AMD offre un “kit di avvio” gratuito per i proprietari di Ryzen 3000 in difficoltà

AMD Ryzen 3000

Il lancio dei Ryzen di 3° Generazione è stato complessivamente positivo ma con alcuni problemi.

Alcuni di voi potrebbero averne acquistato uno e installato su una scheda madre Serie 300 o 400, ma senza aver aggiornato il firmware, e aver già venduto il vecchio processore.

In uno scenario del genere, nel caso in cui si acquistasse un processore Ryzen™ di 3° Generazione, e si montasse su una scheda madre AMD Socket AM4 serie 300/400 che non ha ricevuto un aggiornamento del firmware, si troverebbe in una situazione insolubile, poiché il PC non si avvierebbe mai. In tale scenario è possibile contattare AMD che offre agli utenti qualificati il ​​prestito temporaneo di un “kit di avvio” gratuito per aiutarli a aggiornare le loro schede madri in modo che funzionino. Il kit include un processore Athlon 200GE, inclusa la soluzione termica, per l’uso a breve termine (“kit di avvio”) per eseguire l’aggiornamento del BIOS sulla scheda madre.

Questo kit interessa ovviamente solo i possessori di una scheda madre socket AM4 con chipset delle famiglie 300 e 400, che non hanno ancora aggiornato il bios con uno dotato di compatibilità con le nuove CPU e non hanno a disposizione un processore “vecchio” per far partire il proprio sistema.

Questo prestito o kit di avvio del processore viene offerto tramite i servizi di garanzia AMD ed è disponibile per gli utenti qualificati che:

a) hanno effettuato un acquisto valido di un terzo processore desktop Gen Ryzen

b) non sono in grado di avviare quel processore perché il BIOS X470/B450 corrente dell’utente deve essere prima aggiornato.

“Una volta inoltrato il reclamo per un kit di avvio del prestito del processore, AMD richiederà le immagini del processore Ryzen™ di 3° Generazione e della Scheda Madre AMD Socket AM4 serie 300/400, che mostra chiaramente i numeri di modello e numeri di serie univoci nonché una copia delle fatture di acquisto per autorizzare la richiesta. Inoltre, viene richiesto un riepilogo o una copia della comunicazione con il produttore della scheda madre per indicare il motivo per cui il supporto di Original Design Manufacturer (ODM) non è adatto.

Una volta che la richiesta RMA è stata approvata, il processore AMD Athlon 200GE verrà inviato con spedizione di ritorno prepagata. Il processore viene fornito come prestito temporaneo all’utente al solo fine di aggiornare il BIOS e deve essere restituito entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento. Non è necessario restituire la soluzione termica fornita. “

Sì, ho dovuto ridere un po’ di quell’ultima battuta. Coloro che desiderano ricevere un kit di avvio gratuito devono andare alla pagina di richieste di risarcimento online di AMD ( https://www.amd.com/en/support/kb/warranty-information/rma-form ), compilare il modulo completo e il prodotto dettagli (numero OPN del processore Ryzen di 3° Gen e numero di serie), e nel campo Descrizione del problema inserire “Boot kit richiesto” (senza virgolette).

AMD aveva proposto un servizio simile anche in occasione del debutto dei processori Ryzen della serie 2000, basati su architettura Zen+. Anche in quel caso i possessori di schede madri baste su chipset della serie 300 potevano richiedere un processore compatibile, così da poter aggiornare facilmente il bios della propria scheda madre.

fonte: https://www.guru3d.com/news-story/amd-offers-free-%E2%80%98boot-kit%E2%80%99-for-struggling-ryzen-3000-owners.html

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 29 Luglio 2019

    […] AMD offre un “kit di avvio” gratuito per i proprietari di Ryzen 3000 in difficoltà […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.