Ubuntu: confermato il totale abbandono del supporto per i sistemi a 32 bit

32 bit 64 bit lubuntu

Attraverso una mailing list ufficiale gli sviluppatori di Ubuntu hanno confermato la decisione di interrompere definitivamente il supporto per i386. A partire da Ubuntu 19.10 (Eoan Ermine) non saranno più compilati i pacchetti per x86 a 32 bit.

Questo significa che non ci saranno più builds, packages, librerie, tool o software compatibile con sistemi a 32-bit. Ciò vale anche per i flavours ufficiali e per tutte le derivate che fanno uso degli archivi di Ubuntu.

Se state usando Ubuntu 18.04 LTS a 32-bit non dovete preoccuparvi: tale versione sarà ancora supportata (fino al 2023) e continuerà a funzionare normalmente.

Ubuntu, addio ai 32-bit

ubuntu canonicalQuesta decisione è dovuta al lento ma inesorabile abbandono da parte dei produttori di software per i386. Inoltre gli sviluppatori hanno rivelato che solo l’1% degli utenti dell’OS utilizza una versione a 32-bit del sistema operativo.

Come confermato da Langasek il team di ingegneri di Ubuntu ha fatto le sue valutazioni concludendo che non vale più la pena supportare i 32 bit in alcun modo. Le derivate (come Linux Mint) che vorranno discostarsi da questa decisione saranno costrette a creare il proprio archivio a 32-bit, se lo riterranno opportuno.

I possessori di hardware a 32 bit dovranno rassegnarsi. La realtà è che sono oltre 10 anni che non viene più prodotto hardware a 32 bit quindi la strada è segnata da tempo…

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram e sulla nostra pagina Facebook. Inoltre è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo! Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Fonte: https://www.lffl.org/2019/06/ubuntu-abbandono-supporto-sistemi-32-bit.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.