Guida ufficiale: Aggiornare da Linux Mint 17.3 a Linux Mint 18

By Marco Giannini

Clement Lefebvre, il patron di Linux Miut, ha da poche ore pubblicato un post che annuncia la disponibilità della procedura di upgrade per passare da Linux Mint 17.3 a Linux Mint 18.
La procedura di upgrade è compatibile soltanto con le edizioni Cinnamon e MATE. Le edizioni Xfce e KDE non sono ancora supportate in quanto le relative edizioni non sono ancora state rilasciate in forma stabile.
Al fine di evitarvi problemi. siccome sono un bravo pinguino, ho messo su una macchina virtuale per testare l’aggiornamento e verificare che la procedura funzioni correttamente (niente statue, solo opere di bene e banconote di piccolo taglio non segnate).
 
Prerequisiti
Fate (lettera e) testamento ed effettuate un backup completo di tutti i vostri dati essenziali perché si sa, shits happens. Altro consiglio utile è quello di scaricare l’ISO di Linux Mint 18 e di effettuare un test in live per verificare l’assenza di regressioni dovute al nuovo kernel con il quale viene rilasciato Linux Mint 18.

Passo 1: Aggiornare il sistema a Linux Mint 17.3

La prima cosa da fare è assicurarsi di aver installato Linux Mint 17,3 e di aver eseguito, tramite l’Update Manager, tutti gli aggiornamenti di Livello 1, Livello 2 e Livello 3.
Passo 2: Modificare le impostazioni del terminale
Aprite il terminale e cliccate su Modifica –> Preferenze del profilo –> Scorrimento
Spuntate la voce “Illimitato” e cliccate su “OK”

Passo 3: Installate il tool per l’upgrade
Da terminale date

sudo apt install mintupgrade

Passo 4: Verificare gli aggiornamenti
Per simulare l’upgrade da terminale date

mintupgrade check

e seguite le istruzioni sullo schermo

 

Questo comando va a simulare l’aggiornamento a Linux Mint 18 segnalandovi se l’aggiornamento è possibile e se lo è quali pacchetti verranno aggiornati, installati o rimossi. Dalla simulazione potrebbe spuntare eventuali pacchetti che impediscono l’aggiornamento; in questo caso sarà necessario rimuoverli e reinstallarli dopo l’aggiornamento.
Una volta fatto ripetete il controllo fino a che l’output non diventerà positivo.

Passo 5: Scaricare gli aggiornamenti

Una volta verificata la compatibilità non ci resta che effettuare l’aggiornamento vero e proprio.
Come prima cosa scaricate gli aggiornamenti dando

mintupgrade download

Oltre a scaricare gli aggiornamenti il comando provvederà ad aggiornare i repository di sistema impostando quelli di Linux Mint 18.

 

 

Se volete tornare indietro dopo questo comando dovrete dare il comando mintupgrade restore-sources

Passo 6: Applicare gli aggiornamenti

Questo è l’ultimo passo ed è una procedura irreversibile nel senso che una volta lanciato l’aggiornamento non sarà possibile effettuare il downgrade alla precedente LTS.
Da terminale date

mintupgrade upgrade

 

Una volta terminata la procedura, se tutto sarà andato per il verso giusto l’upgrade sarà applicato e potrete iniziare ad usare Linux Mint 18.
 
 
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.