Installazione e prova di CachyOS

Un membro del gruppo Facebook GNU/Linux Italia ha volto provare la distribuzione GNU/Linux CachyOS, di cui ho scritto pochi giorni fa dopo la sua ultima uscita, con un finale a sorpresa 🙂

A seguire il racconto della sua esperienza.

CachyOS è stata installata su una macchina virtuale di Oracle che gira su Kubuntu 22.04 LTS a sua volta installato su un laptop Macbook 12” non potentissimo ma che supporta tranquillamente il tutto.

La configurazione della macchina virtuale è la seguente:

CachyOS su VM Oracle
CachyOS su VM Oracle

Sono stati impostati 3 GB di memoria perché CachyOS richiede un minimo di 2,5 GB, con un disco da 30 GB formattato con file system XFS come consigliato dal programma di installazione.

Installazione e prova di CachyOS
Il benvenuto di CachyOS

Il programma di installazione di CachyOS si è avviato regolarmente. Procedendo con l’installazione di CachyOS, si devono impostare le solite informazioni tipiche di una installazione GNU/Linux e l’installazione procede abbastanza spedita (ovviamente dipende sempre dalla configurazione della VM)

Programma di installazione di CachyOS
Programma di installazione di CachyOS

Durante la fase iniziale dell’installazione de ChacyOS viene chiesto se la si vuole offline oppure online ovvero se si voglio scaricare direttamente gli aggiornamenti durante l’installazione oppure no ed installare direttamente solo all’immagine ISO di installazione. Ho optato per la versione offline.

CachyOS fine installazione
CachyOS fine installazione

Una volta completata l’installazione consiglio, invece di riavviare, di spegnere la macchina virtuale e rimuovere il dispositivo che contiene l’immagine ISO di CachyOS quindi riavviare la macchina virtuale.

Caratteristiche di CachyOS
Caratteristiche di CachyOS

Come shell di sistema usa Fish e qui sopra vediamo le caratteristiche ad oggi di CachyOS.

Una bella trasparenza della shell con il blog di sfondo
Una bella trasparenza della shell con il blog di sfondo

Una volta riavviato il sistema, CachyOS procedo al suo aggiornamento perché è stata scelta in precedenza una installazione offline per procedere più speditamente e adesso avrà sicuramente qualcosa da scaricare.

CachyOS si aggiorna
CachyOS si aggiorna

Mentre si aggiorna faccio delle prove con il browser di default e tutto procede senza problemi.

CachyOS si aggiorna
CachyOS si aggiorna

L’aggiornamento sembra presentare dei problemi …

CachyOS si aggiorna
CachyOS si aggiorna

Purtroppo è andato tutto bene fino al riavvio post aggiornamento, fatto il login, mi sono trovato davanti ad un schermata nera. Probabilmente qualcosa è andato storto durante l’aggiornamento come si evince sopra, forse perchĂ© in macchina virtuale, fatto sta che purtroppo non si procede oltre.

Test live CachyOS

Per provare il sistema, visto che in macchina virtuale non funziona, proviamo la versione Live.

Dopo aver predisposto una chiavetta formattandola con Balena Etcher, ho effettuato il riavvio.

Il sistema si carica velocemente nonostante la connessione USB 3.0 tramite Hub (il pc MacBook 12” ha solo una porta USB-C).

Una volta avviato il sistema presenta una schermata per l’installazione del sistema, il supporto, le donazioni al gruppo, ecc. Graficamente si presenta snello e veloce (KDE Plasma, non ci sono programmi extra), ne LibreOffice, Spectacle o altri.

In Live non ha cariato o non ha riconosciuto la scheda Wi-Fi, ma la connessione Ethernet funziona correttamente.

Sono presenti 2 Shell per l’avvio del Terminale. Il browser Cachy Browser ha un ottimo Ad-block.

Gli aggiornamenti fanno trasparire la base avanzata di CachyOS, nel senso che il sistema propone delle opzioni per i pacchetti da installare ed ovviamente bisogna sapere di cosa si parla per fare le scelte corrette. Credo che sapendo come muoversi con Arch Linux sia comunque un’ottima derivata leggera, perché installa l’essenziale, e stabile.

CachyOS è rivolta a persone esperte di Linux e inadatta ai neofiti, anche se questa derivata cerca di accompagnare l’utente inesperto nella configurazione ed utilizzo, si deve avere già una buona competenza a partire dalla riga di comando.

Visited 52 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.