riguarda la memoria, ora le app di iOS saranno più leggere grazie al sistema App Thinning che ottimizza il processo di installazione delle applicazioni su iOS 9 e watchOS. Inoltre, per la gioia degli sviluppatori, sarà possibile far scaricare il codice necessario alle loro apps solo quando realmente richiesto grazie alla funzionalità on-demand resources.

Siri ancora più intelligente

Occhio di riguardo da parte di Apple nei confronti di Siri: l’assistente vocale è ora ancora più smart grazie ad un migliore riconoscimento vocale, la visualizzazione in real time a schermo di ciò che l’utente ha pronunciato, un minor consumo della batteria, capacità di imparare a riconoscere la voce del possessore del dispositivo e – grazie a Proactive – sarà possibile ricevere importanti suggerimenti come informazioni sul numero che ci sta chiamando, prendere note, accettare inviti, ottenere informazioni stradali e tanto altro. Inoltre, è possibile ricevere promemoria intelligenti a seconda del luogo in cui ci si trova o in base all’attività da svolgere.

Applicazioni migliorate

Passbook cambia nome e diventa Wallet: essa permette pagamenti in mobilità e via NFC, oltre ad essere utilizzata con Apple Pay. Novità anche per Apple Maps: un po’ come già succede con Google Maps, ora le mappe di Apple permettono di ottenere indicazioni e informazioni sui mezzi pubblici per raggiungere una destinazione (anche se questa funzionalità è ora ancora limitata a poche città). Addio poi all’app “Edicola”: al suo posto c’è News che permetterà di accedere ad un raccoglitore di notizie basate sui nostri interessi; al momento, però, questa funzionalità non è disponibile in Italia.

Download di iOS 9

Di seguito trovate il link diretto al download di iOS 9 per i dispositivi supportati:

L’articolo iOS 9 per iPhone, iPad e iPod Touch è arrivato: le novità appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Le migliori app di scommesse per Windows Phone

By Jessica Lambiase

App di scommesse per Windows Phone

Nuova stagione, nuove scommesse: anche se i circuiti non si fermano praticamente mai, con l’inizio dei campionati Italiani ed Internazionali più seguiti sale sempre più la febbre delle scommesse, e la voglia di spendere qualche euro sperando di guadagnarne molti di più, grazie alle proprie conoscenze calcistiche!

Ma come fare a non perdersi tra le miriadi di quote, i pronostici e tutto ciò che circonda il mondo del betting? Semplice: facendoci aiutare dal nostro smartphone o tablet!

In questo articolo vedremo le migliori app di scommesse per Windows Phone che vi aiuteranno a districarvi tra quote e pronostici e, perché no, a suggerirvi qualche buon pronostico per una “bolletta vincente”! E se ne conoscete altre non esitate a segnalarcele!

Prima di continuare, noi di Chimera Revo vogliamo ricordarvi che bisogna giocare sempre e comunque con moderazione e senza esagerare, in quanto la smania da gioco potrebbe trasformarsi in una vera e propria patologia. Siate cauti.

Le migliori app di scommesse per Windows Phone

Metodi Scommesse

Senza ombra di dubbio questa è una delle migliori app esistenti per approcciare al mondo delle scommesse con Windows Phone: oltre ad essere graficamente pulita e ben fatta, Metodi Scommesse offre una serie di trucchi, consigli e vere e proprie teorie matematiche per massimizzare le possibilità di vincita della propria scommessa.

Ma non è finita qui: Metodi Scommesse permette inoltre di consultare tutte le quote appartenenti ad un gran numero di bookmakers (Intralot, Sisal, Bwin, Betclick, Bet2Bet e tantissimi altri) aggiornate in tempo reale, oltre che i risultati degli avvenimenti sportivi grazie ad una serie di piattaforme specializzate (Livescore, Diretta.it e tante altre).

metodi-scommesse-2

Metodi Scommesse è disponibile sul Microsoft Store al prezzo di 1.49€ e necessita di un collegamento ad Internet per funzionare correttamente.

DOWNLOAD | Metodi Scommesse (Microsoft Store)

#KingOfTheBet

kotb

Si tratta di un’app un po’ particolare che, sebbene dedicata alle scommesse, ha anche un interessante aspetto social: tramite #KingOfTheBet potrete infatti creare (ma non giocare direttamente) le vostre scommesse in pochi tap, salvarle sul vostro dispositivo e, cosa interessante, condividerle sui vari social network per condividerle con i vostri amici!

In definitiva #KingOfTheBet è una buona app anche se, a causa di qualche piccolo – ma trascurabile – problemino sparso qui e lì, avrebbe bisogno di un aggiornamento. #KingOfTheBet è disponibile sul Microsoft Store al prezzo di 0.99€ (con opzione di prova gratuita, che vi consiglio caldamente di utilizzare per essere certi che sul vostro dispositivo l’app funzioni correttamente) e necessita di Internet.

DOWNLOAD | #KingOfTheBet (Microsoft Store)

L’articolo Le migliori app di scommesse per Windows Phone appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Il Ministero della Difesa dice si a LibreOffice

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

LibreOffice e Ministero della Difesa
Grazie ad un’accordo tra LibreItalia e il Ministero della Difesa, nei sistemi dell’esercito si utilizzerà la suite per l’ufficio open.

LibreItalia Onlus ha recentemente annunciato che Ministero della Difesa Italiano che porterà la suite per l’ufficio open source multi-piattaforma nei sistemi dell’esercito. L’annuncio arriva grazie all’accordo di collaborazione tra Sonia Montegiove (Presidente dell‘Associazione LibreItalia Onlus) e Ruggiero Di Biase (Ammiraglio di Divisione e Dirigente Generale Responsabile dei Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Difesa) che poterà LibreOffice come pacchetto di produttività open per l’Office Automation. L’accordo arriva grazie anche al Decreto Legge 83 del 22 giugno 2012 nel quale viene disposto che nelle Pubbliche Amministrazioni ci sia l’obbligo di dare la precedenza al software libero.

Continua a leggere…

Facebook vi farà sapere chi ha ignorato il vostro evento

By Jessica Lambiase

facebook-evento-visualizzato

Erano bei tempi in cui c’erano gli SMS, il cui unico (e tutt’altro che economico) modo per scoprire se l’interlocutore aveva ricevuto o meno il messaggio era attivare le “ricevute di ritorno”: anche se l’ansia da risposta c’era, queste non permettevano comunque di scoprire né se l’interlocutore aveva visto la notifica del messaggio, men che meno se ne aveva aperto e letto il suo contenuto.

E poi ci fu la messaggistica istantanea, che vogliamo bonariamente (e per la sua enorme diffusione) generalizzare con la chat di Facebook – divenuta in futuro Facebook Messenger: i tre stati “inviato”, “consegnato” e “letto” ne hanno distrutte di amicizie… Sfido chiunque a non essersi chiesto almeno una volta

Perché Tizius de Caius ha letto il mio messaggio e non mi ha risposto? Mi odia? Gli ho fatto qualcosa? Mi sta ignorando?

Beh magari non in questi termini, ma il sospetto può diventare come sale sulla neve e, per i caratteri più “focosi”, portare col tempo alla vera e propria distruzione dei rapporti umani. Ora prendete quanto detto fino ad ora e traslatelo agli eventi: quante volte vi siete ritrovati sommersi da inviti, che avete puntualmente letto ma che avete trovato così banali da non lasciare una risposta? Ebbene, in un futuro neanche molto lontano chi vi ha inviato quell’invito saprà che lo avete visualizzato ed eventualmente ignorato, grazie ad una funzionalità tutta nuova di Facebook già in via di diffusione – si dice come “esperimento pilota” negli States.

In poche parole, la parolina “Seen” in corrispondenza di un invitato vi permetterà di scoprire se costui ha letto o meno l’invito… e, nel caso vi rendiate conto che non abbia risposto, ci sarà anche un tasto “Message” che permetterà di inviare immediatamente un messaggio privato al diretto interessato.

Ora potrete scoprire chi ha visualizzato un invito ed inviargli facilmente un messaggio per mettervi d’accordo.

Recita la breve didascalia… ma, sapendo come funziona il mondo di Facebook, potremmo sarcasticamente “ri-tradurla” con

Ora potrete scoprire a chi del vostro invito non interessa un accidenti, con un bel tasto che vi permetterà di lanciargli immediatamente addosso i migliori insulti per mostrare il vostro disappunto.

In parole povere, una buona idea che però si trasformerà nell’80% dei casi in un mezzo per sfasciare rapporti fin troppo spesso, almeno in apparenza, solidi… esattamente come il “Letto” della chat e l’imminente tasto “Non mi piace”. Grazie Facebook, grazie per aver ancora una volta contribuito a rendere parecchie persone più impiccione, irascibili ed invadenti di quanto siano già. Grazie davvero.

L’articolo Facebook vi farà sapere chi ha ignorato il vostro evento appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.