Come installare plug-in per GIMP

By Redazione TPN

gmic-plugin-gimp

G’MIC è il miglior plug-in pack per l’editor di immagini Open Source: include oltre 400 differenti effetti e filtri! Ecco come installarlo. GIMP è un software che non ha bisogno di presentazioni. Nel corso degli anni, infatti, grazie alla sua natura Open Source è rapidamente divenuta la prima vera alternativa al più popolare (ma proprietario) …

Accordo fra LibreItalia e la Difesa per l’adozione di LibreOffice

By Marco Giannini

Sonia Montegiove, Presidente dell‘Associazione LibreItalia Onlus, e Ruggiero Di Biase, Ammiraglio di Divisione e Dirigente Generale Responsabile dei Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Difesa, hanno firmato l‘accordo di collaborazione per l‘adozione da parte della Difesa di LibreOffice quale suite da ufficio. Con questo accordo la Difesa aderisce al DL n. 83 del 22 giugno 2012, che dispone per le P.A. l’obbligo di preferenza per il software di tipo open source rispetto a quello proprietario.

Nell’ambito di questo accordo la Difesa svilupperà una serie di contenuti didattici per una serie di corsi di formazione online su LibreOffice che verranno poi rilasciati pubblicamente sotto licenza Creative Commons. I soci LibreItalia gestiranno invece, a titolo volontario, alcune attività di comunicazione e formazione.

Tale accordo consentirà alla Difesa di rendersi indipendente dal software proprietario e di adottare il formato dei documenti Open Document Format (ODF).

In Italia, la Difesa è la prima pubblica amministrazione a livello centrale che si accinge a migrare al software open source per la produttività, mentre a livello periferico ci sono esperienze consolidate in diversi enti italiani quali Regione Emilia Romagna, Province di Perugia, Cremona, Macerata, Bolzano e Trento, Comuni di Bologna, Piacenza e Reggio Emilia, Ospedale Galliera di Genova, ASL 5 del Veneto, eccetera.

Il progetto di implementazione inizierà ad ottobre 2015 con il primo corso di formazione e si concluderà entro la fine del 2016.

Via LibreItalia – Accordo di Collaborazione tra Associazione LibreItalia ONLUS e Difesa per l’adozione del prodotto LibreOffice quale pacchetto di produttività open source per l’Office Automation

OnePlus 2: acquistarlo senza invito né dogana, con garanzia Italia

By Gaetano Abatemarco

OnePlus 2 (2)

OnePlus 2 è uno degli smartphone più desiderati del 2015: il suo prezzo di 399€ (nella versione con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna) o 339€ (nella versione con 3 GB di RAM e 16 GB di memoria interna) garantisce un occhio di riguardo rispetto alla concorrenza dal costo ben più spietato. Tuttavia per acquistarlo dovrete ricevere un invito… oppure, se siete impazienti, affidarvi ad uno store di terzi che può garantirvi anche importanti garanzie a discapito di un prezzo maggiorato: noi vi consigliamo honorbuy.it che da qualche tempo è diventato un punto di riferimento nel web per prodotti e brand Cinesi come Xiaomi, Meizu e OnePlus.

Nota: possediamo sia un OnePlus 2 A2003 (modello EU) che un OnePlus 2 A2001 (modello Cina). Entrambi sono perfettamente funzionanti, anche il dual SIM, mentre le uniche differenze sono rappresentate dalle diverse bande supportate (soprattutto gli utenti Wind devono guardare questo aspetto, altrimenti rischiano una minore copertura della LTE) e dal fatto che il OnePlus 2 versione EU è dotato di due IMEI mentre quello Cinese ne possiede solo uno.

Magari, prima di proseguire, date un’occhiata alla nostra recensione:

Leggi anche | Recensione OnePlus 2: il flagship killer

OnePlus 2: dove acquistarlo e perché

Acquistando un OnePlus 2 da Honorbuy.it si potrà evitare l’attesa dell’invito ma ci sono due precisazioni doverose da fare:

  1. la variante in vendita sarà quella A2001 (Cina) con a bordo sempre OxyGen OS in versione Italiana e Play Store presente;
  2. il prezzo è maggiore rispetto a quello a listino sul sito OnePlus.

Leggi anche | Oneplus 2: le bande supportate e la compatibilità di rete

Leggi anche | OnePlus 2: installare OxygenOS ufficiale [anche sul modello Cinese]

Noi di ChimeraRevo consigliamo l’acquisto presso il sito honorbuy.it anche perché, grazie al codice“CHIMERA”, potrete usufruire di uno sconto di 5€ a partire da 70€ di spesa! Inoltre, tale voucher può anche essere utilizzato in coppia con i loyalty points. Per quanto riguarda la garanzia, honorbuy.it ci fa sapere che, per avvicinarsi ancor di più agli utenti italiani, quest’ultima sarà estesa a 2 anni sui prodotti acquistati. Qui di seguito alcune utili informazioni sul sito:

  • Pagamento: I metodi di pagamento accettati sono Paypal, Western Union, Moneygram o bonifico.
  • Spedizione: La spedizione verrà effettuata entro 48 ore dalla ricezione del pagamento. Nessuna tasse doganale da pagare;
  • Garanzia: Il dispositivo è coperto da 2 anni di garanzia, che coprirà eventuali difetti e/o problemi non causati dall’utente. Assistenza e riparazione in Italia.

Al momento è disponibile il OnePlus 2 da 4 GB di RAM al prezzo di 465€ oppure a 425€ se scegliete la versione da 3 GB di RAM. Una spesa sicuramente superiore ma che sarà ricompensata da una serie di benefici da non escludere, come la garanzia e l’assistenza italiana garantita due anni. Vi lasciamo con il link per l’acquisto:

Link all’acquisto | OnePlus 2 su Honorbuy.it

L’articolo OnePlus 2: acquistarlo senza invito né dogana, con garanzia Italia appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Qualcomm presenta i nuovi processori Snapdragon 430 e 617

By Gaetano Abatemarco

Qualcomm logo

Dopo aver presentato la nuova tecnologia Quick Charge 3.0, Qualcomm ha continuato a rubare la scena con l’annuncio dei nuovi SoC Snapdragon 403 e Snapdragon 617 che andranno a collocarsi nella fascia media del mercato.

Leggi anche | Qualcomm presenta Quick Charge 3.0: ancora più veloce e potente

Sia lo Snapdragon 617 che 430 utilizzano l’architettura ARM Cortex-A53 in configurazioni octa-core. Entrambi includono anche il supporto per Qualcomm Quick Charge 3.0, utilizzano il DSP a basso consumo grazie alla tecnologia Qualcomm Hexagon e supportano sensori di bassa potenza e audio avanzato. Ecco nei dettagli le caratteristiche di entrambe le CPU di Qualcomm.

Qualcomm Snapdragon 430

CPU Up to 1.2 GHz octa-core (8x ARM® Cortex™ A53)
GPU Qualcomm® Adreno™ 505 GPU

Up to OpenGL ES 3.1+

DSP Qualcomm® Hexagon™ 536 DSP
Modem Snapdragon X6 LTE

LTE Cat 4 (up to 150 Mbps DL/75 Mbps UL)

2×10 MHz carrier aggregation

Global Mode:

  • LTE FDD and TDD
  • WCDMA (DB-DC-HSDPA, DC-HSUPA)
  • TD-SCDMA
  • EV-DO and CDMA1x
  • GSM/EDGE
  • UMTS

Additional features include:

  • LTE Broadcast
  • LTE Dual SIM
  • HD Voice over 3G and VoLTE
  • SRVCC
Camera Up to 21 MP camera

Dual Image Signal Processor (ISP)

WiFi Qualcomm® VIVE™ 2-stream 802.11n/ac with MU-MIMO
Video Up to 1080p at 30 FPS

Codec support:

  • H.264 (AVC)
  • H.265 (HEVC)
Display Up to 1080p on-device

Up to 1080p output

Audio Fluence™ HD noise cancellation technology
Charging Qualcomm® Quick Charge™ 3.0
Security Qualcomm® Haven™ security suite:

  • Snapdragon StudioAccess™ Content Protection
  • Qualcomm® SecureMSM™ hardware and software foundation
Memory LPDDR3 800MHz
Storage eMMC 5.1

SD 3.0 (UHS-I)

Process Techology 28 nm
GPS Qualcomm® IZat™ Gen8C
RF Qualcomm RF360™ Front End solution
USB USB 2.0
Bluetooth Bluetooth 4.1 + BLE

Qualcomm Snapdragon 617

CPU Up to 1.5 GHz octa-core (8x ARM® Cortex™ A53)
GPU Qualcomm® Adreno™ 405 GPU

Up to OpenGL ES 3.1

DSP Qualcomm® Hexagon™ 546 DSP
Modem Snapdragon X8 LTE

LTE Cat 7 (up to 300 Mbps DL/100 Mbps UL)

2×20 MHz carrier aggregation

Global Mode:

  • LTE FDD and TDD
  • WCDMA (DB-DC-HSDPA, DC-HSUPA)
  • TD-SCDMA
  • EV-DO and CDMA1x
  • GSM/EDGE

Additional features include:

  • LTE Broadcast
  • LTE Dual SIM
  • HD Voice over 3G and VoLTE
  • SRVCC
Camera Up to 21 MP camera

Dual Image Signal Processor (ISP)

WiFi Qualcomm® VIVE™ 2-stream 802.11n/ac with MU-MIMO
Video Up to 1080p at 60 FPS

Codec support:

  • H.264 (AVC)
  • H.265 (HEVC)
Display Up to 1080p on-device

Up to 1080p output

Audio Fluence™ HD noise cancellation technology
Charging Qualcomm® Quick Charge™ 3.0
Security Qualcomm® Haven™ security suite:

  • Snapdragon StudioAccess™ Content Protection
  • Qualcomm® SecureMSM™ hardware and software foundation
  • Qualcomm® SafeSwitch™ technology
Memory LPDDR3 933MHz
Storage eMMC 5.1

SD 3.0 (UHS-I)

Process Technology 28 nm
GPS Qualcomm® IZat™ Gen8C
RF Qualcomm RF360™ Front End solution
USB USB 2.0
Bluetooth Bluetooth 4.1 + BLE

Per quanto riguarda la disponibilità sui primi dispositivi, sappiamo che i device con a bordo lo Snapdragon 430 saranno disponibili nel Q2 2016 mentre quelli dotati di Snapdragon 617 arriveranno a breve, entro la fine del 2015.

L’articolo Qualcomm presenta i nuovi processori Snapdragon 430 e 617 appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Linux Mint 17.3 si chiamerà Rosa

By Marco Giannini

Clement Lefebvre ha da poco annunciato il nome in codice della prossima versione di Linux Mint e come da tradizione è stato scelto un nome femminile.

Linux Mint 17.3 si chiamerà Rosa!
Linux Mint 17.3 sarà la terza e ultima minor release di Linux Mint 17 (basata su Ubuntu 14.04 LTS).
Se volete il consueto spiegone sull’origine del nome Rosa vi consiglio di dare una lettura al post di Clem.
Ma veniamo all’angolo della gnocca che come da tradizione di Marco’s Box accompagna i post che annunciano il nome in codice delle release di Linux Mint. La scelta è stata dura ma alla fine ho deciso di selezionare Rosa Acosta, una modella, attrice, ballerina e personalità del mondo del fitness (ha un canale YouTube) nata nella Repubblica Dominicana.
Eccola in una immagine di repertorio mentre si allena con i pesi

Qualcomm presenta Quick Charge 3.0: ancora più veloce e potente

By Gaetano Abatemarco

Quick Charge 3.0

Il problema della durata della batteria dei nostri smartphone è tutt’altro che superato: per ovviare a questi inconvenienti, negli anni sono spuntate sempre più power bank e sempre più tecnologie per cercare di ricaricare, nel più breve tempo possibile, i dispositivi. Qualcomm ha introdotto la ricarica rapida, un modo più veloce per caricare la batteria del dispositivo in modo da poter tornare ad usarlo il più presto possibile e con il minimo di interruzione, ed oggi ha presentato la terza versione di Quick Charge che introduce alcune interessanti migliorie. Grazie ad un nuovo algoritmo per migliorare la velocità e l’efficienza, Quick Charge 3.0 risulterà – a dispetto di Quick Charge 2.0 – il 27% più veloce, avrà una efficienza di potenza maggiore del 38% e una dissipazione del 45% in meno rispetto!

Il tutto grazie all’Intelligent Negotiation for Optimum Voltage (INOV) che permette ai dispositivi di richiedere l’input di potenza ottimale in qualsiasi momento, per ricaricare velocemente le loro batterie: mentre Quick Charge 2.0 è stato limitato a 4 tensioni di ricarica specifiche a 5V, 9V, 12V e 20V, INOV consente la ricarica rapida 3.0 offrendo ai dispositivi esattamente la potenza di cui hanno bisogno, in 200mV (0.2V) incrementa da 3.6V a 20V. Quick Charge 3.0 sarà compatibile con la vecchia tecnologia di ricarica rapida (in modo tale che i vecchi caricabatterie e cavi potranno ancora essere utili), e può essere implementato con USB Type-C, USB Type-A, MicroUSB e connettori proprietari: per quanto riguarda la compatibilità, i processori supportati sono lo Qualcomm Snapdragon 820, 620, 618, 617 e 430.

L’articolo Qualcomm presenta Quick Charge 3.0: ancora più veloce e potente appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

La Convergenza di Ubuntu da tablet a pc desktop in un video

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

Ubuntu convergence: tablet in desktop mode
I developer Ubuntu hanno rilasciato un video dedicato alla convergenza di Unity 8 tra tablet e pc desktop.

Oltre al mantenimento dell’attuale versione 7.x di Unity, Canonical sta lavorando anche nello sviluppo della futura versione 8.x basata sul nuovo server grafico MIR che sancirà la tanto discussa convergenza tra vari dispositivi. Difatti Unity 8 (già presente nei device mobili Ubuntu OS) fornirà un’interfaccia grafica in grado di adattarsi al meglio a qualsiasi display, fornendo stesse applicazioni e funzionalità ad esempio su tablet, pc desktop, tv, smartphone ecc.
Caratteristica che possiamo già vedere grazie ad un video recentemente rilasciato dai developer Canonical nel quale troviamo Unity 8 installato su un tablet Nexus 7 collegato ad un monitor pc.

Continua a leggere…

Installare Oh My Zsh

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

Oh My Zsh
In questa guida targata Enrico D. andremo a vedere come installare correttamente Oh My Zsh in Debian, Ubuntu e Arch Linux

Prerequisiti:

Per installare Oh My Zhs dobbiamo per prima cosa installare zsh, curl o wget e git

1. Installare zsh

In Debian, Ubuntu e derivate:

sudo apt-get install zsh

In Arch Linux e derivate:

yaourt -S zsh

2. Installazione Oh-my-zsh

Continua a leggere…

Il 42% dei pc Dell venduti in Cina sono con Ubuntu

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

Dell Inspiron Ubuntu
Più del 40% dei pc Dell venduti in Cina hanno preinstallato Ubuntu Linux.

Sono molte le aziende produttrici a puntare sul mercato Cinese, tra queste troviamo anche le statunitensi Dell e HP. Sia Dell che HP da diverso tempo stanno commercializzando nel mercato cinese personal computer con preinstallato Ubuntu, soluzione che sembra riscontrare un notevole successo. A confermarlo è un recente articolo rilasciato dal portale South China Morning Post che segnala come il 42% dei personal computer Dell venduti nel mercato cinese hanno preinstallato Ubuntu Kylin (derivata ufficiale ottimizzata per user e aziende cinesi).

Continua a leggere…