Conosciamo PCLinuxOS

Conosciamo PCLinuxOS

La distribuzione GNU/Linux PCLinuxOS è stata fondata il 24 ottobre 2003 da Bill Reynolds (noto anche come Texstar) e la sede centrale si trova in USA a Houston nello stato del Texas. Nel 2000, Bill Reynolds creò una serie di pacchetti per migliorare Mandrake Linux, che in seguito divenne Mandriva LinuxPCLinuxOS è diventata per la prima volta una distribuzione a se stante nel 2003 quando Bill Reynolds ha biforcato Mandrake. Ha detto di aver fatto la mossa perché voleva fornire uno sbocco al suo folle desiderio di impacchettare il codice sorgente senza dover avere a che fare con l’ego, l’arroganza e la politica.

PCLinuxOS è una distribuzione GNU/Linux facile da usare per PC a 64 bit ed è distribuita come immagine ISO Live ma può anche essere installata sul computer. La modalità Live ti consente di provare PCLInuxOS senza apportare modifiche al tuo PC e se ti piace, puoi installare il sistema operativo sul tuo disco rigido. L’installazione si avvia con un click sull’icona arancione che si vede in alto a sinistra nell’immagine di inizio articolo.

Caratteristiche principali e vantaggi

Alcuni degli aspetti salienti di PCLinuxOS si possono così riassumere:

  • Modello di rilascio progressivo: PCLinuxOS segue un modello di rilascio progressivo, il che significa che invece di rilasciare aggiornamenti importanti periodici, fornisce aggiornamenti continui durante tutto il ciclo di vita del sistema operativo. Ciò garantisce che gli utenti abbiano sempre accesso alle versioni software e alle patch di sicurezza più recenti.
  • Interfaccia user-friendly: con la sua interfaccia elegante e intuitiva, PCLinuxOS offre un ambiente informatico familiare per gli utenti che passano da altri sistemi operativi (in particolare Windows). Il sistema è progettato per essere facilmente comprensibile.
  • Ampio repository di software: PCLinuxOS vanta un vasto repository di software, offrendo un’ampia gamma di applicazioni per vari scopi. Che tu abbia bisogno di strumenti di produttività, applicazioni multimediali o software di sviluppo, PCLinuxOS è quello che fa per te.
  • Compatibilità hardware: PCLinuxOS eccelle nel fornire un’eccellente compatibilità hardware immediata. Supporta un’ampia gamma di dispositivi, garantendo che le periferiche del computer, le schede grafiche e gli adattatori Wi-Fi funzionino perfettamente senza richiedere configurazioni aggiuntive o driver di terze parti.
  • Supporto della comunità: uno dei maggiori punti di forza di PCLinuxOS è la sua comunità vivace e utile. In caso di problemi o domande, i forum della community forniscono una vasta gamma di conoscenze e soluzioni.

PCLinuxOS è distribuito in 3 versioni, identificate dall’ambiente desktop usato, che sono Mate, Xfce e KDE ed ha alcune peculiarità che lo contraddistinguono.

La maggior parte delle distribuzioni GNU/Linux utilizza uno dei 3 programmi di installazione, Ubiquity, Anaconda o Calamares. PCLinuxOS è uno dei pochi che ha un proprio programma di installazione, che ha ereditato da Mandrake.

Le versioni installate localmente di PCLinuxOS utilizzano l’Advanced Packaging Tool o APT, un sistema di gestione dei pacchetti originariamente della distribuzione Debian, insieme a Synaptic, un frontend GUI per APT per una facile installazione del software, ma utilizza anche RPM che è tipico del mondo Red Hat. Come mai esistono sia APT che RPM? Non sono questi gestori di pacchetti completamente separati? La distribuzione si basa su entrambi perché PCLinuxOS punta su APT-RPM, una versione dell’Advanced Packaging Tool modificata per funzionare con RPM Package Manager. Soluzione che da la possibilità di ampliare la disponibilità dei programmi installabili e PCLinuxOS dispone di oltre 12.000 pacchetti software nel repository software, poi c’è sempre la disponibilità di Flatpak e AppImage.

PCLinuxOS non ha il comando sudo e questa mancanza è la ragione principale per cui non consiglierei PCLinuxOS a un nuovo utente. Per coloro che non lo sanno, il comando sudo consente agli utenti abilitati di eseguire comandi con i privilegi di amministratore. Questo vale anche per gli strumenti GUI (come Synaptic) che necessitano di diritti di amministratore per essere eseguiti. Ad esempio, su un sistema Ubuntu, posso aggiornare il sistema operativo dal Terminale con il comando:

sudo apt-get upgrade -y

Su PCLinuxOS, dovrei prima passare all’utente root, con il comando:

su

E una volta passato all’utente root, eseguire l’aggiornamento con il comando diretto:

apt-get upgrade -y

Non sono un fan di questo metodo perché potrebbe lasciare il sistema vulnerabile. Supponiamo che tu abbia aperto un Terminale e che tu sia passato all’utente root. Ora hai una finestra del Terminale che ha il massimo potere sul tuo sistema. Cosa succede se dimentichi di uscire dall’utente root e vai a prenderti un caffè? Qualcuno potrebbe arrivare e impartire il temuto comando:

rm -rf /

Questo comando è famoso perché elimina tutto dal tuo sistema e lo rende inutilizzabile e irrecuperabile! Motivo per cui questo da solo elimina PCLinuxOS dall’elenco delle migliori distribuzioni per i nuovi utenti. Un utente esperto saprebbe di non lasciare mai una finestra di Terminale aperta dopo aver accesso come utente root. Che gli utenti possano accedere a PCLinuxOS come utente root non è un bene. Chiedi a qualsiasi utente Linux esperto e concorderanno tutti sul fatto che accedere come root non è altro che un problema di sicurezza. Semplicemente non dovresti essere in grado di farlo. Questo è il motivo per cui, ad esempio, Ubuntu, e non solo, disabilita immediatamente l’account utente root.

Altra particolarità di PCLinuxOS, è priva di systemd ovvero del sistema di inizializzazione nato in Red Hat, adottato anche da Debian 8 in poi, con lo scopo di rimpiazzare l’init discendente dallo Unix System V (SysVinit o SysV). Ad oggi systemd è il sistema tradizionale su cui si basano tutte le più diffuse e note distribuzioni GNU/Linux come Debian e Ubuntu e le loro derivate, Red Hat e Fedora e tante altre. PCLinuxOS usa ancora il sistema originale sysVinit e sembra che continuerà a farlo per il prossimo futuro.

Quando installi PCLinuxOS, troverai molti titoli software familiari, come Firefox, Thunderbird, LibreOffice, VLC Media Player, GIMP e tanti altri inoltre ha un supporto aggiuntivo per oltre 85 lingue attraverso la semplice interfaccia Addlocale. Oltre al solito elenco di utilità, programmi per ufficio e strumenti web, PCLinuxOS ha un paio di interessanti aggiunte. Sia Zoom (uno strumento di videoconferenza) che AnyDesk (un’applicazione di desktop remoto) sono preinstallati per le tue esigenze di lavoro a distanza. Il menu include anche un’opzione per installare VirtualBox GuestAdditions (nel caso in cui sia stato installato PCLinuxOS su VirtualBox).

PCLinuxOS ha uno script chiamato mylivecd, che consente all’utente di scattare una “istantanea” dell’attuale installazione del disco rigido (tutte le impostazioni, applicazioni, documenti, ecc.) e comprimerla in un’immagine ISO. Ciò consente un facile backup dei dati di un utente e semplifica anche la creazione del proprio supporto Live personalizzato.

Ogni mese viene pubblicato un Magazine online dalla comunità che ruota intorno a PCLinuxOS, che è possibile scaricare anche in PDF e altri formati, con le ultime novità su PCLinuxOS e non solo, con guide e articoli su vari argomenti, inoltre con un area riservata agli screenshot del desktop di PCLinuxOS personalizzato dagli utenti.

Il sito web di PCLinuxOS è ancora vecchio stile ma la comunità è molto attiva e l’ultima versione resa disponibile della distribuzione risale a pochi mesi fa, il 30 luglio 2023. Mentre la comunità italiana dietro al sito con lo stesso nome ma TLD (top-level domain) italiano non sembra che sia viva perché gli ultimi aggiornamenti risalgono a diversi anni fa.

Ottenere una copia di PCLinuxOS

PCLinuxOS è disponibile nella sezione download nelle sue attuali 3 edizioni con in ognuna una versione ridotta e una versione completa per sistemi esclusivamente x86 (Intel o AMD) a 64 Bit. Puoi fare riferimento all’annuncio dell’ultimo rilascio qui o per informazioni più dettagliate qui su tutte le modifiche apportate a PCLinuxOS 2023.07.

Per funzionare richiede una memoria minima di 512 MB ma ovviamente per poterci lavorare si consiglia di avere almeno 2 GB o più. Occupa su disco un minimo di 12 GB ma 20 GB sono consigliati per una configurazione completa.

Per ogni aiuto ci si può rivolgere al supporto online disponibile tramite il forum di PCLinuxOS.

PCLinuxOS sembra parte del passato e parte del presente. Riflette i giorni pre-systemd ma offre un desktop e programmi moderno allo stesso tempo. Merita di essere provata.

Fonte: https://linuxiac.com/pclinuxos-2023-07-brings-latest-plasma-mate-and-xfce-desktops/
Fonte: https://itsfoss.com/pclinuxos-review/
Fonte: https://www.zdnet.com/article/pclinuxos-used-to-be-great-for-linux-newbies-but-not-anymore/
Fonte: https://hive.blog/linux/@ribalinux/pclinuxos-2023-07-overview-or-the-boomer-distribution
Fonte: https://linuxhall.org/the-everlasting-legacy-a-review-of-pclinuxos-linux-distribution/

Visited 21 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.