Silverblue sarà in grande forma per Fedora 30!

By Salvo Cirmi (Tux1)

Se ricordate, nel momento in cui vi parlai delle novità di Fedora 29, nel changelog inserii Fedora Silverblue che, detto così, in pochi conoscono, ma se vi dicessi Fedora Atomic Workstation? (mente continuo il discorso, date un’occhiata alle novità di Fedora 29 se vi va):

Fedora 29 sarà un rilascio interessante: ecco tutte le novità!

ebbene si, Fedora Atomic Workstation ha cambiato nome e adesso è conosciuta come Fedora Silverblue, con un nuovo e fiammeggiante team di developers, nuovi progetti e, soprattutto, e costruito attorno RPM-OSTree. L’obiettivo del progetto è quello di costruire un sistema dove le applicazioni sono separate dal sistema e gli aggiornamenti sono atomic.

Il nuovo logo di Silverblue.

Tornando alla notizia, questo Ottobre avremo Linux Fedora 29 con la prima edizione di Fedora Silverblue, ma la prossima primavera, con l’arrivo di Fedora 30, avremo un rilascio molto più completo e maturo.

Per altre notizie su Silverblue, vi CONSIGLIO CALDAMENTE questo pdf.

1300 corsi online gratuiti delle migliori università del mondo

By Marco Giannini

Uno degli aspetti più belli e stimolanti dell’era di internet è la possibilità di avere accesso al libero sapere. Diversi siti offrono raccolte di materiale gratuito ma la più completa attualmente disponibile è quella fornita dal sito Open Culture.

Il sito Open Culture ha infatti realizzato una raccolta con ben 1300 corsi online gratuiti realizzati dalle principali università del mondo. All’interno del catalogo troviamo corsi realizzati da università del calibro di Stanford, Yale, MIT, Harward, Berkeley e Oxford.

È possibile scaricare questi corsi sia in formato audio che video in modo da poterli ascoltare quando si desidera. Sono oltre 45000 ore di lezioni gratuite che coprono (quasi) ogni branca del sapere.
Due sono i requisiti fondamentali per seguirli: una buona conoscenza della lingua inglese e tanta voglia di imparare.

Come cancellarsi da Booking

By Salvatore Staine

Booking è il famosissimo portale che permette di prenotare l’alloggio della vacanza con vantaggiose promozioni e soprattutto condizioni. Con Booking prenotare l’alloggio è semplice e tra le condizioni, quella che ha conquistata la fama è sicuramente la possibilità di cancellare la prenotazione. Non sempre però le condizioni proposte possono piacere. Si sa, il gusto è totalmente personale, per cui dopo aver effettuato l’iscrizione potrebbero esserci ripensamenti. Questi ripensamenti, potrebbero portarvi anche a pensare di cancellarvi da Booking.

Se ritenete sia un processo un po’ complesso, seguite la nostra guida su come cancellarsi.

Come cancellarsi da Booking tramite browser

Il metodo più semplice e veloce per cancellarsi da Booking è sicuramente attraverso il browser del vostro PC. Se non aveste a disposizione un PC, potrete tranquillamente eseguire questa procedura anche tramite smartphone o tablet, basterà guardare la sezione in basso.

  • Collegati al sito Booking;
  • Se non hai un account creane uno nuovo dalla voce “Registrati“;
  • Se fossi già in possesso di un account clicca su “Accedi“;
  • Dopo esserti registrato, o dopo aver effettuato l’acceso in alto a destra apparirà il tuo nome (il nome che hai utilizzato durante la registrazione);
  • Clicca sul tuo nome e ti apparirà un menù;
  • Clicca ora sulla voce “Impostazione“;
  • Dopo aver cliccato ti porterà sulla tua pagina personale;
  • Scendendo in basso, alla fine di tutto, troverai una scritta piccola;
  • Su questa scritta piccola è riportata la seguente frase “Clicca qui per eliminare il tuo account su Booking.com. Ci mancherai!“;
  • Cliccando sulla frase, potrai cancellarti da Booking;
  • Dopo averla premuta, dovrai anche dare una “motivazione” che servirà a Booking per migliorare con gli altri utenti.




Come cancellarsi da Booking tramite smartphone

Se invece non disponeste di un PC per poter effettuare la cancellazione del vostro account Booking, potrete rimediare attraverso uno smartphone o un tablet. Per cancellarsi da Booking, bisognerà collegarsi al browser del vostro dispositivo e seguire i passaggi successivi.

  • Collegati al browser del tuo smartphone o tablet (es: Safari, Google Chrome, Firefox…);
  • Cerca Booking o clicca qui per collegarti al sito di Booking;
  • In alto a destra ti apparirà questo simbolo clicca su per accedere;
  • Immetti Email e Password per accedere a Booking;
  • Dove prima era presente questo simbolo , apparirà ora la foto (se l’hai inserita) che ti indicherà il profilo e dovrai cliccarci su;
  • Vi aprirà una pagina con le prenotazioni effettuate e quindi scendi in basso fino ad “Impostazioni“;
  • Clicca su Impostazioni.

Cliccando su “Impostazioni“, non ci sarà nessuna menzione, o altro, per permettervi di cancellarvi da Booking. Quindi la soluzioni più facile e veloce sarà richiedere il sito desktop, per poter accedere alla versione “completa“.

Quindi:

  • Clicca sulla voce “Impostazione“;
  • Scendendo in basso troverai una scritta piccola;
  • Cliccando sulla frase, potrai cancellarti da Booking;
  • Dopo averla premuta, dovrai anche dare una “motivazione” che servirà a Booking per migliorare con gli altri utenti.





AMDGPU-PRO 18.30: disponibili i nuovi driver AMD per Linux

By Matteo Gatti

amdgpupro 18.30

AMD ha rilasciato una nuova versione dei driver AMDGPU-PRO per le schede video Radeon. Stiamo parlando di AMDGPU-PRO 18.30, release attesa da tempo che va a rimpiazzare AMDGPU-PRO 17.30.

Innanzitutto il driver supporta la nuova AMD Radeon PRO WX 8200 e introduce una nuova funzionalità Wattman-like (utility per il power management). Le distribuzioni più recenti di Ubuntu, Red Hat Enterprise Linux e CentOS sono ufficialmente supportate: Ubuntu 18.04.1 LTS (Bionic Beaver), Ubuntu 16.04.5 LTS (Xenial Xerus), Red Hat Enterprise Linux 7.5, Red Hat Enterprise Linux 6.10, CentOS 7.5 e CentOS 6.10.

SUSE Linux Enterprise Desktop e Server (SLED/SLES) 12 Service Pack (SP) 3 sono supportati mentre non lo è SUSE Linux Enterprise 15.

AMDGPU-PRO 18.30: le novità

Il driver grafico “Radeon Software for Linux 18.30” ha istruzioni per l’installazione aggiornate e lo script di installazione è in grado di gestire le dipendenze (non richiede più agli utenti di scaricare lo script di preinstallazione durante l’installazione del driver AMDGPU-PRO su Red Hat Enterprise Linux e CentOS Linux).

Con questa release, AMD ha portato Vulkan SDK alla versione 1.1.77.0, che deve essere installata sul vostro pc se desiderate utilizzare il driver di grafica Vulkan con la GPU AMD Radeon. Chi è interessato a maggiori informazioni sulla nuova funzionalità Wattman dovrebbe controllare lo script di esempio incluso nella cartella “examples” del pacchetto amdgpu-dkms.

Per ulteriori dettagli su questa release, per l’elenco delle schede video supportate e per il download dei driver vi rimando al sito ufficiale di AMD.
308,39€
26 new
from 308,39€
1 used from 420,00€

Amazon.it
Free shipping


Last updated on 18 agosto 2018 23:31

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, inoltre, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo AMDGPU-PRO 18.30: disponibili i nuovi driver AMD per Linux sembra essere il primo su Lffl.org.

Ecosia: il motore di ricerca che pianta alberi

By Dionisio Ciccarese

La tecnologia ha un costo, non solo economico. I colossi digitali per offrire servizi in quantità e di qualità inquinano producendo tonnellate di CO2, soffocando il nostro pianeta. Gli stessi computer casalinghi, ad esempio, durante la navigazione in rete richiedono elettricità che inevitabilmente ha un impatto ambientale. Ecosia però ha trovato una soluzione piuttosto originale per dare respiro all’ecosistema. È infatti il motore di ricerca che pianta alberi sfruttando la ricerca. Ma come? Vediamo tutto nel dettaglio.

Indice

Come funziona Ecosia

Nonostante una cosa di questo genere possa sembrare utopica e irrealizzabile, in realtà si basa su un principio alquanto semplice. Le pubblicità legate alla ricerca degli utenti generano introiti. Questi vengono direttamente impiegati per la riforestazione. Si parla di un albero piantato ogni circa 0,20€ di guadagno e ogni 1,1s. Ecosia vanta milioni di utenti e milioni di euro guadagnati e utilizzati per la causa. Le aree geografiche interessate sono quelle che più soffrono della deforestazione, quelle con maggiore biodiversità e quelle indispensabili alla vita di alcune popolazioni. Parliamo nello specifico di Madagascar, Indonesia, Nicaragua, Peru, Brasile, Burkina Faso, Tanzania, Spagna, Marocco e Ethiopia.

Come installare Ecosia

Contribuire con Ecosia è semplicissimo. Basta collegarsi a questo link ed installare l’estensione per Chrome. In pochissimi secondi sarà disponibile il motore di ricerca e nella parte superiore del browser un contatore con il numero di alberi piantati grazie alle proprie ricerche.

Per chi invece volesse contribuire anche in mobilità esiste Ecosia Browser, sia per Android che per iOS. Si tratta di un browser rapido e veloce che lascia gli utenti estremamente soddisfatti e contenti di contribuire.

Trasparenza

Ecosostenibilità non è l’unica parola d’ordine di Ecosia. Trasparenza e sincerità verso gli utenti sono determinanti in un progetto del genere. Se non vi fosse fiducia non sarebbe possibile. Per questo pubblica mensilmente i suoi report finanziari e le ricevute della forestazione consultabili a questo link.

Privacy

La privacy è importante, anzi vitale. In un clima invasivo come quello di Internet, Ecosia promette di non condividere con terzi i dati relativi alle ricerche, di non usare strumenti di tracciamento, di non conservare le ricerche e di criptarle.

Altri articoli utili

Il mondo della ricerca e della navigazione in rete non finisce qui. Perché non dare una lettura ad altri articoli?

Usare Chrome come Antivirus per rimuovere virus e malwareGoogle Chrome ha introdotto di recente uno strumento per analizzare la presenza di eventuali virus sul nostro PC. Vediamo come utilizzarlo.

I migliori browser AndroidDi browser ve ne sono parecchi e di gusti… pure! Vediamo insieme la lista dei migliori browser per Android: qual è il vostro preferito?

Ripristinare schede browser chiuse per sbaglioChiudere accidentalmente una scheda del browser mentre navighiamo è molto comune.Vediamo insieme come fare a ripristinare le schede browser chiuse per sbaglio.

I migliori browser per iPhone e iPadIn questo articolo vi proponiamo i migliori browser per iPhone e iPad che si contraddistinguono per funzionalità, esigenze, grafica e altri elementi.

LXDE

By Salvo Cirmi (Tux1)

Sviluppatore: Hong Jen Yee (detto “PCMan”)

ed il team LXDE

Scritto in: C

Toolkit: Qt, GTK+ 2

Sistema operativo: Unix-Like, BSD

Licenza: GNU GPL, GNU LGPL

La descrizione di Tux1!

LXDE (acronimo di Lightweight X11DesktopEnvironment) è un ambiente desktop nato nel 2006 per mano dello sviluppatore taiwanese Hong Jen Yee, che voleva creare un DE particolarmente leggero ed efficiente sotto il profilo energetico.

Il gestore finestre predefinito è Openbox, ma può essere sostituito con terzi come Fluxbox, IceWM, Xfwm ed altri ancora. Essendo estremamente leggero e parsimonioso di risorse (ma presentando un look moderno e migliore di molti altri dello stesso genere), il Desktop Environment è adatto e consigliato ad essere utilizzato su macchine con una certa età, senza voler rinunciare a delle belle interfacce.

L’obiettivo di LXDE è quello di essere estremamente leggero, reattivo ed energeticamente efficiente. Il progetto però, quasi sicuramente verrà sostituito da LXQt, essendone una vera e propria evoluzione.

Link e dintorni di…LXDE!

ScreenShot!




Tempi e ritmi delle relazioni | Cap. 3, Par. 1 di “Cronache dalla radura”

By Simone Aliprandi

Riporto il paragrafo 1 del capitolo 3 del libro “Cronache dalla radura. Riflessioni ed esperienze sulla complessità delle relazioni di coppia” (informazioni complete sul libro e link per ordinarlo disponibili su Nel costruire una relazione, può esserci il “diesel” che ha bisogno di carburare con calma per sentirsi a suo agio in una relazione; può esserci chi invece ha dei tempi più compressi e ha bisogno di sentire un certo ritmo. Non tutti siamo uguali su questo piano e quindi effettivamente un altro livello di criticità per la costruzione di una relazione è proprio riuscire a capire e accettare i tempi del partner e possibilmente impegnarsi per arrivare a una progressiva sincronizzazione. Certo, la pazienza, il saper aspettare, il lasciar sedimentare fatti e sentimenti, il seminare e rimanere serenamente in attesa per vedere sbocciare qualcosa di buono, sono traguardi che si raggiungono con l’avanzare dell’età. Ma indubbiamente le coppie che hanno progetti a lungo termine devono imparare a gestire questo aspetto, a qualunque età. Non sentire e non comprendere i tempi del partner è un altro forte segnale di mancanza di empatia e di intelligenza emotiva. Imporre i nostri tempi al partner, forzare il partner a seguire i nostri ritmi, senza passare attraverso il dialogo, la condivisione e la negoziazione, è solo un altro modo per cercare di portarlo dentro il nostro castello e addomesticarlo.
Di storie di persone che hanno forzato i tempi di una relazione rovinando tutto ne avrei a bizzeffe, e ci vorrebbe un libro a sé per raccontarle. Dagli uomini che per andare al sodo sessualmente sviliscono la bellezza di un sentimento che si stava radicando; a donne che ossessionate da traguardi come il matrimonio, la convivenza, la maternità iniziano a irrigidirsi e a mettere il partner di fronte a prove e ultimatum inutili e inopportuni.
Sono tutti comportamenti figli dell’insicurezza e della debolezza; perché in fondo è proprio vero che la pazienza è la virtù dei forti, anche nelle dinamiche relazionali.

Come unire due foto con iPhone

By Andrea Rossi

layout for instagram

Unire due foto con iPhone può essere un’operazione necessaria se volete costruire un bel collage con scatti che avete catturato in tempi diversi. Il primo pensiero che vi verrà in mente sarà sicuramente quello di mettere mano al vostro PC ed elaborare le immagini con qualche complesso programma di fotomontaggio.

In realtà, se avete già iniziato a spaventarvi, dovete sapere che esistono applicazioni che permettono di affiancare due foto con iPhone direttamente dallo smartphone. Basterà scaricarle direttamente da App Store per poi svolgere tutta l’operazione direttamente dal vostro dispositivo marchiato Apple.

Se volete saperne di più e imparare a eseguire questa operazione senza nessun tipo di aiuto esterno, tutto quello che dovete fare è seguire la nostra guida passo per passo e arrivare alla fine di questo articolo. Vi garantiamo che tutto questo non vi ruberà più di qualche minuto.

Layout from Instagram

La prima applicazione che andremo a presentarvi per unire foto con iPhone si chiama Layout from Instagram. Anche se nata espressamente per interagire con il social network, si tratta di una delle migliori alternative del suo genere e permette di portare a termine il vostro compito in maniera facile, veloce e gratuita.

Una volta scaricata e installata, l’applicazione si presenta con un’interfaccia decisamente intuitiva. Non dovrete fare altro che selezionare le foto che volete unire su iPhone e scegliere una delle composizioni che vi vengono presentate in alto facendoci tap sopra.

Nella schermata successiva potrete regolare le immagini come meglio credete e modificarle con alcune opzioni che non richiedono una conoscenza approfondita dell’argomento. Una volta terminata la modifica sarà sufficiente premere sul pulsante done” per far comparire il collage all’interno del rullino.

layout for instagram

Pic Collage

Altra interessantissima applicazione per unire foto con iPhone è Pic Collage. A differenza di quella che abbiamo visto in precedenza, molto semplice ma con poche personalizzazioni, questa volta avrete la possibilità di modificare radicalmente le vostre immagini preferite.

Prima di tutto però, quando aprite l’applicazione per la prima volta, dovrete concedere i permessi per accedere alla libreria. Ora, fra tutti gli scatti che avete nel rullino, dovrete scegliere quali inserire nel collage e premere il simbolo a forma di spunta presente in alto a destra.

pic collage
pic collage

Come potete vedere dalle immagini qui sotto, le possibilità di layout sono davvero tante e spaziano da quelle più classiche ad altre molto più elaborate. Una volta che avete deciso quale fa al caso vostro, sarà sufficiente premere su “Prossimo”.

pic collage

Come ultimo passaggio, se volete, non vi resta che decidere quali effetti applicare o stickers utilizzare per la personalizzazione, dopo di che, nella pagina successiva, scegliere se salvare il collage o pubblicarlo direttamente in uno dei social disponibili.

pic collage
pic collage

LiveCollage

Nel caso in cui le precedenti alternative per unire foto su iPhone non vi abbiano accontentato, continua la nostra scoperta alla volta delle migliori applicazioni dedicate. In questo caso ci occuperemo di LiveCollage, software gratuito e dalle grandi potenzialità.

Anche in questo caso, durante il primo avvio, dovrete garantire i permessi per accedere alle vostre foto e di seguito scegliere uno dei layout disponibili per il collage.

LiveCollage
LiveCollage

Adesso, per inserire le immagini da affiancare, fate tap sui + presenti al centro del riquadro. Verrete reindirizzati direttamente al vostro rullino dove potrete sceglier fra tutti gli scatti che avete eseguito fino a questo momento.

LiveCollage

Una volta caricate le immagini, grazie alla barra di modifica, avrete la possibilità di applicare filtri, cambiare lo sfondo, inserire un testo o uno sticker. Dopo aver apportate le adeguate modifiche, per salvare il vostro lavoro, non vi resta che premere sull’icona di download presente in alto a destra e attendere lo scaricamento.

LiveCollage
LiveCollage

Photo Collage Pro Editor

Chiudiamo questa nostra speciale classifica dedicata alla migliori applicazioni per unire foto su iPhone, con Photo Collage Pro Editor. Si tratta anche in questo caso di un’alternativa ricca di opzioni a vostra disposizione, per fare molto di più rispetto a un semplice collage fra foto.

Appena avviata l’applicazione vi troverete di fronte a decine di layout diversi per incorniciare le vostre foto. Scegliete quello che preferite e fate tap sui riquadri vuoti per scegliere le immagini che desiderate affiancare.

Photo Collage Pro Editor
Photo Collage Pro Editor

Adesso, se avete intenzione di apportare ulteriori modifiche, potete farlo tramite la barra che trovate in basso. Le opzioni che trovate sono davvero tante e vi permetteranno di personalizzare l’immagine a vostro piacimento.

Photo Collage Pro Editor

Per effettuare il download all’interno della memoria, fate tap sul simbolo in alto a destra, scegliendo la risoluzione che ritenete più consona. Non vi rimane che attendere qualche secondo per lo scaricamento dell’immagine.

Photo Collage Pro Editor
Photo Collage Pro Editor

Altri articoli interessanti e conclusioni

Se all’inizio di questa guida avevate dei dubbi, avete potuto rendervi conto da soli che unire due foto con iPhone è davvero un gioco da ragazzi. Tutte le applicazioni che vi abbiamo consigliato, anche se presentano inserti pubblicitari, sono completamente gratuite e vi aiuteranno nel vostro intento senza dover sborsare nemmeno un centesimo.

Se poi siete interessati all’argomento della modifica immagini e volete saperne di più, vi lasciamo alcuni articoli che siamo sicuri troverete interessanti.

Come scoprire se una foto è stata ritoccataAvete dei dubbi se una foto è stata modifcata oppure no? Potete toglierveli sfruttando degli appositi programmi e strumenti online che trovate nell’articolo.

Collage foto: migliori siti, app e programmiVolete creare un collage fotografico per ricordare una giornata speciale passata con gli amici o con la vostra fidanzata? Ecco tutte le soluzioni disponibili su PC, smartphone/tablet e Web.

Creare video con foto e musica: le migliori appAttraverso delle apposite applicazioni, disponibili per Android e iOS, è possibile realizzare dei filmati davvero unici da mostrare agli amici. Nell’articolo trovate le migliori reperibili in questo momento!

Modificare foto online: i migliori sitiEcco i migliori siti di editing per modificare foto online, utili per effettuare modifiche senza avere la necessità di installare programmi.

Migliori app fotomontaggi per Android, iPhone e iPadEcco a voi la lista delle migliori app fotomontaggi disponibili per Android, iPhone e iPad. Abbiamo raccolto per voi anche una serie di servizi web!

Huji Cam: l’app che scatta foto in stile 1998Sui social stanno spopolando le foto in stile 1998. Il merito è della nota app Huji Cam. Vediamo insieme come utilizzarla.

Come rimpicciolire foto (Android e iOS)Memoria piena? Troppe foto e troppo pesanti? Nessun problema. Vediamo come ridimensionarle per risparmiare memoria e non avere più problemi!

ASUS inizia a vendere laptop Linux con Endless OS

By Salvo Cirmi (Tux1)

Anche ASUS si unisce alla festa e, insieme a molti produttori già citati in precedenza come Dell e Lenovo, comincia a vendere laptop con una distribuzione Linux personalizzata di nome Endless OS, di cui vi avevo parlato tempo fa e che potete visionare in maniera completa al seguente link:

Endless OS

in realtà, non è la prima volta che ASUS adotta un sistema Linux sui propri laptop, basti pensare che diversi anni fa, quando esplose la mania dei netbook, vendeva molti Eee PC con Linux, anche se ai tempi si trattava di Xandros Linux.

Il primo nuovo portatile di ASUS ad avere questa distro sarà il VivoBook 15 X540NAl, che a bordo avrà anche Windows 10.

ASUS ha già postato alcuni link interessanti, come un tour di Endless OS qui e alcuni link utili (Q&A) qui.

Come contattare Tiscali

By Alessio Salome

Se siete capitati nella nostra guida allora significa che volete sapere come contattare Tiscali perché magari avete un problema con la linea fissa o con quella mobile oppure con la casella del vostro indirizzo e-mail. Il noto operatore italiano offre vari canali che permettono di contattare il suo servizio clienti in modo da risolvere il problema nel minor tempo possibile.

Nelle righe successive vi indicheremo tutte le soluzioni per contattare un operatore Tiscali sia online che telefonicamente (e non solo). Non perdiamo altro tempo e vediamo subito come fare.

Indice dei contenuti

Come contattare Tiscali via telefono

È possibile mettervi in contatto con un addetto del gestore telefonico utilizzando due numeri. Ecco quali sono.

  • 130: permette di contattare l’assistenza clienti Tiscali in maniera gratuita se si chiama da rete fissa e mobile del gestore mentre è a pagamento se si telefona da altri operatori. Il costo della chiamata viene calcolato in base al piano tariffario presente sulla SIM.
  • +39.07.04.60.86.00: se vi state chiedendo come contattare Tiscali dall’estero, allora potrete affidarvi a questo numero per ricevere assistenza.

Visto che quando si tratta di contattare l’assistenza clienti via telefono sorge sempre il problema della combinazione di tasti da fare per riuscire a parlare con un addetto, Tiscali ha pensato di pubblicare sul suo sito Web un pratico albero telefonico che vi permette di scoprire i numeri da premere per ottenere assistenza.

Il servizio clienti Tiscali è disponibile nei seguenti giorni e orari:

  • Vendite: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 21.30 e sabato dalle 08.30 alle 21.00.
  • Supporto commerciale: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30.
  • Info fatturazione: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30.
  • Supporto tecnico: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30.
  • Supporto mobile: da lunedì a sabato dalle 8:30 alle 21:30.

In realtà, il noto provider italiano mette a disposizione un terzo numero riservato, però, al supporto premium che chiama in causa un tecnico specializzato: 892.130. Questo è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 21:00 e il sabato dalle 9:00 alle 19:30.

In questo caso, però, la telefonata non è gratuita. In particolare, in questo momento, le tariffe applicate da Tiscali sono di 62 centesimi al minuto se si chiama da rete fissa, 72 centesimi al minuto + 15 centesimi di scatto risposta se si telefona da rete Tiscali e 72 centesimi al minuto + 18 centesimi di scatto alla risposta se si chiama da rete Wind, 3 Italia, Vodafone e TIM.

Volevamo precisare, poi, che la seguente tariffazione si applica soltanto nel momento in cui si entra in contatto con un addetto della compagnia telefonica e inoltre vige il limite di 24 minuti a chiamata.

Se siete clienti business, potete utilizzare due numeri.

  • 192.130: è il numero riservato a tutti i clienti che hanno sottoscritto il servizio come azienda o come impresa individuale e che hanno bisogno di assistenza commerciale, amministrativa e tecnica o che intendono acquistare le offerte proposte da Tiscali. Il costo della chiamata è gratuito da rete Tiscali e da rete fissa di qualunque operatore mentre per gli altri operatori mobile si applicano i costi previsti dal piano tariffario.
  • +39.07.04.60.01.02: se siete clienti Tiscali aziende e vi trovate all’Estero, allora vi basterà chiamare questo numero per informazioni di carattere commerciale, amministrativo e tecnico. Il costo della telefonata è quello di una chiamata dall’Estero verso l’Italia.

Entrambe le numerazioni sono attive nei seguenti orari (esclusi domenica e festivi):

  • Vendite: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 21.30 e sabato dalle 08.30 alle 21.00.
  • Supporto commerciale: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30.
  • Supporto amministrativo: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 19.30.
  • Supporto tecnico: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30.
  • Supporto mobile: dal lunedì al sabato dalle 8:30 alle 21:30.

Come contattare Tiscali online

Se non avete voglia di contattare l’assistenza clienti tramite telefono, è possibile comunque utilizzare altre alternative. Ad esempio, potete usare la sezione del sito Tiscali Assistenza dove è possibile leggere le guide ai servizi offerti dall’operatore, gestire l’abbonamento e scoprire le risposte alle domande più frequenti. Se cercate un problema specifico, allora vi consigliamo di utilizzare il campo di ricerca Come possiamo aiutarti? e successivamente cliccare su Cerca nel sito per trovare la risposta.

In alternativa, è possibile affidarvi alle sezioni Internet e Telefono, Rete mobile e Servizi Internet e Sicurezza per scoprire come attivare la SIM Tiscali mobile, ricevere assistenza per la prima connessione ad Internet, verificare i consumi e pagare online le fatture e molto altro ancora. Potete trovare aiuto anche nella sezione Argomenti utili che trovate in fondo alla pagina di Tiscali Assistenza.

In alternativa, se avete bisogno di aiuto per abbonarvi, allora potete utilizzare il servizio Ti serve aiuto? accessibile dal sito web ufficiale.

Ecco come sfruttarlo al meglio:

  • Collegatevi alla home page del sito di Tiscali e cliccate sul badge rosso Ti serve aiuto? che trovate in basso a destra.
  • Dalla finestra che si apre, cliccate su Ti chiamiamo noi al telefono e scegliete Non sono cliente o Sono già cliente.
  • Se scegliete l’opzione Non sono cliente, inserite il vostro numero di cellulare all’interno del campo vuoto e cliccate su Ti chiamiamo noi per essere richiamati da un operatore Tiscali. La chiamata è senza impegno e totalmente gratuita.
  • Nel caso in cui, invece, scegliate Sono già cliente, verrete indirizzati automaticamente alla sezione offerte dove potrete attivare la promozione che si adatta più a voi.

Come contattare Tiscali su Facebook

Se siete dei tipi abbastanza social, allora potete contare sull’help desk messo a disposizione da Tiscali sulla nota piattaforma social di Mark Zuckerberg.

Seguite questi passaggi:

  • Collegatevi alla fanpage ufficiale di Tiscali Help Desk per procedere con l’inoltro della richiesta.
  • Se non si apre automaticamente la finestra della chat, cliccate su Invia un messaggio che trovate accanto a Usa l’app.
  • A questo punto, fornite quanti più dettagli possibili sul tipo di problema che avete riscontrato oppure sulla richiesta di informazioni in modo da permettere all’addetto di risolvere velocemente la cosa.

L’assistenza tramite Facebook è disponibile tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 19:30 (esclusi sabato, domenica e festivi).

Come contattare Tiscali: altre soluzioni

Se non siete riusciti a risolvere con i vari metodi elencati poco fa, allora vi proponiamo di seguito altre soluzioni a cui potete affidarvi:

  • Trovate il negozio più vicino alla vostra zona attraverso l’apposita pagina messa a disposizione dal gestore.
  • Usate l’app MyTiscali (Android/iOS/Microsoft Store) per tenere sotto controllo e gestire al meglio i servizi di rete fissa e mobile in modo autonomo.
  • Dall’Area Clienti MyTiscali è possibile gestire l’abbonamento, modificarlo, verificare lo stato di attivazione delle promozioni, aggiornare i dati personali e molto altro ancora semplicemente inserendo username e password personali.
  • Inviate un fax al numero 800.910.028 per reclami e richieste amministrative, tecniche e commerciali (solo per i clienti privati) o al numero 800.910.089 se avete bisogno di inviare la prova di pagamento o richiedere la riattivazione di un servizio sospeso.
  • Servizio clienti per i non udenti: Tiscali mette a disposizione delle informazioni e un supporto ai clienti non udenti attraverso la compilazione di un modulo online cliccando semplicemente su Accedi al modulo di assistenza presente nell’apposita pagina.
  • Se desiderate di inviare una disdetta del contratto o altri documenti in formato cartaceo, potete farlo all’indirizzo di posta ordinaria Tiscali Italia S.p.A.Servizio Clienti Località Sa Illetta S.S. 195 km 2,300 09123 – Cagliari.

Altri articoli utili

Chiudiamo l’articolo dedicato a Tiscali proponendovi qui sotto una lista di altri post presenti su ChimeraRevo che riguardano altri 3 operatori italiani molto famosi, ossia Vodafone, Wind e TIM:

Come contattare WINDA volte capita di avere problemi con la propria linea fissa oppure nel configurare lo smartphone per navigare su Internet. Ecco tutti i metodi per poter contattare WIND in caso di necessità.

Come ottenere Giga gratis con WindCome ottenere Giga gratis con Wind? Ecco tutte le soluzioni disponibili al momento proposte dal noto operatore italiano!

Offerte Wind Internet, chiamate e SMSAbbiamo raccolto per voi in questa pagina le migliori offerte WIND del momento. Grazie al nostro comparatore le tariffe sono sempre aggiornate.

Offerte passa a WindVolete passare a Wind, ma non sapete qual è l’offerta che fa per voi? Vediamo quali sono le migliori offerte Wind per i nuovi clienti.

Come contattare VodafoneEsistono vari metodi per poter contattare il servizio clienti di Vodafone. Abbiamo deciso di realizzare un articolo dove vi elenchiamo tutte le soluzioni disponibili.

Come verificare credito residuo VodafoneSiete dei clienti Vodafone da poco? Vediamo come verificare credito residuo Vodafone utilizzando i contatori e quali sono le offerte del momento.

Offerte Vodafone Fibra e ADSL del momentoSe state cercando l’offerta Vodafone che fa per voi, siete nel posto giusto: ecco tutte le promozioni ADSL e Fibra, sempre aggiornate!

Usare tethering Vodafone gratis senza pagareDopo molte peripezie, arriva finalmente il tethering gratis Vodafone, sempre a pagamento fino a poco tempo fa. Ecco come ottenerlo!

Come contattare TIMContattare l’assistenza comporta un grande dispendio di tempo. È meglio sapere cosa fare già in anticipo. In questo articolo vediamo come contattare TIM in modo semplice e veloce!

Offerte TIM Fibra e ADSL del momentoState cercando le migliori offerte TIM ADSL o fibra ottica? In questa guida abbiamo raccolto tutte le informazioni utili per scegliere la giusta promozione.

Offerte TIM Internet, chiamate e SMSAbbiamo raccolto per voi in questa pagina le migliori offerte TIM del momento. Grazie al nostro comparatore le tariffe sono sempre aggiornate.