Recensione ELEPHONE SOLDIER: smartphone rugged solido come un soldato

Elephone Soldier è uno smartphone rugged con certificazione IP68, un “soldato” pronto a resistere a urti, cadute ed immersioni. A differenza di tutti gli altri smartphone rugged l’attenzione dell’azienda non si è focalizzata solo sulla tenacia e l’autonomia del proprio telefono, ma anche sulla scheda tecnica grazie al display ad alta risoluzione e ad una serie di caratteristiche tecniche, come la fotocamera da 21 Megapixel, che distinguono questo Elephone Soldier da tutti gli altri smartphone rugged.

CONFEZIONE

All’interno della confezione troviamo lo smartphone, un caricabatterie rapido 9V/2A ed un cavo micro-USB.

DESIGN

Elephone Soldier si presenta come un classico smartphone rugged, con l’utilizzo di una termoplastica molto resistente ed inserti in gomma che aumentano il grip e vanno a proteggere le parti sensibili del telefono, come l’ingresso micro-USB e per il jack delle cuffie, oltre allo slot che può alloggiare due SIM o in alternativa una SIM e una micro-SD.

Sul lato sinistro, oltre al carrellino per le SIM, troviamo un pulsante dedicato che richiama Outdoor Tool, una suite di strumenti che può tornare utile a chi lavora spesso in cantiere. Sul lato destro troviamo un pulsante ad-hoc che serve ad accendere e spegnere la torcia integrata posta nella parte superiore del telefono, il bilanciere del volume, il pulsante di accensione e spegnimento ed un sensore d’impronta laterale, comodo ma spesso impreciso.

Nella parte frontale troviamo un display da 5.5” con risoluzione 2K (2560×1440 pixels) in formato 16:9 che non vedevamo da unpo’, una fotocamera da 16 Megapixel e il resto della sensoristica. I tasti non sono virtuali ma sono capacitivi, posti nella generosa cornice poste in basso, quindi con l’impossibilità di cambiare l’ordine dei tasti Indietro/Menù. Troviamo inoltre un LED di notifica RGB posto in alto a destra.

Nella parte posteriore troviamo una fotocamera da 21 Megapixel, una contattiera che fa sospettare la possibilità di aggiungere dei moduli in futuro (al momento, non pervenuti), l’altoparlante di sistema ed un pulsante SOS che attiva il doppio flash LED dual tone per richiamare l’attenzione in situazioni di emergenza. Completa la dotazione una piccola bussola posta in basso: idea concettualmente apprezzabile ma realizzata male, dato che è praticamente inaffidabile.

SCHEDA TECNICA

La caratteristiche tecniche di Elephone Soldier sono le seguenti:

  • CPU: MediaTek Helio X25 @2.5GHz
  • GPU: Mali T880 MP4 @850MHz
  • DISPLAY: 5.5” 2K (2560×1440 pixels) TFT
  • RAM: 4 GB DDR3 @800MHz
  • ROM:  64/128 GB eMMC 5.1
  • FOTOCAMERA ANTERIORE: Samsung S5K3P3 da 16 Megapixel f/2.2
  • FOTOCAMERA POSTERIORE: Sony IMX220 Exmor RS da 21 Megapixel f/2.4
  • BATTERIA: 5000 mAh
  • SISTEMA OPERATIVO: Android 8.0
  • CONNETTIVITA’:  a, b, g, n, n 5GHz, ac, Dual band, Wi-Fi Hotspot, Wi-Fi Direct, Bluetooth 4.1, Dual-SIM (slot ibrido), GPS, A-GPS, GLONASS,, BEIDOU
  • ALTRO: micro-USB

SOFTWARE

Lo smartphone arriva con una ROM basata su Android 8.0, quindi un passo indietro rispetto ad Android 8.1 che è possibile trovare sulla quasi totalità degli smartphone cinesi commercializzati in questi mesi. Ci sono poche personalizzazioni da parte di Elephone, come ad esempio i temi con cui è possibile scegliere sfondo e pack icone, così come alcune applicazioni preinstallate: nello specifico troviamo la Radio FM, gli Outdoor Tool, l’app Temi e Service, che consente di inviare un feedback all’azienda direttamente dall’app.

È una ROM non molto ottimizzata che però gira in maniera abbastanza fluida grazie alla potenza del processore MediaTek Helio X25: ci sono degli sporadici rallentamenti di tanto in tanto, ma ciò non pregiudica l’esperienza utente, che si rivela sempre adeguata nonostante la natura di smartphone rugged, che spesso viene quindi associata a performance scadenti.

Proprio il display così risoluto permette di apprezzare meglio gli scatti della fotocamera da 21 Megapixel, oppure la visione di video con risoluzione superiore al Full-HD. Non abbiamo trovato bug di sorta, ma il software è fermo alle patch di sicurezza di Agosto 2018, e con molta probabilità non verrà mai più aggiornato dall’azienda.

RETE E CONNETTIVITÀ

Il doppio slot SIM ibrido consente il collegamento alle reti 4G con supporto al VoLTE, anche se non sono riuscito ad usufruirne nonostante il supporto del mio operatore telefonico (SIM Vodafone). Il Bluetooth 4.1 non è lo standard più recente, ma la comunicazione con wearables e accessori rimane sempre stabile e funzionale.

Bene la ricezione del segnale utilizzando il Wi-Fi, seppur la portata risulti inferiore alla media, così come la ricezione telefonica: spesso il segnale, in condizioni critiche, passa in 3G interrompendo completamente il flusso dati. Durante le chiamate il suono dalla capsula auricolare risulta basso ed ovattato, probabilmente a causa della protezione IP 68 che insula lo smartphone dall’infiltrazione di polvere e acqua, ma tutto questo ricade pesantemente sulla qualità della conversazione. Anche lo speaker di sistema, posto dietro, risulta sì potente ma non esattamente il top della qualità: spesso gracchia a volume massimo, ma basta premere forte sulla piastra metallica per farlo tornare alla normalità.

FOTOCAMERA

Buoni gli scatti ottenuti con la fotocamera principale da 21 Megapixel, ovviamente in buone condizioni di illuminazione. Il sensore risoluto cattura molti dettagli che è possibile apprezzare anche dallo smartphone stesso grazie al display 2K. La modalità HDR funziona ma spesso aumenta solo gli ISO e non aumenta davvero la gamma dinamica, risultando in foto ben illuminate ma con poca fedeltà cromatica.

La sera la situazione peggiora sensibilmente, con la fotocamera che spesso non riesce a mettere a fuoco i soggetti. Stessa riserva anche per la fotocamera frontale da 16 Megapixel, che non restituisce gli stessi scatti dettagliati e precisi di quella posteriore: per i selfie ci si può accontentare, ma non aspettatevi grandi risultati.

BENCHMARK E GAMING

I test sintetici confermano l’hardware di fascia media, seppur il sistema sia in grado di reggere l’utilizzo di tutti i giorni tra social, navigazione web e ascolto musica. Va meno bene per i giochi, che anche a causa del display più risoluto, ci costringono ad abbassare i dettagli per non soffrire di un drastico cale di framerate durante le sessioni gaming.

AUTONOMIA

Solitamente uno smartphone rugged punto molto sull’autonomia, e questo Elephone Soldier non fa eccezione. Ci saremmo però aspettati di più dalla sua batteria da 5000 mAh, che ci consente di chiudere sempre la giornata ma non di andare oltre. In una giornata stress totalmente in 4G sono riuscito a totalizzare 5 ore di schermo su di un totale di 16 di utilizzo, ma anche con un utilizzo leggero non si va lontano perché il consumo in stand-by è notevole.

CONCLUSIONI

ELEPHONE Soldier è uno smartphone rugged che nasce con una buona idea, ovvero quella di un telefono resistente ma che non rinuncia ad una scheda tecnica di tutto rispetto. Purtroppo l’esecuzione non è impeccabile, e ci sono alcune scelte che davvero non riusciamo a capire, in primis la contattiera posta sul retro.

Se l’intento dell’azienda era quello di offrire uno smartphone modulare, dove sono i moduli, e perché non ce n’è neanche uno compreso nella confezione? Uno smartphone rugged modulare potrebbe essere un ottimo alleato di tante aziende e organizzazioni, ma qui sembra messo tanto per e non con uno scopo definito.

Altra caratteristica che ci fa storcere il naso è il display 2K TFT, un pannello dalla fedeltà cromatica lontana dai pannelli IPS e che, secondo noi, sfrutta una risoluzione inutile: con 5.5” di diagonale anche un Full-HD va più che bene, e l’elevata risoluzione pregiudica un gameplay fluido con gli ultimi titoli 3D, oltre che consumare più batteria.

Ultima riserva infine sull’autonomia, che dalla batteria da 5000 mAh integrata ci saremmo aspettati migliore: la giornata si chiude ma non si va, purtroppo, oltre.

Bella l’idea del pulsante dedicato per richiamare gli Outdoor Tool, ma perché non rendere questo pulsante completamente personalizzabile dagli utenti? Inoltre la bussola non serve a nulla, perché troppo imprecisa per essere utilizzata seriamente.

Se volete uno smartphone rugged che non sia inguardabile e con una scheda tecnica tutto sommato di ottimo livello, considerando anche che lo smartphone ha la costruzione e solidità di un carro armato, allora Elephone Soldier potrebbe fare per voi.

DOVE ACQUISTARE

Potete acquistare Elephone Soldier su MyEfox con spedizione gratuita e senza dogana compresa nel prezzo. In alternativa potete acquistare Elephone Soldier su Amazon ad un prezzo molto superiore, che personalmente sconsigliamo: per circa 150€ meglio prenderlo da MyEfox.

Source: https://www.chimerarevo.com/recensioni/recensione-elephone-soldier-326635/

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.