SSD M.2 in offerta su Amazon

SSD M.2 in offerta su Amazon, come sempre cliccare sul prodotto in offerta per valutare altri tagli di capacità e le altre offerte correlate.
Samsung MZ-V6E500BW SSD 960 EVO, 500 GB, M.2, NVMe, Nero/Arancione
Samsung MZ-V6E500BW SSD 960 EVO, 500 GB, M.2, NVMe, Nero/Arancione
di Samsung

Prezzo di listino:EUR 302,99
Prezzo: EUR 189,90
Risparmi:EUR 113,09 (37%)

Venduto da TECH.SELL e spedito da Amazon.

Samsung MZ-V6E1T0BW SSD 960 EVO, 1 TB, M.2, NVMe, Nero/Arancione

Samsung MZ-V6E1T0BW SSD 960 EVO, 1 TB, M.2, NVMe, Nero/Arancione
di Samsung

Prezzo di listino: EUR 581,99
Prezzo: EUR 385,99
Risparmi: EUR 196,00 (34%)

Venduto e spedito da Amazon.

Offerte su Amazon di NAS e Hard Disk esterni.

Offerte con sconti interessanti su Amazon di NAS e Hard Disk esterni. Tutti gli articoli proposti sono in promozione ma non tutti sono in offerta e altre non indicate potrebbero avere sconti anche maggiori, consigliamo dove non espressamente indicato di cliccare sul prodotto e valutare la scheda di proposte di Amazon. Buon acquisto!

TerraMaster D2-310 USB Type C Box RAID Externo USB3.1 (Gen2, 10Gbps) Super Velocità 2-Bay RAID Storage Alloggiamento (Diskless)
TerraMaster D2-310 USB Type C Box RAID Externo USB3.1 Super…
di TerraMaster

Prezzo di listino:EUR 209,00
Prezzo: EUR 179,00
Risparmi:EUR 30,00 (14%)
Venduto da TerraMaster Direct e spedito da Amazon.

FANTEC QB-35US3-6G Box Case Esterno per 4x Hard Disk SATA I/II/III da 8,89 cm (3,5 pollici), Porte USB 3.0 e eSATA, 6G, Ventola con Sensore Termico, Nero
FANTEC QB-35US3-6G Box Case Esterno per 4x Hard Disk SATA I/II/III…
di Fantec

Prezzo: EUR 124,28

TerraMaster F2-220 NAS Drive 2-Bay Intel Dual Core 2.41GHz 2GB RAM PLEX DLNA Media Server Personal Cloud Storage (Diskless)
TerraMaster F2-220 NAS Drive 2-Bay Intel Dual Core 2.41GHz 2GB RAM…
di TerraMaster

Prezzo di listino:EUR 259,00
Prezzo: EUR 199,00
Risparmi:EUR 60,00 (23%)
Venduto da TerraMaster Direct e spedito da Amazon.

Synology DS216SE Diskstation HardDisk
Synology DS216SE Diskstation HardDisk
di Synology

Prezzo di listino:EUR 167,73
Prezzo: EUR 135,60
Risparmi:EUR 32,13 (19%)
Venduto e spedito da ipermercato-online..

WD WDBVBZ0000NCH-EESN My Cloud EX2 Ultra Network Attached Storage, Diskless
WD WDBVBZ0000NCH-EESN My Cloud EX2 Ultra Network Attached Storage…
di WD

Prezzo di listino:EUR 199,99
Prezzo: EUR 149,80
Risparmi:EUR 50,19 (25%)

Zyxel Personal Cloud Storage [2-Bay] domestico con Accesso remoto e Streaming Media [NAS326]
Zyxel Personal Cloud Storage domestico con Accesso remoto e…
di Zyxel

Prezzo: EUR 102,62
Venduto e spedito da VendimeloTu.

Synology DS115J NAS 1-Slot, Bianco
Synology DS115J NAS 1-Slot, Bianco
di Synology

Prezzo di listino:EUR 105,17
Prezzo: EUR 92,90
Risparmi:EUR 12,27 (12%)
Venduto e spedito da extremebit.

QNAP 231p bianco Enclosure
QNAP 231p bianco Enclosure
di QNAP

Prezzo: EUR 182,44

Synology Diskstation DS216J Soluzione cloud per privati
Synology Diskstation DS216J Soluzione cloud per privati
di Synology

Prezzo: EUR 184,90
Venduto e spedito da AGMSTORE.

Buffalo LinkStation 220DE Network Attached Storage, Nero/Antracite
Buffalo LinkStation 220DE Network Attached Storage, Nero/Antracite
di Buffalo

Prezzo di listino:EUR 110,11
Prezzo: EUR 79,98
Risparmi:EUR 30,13 (27%)

Synology DS218J Diskstation HardDisk
Synology DS218J Diskstation HardDisk
di Synology

Prezzo: EUR 174,90
Venduto e spedito da FabioStore.

Offerte in corso oggi di SSD su Amazon

Offerte in corso di SSD su Amazon. Tutti gli SSD proposti sono in promozione ma non tutte le capacità sono in offerta e altre non indicate potrebbero avere sconti anche maggiori, consigliamo dove non espressamente indicato di cliccare sul prodotto e valutare la scheda di proposte di Amazon. Buon acquisto!

SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido, 120 GB, 2,5, Sata III
SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido, 120 GB, 2,5, Sata III
di SanDisk

Prezzo di listino:EUR 52,99
Prezzo: EUR 35,50
Risparmi:EUR 17,49 (33%)
Venduto e spedito da Br.One Distribution..

Kingston SSD A400 - 120GB Drive a Stato Solido (2.5
Prezzo di listino:EUR 96,45
Prezzo: EUR 34,85
Risparmi:EUR 61,60 (64%)
Crucial MX500 CT250MX500SSD1(Z) SSD Interno, 250 GB, 3D NAND, SATA, 2.5 Pollici
Prezzo di listino:EUR 95,99
Prezzo: EUR 70,98

Risparmi:EUR 25,01 (26%)

YUCUN 2,5 pollici SATA III Unità a Stato Solido Interno 120GB SSD Lunga durata Alta velocità Leggi la velocità di 510M/s
Prezzo di listino:EUR 47,99
Prezzo: EUR 28,99
Risparmi:EUR 19,00 (40%)
Samsung MZ-76E250B Unità SSD Interna 860 EVO, 250 GB, 2.5
Prezzo di listino:EUR 113,99
Prezzo: EUR 73,63
Risparmi:EUR 40,36 (35%)
Crucial BX300 CT120BX300SSD1 SSD Interno, 120 GB, 3D NAND, SATA,  2.5 Pollici
Prezzo di listino:EUR 62,90
Prezzo: EUR 52,20
Risparmi:EUR 10,70 (17%)

Ubuntu 18.10: migliora l’integrazione con Android e il consumo della batteria

By Matteo Gatti

ubuntu 18.10 cuttlefish

 

Ubuntu 18.10, come sapete, si chiamerà Cosmic Cuttlefish ovvero la Seppia Cosmica. Gli ingegneri di Canonical sono già al lavoro sulle prime daily builds e nelle scorse ore l’Ubuntu desktop Director Will Cooke ha fornito alcuni dettagli circa le novità che dovremo attenderci in questa nuova release.

Diverse novità che saranno (quasi) certamente pronte entro la final release sono in sviluppo da tempo ma non sono state inserite in Ubuntu 18.04 che, in quanto LTS, è incentrato sulla stabilità.

Ubuntu 18.10: le novità

Gli sviluppatori hanno davanti qualche mese per raffinare gli ultimi dettagli. Le novità che saranno implementate in Cuttlefish sono molteplici.

Sarà possibile sbloccare il portatile mediante un lettore per le impronte digitali, verrà migliorata l’integrazione con l’Android-app KDE Connect.

Vi abbiamo poi parlato del nuovo installer sul quale stanno lavorando gli ing. di Canonical. Soprannominato ‘Ubiquity NG‘ (‘NG’ dovrebbe stare per next-gen) dovrebbe essere basato su tecnologie di ultima generazione quali MAAS ed Electron. Cooke ha dichiarato che difficilmente sarà pronto in soli sei mesi ma ci stanno lavorando.

Una delle novità più interessanti è certamente l’ottimizzazione del consumo della batteria grazie al tweaking di alcuni parametri a basso livello del kernel. Snap riceverà diverse migliorie a partire dal supporto per XDG Portals (presto, inoltre, dovrebbe arrivare Chromium in formato Snap).

Infine Ubuntu 18.10 beneficerà di tutte le novità che saranno implementate in GNOME 3.30 (del quale seguiremo tutto il ciclo di sviluppo). La final release di Cuttlefish è attesa per il 18 Ottobre 2018.

 

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

L’articolo Ubuntu 18.10: migliora l’integrazione con Android e il consumo della batteria sembra essere il primo su Lffl.org.

Recensione QNAP TS-453B: Il NAS che non ti aspetti

By Giuseppe Brandi

QNAP TS-453B-4G HardDisk

Un NAS con buone prestazioni, che funge da Media-Server e che permette anche di gestire la videosorveglianza: troppo bello per essere vero? In realtà esiste, ed è il QNAP TS-453B.

Confezione

La confezione di vendita è abbastanza fornita. Troviamo, infatti:

  • QNAP TS-453B
  • telecomando multifunzione
  • cavo ethernet
  • cavo di alimentazione
  • piedini e viti
  • manualistica

Design

Il QNAP TS-453B si presenta come un NAS abbastanza imponente, dalle dimensioni di 168 x 170 x 226 mm.

Il corpo è completamente in metallo, mentre il pannello frontale è in plastica ed è removibile. Questo va a coprire un piccolo display OLED e gli slot in cui inserire HDD e SSD.

Sulla parte frontale destra, è presente un inserto blu in cui sono inseriti il pulsante di accensione, varie porte e alcuni LED che indicano lo stato, la connessione LAN, le USB o le schede SD inserite.

Nella parte posteriore, invece, è posta una grande feritoia da cui passa l’aria espulsa da una ventola da 120 mm, e altre porte, oltre al tasto reset e all’entrata per l’alimentazione.

Dall’interno del NAS, invece, è possibile collegare i dispositivi di archiviazione (nel nostro caso abbiamo utilizzato un WD Gold da 10 TB), mentre non si può accedere completamente alla componentistica (si intravedono solo le RAM).



Scheda tecnica

Analizziamo il vero e proprio hardware del QNAP TS-453B.

Componenti

  • CPU: Intel Celeron J3455 (Quad-Core da 1.5 GHz, in boost fino a 2.3 GHz)
  • GPU: Intel HD Graphics 500 (integrata)
  • RAM: 4 GB DDR3L (2 x 2 GB)/8 GB DDR3L (2 x 4 GB)
  • Drives: 4 x 3.5″/2.5″ SATA 6 GB/s (HDD e SSD)
  • Display: 0.96″ OLED monocromatico

Porte e input

  • Porte USB 3.0: 5 x USB 3.0 Type-A
  • USB Quick Access: 1 x USB Type-C
  • Porte HDMI: 2 x HDMI 1.4b (fino a 3840 x 2160, 30 Hz)
  • Input audio: 2 x 3.5 mm dynamic jack
  • Output audio: 1 x 3.5 mm
  • Ventola: 1 x 120 mm

Consumi

  • Alimentazione: 90W AC adapter, 100 – 240 V
  • Consumo medio: 30 W (in attività)/15 W (in modalità riposo)

Altre specifiche

  • Peso: 3.71 kg
  • Dimensioni: 168 x 170 x 226 mm
  • Ambiente operativo: 0 ~ 40˚C
  • Livello del suono: 18.8 dB

Prestazioni

Sia in condizioni di sforzo che di riposo il NAS non supera mai la temperatura di 30° C, grazie alla funzione Ventola intelligente. Processore e memoria RAM, inoltre, non saturano neppure durante operazioni di streaming o trasferimento dati.

Sulla carta la velocità di upload/download arriva fino a 250 MB/s, ma dai test effettuati non supera mai i 100 – 150 MB/s. Ciò dipende anche dalla connessione: utilizzando una rete Gigabit avrete sicuramente risultati migliori.

La connessione ad Internet generalmente non è compromessa e si rivela molto stabile, inoltre anche lo streaming o la fruizione di contenuti multimediali (tramite output video) procede senza intoppi, anche in 4K.

Software

Sistema operativo e funzionalità

L’OS del QNAP TS-453B è il QTS 4.3 basato su Linux. Si tratta di un sistema operativo davvero completo, accessibile sia tramite il NAS che tramite l’interfaccia web (nel nostro caso 192.168.178.50.8080).

Nella schermata principale (che appare come una sorta di launcher) è possibile accedere a tutte le applicazioni di sistema e scaricabili tramite l’App Center: stiamo parlando di app come Facebook, Spotify, Libre Office e tante altre.

Da menzionare l’utilità del telecomando, che sostituisce parzialmente mouse e tastiera durante l’utilizzo del NAS come Media Center.

Nel Pannello di controllo è possibile monitorare le risorse di sistema, i privilegi e le impostazioni di rete. Nel menu ad hamburger che si trova in alto a sinistra, inoltre, sarà possibile accedere a tante altre funzioni, come la videosorveglianza e altre sezioni come Utente e Archiviazione e snapshot.

App desktop: QFinder Pro e QSync Client

I programmi in questione sono disponibili per Windows (da 7 in poi), macOS (da 10.7 in poi) e Linux. Puoi scaricarli nell’apposita pagina di QNAP.

Una volta scaricate, basterà installarle ed avviarle.

QFinder Pro si rivela molto utile durante la prima configurazione in quanto, scansionando la rete a cui siamo connessi, troverà automaticamente i NAS connessi ad essa. Basterà dunque cliccare sul riquadro del dispositivo per aprire l’interfaccia web.

QSync Client, invece, permette di caricare i files sul NAS tramite PC, comportandosi proprio come una sorta di OneDrive o Google Drive. Verrà creata una cartella (accessibile da Esplora file su Windows, o da Finder su macOS) denominata QSync. Inserendo file all’interno di essa, verranno automaticamente caricati sul NAS.

App mobile: Qfile e Qmanager

Tra le varie applicazioni di QNAP disponibili per Android e iOS, quelle di cui non potrete fare a meno sono Qfile e Qmanager.

Qfile permette di accedere ai file memorizzati sul NAS (l’importante è essere connessi alla stessa rete) e sfrutta le applicazioni Qphoto, Qvideo, Qmusic e Qsync presenti sugli store.

Qmanager permette di accedere alle informazioni principali sul dispositivo, come temperatura, archiviazione, uso di CPU e RAM e altri dati relativi alle varie risorse.

Prezzo

Il prezzo di questo QNAP TS-453B non è di certo dei più accessibili, in quanto parliamo di circa 700€ per la versione da 4 GB di RAM e 750€ per la versione da 8 GB di RAM.

Giustificabili, se pensiamo alla marea di opportunità offerte dal prodotto. Si tratta, però, di un NAS non adatto a tutte le tasche; per cui è consigliato l’acquisto per coloro che hanno davvero necessità di una tale potenza e capacità.

QNAP TS-453B-4G HardDisk

  • 4-bay NAS RAID Tower / Celeron Apollo Lake 1.5GHz Quad-Core / 4GB / 2GbE, HDMI

710,15 EUR  Acquista su Amazon

  • 4-bay NAS RAID Tower / Celeron Apollo Lake 1.5GHz Quad-Core / 8GB / 2GbE, HDMI

779,92 EUR  Acquista su Amazon

Samsung SSD 960 EVO in supersconto su Amazon


Da 99 Euro il modello da 250 GB scontato del 37%, in pratica si pagano più di un terzo in meno del prezzo di listino. Stesso sconto per il modello da 500 GB e 1 TB.

Caratteristiche salienti:
Interfaccia NVMe (NVM Express), PCIe 3.0 x4, NVM 1.2
Nuova generazione SSD di M.2 con Samsung tecnologia V-Nand e Samsung Polaris controller
Fattore di forma di 2280 M.2 (80 millimetri di lunghezza)
Velocità di lettura fino a 3,200 MB/s velocità di scrittura fino a 1,500 MB/s
Basso consumo, significa elevata durata della batteria

Acquista su AMAZON cliccando qui

SSD 120GB in offerta su Amazon

Oggi in offerta su Amazon Unità a Stato Solido SanDisk Plus SSD, 120 GB, 2,5, Sata III 35,99 € con Spedizione GRATUITA!
SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido, 120 GB, 2,5, Sata III
Prezzo: 52,99 €(-32%) a 35,99 €

SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido, 120 GB, 2,5, Sata III

Venduto e spedito da Amazon.
Media recensioni clienti 894

  • Fino a 20 Volte Più Veloce Rispetto a Un Normale Disco Rigido
  • Avvio, Spegnimento, Caricamento e Risposta Applicazioni Più Rapidi
  • Velocità di Lettura/Scrittura Fino a 530 MB Sec/310 MB Sec
  • Testata per Resistere Agli Urti, Anche in Caso di Caduta del Computer

Scaricare video da YouTube gratis

By Simone Zaccariello

YouTube è sicuramente il servizio di video sharing più famoso e completo del mondo. L’unica pecca è che non consente il download diretto dei video presenti nei propri database soprattutto a causa delle possibili violazioni di copyright a cui l’utente può andare incontro. Tuttavia, esistono moltissimi programmi, servizi online ed estensioni che permettono di scaricarli comunque gratuitamente, in vari formati e risoluzioni. Vediamo insieme quali sono.

Indice

Scaricare video da YouTube con Yout

Yout è un servizio online gratuito che consente il download di video da YouTube semplicemente eliminando il suffisso “ube” dall’indirizzo del video interessato. Ad esempio, per utilizzarlo:

  • Aprire il video di YouTube di nostro interesse.
  • Cliccare sulla barra degli indirizzi del proprio browser.
  • Cancellare ube da youtube.com
    • Ad esempio: https://www.youtube.com/watch?v=qigaJOTqpWE
    • Deve diventare: https://www.yout.com/watch?v=qigaJOTqpWE
  • Una volta effettuata questa operazione sulla barra degli indirizzi, premere il tasto Invio della tastiera per essere redirezionati automaticamente sulla pagina di download del video.
  • Giunti sulla pagina di download di Yout, selezionare la scheda MP4 (Video), scegliere la risoluzione in cui si vuole scaricare il filmato (es. 720p) dal menu a tendina Qualità e cliccare sul pulsante Disco MP4 per avviare il download.
    • Nel caso si volesse, è possibile tagliare il video e scaricarne solo una porzione utilizzando i due indicatori bianchi posti al di sotto dell’anteprima del video.

Scaricare video da YouTube con Y2Mate

Y2Mate è un altro ottimo servizio online gratuito che consente di scaricare i video di YouTube. Per utilizzarlo basterà:

  • Collegarsi alla pagina principale.
  • Copiare l’URL Youtube del video di nostro interesse e incollarlo nell’unico e apposito campo presente al centro della pagina.
  • Cliccare su Download.

Un metodo alternativo per usufruire di questo servizio é quello di inserire la parola “pp” dopo la parola “youtube” nel link.

  • Ad esempio: https://www.youtube.com/watch?v=qigaJOTqpWE
  • Deve diventare: https://www.youtubepp.com/watch?v=qigaJOTqpWE

Scaricare video da YouTube con SaveFrom

SaveFrom è un altro sito Web che consente di scaricare molto facilmente video da Youtube. Il servizio non richiede registrazioni e funziona su tutti i browser senza plugin aggiuntivi. Per utilizzarlo basterà:

  1. Collegarsi alla homepage di SaveFrom.
  2. Copiare l’URL YouTube del video di nostro interesse e incollarlo nell’unico e apposito campo presente al centro della pagina.
  3. Attendere qualche istante affinché l’operazione richiesta venga elaborata.
  4. Cliccare sulla freccia collocata accanto al pulsante di download.
  5. Avviare il download del video, selezionando uno dei formati e delle risoluzioni disponibili.

Scaricare video da YouTube con VideoGrabby

VideoGrabby è un altro servizio web davvero molto semplice, che senza alcuna registrazione consente di scaricare qualsiasi video da Youtube, vediamo come:

  1. Collegarsi alla homepage di VideoGrabby.
  2. Copiare l’URL Youtube del video di nostro interesse e incollarlo nell’unico e apposito campo presente al centro della pagina.
  3. Attendere che l’operazione venga elaborata.
  4. Fare clic sul pulsante Right click here, ‘Download Linked File As…’.
  5. Selezionare la voce Salva link con nome per avviare il download del video.
    • Se si vuole scaricare il video in formato HD, si clicchi sull’apposita icona HQ posta in basso a destra.

N.B. Si consiglia di disattivare momentaneamente AdBlock prima di procedere con il download per garantire il corretto funzionamento del servizio online.

Scaricare video da YouTube con ClipConverter

ClipConverter è un servizio online che permette di scaricare video da YouTube o da altri servizi di video sharing, convertendo gli stessi anche in vari altri formati audio e video. Per utilizzare ClipConverter basterà:

  • Collegarsi alla homepage di ClipConverter.
  • Copiare l’URL YouTube del video di nostro interesse e incollarlo nell’unico e apposito campo presente al centro della pagina.
  • Cliccare su Continua.
  • Successivamente, selezionare la risoluzione in cui scaricare il video o cliccare su uno dei formati di output elencati in basso come AVI, MP3, MP4, MOV per salvare solo l’audio del filmato.
  • Cliccare sul bottone Inizia.
    • Nel caso in cui si volesse scaricare il video nel formato originale, basterà lasciare invariate le impostazioni relative al formato di output.
  • Una volta elaborato il risultato, si potrà scaricare il video direttamente sul proprio PC cliccando sul pulsante Download nella nuova finestra apertasi.

Scaricare video da YouTube con 4K Video Downloader

A differenza delle soluzioni proposte finora, 4K Video Downloader è un’applicazione per Windows e macOS che consente di scaricare video da Youtube e da altri servizi di video sharing. Di base l’applicazione è gratuita, ma è presente anche un’opzione a pagamento che consente di sbloccare altre funzionalità come il download automatico delle playlist composte da più di 25 video.

Inoltre, 4K Video Downloader salverà i video scaricati dal programma nella cartella (/Video/4K Video Downloader). Nel caso si volesse cambiare questa directory di output, sarà possibile farlo attraverso le impostazioni del programma.

Per scaricare, installare ed utilizzare 4K Video Downloader basterà:

  • Collegarsi al sito ufficiale e cliccare sul pulsante Scarica 4K Video Downloader per la propria versione del sistema operativo.
  • Una volta completato il download, avviare il pacchetto d’installazione del software e procedere con l’installazione guidata.
  • Terminato l’installazione copiare l’indirizzo del filmato di YouTube da scaricare nell’applicazione.
  • Cliccare sul bottone Incolla link posto in alto a sinistra nella finestra di 4K Video Downloader e attendere qualche secondo affinché l’operazione venga completata.
  • Selezionare la risoluzione in cui prelevare il video e cliccare sul pulsante Download per avviarne lo scaricamento.

Scaricare video da YouTube usando JDownloader (Windows | macOS | Linux)

JDownloader non è altro che un download manager gratuito e open source che consente di scaricare i file multimediali presenti su YouTube.

Per scaricare JDownloader:

  1. Collegarsi al sito internet ufficiale;
  2. Scegliere il proprio sistema operativo;
  3. Cliccare su Download.

Per installarlo invece:

  1. Aprire il file appena scaricato per iniziare l’installazione.
  2. Cliccare sul pulsante Sì nella finestra apertasi e attendere qualche secondo affinché vengano scaricati da Internet tutti i componenti necessari al funzionamento del software.
  3. Una volta terminato il download, selezionare la voce Advanced installation per portare avanti il processo d’installazione.
  4. Cliccare Next sulla schermata successiva, poi su Accept.
  5. Per concludere, Skip all sulla successiva schermata e Finish.

Come utilizzare JDownloader:

  1. Avviare JDownloader e lasciarlo in esecuzione.
  2. Aprire il browser.
  3. Collegarsi a YouTube, individuare i contenuti multimediali di nostro interesse e copiare gli indirizzi con il tasto destro del mouse e successivamente selezionando la voce “Copia link”.
  4. A questo punto, una notifica di JDownloader avvertirà l’utente di aver catturato il collegamento selezionato.
  5. Tornare nella finestra principale di JDownloader e cliccare sulla scheda Cattura collegamenti.
  6. Clicca sul pulsante Play posto in alto a sinistra per avviare il download di tutti i video di YouTube di cui si è copiato gli indirizzi.

Scaricare video da YouTube usando ClipGrab (Windows | macOS)

Un altro software gratuito che consente di effettuare questa operazione è ClipGrab. Questo software, compatibile con Windows e macOS, permette di scegliere in dettaglio il formato di output dei video da scaricare. Come installarlo ed utilizzarlo?

  • Collegarsi alla homepage del programma e cliccare sul pulsante Free Download.
  • Nel caso si tratti di un’installazione su Microsoft Windows:
    • Aprire il pacchetto d’installazione appena scaricato e procedere con la procedura d’installazione fino alla conclusione.
  • Nel caso si utilizzi macOS:
    • Non bisogna far altro che aprire il pacchetto dmg scaricato e trascinarlo nella cartella Applicazioni.
  • A questo punto, avviare ClipGrab.
  • Selezionare la scheda Downloads e incollare l’URL del video di YouTube di nostro interesse nel form posto al centro dello schermo.
  • Selezionare il formato di file in cui si desidera scaricare il video dal menu a tendina Formato.
  • Scegliere una delle risoluzioni nel menu Qualità.
  • Cliccare sul pulsante Scarica questo clip per avviare il download.

Estensioni per Scaricare Video Youtube

Per concludere questa guida dettagliata, ecco alcune estensioni disponibili per Google Chrome, Mozilla Firefox e Safari che consentiranno all’utente di scaricare video da Youtube gratuitamente e senza l’ausilio di programmi aggiuntivi.

Google Chrome

Google ha ormai deciso da tempo di di bloccare le estensioni per il proprio browser che permettono il download diretto di video da YouTube. Inoltre, a partire dalle versioni più recenti del browser, non è più possibile installare add-on scaricati al di fuori del Chrome Web Store ufficiale. Ma ci sono due alternative per ovviare a questa situazione:

  1. Ricorrere a un servizio web online come quelli sopracitati.
  2. Installare l’estensione Tampermonkey, la quale consente di eseguire script esterni.
    • Per installarla, cliccare sul link e premere il tasto Aggiungi nella nuova finestra apertasi.
    • Una volta installata, sarà possibile caricare uno script che consenta di scaricare video da YouTube.

Fra i migliori script disponibili per Tampermonkey vi è YouTube Links, che consente di prelevare filmati da YouTube in vari formati e risoluzioni.

È possibile installarlo facilmente su Chrome cliccando prima sul pulsante Installa questo script e poi su Installa.

Una volta completata l’installazione, basterà collegarsi alla pagina di YouTube del video di nostro gradimento, cliccare con il tasto destro del mouse sul pulsante relativo al formato in cui si vuole prelevare il filmato e selezionare la voce Salva link con nome dal menu che compare.

Mozilla Firefox

Se si vuole scaricare video da Youtube tramite Firefox, basterà installare l’estensione Video DownloadHelper. Per installarla ed utilizzarla su Firefox basterà:

  1. Accedere a Mozilla Addons e cliccare sul pulsante “Aggiungi a Firefox” nella pagina relativa al download su Mozilla Addons.
  2. Una volta installato, riavviare il browser.
  3. Collegarsi a YouTube e avviare la riproduzione del contenuto che si vuole scaricare sul proprio PC.
  4. Cliccare sull’icona di Video DownloadHelper posta in alto a destra nella barra degli strumenti del browser, rappresentata da dei pallini colorati.
  5. Selezionare il nome del file che si vuole scaricare.

N.B. Video DownloadHelper è disponibile anche per Chrome, ma non consente di effettuare lo stesso lavoro per le restrizioni di cui si è parlato nell’apposito paragrafo.

Safari

Se si utilizza Safari come browser predefinito basterà installare ClickToPlugin, un’estensione che ha come compito principale quello di bloccare l’esecuzione automatica di contenuti in Flash e Silverlight, sostituendoli con video in formato HTML5. Ma nonostante il suo compito ufficiale sia questo, dà anche la possibilità di effettuare il download in locale dei video di YouTube con una risoluzione massima di 720p.

Per installare ClickToPlugin in Safari basterà:

  • Collegarsi alla homepage ufficiale e scaricare l’add-on cliccando sul link Download ClickToPlugin x.x posto all’inizio della pagina.
  • Aprire il file con estensione .safariextz e confermare l’aggiunta dell’estensione in Safari.

Per utilizzare ClickToPlugin invece:

  • Per scaricare i video da YouTube, fare clic con il tasto destro su un video qualsiasi di YouTube.
  • Selezionare la voce Scarica video dal menu che compare.

Scaricare video da YouTube da Android ed iOS

N.B. Scaricare video protetti da copyright è un reato. Chimerarevo, avendo scritto questo articolo a puro scopo illustrativo, non si assume alcuna responsabilità dell’utilizzo degli strumenti fatti in questo articolo.

Sfondi Desktop HD: dove scaricarli

By Clara Macheda

sfondi desktop

La ricerca del comfort lavorativo, soprattutto in ambienti chiusi come gli uffici, ha assunto nel tempo un ruolo molto importante. Non a caso l’ergonomia intesa come scienza multidisciplinare che trova il suo centro nell’interazione tra uomo e ambiente, è tenuta in grande considerazione da aziende che, come Google e Facebook, hanno reinventato il concetto di “ufficio” proponendo ai propri dipendenti open space, aree svago e postazioni altamente personalizzabili.

Personalizzazione” è in effetti un’altra parola chiave soprattutto se ci si riferisce all’ambito informatico. Passare molte ore davanti a uno schermo, infatti, potrebbe divenire una vera e propria tortura se tutto fosse appiattito da un rigido standard da seguire. Ecco quindi che i dettagli diventano dei piccoli appigli per evadere dalla routine di un piano di lavoro non particolarmente stimolante oppure in caso di semplici giornate no.

La personalizzazione dei dettagli passa anche attraverso gli sfondi desktop

Cosa intendiamo per dettagli? È presto detto, un tappetino per mouse che ricordi le vacanze estive, quella piccola action figure di Darth Vader posizionata accanto allo schermo, una tastiera retroilluminata oppure un’immagine di sfondo, magari in HD, che faccia sognare almeno per qualche secondo; e proprio gli sfondi desktop sono il soggetto principale di questa nuova guida di Chimerarevo.

Appurata l’importanza della personalizzazione ci si potrebbe affidare, per abbellire lo schermo del proprio PC a foto personali, magari scattate in momenti speciali della vita. Tuttavia ci si potrebbe scontrare contro la bassa qualità dell’immagine oppure contro dimensioni non perfettamente calzanti per il monitor. Perché non utilizzare quindi immagini appositamente create (o modificate ad hoc)?

Come al solito, il Web fornisce moltissime risorse a tutti coloro che desiderano dare un tocco personale al proprio schermo. È anche vero, però, che la ricerca di immagini salvaschermo in HD potrebbe non essere semplicissima visto che molto spesso ci si imbatte in siti poco affidabili o ingannevoli che mettono a repentaglio la sicurezza dei PC.

Proprio per questo abbiamo fatto diverse ricerche e abbiamo compilato una lista di quelli che sembrano effettivamente siti affidabili da cui scaricare sfondi desktop.

Dove trovare sfondi desktop in HD

  • HDwallpapers.net: HD Wallpapers & Desktop Backgrounds è un portale davvero interessante e sempre aggiornato, all’interno del quale è possibile reperire un gran numero di sfondi desktop di qualità eccellente. Navigando all’interno del sito sarà possibile accedere ad un numero altissimo di categorie il che consentirà di effettuare eventualmente una ricerca tarata sui propri gusti personali.
  • Unsplash: sulla stessa linea di HDwallpapers e con una grafica piuttosto simile, Unsplash offre una raccolta di immagini gratuite e accomunate dalla bellezza dei soggetti. Anche in questo caso, i gusti di ognuno saranno soddisfatti grazie anche alla suddivisione per categorie che semplifica molto la ricerca. Tra i gruppi di immagini più interessanti ci sono quelle dedicate al mondo del lavoro (Business images), alla natura (Nature images), alla tecnologia (Technology images) e al viaggio (Travel images).
  • Pexels: su Pexels sarà possibile reperire immagini gratuite utilizzabili sia per scopi personali che per propositi commerciali (purché siano legali, ovviamente). Anche in questo caso la suddivisione in categorie consente una navigazione rapida per argomenti (Love, Night, Flowers, Desert, Business, Landscape, Fashion, People, Abstract, Travel, Black and White).
  • Psiu Puxa: sito dall’aspetto davvero accattivante, Psiupuxa propone una raccolta di immagini dedicate allo spazio e tratte dai database di Nasa, Università dell’Arizona, ESA e Hubble Site. Le foto (disponibili a varie risoluzioni per Desktop, tablet e smartphone), sono corredate da ampie descrizioni e riferimenti per i più appassionati. Sognare le “navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione” sarà semplicissimo.sfondi desktop
  • Dual monitor background: dmb è, come si potrà intendere dal suo stesso nome, un fornito sito di sfondi dedicati a computer multi-monitor. Un’ottima risorsa per tutti coloro che sono soliti utilizzare, per svago o per lavoro, più di un monitor per ampliare l’area del display. Gli sfondi disponibili sono visionabili direttamente dalla Home dove è tra l’altro possibile ordinarli per data, rating, popolarità oppure in maniera randomica.sfondi desktop
  • Sfondi e temi ufficiali Microsoft cui abbiamo dedicato due guide approfondite, Sfondi Desktop Windows 10, Temi Desktop Windows 10, la cui lettura è consigliata anche per tutti coloro che vorranno imparare a scaricare e modificare agevolmente nuove combinazioni di temi e sfondi sul proprio PC.
  • Interfacelift.com: InterfaceLIFT è un fornitissimo portale che mette a disposizione sfondi desktop (3909, come riportato sulla home del sito), ordinabili in base alla data di pubblicazione, al numero di downloads, alla valutazione e ai commenti degli utenti, in maniera randomica oppure secondo i preferiti personali. Non solo, InterfaceLIFT rileva automaticamente la risoluzione dello schermo dal quale si sta visitando il sito e nella sezione “Resolution” dà la possibilità di indicare le dimensioni (e la tipologia) del monitor o display che si sta utilizzando. Il tutto allo scopo di filtrare ulteriormente le immagini dedicate al proprio device. sfondi desktop
  • Social wallpapering: socwall è un contenitore di immagini in alta definizione. È possibile navigare all’interno del portale semplicemente scorrendo le oltre 700 pagine di contenuti, oppure ci si può affidare alla ricerca per categorie. In questo caso sarà sufficiente cliccare sul tasto “Browse” per visionare i gruppi di immagini correlate (ad esempio Anime, Art, Buildings, Computer, Fantasy e Games).sfondi desktop

Altre siti dedicati agli sfondi

Sulla stessa linea dei precedenti siti ecco una raccolta di altre possibili fonti da dove scaricare sfondi desktop in alta definizione e non:

  • Wallheaven: questo sito propone un fornitissimo database di immagini divise in sezioni (Latest, toplist, random, upload).
  • Deviantart, sezione Wallpapers: la celeberrima comunità online di artisti e aspiranti tali nata all’inizio del nuovo millennio propone anche una fornita sezione dedicata agli sfondi desktop. Le oltre 20 categorie disponibili renderanno giustizia anche ai palati più difficili.
  • eWallpapers: eWallpapers, con il suo motto “we fill your desktop” si incarica di un compito ambizioso. Siamo sicuri però che tra le 17 categorie e le immagini a tutte le risoluzioni immaginabili, l’utente potrà trarre una discreta soddisfazione.
  • Splashify: installando il programma open source (per macOS o Windows), si avrà accesso a un buon numero di sfondi desktop in HD. L’abbiamo provato e pare affidabile!
  • Windows7themes.net: sito che raccoglie temi e Wallpapers in HD per Windows 7, Windows 8 (e 8.1). È inoltre disponibile una interessante sezione dedicata ai temi per browser (Google Chrome e Firefox).
  • DesktopEarth: DesktopEarth è un generatore automatico di sfondi rappresentanti il pianeta Terra. In modo molto interessante le varie fasi di rotazione e di illuminazione del nostro Pianeta sono rappresentate accuratamente in relazione alla posizione rispetto al sole e quindi in dipendenza dell’ora, del giorno e dell’anno corrente. Il software è disponibile per Android, OS X e Windows.
  • Simple Desktops: questo sito curato da Tom Watson, offre un’interessante raccolta di sfondi minimal per Mac, iOS e Android, studiati appositamente per dare un tocco di design allo schermo del proprio computer senza creare eccessive distrazioni.
  • Desktop Nexus
  • Desktoppr
  • Wallpapers wide

Altre possibili fonti di sfondi desktop in HD

Se i siti sopra citati e nati appositamente per fornire all’utente immagini da impostare come sfondi desktop non fossero sufficienti, ci si potrà rivolgere anche a grandi “contenitori indiretti di immagini”. Siti che per la loro natura non nascono come database di Wallpapers ma che mettono comunque a disposizione dell’utente un numero altissimo di immagini che, ipoteticamente potrebbero divenire degli ottimi sfondi. Tra questi:

…e chi più ne ha, più ne metta!

Come recuperare file cancellati dal PC

By Clara Macheda

recuperare file cancellati dal pc

A chiunque sarà capitato, per fretta o per errore, di eliminare un documento oppure un file importante. Dopo le legittime imprecazioni, il pensiero sarà sicuramente andato al Cestino, che ha salvato moltissimi computer da giustificate defenestrazioni. Che fare se invece l’eliminazione del contenuto è stata definitiva? È presto detto, esistono moltissimi software, gratuiti o a pagamento, che consentono di recuperare file cancellati dal PC.

Sebbene alcuni dei programmi che elencheremo in questa guida hanno dato risultati di recupero files davvero ottimi, non è tutto rose e fiori. Affinché il recupero dei contenuti avvenga in maniera ottimale, infatti, è necessario che quel settore di memoria occupato dal file erroneamente eliminato, non sia stato sovrascritto (ne avevamo già parlato nella guida: come recuperare immagini cancellate Android). In caso contrario recuperare i dati sarebbe molto più difficile e dedicato ad aziende specializzate in data recovery da hard disk.

Pessimismi a parte, abbiamo testato per voi alcuni dei software che tendono una mano a chiunque si trovi nella necessità di recuperare dati da hard disk interni o esterni.

Recuperare file cancellati da PC

Recuperare file cancellati da PC con Recuva

Recuva non ha di certo bisogno di presentazioni, è probabilmente il più celebre tra i software di data recovery e garantisce una buona performance anche nella sua versione gratuita. Che si siano persi dati da PC Windows, da SD card o da player MP3, Recuva promette di rimediare a tutti gli errori degli utenti sbadati.

Ecco come funziona:

  • Per prima cosa è necessario effettuare il download di Recuva, in una delle versioni disponibili (free oppure a pagamento).
  • Effettuare il setup iniziale, dopodiché partirà in automatico il tool Recuva Wizard che assisterà l’utente nella fase di recupero dei dati.recuperare file cancellati dal pc
  • Nella seconda finestra di dialogo verrà richiesto di scegliere tra le tipologie di contenuti recuperabili (tutti le tipologie, immagini, musica, documenti, video, files compressi, messaggi di posta). Cliccare quindi su “Next”.recuperare file cancellati dal pc
  • Nella terza finestra verrà richiesta invece la localizzazione dei files di interesse (ammesso che l’utente la ricordi). Anche in questo caso, una volta effettuata la propria scelta, cliccare su “Next”.recuperare file cancellati dal pc
  • A questo punto Recuva sarà pronto per effettuare una scansione e a restituire una lista dei files recuperati. Si potrà eventualmente abilitare anche una forma di ricerca più approfondita (“Deep Scan”).recuperare file cancellati dal pc
  • Dopo un tempo di ricerca variabile in base alla quantità di files da scansionare e alla memoria dell’hard disk, verranno restituiti i risultati che potranno essere recuperati (tramite selezione, click con tasto destro, “Recover Highlighted”), ordinati secondo diversi filtri, oppure copiati. Al termine della prima scansione sarà poi possibile effettuarne una seconda ancora più approfondita. Davvero semplice e intuitivo!recuperare file cancellati dal pc

Recuperare file cancellati da PC con Disk Drill (ex Pandora File Recovery)

Come riportato sul sito ufficiale pandorarecovery.com, “Pandora Recovery diventa Disk Drill”, che rappresenta l’evoluzione del precedente servizio e ne integra e migliora tutte le funzionalità. La versione gratuita di questo software è limitata da un recupero dati fino massimo a 500Mb, mentre la versione PRO è offerta con il 50% di sconto (da 89 a 39$).

Ecco come funziona:

  • Scaricare Disk Drill e procedere all’installazione guidata.
  • A installazione completata Disk Drill si avvierà automaticamente e mostrerà un breve tutorial che specifica alcune utili informazioni tra le quali quella che riguarda la possibilità di recupero di un file solo se la preview è correttamente visualizzabile su Disk Drill.recuperare file cancellati dal pc
  • Verrà quindi proposto l’eventuali upgrade alla versione Pro (a pagamento). Cliccando su “Get Started” invece, si potrà utilizzare liberamente la versione gratuita del programma (visibile fin da subito in back ground).recuperare file cancellati dal pc
  • Il primo step per l’effettivo utilizzo di Disk Drill obbligherà a scegliere tra i drive o le eventuali partizioni presenti sul PC.recuperare file cancellati dal pc
  • Cliccando sulla linguetta posta vicino al tasto “Recover” si potrà optare per una ricerca approfondita, la ricerca di una partizione oppure per entrambe le tipologie di ricerca. Cliccando sul pulsante “Extras” invece si potrà effettuare un backup del disco.recuperare file cancellati dal pc
  • Al termine della scansione verranno restituiti risultati che saranno organizzabili in base alla tipologia di file.

Recuperare file cancellati da PC con Wise Data Recovery

Wise Data Recovery è scaricabile in maniera del tutto gratuita dal sito ufficiale. Il funzionamento è grossolanamente speculare a quello dei software sopra citati e l’interfaccia estremamente intuitiva, lo rendono ancora più semplice il suo utilizzo:

  • Effettuare il download dell’eseguibile e avviare l’installazione al completamento della quale Wise Data Recovery si avvierà in automatico.recuperare file cancellati dal pc
  • Basterà cliccare su “Scansiona” e il programma inizierà a scansionare il disco che si sarà precedentemente selezionato. Restituirà poi una serie di risultati che verranno suddivisi in base al grado di recuperabilità in “Good”, “Poor”, “Very Poor”.recuperare file cancellati dal pc
  • Dopo aver individuato i files di interesse, sarà sufficiente selezionarli, cliccare su “Recupera” e scegliere dove memorizzarli per poi attendere il termine del recupero.
  • illustrerà le principali funzionalità del programma, effettuando dei focus su ciascuna di esse.

Altri software per recuperare dati da PC

Prima di concludere questo nostro articolo riguardante i migliori programmi utili al recupero di files cancellati da PC è importante sottolineare come il panorama dei programmi di data recovery sia estremamente ampio.