Parlare troppo su Internet può distruggere i rapporti

By Jessica Lambiase

internet-stalking

Internet è sconfinato ed ha quell’effimero ed affascinante potere di mettere in contatto miliardi di persone dal sorgere del sole al calar della luna ma basta una piccola disattenzione, per leggerezza o ingenuità che sia, a far sì che le conversazioni in rete abbiano ripercussioni serie sulla vita reale.

Si, perché può bastare un messaggio su un social network, un messaggio di posta, una condivisione sbagliata o qualsiasi altro contenuto simile a mettere in pericolo chi lo invia, specie se costui è incline a condividere informazioni private su di sé e sugli altri, o dati particolarmente sensibili. A confermarlo è un sondaggio condotto da Kaspersky e B2B International su un campione internazionale di 12 mila persone: sebbene il risultato sia facilmente intuibile, leggerlo nero su bianco fa sicuramente effetto.

Le percentuali sfortunatamente sono piuttosto alte, poiché il 28% ha ammesso di aver condiviso senza volerlo informazioni confidenziali su Internet ed un terzo di essi hanno avuto ripercussioni nella vita reale: il 20% avrebbero perso amici, il 17% subito atti di bullismo, il 15% affrontato perdine finanziarie, il 13% perso il partner e la medesima percentuale avrebbe perso il lavoro.

Tra ciò che non doveva essere comunicato figurano dati finanziari sensibili (8%), informazioni private su altre persone (il classico inciucio, 8%), un segreto personale (16%), informazioni relative al lavoro (20%), informazioni personali sensibili o foto di altre persone (per entrambi un 32%), i dettagli di contatto (42%) e, in cima alla lista, foto personali (45%).

E, nonostante la metà degli intervistati si definisce preoccupata da cosa succederebbe se tali informazioni diventassero di dominio pubblico, le precauzioni prese sono fin troppo poche: soltanto quattro su dieci stanno attenti agli interlocutori e rileggono due volte prima di inviare un messaggio o condividere un post, mentre solo uno su quattro evita di inviare informazioni dopo aver bevuto.

Il dato più preoccupante, tuttavia, è quel 29% che in preda ai sensi di colpa decide di eliminare la cronologia Internet dopo aver condiviso qualcosa: si tratta di un segno evidente della poca consapevolezza che, una volta diffuso qualcosa su Internet, tornare indietro è quasi impossibile poiché l’informazione resta nero su bianco.

Eliminare i messaggi può sortire poco effetto poiché l’interlocutore potrebbe averne conservato una copia, eliminare la cronologia dopo aver condiviso un post è spesso inefficace perché, specie se si tratta di un post compromettente, qualcuno privo di scrupoli ne avrà già fatto uno screenshot, rivelare le proprie debolezze ed informazioni su altri alle persone sbagliate è già un arma a doppio taglio se fatto a voce, figurarsi quando tutto ciò resta nero su bianco

Insomma i numeri di Kaspersky & B2B International saranno minimi rispetto alla popolazione mondiale degli internauti, ma lanciano un forte segnale su quanta leggerezza, distrazione o ingenuità risieda in chi pratica la rete tutti i giorni.

Verba volant, scripta manent, e se sono su Internet questi scritti restano – e viaggiano – ancora di più…

L’articolo Parlare troppo su Internet può distruggere i rapporti appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Visited 3 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.