Rilasciato Debian 12 “Bookworm” ora con una gestione più semplice del firmware non libero

Debian logo

Dopo 1 anno, 9 mesi e 28 giorni di sviluppo, il progetto Debian è orgoglioso di presentare la sua nuova versione stable 12 (nome in codice “Bookworm”).

Debian 12 “Bookworm” sarà supportato per i prossimi 5 anni grazie al lavoro combinato del Debian Security team e del Debian Long Term Support team.

In seguito alla risoluzione generale del 2022 sui firmware non liberi, è stata introdotta una nuova area di archivio che rende possibile separare i firmware non liberi dagli altri pacchetti non liberi.

La maggior parte dei pacchetti firmware non liberi sono stati spostati da non-free a non-free-firmware. Questa separazione consente di creare una varietà di immagini di installazione ufficiali.

Debian 12 “Bookworm” viene fornito con diversi ambienti desktop, come:

  • Gnome 43,
  • KDE Plasma 5.27,
  • LXDE 11,
  • LXQt 1.2.0,
  • MATE 1.26,
  • Xfce 4.18

Questa versione contiene oltre 11.089 nuovi pacchetti per un totale di 64.419 pacchetti, mentre oltre 6.296 pacchetti sono stati rimossi perché obsoleti. In questa versione sono stati aggiornati 43.254 pacchetti. L’utilizzo complessivo del disco per Debian 12 “Bookworm” è di 365.016.420 kB (365 GB) ed è composto da 1.341.564.204 righe di codice.

Il supporto per Secure Boot su ARM64 è stato reintrodotto: gli utenti di hardware ARM64 compatibile con UEFI possono eseguire l’avvio con la modalità Secure Boot abilitata per sfruttare appieno la funzionalità di sicurezza.

Debian 12 “Bookworm” include numerosi pacchetti software aggiornati (oltre il 67% di tutti i pacchetti della versione precedente), come:

  • Apache 2.4.57
  • BIND DNS Server 9.18
  • Cryptsetup 2.6
  • Dovecot MTA 2.3.19
  • Emacs 28.2
  • Exim (default email server) 4.96
  • GIMP 2.10.34
  • GNU Compiler Collection 12.2
  • GnuPG 2.2.40
  • Inkscape 1.2.2
  • The GNU C Library 2.36
  • lighthttpd 1.4.69
  • LibreOffice 7.4
  • Linux kernel 6.1 series
  • LLVM/Clang toolchain 13.0.1, 14.0 (default), and 15.0.6
  • MariaDB 10.11
  • Nginx 1.22
  • OpenJDK 17
  • OpenLDAP 2.5.13
  • OpenSSH 9.2p1
  • Perl 5.36
  • PHP 8.2
  • Postfix MTA 3.7
  • PostgreSQL 15
  • Python 3, 3.11.2
  • Rustc 1.63
  • Samba 4.17
  • systemd 252
  • Vim 9.0

Con questa ampia selezione di pacchetti e il suo tradizionale supporto per un’ampia architettura, Debian ancora una volta rimane fedele al suo obiettivo di essere il sistema operativo universale. È adatto a molti casi d’uso diversi: dai sistemi desktop ai netbook; dai server di sviluppo ai sistemi cluster; e per database, web e server di archiviazione. Allo stesso tempo, ulteriori sforzi di garanzia della qualità come l’installazione automatica e i test di aggiornamento per tutti i pacchetti nell’archivio di Debian assicurano che bookworm soddisfi le elevate aspettative che gli utenti hanno di un rilascio stabile di Debian.

Un totale di 9 architetture sono ufficialmente supportate per Debian 12 “Bookworm” :

  • 32-bit PC (i386) and 64-bit PC (amd64),
  • 64-bit ARM (arm64),
  • ARM EABI (armel),
  • ARMv7 (EABI hard-float ABI, armhf),
  • little-endian MIPS (mipsel),
  • 64-bit little-endian MIPS (mips64el),
  • 64-bit little-endian PowerPC (ppc64el),
  • IBM System z (s390x)

La versione 32-bit PC (i386) non copre più alcun processore i586; il nuovo requisito minimo per il processore è i686. Se il vostro computer non è compatibile con questo requisito, si consiglia di rimanere con Bullseye per il resto del suo ciclo di supporto.

Il team Debian Cloud pubblica Bookworm per diversi servizi di cloud computing:

  • Amazon EC2 (amd64 and arm64),
  • Microsoft Azure (amd64),
  • OpenStack (generic) (amd64, arm64, ppc64el),
  • GenericCloud (arm64, amd64),
  • NoCloud (amg64, arm64, ppc64el)

L’immagine GenericCloud dovrebbe essere in grado di funzionare in qualsiasi ambiente virtualizzato, ed esiste anche un’immagine nocloud utile per testare il processo di compilazione.

I pacchetti GRUB per impostazione predefinita non eseguiranno più os-prober per altri sistemi operativi.

Tra un rilascio e l’altro, il Comitato Tecnico ha deciso che Debian 12 “Bookworm” dovrebbe supportare solo il layout del filesystem di root merged-usr, abbandonando il supporto per il layout non-merged-usr. Per i sistemi installati come Buster o Bullseye non ci saranno modifiche al filesystem; tuttavia, i sistemi che utilizzano il layout precedente verranno convertiti durante l’aggiornamento.

Fonte: https://www.marcosbox.org/2023/06/rilasciato-debian-12-bookworm-ora-con.html

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.