Damn Small Linux 2024 Alpha 1: una rinascita dopo 16 anni

Damn Small Linux 2024

Molti amministratori Linux di lunga data potrebbero essersi stropicciati gli occhi per la sorpresa del 1° febbraio motivata dal messaggio che circolava su Internet che Damn Small Linux 2024 era stata rilasciata nella versione Alpha 1 e chiedeva aiuto ai tester.

Damn Small Linux (DSL) è stata creata e sviluppata inizialmente da John Andrews che personalizzò un’altra distribuzione, Model K, a sua volta ricavata da una Knoppix e ridotta alle dimensioni di 22 MB. Da allora, Damn Small Linux è cresciuta fino a diventare un progetto sviluppato da più programmatori, tra i quali Robert Shingledecker, che ha sviluppato il sistema MyDSL, il DSL Control Panel, ed altro ancora.

Negli anni 2000, Damn Small Linux si è sviluppata come un’alternativa alle distribuzioni desktop dell’epoca perché era molto piccola e aveva requisiti hardware significativamente inferiori rispetto alla concorrenza di Debian, Red Hat, SUSE e altre. Era un obiettivo dichiarato degli sviluppatori Damn Small Linux che la loro distribuzione girasse senza problemi su computer 486 e non ingombrasse inutilmente il disco rigido. Inoltre, per le piccole dimensioni, era famosa perché poteva risiedere su un CD-Rom formato carta di credito.

CD-Rom formato carta di credito
CD-Rom formato carta di credito

A causa di forti contrasti tra gli sviluppatori di Damn Small Linux, Robert Shingledecker ha lasciato il progetto per dedicarsi, a partire dall’aprile 2008 a una nuova distribuzione, Tiny Core Linux. Sempre a causa di tali contrasti interni lo sviluppo di Damn Small Linux è rimasto fermo all’ultimo rilascio di DSL 4.4.10 risalente al 18 novembre 2008 e il sito internet a partire da febbraio 2009 non ha visto più alcun intervento da parte di John Andrews.

Il sito è rimasto non accessibile per alcuni periodi nel 2015 fino al Febbraio 2016. Dal 2016 damnsmalllinux.org è di nuovo in linea. Il sistema è mantenuto e aggiornato da Robert Shingledecker, mentre il servizio di hosting gratuito era fornito da ibiblio, dalla belga BELNET e da altre organizzazioni, da cui era possibile scaricare Damn Small Linux.

Damn Small Linux ha fatto il suo ritorno dopo una lunga pausa rilasciando l’immagine ISO Damn Small Linux 2024 che arriva 16 anni dopo l’ultima versione stabile. Questa versione è però una versione Alpha 1 e quindi non ancora pronta ma è sempre pensata appositamente per sistemi a basso consumo e hardware obsoleto.

La nuova Damn Small Linux 2024 è costruito per l’architettura i386, con una dimensione di 665 MB e quindi significativamente più grande della sua storica versione che era di soli 50 MB.

Sul sito web del progetto, i suoi attuali sviluppatori spiegano le loro motivazioni dicendo che gli attuali desktop Linux hanno praticamente perso ogni misura delle loro dimensioni. Mentre Ubuntu e altra distribuzioni GNU/Linux offrivano almeno immagini ISO che si adattavano a un singolo CD, oggi non c’è praticamente più nessuna distribuzione sotto i 700 megabyte. Questo è esattamente ciò a cui mirano gli sviluppatori DSL ovvero l’obiettivo è quello di sviluppare una distribuzione GNU/Linux che dovrebbe essere la più funzionale possibile senza superare il limite dei 700 megabyte per la propria immagine ISO. L’attenzione continua anche ad essere rivolta ai sistemi desktop più vecchi e meno potenti, che sono quasi completamente dimenticati da altre distribuzioni.

Nonostante il suo approccio minimalista, la gamma di funzioni di Damn Small Linux è piuttosto impressionante. Inizialmente ci sono 2 window manager a bordo, Fluxbox e JWM. Entrambi sono noti nella comunità Linux per essere molto parsimoniosi con le risorse disponibili. Lo stesso vale per i browser web forniti. Qui non troverete Chromium, Firefox e simili ma BadWolf e Dillo sono molto più piccoli e con meno pretese hardware.

Damn Small Linux 2024 ha un tono diverso anche quando si tratta di software per ufficio/casa. Anche in questo caso fornisce componenti come AbiWord, Gnumeric, Sylpheed o Zathura. Se preferisci la multimedialità, troverai 2 potenti strumenti per la riproduzione di video e musica come MPV e XMMS. Gli sviluppatori hanno pensato anche agli aspetti artistici: mtPaint è il programma di grafica, Leafpad è il blocco note e zzzFM è il file manager.

Poi diverse altre applicazioni come Tmux, Vim, W3M, Links2 che sono solo alcune delle applicazioni con cui gli amministratori di sistema avranno familiarità, almeno dal passato. La maggior parte degli strumenti di questa categoria sono basati sull’interfaccia a riga di comando, quindi il fattore dei requisiti di risorse è secondario.

Ci sono anche 3 giochi basati sulla GUI scelti perché sono divertenti e relativamente leggeri.

Non è disponibile alcun gestore di pacchetti GUI. Tuttavia, puoi installare qualsiasi cosa usando il classico comando apt da Terminale.

Conclusioni

La base tecnica di Damn Small Linux 2024 è antiX 23 nella versione per computer i386 quindi a 32 bit. Come è ben noto, antiX stessa è una distribuzione costruita a partire da Debian 12 Bookworm ma significativamente snellita.

Damn Small Linux 2024 è privo di systemd come antiX 23 da cui deriva. Con Fluxbox con JWM, utilizza solo 87 MB di RAM con alcune app di base in esecuzione. È probabilmente il consumo di RAM più basso che si possa vedere rispetto a qualsiasi altra distribuzione GNU/Linux. È perfetta per l’hardware di fascia bassa.

Utilizza 3,2 GB di spazio su disco per l’installazione predefinita grazie a tutte queste app leggere.

Per tutti i dettagli potete leggere l’annuncio sulla home page del sito web di Damn Small Linux.

Si sottolinea espressamente che, a differenza delle precedenti versioni di Damn Small Linux, apt è completamente configurato e impostato. Se si vuole, si possono usare i pacchetti di antiX e, per la maggior parte, di Debian 12.

Gli interessati possono trovare l’immagine ISO di DSL 2024 Alpha 1 sul sito web del progetto.

Fonte: https://www.kiratas.com/cs/2024/02/02/risen-from-the-dead-damn-small-linux-2024-alpha-1-2/
Fonte: https://www.debugpoint.com/damn-small-linux-2024/
Fonte: https://damnsmalllinux.org/
Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Damn_Small_Linux

Visited 17 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.