Miglior antivirus per PC gratis 2015

By Giuseppe F. Testa

Nuovo anno, nuova guida sugli antivirus da installare sui nostri PC dotati di sistema operativo Windows. Perché ancora consigliare un antivirus nel 2015 quando Windows stesso nelle sue ultime incarnazioni (Windows 10) è dotato di protezione antimalware? Gli utenti sono ancora così disattenti durante la navigazione sul Web da infettare il proprio PC?

Risposte che la maggior parte di voi (i più ferrati) si porrà non appena aprirà questo articolo, e purtroppo le risposte sono proprio quello che supponete: sì, l’antivirus integrato in Windows è buono ma non basta/spesso viene disattivato (per via del bruttissimo ricordo che si porta dietro il vecchio Windows Defender su Win7) e/o la gente viaggia ancora su link creati su misura per loro, vere e proprie trappole disseminate ormai ovunque, anche sui social network. Basta davvero un clic per trovarsi un download inatteso, un plugin video “strano” che già avevamo installato, un’aggiornamento prelevato via internet, un crack etc. per trovarci con il sistema compromesso.

Visto che non possiamo combattere la natura umana (nemmeno convincerla a passare a GNU/Linux in massa!), una guida sui migliori antivirus gratis è un argomento sempre recente, e probabilmente sarà riproposto ancora a lungo negli anni a venire.

Per venire incontro a tutti la guida, breve ed immediata, ci porrà davanti alle migliori soluzioni in base alle esigenze che cerchiamo da un buon AV (alcuni parametri che la gente vuole e cerca in un antivirus).

La guida tratterà solo antivirus gratuiti, considerando che sono i più richiesti e cercati sul Web.

Miglior antivirus gratis: guida parametri

Di seguito i migliori antivirus gratis del 2015 divisi per parametri:

  • Antivirus con rilevamento malware più alto: Avira free 2015 (90,7%)
  • Antivirus più leggero in RAM (a riposo): FortiClient (50 MB in RAM)
  • Antivirus più leggero in RAM (in scansione): Avira free 2015 (140 MB in RAM)
  • Antivirus più veloce in scansione: 360 IS (6 minuti in HDD, 1 minuto in SSD)
  • Antivirus con migliore euristica: COMODO antivirus 8 (10 su 20 zero-day rilevati)
  • Antivirus cloud migliore: Panda Cloud Free (87,8%)
  • Antivirus più veloce con i giochi: Avetix antivirus (impatto durante l’installazione 2%)

Il vincitore di quest’anno tra gli antivirus gratuiti è senza ombra di dubbio il buon caro Avira, che si prende lo scettro di migliore antivirus gratuito facilmente anche grazie alle due parametri dove eccelle (migliore percentuale di rilevamento e leggerezza in scansione).

Se amate giocare noterere la comparsa di un nuovo AV, Avetix, che ha come vantaggi una grande leggerezza generale e un impatto davvero minimo sul disco rigido, permettendo di installare giochi come se non ci fosse alcun AV.

Se amate la tecnologia cloud il migliore resta Panda Cloud, anch’esso buono sia in scansione che in leggerezza (anche se ha perso tantissimo in questi anni).

Il più leggero a riposo resa FortiClient, che con i suoi 50 MB di RAM occupata non fa sentire affatto la sua presenta anche sui sistemi hardware più limitati.

Se le nuove minacce sono un problema comune sul vostro PC, solo COMODO riuscirà a proteggervi adeguatamente: ci sarà inevitabilmente qualche falso positivo, ma la sua analisi comportamentale è insuperabile tra gli antivirus free.

Nella media tutti gli altri, che più o meno si equivalgono come rivelazione di malware; delusione per Windows Defender: è si integrato nel sistema, ma non raggiunge il livello di altre soluzioni gratuite (molti diranno, meglio quello che completamente senza AV, ed in parte non posso dar loro torto). Consiglio di disattivarlo e di mettere uno degli AV proposti nella guida.

NOTA BENE: Kaspersky gratis offre solo un tool di rimozione, senza protezione in tempo reale.

Il miglior antivirus gratis per l’autore: Avira free 2015

Miglior antivirus gratis: guida dettagliata

In questa seconda parte invece valuteremo tutti gli antivirus che hanno preso parte al test, e per comodità vedremo tutto riassunto in soli due parametri: Protezione (che include Rilevazione ed euristica) e Usabilità (che include leggerezza, tempo di scansione ed interfaccia).

10 corrisponde il massimo dei voti, mentre 0 è il peggior voto possibile.

L’articolo Miglior antivirus per PC gratis 2015 appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Correggere i problemi di Windows 10 con un click

By Jessica Lambiase

fix-win10-2

Ricordate FixWin, il programma che da sempre aiuta decine e decine di lettori a risolvere i problemi più comuni di Windows, automatizzando una serie di comandi e dando all’utente la possibilità di eseguirli con un click anziché districarsi tra prompt dei comandi e PowerShell?

Ebbene recentemente lo staff di TWC ha aggiornato il suo utilissimo tool, aggiungendo la possibilità di risolvere un discreto numero di problemi collegati nello specifico a Windows 10. Tra questi figurano:

  • l’impossibilità di accedere al pannello “Impostazioni”;
  • l’impossibilità di scaricare gli aggiornamenti;
  • i problemi collegati al funzionamento del menu Start;
  • l’impossibilità di usare il Wi-Fi dopo l’aggiornamento a Windows 10;
  • l’impossibilità di aprire le app del Windows Store…

…ed un discreto numero di altri problemi. E’ possibile eseguire i vari fix accedendo alla scheda Windows 10″ una volta scaricato ed estratto il programma.

Come sempre, facendo click sul tasto “?” sarà possibile vedere il comando che verrà lanciato alla pressione del tasto “Fix”.

fix-win10-3

Usare FixWin è semplice: basterà scaricare il programma dall’apposita pagina linkata in fondo all’articolo, dopodiché decomprimere l’intera cartella ed eseguire il file FixWin 10.exe contenuto in essa; vi raccomandiamo di effettuare una scansione del sistema e di creare un punto di ripristino prima di eseguire qualsiasi operazione. E’ possibile farlo tramite il programma stesso, usando le voci “System File Checker Utility” e “Create Restore Point”.

fix-win10-1

FixWin permette inoltre di ripristinare le icone sul desktop, eliminare la cache DNS, ripristinare le anteprime dei file in Explorer e molto altro: basterà navigare tra le varie schede per rendersene conto! Da notare che, fatta eccezione per le funzionalità appartenenti alla scheda “Windows 10”, è possibile usare tutti gli altri fix su tutte le versioni di Windows supportate – Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1.

fixwin10-02
fixwin10-03
fixwin10-04
fixwin10-05

Potrete scaricare il programma direttamente dal link in basso:

DOWNLOAD | FixWin 10 (The Windows Club)

L’articolo Correggere i problemi di Windows 10 con un click appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Netflix: come inviare film via DLNA al TV

By Giuseppe F. Testa

Netflix

Abbiamo parlato abbondantemente di Netflix sulle pagine di Chimera Revo, abbiamo visto come struttarlo da mobile e come utilizzare al meglio Chromecast per inviare l’intero catalogo alla TV. Ma se volessimo espandere le potenzialità di Netflix e vedere i film senza avere Chromecast o una Smart TV? In questa guida vedremo come inviare un film Netflix sfruttando DLNA, sia da PC sia da smartphone Android.

Inviare film Netflix via DLNA da PC

Se ancora non l’abbiamo fatto scarichiamo Google Chrome sul nostro PC.

DOWNLOAD | Google Chrome

Per sfruttare appieno DLNA dovremo installare un’estensione in grado di prendere il video da Internet ed inviarlo al TV via DLNA: vGet Extension, gratis per Google Chrome.

DOWNLOAD | vGet Extension

Installiamo anche il plugin aggiuntivo per lo streaming via DLNA:

DOWNLOAD | vGet Cast (DLNA)

Usare l’app e l’estensione è molto semplice: portiamoci su Netflix e avviamo la riproduzione del contenuto di nostro interesse; appena avviato mettiamo pausa e usiamo l’estensione appena installata per “grabbare” il video di Netflix.

Vedremo comparire un flusso video in formato .mp4; usiamo ora il tasto”Cast video”. Si aprirà una nuova finestra che mostrerà tutti i dispositivi DLNA compatibili presenti sulla rete.

Netflix

Clicchiamo sul dispositivo DLNA di nostro interesse (nel mio caso TV cam letto) per iniziare la riproduzione; il video partirà sul TV e sul PC rimarrà un comodo player per gestire il video.

Video player DLNA

Non dobbiamo trascurare il fattore compatibilità del TV: alcuni televisori non leggono .mp4, il più usato nei video online! Assicuratevi che il vostro TV abbia il supporto al numero più alto possibile di codec, pena una schermata d’errore “Formato File non supportato”.

Inviare film Netflix via DLNA da Android

vGet è disponibile anche su dispositivi Android, così da lasciar spento il PC e usare solo lo smartphone o il tablet per inviare il video.

DOWNLOAD | vGet

Basta aprire Netflix da browser mobile (meglio se Google Chrome), condividere la pagina da browser web e in fase di download selezionare DLNA.

vGet android

Dovrebbe apparire il nostro client alla voce DLNA Service. Per avviare la riproduzione basta tappare su Play via DLNA.

Come già detto per l’estensione Chrome non dobbiamo trascurare il fattore compatibilità del TV: non tutti i televisori moderni sono in grado di leggere .mp4; assicuratevi che il vostro TV abbia il supporto al numero più alto possibile di codec, pena una schermata d’errore “Formato File non supportato”.

L’articolo Netflix: come inviare film via DLNA al TV appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Marco’s Box I/O 2×32

By Stefano s

Anche i ricercatori si trovano costretti a dover piratare, in questo caso articoli scientifici [Wired]
  • Le ricerche sulla guida autonoma degli autoveicoli devono tenere in conto un nuovo tipo di etica: come devono decidere chi salvare in caso di incidente? [TechnologyReview]
  • Il dominio di primo livello libico (.ly), così come quello siriano (.sy) dimostra come la gestione dei domini internet è legata all’esito dei conflitti reali [Priceonomics]
  • L’Unione Europea ha approvato la legislazione sulla neutralità della rete (insieme a quella sull’abbattimento del roaming telefonico), ma ha diversi buchi [TheVerge]
  • La fondazione George Orwell sta mandando avvisi di violazione del diritto d’autore per oggetti che riportano nelle grafiche ‘1984’ [Gizmodo]
  • La Biblioteca del Congresso Americano, che gestisce la legislazione sul copyright in USA, autorizza il jailbreak di smartphone, tablet e smart TV [TheVerge]
  • Il dominio di primo livello onion, usato dalla rete Tor è stato riconosciuto da ICANN come “dominio di uso speciale” [TheVerge]
  • Google e SAP firmano un accordo di libero utilizzo dei rispettivi brevetti software per favorire l’innovazione [FOSSPatents]
  • Google ha deciso che unirà le funzionalità di ChromeOS ad Android entro il 2017 [WSJ]
  • Il Tor Project ha rilasciato la beta del loro client di messaggistica istantanea [TheVerge]

Chromecast: inviamo video e musica con BubbleUPnP

By Giuseppe F. Testa

Chromecast formati

Nella precedente guida a Chromecast abbiamo visto i migliori consigli per sfruttare al massimo la nuova chiavetta HDMI di Google. Abbiamo già parlato abbondantemente di Plex come server e riproduttore di contenuti su Chromecast, ma oggi vi presenteremo una valida alternativa.

Ci sono svariati modi per inviare un flusso audio/video via rete: il Chromecast purtroppo supporta solo alcuni codec per la riproduzione dei flussi audio/video, inevitabilmente possiamo trovare problemi d’incompatibilità, visto il numero risicato di codec supportati dal nuovo e dal vecchio dispositivo.

Ho cercato e sperimentato e alla fine ho trovato una configurazione ottimale per condividere tutta la nostra libreria (con film, musica e immagini) senza patemi e con grande semplicità! Dopo aver letto questa guida non avrete più scuse per non comprare il Chromecast.

BubbleUPnP

Prerequisiti

Prerequisito importante è avere ovviamente il Chromecast già pronto e configurato a dovere. Altro prerequisito è un PC abbastanza potente con almeno una CPU quad-core da 1.5 GHz e un collegamento ad Internet via Router WiFi; le altri componenti non sono strettamente necessarie, basta avere il minimo consigliato per far girare egregiamente Windows 7 o superiori.

Sul nostro PC dovremo installare un valido Media Server compatibile con DLNA o UPnP; questo programma è indispensabile per catalogare i nostri file e le nostre cartelle multimediali. C’è una vasta scelta di programmi su Windows, ma ho deciso di puntare sul programma già consigliato nella precedente guida perché gratuito e multi-piattaforma: Plex Media Server.

DOWNLOAD | Plex Media Server

In fase di configurazione inseriamo tutte le cartelle del nostro PC contenenti video, film, immagini e musica, ignorando ogni altra voce. Su Plex dobbiamo solo ed esclusivamente creare la nostra libreria che condivideremo sul Chromecast.

TIP: inserite anche le cartelle di download di eMule e Torrent all’interno della vostra raccolta, per indicizzare anche il materiale fresco scaricato via P2P.

Terminata la configurazione del Media Server, dobbiamo installare un server per convertire ed inviare i file indicizzati da Plex al Chromecast nel giusto formato. Per facilitarci il compito ho scelto un server UPnP gestibile completamente da smartphone o tablet Android: BubbleUPnP.

Il server UPnP scelto offre su PC un server gratuito con strumenti open source per la codifica da PC (ffmpeg); il client su Android permette inviare i contenuti al Chromecast. Di default è possibile trasmettere gratuitamente fino a 20 minuti di contenuti al Chromecast, scaduti i quali è necessario acquistare una licenza d’uso per continuare ad usarlo.

Se non siete convinti della bontà del programma provatelo e sfruttate al massimo questi 20 minuti di prova per saggiare le capacità (i 20 minuti vengono resettati ad ogni riavvio dell’app da mobile), ma fidatevi se parte tutto durante le prove correte ad acquistare quest’app, è praticamente indispensabile per il Chromecast.

Link acquisto licenza | BubbleUPnP (3,5 €)

Configurazione BubbleUPnP

Configurazione PC

Installiamo i seguenti programmi gratis.

DOWNLOAD PC | BubbleUPnP

DOWNLOAD PC | Plex

I due programmi funzionano in background, senza la minima interazione dell’utente. Assicuratevi solo che siano impostati in autoavvio con il sistema (sono molto leggeri e non intaccano minimamente le performance d’avvio).

Per farlo controlliamo con il tasto destro sull’icona in systray di Plex alla corrispondente voce

Plex Autorun

Per BubbleUPnP non esiste icona di riferimento sulla systray, ma possiamo all’occorrenza controllare l’avvio del server cliccando sull’icona presente sul desktop.

Icona BuubleUPnP

Si aprirà una pagina di configurazione basilare, dove potremo vedere la situazione del server. Controlliamo il tab Media Servers per verificare il corretto riconoscimento di Plex (o qualsiasi altro media server voi adottiate; sono supportati: Serviio, Real Player Cloud, Kodi e molti altri); lasciamo i restanti tab con le impostazioni di default. Da PC abbiamo finito, ora ci sposteremo nel cuore di BubbleUPnP, l’app da Android!

Configurazione app Android

BubbleUPnP mostra tutto il suo potenziale solo dall’app mobile.

DOWNLOAD ANDROID | BubbleUPnP

NOTA: il device con Android deve essere connesso alla stessa rete WiFi del PC dove abbiamo configurato Plex e BubbleUPnP Server.

Una volta aperta l’app effettuiamo un slide verso destra per aprire il pannello laterale.

BubbleUPnP

Se abbiamo effettuato bene il nostro lavoro di configurazione sul PC vedremo apparire nella schermata Renderers il nome del nostro Chromecast (da selezionare), mentre nella schermata Library troveremo il media server Plex (da selezionare). Può esser necessario espandere le voci con le frecce a lato per vedere tutti i Renderer disponibili e i media server compatibili.

Sulla carta non dobbiamo fare nient’altro: ora il nostro smartphone è diventato un “telecomando Chromecast” in grado di prelevare qualsiasi file della nostra raccolta gestita dal Media Server Plex, convertire in tempo reale i file non compatibili e visualizzare il tutto su Chromecast alla massima qualità disponibile.

Configurazione avanzata

I video procedono a scatti? La riproduzione non è fluida! Vediamo come configurare BubbleUPnP in base alla rete WiFi in nostro possesso. Clicchiamo sul tasto Menu -> Settings per accedere alle impostazioni avanzate per il Chromecast

BubbleUPnP

Da questo menu potremo regolare le capacità del transcoder di convertire più o meno velocemente il flusso diretto al Chromecast, il bitrate del nostro video, l’aggiunta dei sottotitoli, il demux dei flussi audio 5.1 e l’inserimento dei sottotitoli forzati da MKV o MP4.

BubbleUPnP

Con le impostazioni di default si ottiene già una qualità alta sul Chromecast; potete modificare queste impostazioni per ottenere una qualità ancora più alta, se però notate dei problemi di stuttering o di blocchi della trasmissione potete provare ad aumentare la velocità di codifica (voce Video encoding speed) o ad abbassare il bitrate massimo (voce Max video bitrate).

Queste operazioni di codifica verranno effettuate in tempo reale dalla CPU del vostro PC desktop: più potente sarà la CPU utilizzata maggiore qualità e minore impatto sul sistema desktop avremo.

Collegata alla CPU è anche la qualità e l’intensità della nostra rete WiFi: più lontano saranno i vari dispositivi della rete più dovrete scendere nelle richieste video per la codifica.

Nei miei test ho riciclato un vecchio PC con CPU dual-core e 4 GB di RAM posizionato a circa 15 metri dal router WiFi e circa 10 metri dal Chromecast: impostando Video encoding speed su Ultrafast e bitrate massimo a 3000 Kbps sono riuscito a visualizzare decentemente qualsiasi video della mia raccolta, anche in queste situazioni estreme. La qualità non era il massimo ovviamente, ma era ancora apprezzabile (superiore alla qualità ottenibile tramite mirroring di un tab da Chrome).

Utilizzo

Per spiegare al meglio vi racconto uno scenario d’utilizzo tipico: un utente si sveglia la mattina e mette a scaricare sul suo fedele client P2P (sia esso BitTorrent o eMule poco conta) dei video interessanti da rivedere la sera al suo ritorno dal lavoro.

La sera, al ritorno, l’utente è troppo stanco anche solo per avvicinarsi al PC ed entra nella famosa “modalità divano”: si siede in salotto e non alza più. Accende la TV con il Chromecast già inserito e avvia il suo fido BubbleUPnP da Android per controllare se i file che aveva messo a scaricare sul PC in camera sono completati (ricordiamoci che l’utente ha impostato Plex Media Server per indicizzare anche la cartella di download del client P2P).

L’utente accede al tab Library per visualizzare la sua intera raccolta multimediale, un tap su Video ed apre la cartella di suo interesse, contenente anche i nuovi video.

Ora basta un tap per aggiungere il file al tab Playlist e mandarlo in riproduzione sul Chromecast! Nel tab Now Playing possiamo controllare comodamente dallo smartphone (o tablet) la riproduzione del video scelto sul TV, con la possibilità di mettere in pausa, stoppare, mandare avanti, indietro o in un punto a scelta del video senza problemi e soprattutto senza usare tastiera e PC!

TIP: possiamo aggiungere anche i sottotitoli (integrati nel file video di partenza o presi su file esterno) nella schermata Now Playing cliccando sull’icona a forma di fumetto presente affianco al titolo del video

Il PC in camera nel frattempo è libero e può essere usato da altre persone, l’importante è che non svolgano alcuna attività che comprometta la porzione di CPU destinata alla transcodifica (tipo giochi 3D pesanti o altre conversioni video) e che non spengano il PC!

NOTA BENE: se lo smartphone si spegne o si scarica durante la riproduzione, la visualizzazione verrà immediatamente interrotta. Assicuratevi di avere il device con un quantitativo di carica superiore al 50%.

Utenti GNU/Linux

Per fortuna gli strumenti descritti in questa guida sono multi-piattaforma e possiamo installarli tranquillamente anche su Ubuntu o qualsiasi altra distribuzione recente.

DOWNLOAD | Plex Media Server

Per il server di BubbleUPnP c’è il PPA apposito per Ubuntu e Mint (previa installazione di openJDK).

sudo apt-get install openjdk-7-jre-headless
sudo add-apt-repository ppa:bubbleguuum/bubbleupnpserver
sudo apt-get update
sudo apt-get install bubbleupnpserver

Il server sarà attivo subito dopo l’installazione; possiamo accedere alla schermata di configurazione da web al seguente indirizzo

http://localhost:58050

Il resto delle configurazioni sono identiche alla versione per Windows.

Conclusione

Con questa app possiamo portare su Chromecast l’intera raccolta presente sul PC desktop senza problemi e con una qualità elevatissima. Mi siedo sul divano e faccio tutto da smartphone: sfido chiunque a trovare un’alternativa più semplice, immediata ed economica!

Ero ben consapevole di poter ottenere gli stessi risultati sfruttando DLNA e UPnP sui moderni SmartTV con WiFi, ma questi ultimi difficilmente avrebbero offerto il supporto a nuovi formati video e difficilmente si prestano ad una transcodifica in tempo reale, per di più ad un costo molto elevato!

BubbleUPnP mi ha lasciato piacevolmente sorpreso: un’applicazione che merita ad occhi chiusi l’acquisto (dovrebbe essere inclusa nel Chromecast di default!). La transcodifica è straordinariamente veloce e ben scalabile a qualsiasi sistema desktop grazie alle numerose impostazioni presenti nell’app; da smartphone si può riprodurre davvero qualsiasi cosa giri sul nostro PC e sfruttarlo come telecomando per il Chromecast è un piacere!

Quest’app si presta a numerosi utilizzi, anche molto avanzati, come potete vedere in questo video pubblicato dai volenterosi sviluppatori di quest’app. Se vi chiedete perché non usare solo Plex: con BubbleUPnP abbiamo più controllo sulla parte della transcodifica.

Per chi fosse ormai convinto della bontà del dispositivo può acquistare il Chromecast 2015 al seguente link.

ACQUISTO | Chromecast

L’articolo Chromecast: inviamo video e musica con BubbleUPnP appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Rise of the Tomb Raider: trailer di lancio

By Giuseppe F. Testa

Manca poco all’arrivo in anteprima esclusiva di Rise of the Tomb Raider su Xbox One e su YouTube è apparso il trailer di lancio ufficiale dedicato alle avventure di Lara Croft intitolato “Make Your Mark”.

Il video dura circa tre minuti e ci permette di dare un’occhiata in anteprima ad alcune delle ambientazioni presenti nel gioco finale. Il gioco uscirà per Xbox One il 13 novembre 2015 in esclusiva; la versione per PC arriverà nei primi mesi del 2016 mentre la console Sony PS4 dovrà attendere la fine dell’anno prossimo per poter assaporare il titolo.

Interessati al pre-order del titolo su PC? In basso il link per la key Steam in esclusiva ad un prezzo eccezionale con Kinguin. Gli utenti Chimera Revo possono beneficiare di uno sconto del 3% sul pre-order inserendo il coupon promozionale CHRV in fase d’acquisto.

LINK | Rise of the Tomb Raider PRE-ORDER Steam CD Key (35 €)

L’articolo Rise of the Tomb Raider: trailer di lancio appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Xiaomi: ecco come si sono evolute le icone della MIUI

By Gaetano Abatemarco

MIUI icone fino a MIUI 7

La MIUI è una delle ROM più complete nel panorama Android ma riesce ad offrire il meglio solo sui dispositivi Xiaomi. Di recente è stata rilasciata la MIUI 7 e, anche per celebrare l’arrivo della nuova release, la società Cinese ha rilasciato una infografica dove vengono mostrati i cambiamenti apportati alle icone della MIUI. Dalla MIUI 1 alla MIUI 7, l’evoluzione è stata davvero notevole e tante icone sono scomparse perché agglomerate in un’unica icona: personalmente ho vissuto questa evoluzione della MIUI a partire dalla MIUI 3 fino ad oggi. E voi, siete fan della MIUI?

L’articolo Xiaomi: ecco come si sono evolute le icone della MIUI appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Piccoli misteri infantili – la macchina per cucire a pedale

By Dario Cavedon

Sono sempre stato affascinato dal capire come funzionano le cose. Una delle macchine più incredibili della mia infanzia era la macchina per cucire a pedale Singer di Mamma. Mamma aveva imparato a usarla da giovane, quando aveva lavorato per qualche tempo in fabbrica per uno di Treviso che poi ha fatto un sacco di soldi con jeans e magliette.

La mia infanzia è stata quella in cui si stava attenti a risparmiare dove si poteva, anche poche lire. I lavori di piccola sartoria famigliare erano tra questi.
Mamma accorciava i pantaloni comprati qualche taglia in più perché “tanto poi i bambini crescono”, per poi allungarli un anno dopo, quando eravamo cresciuti, recuperando la stoffa piegata sul bordo.
Mamma rifaceva i polsini alle camice, che si consumavano in fretta, “ma la camicia è ancora bella”.
Mamma cambiava le cerniere ai jeans – un lavoraccio, che il jeans è una stoffa difficile – perché “i jeans sono praticamente nuovi”.

Io guardavo Mamma che lavorava, vicino alla finestra per vederci meglio, e mi domandavo come facevano i pezzi di stoffa a cucirsi insieme. Una magia! Di nascosto, quando lei faceva altro, provavo a usare la macchina per cucire, mettendo insieme fogli strappati dal quaderno di scuola, spingendo con tutta la forza sul pedale duro della macchina. I risultati dei miei esperimenti erano pezzi di carta fatti a brandelli e filo incastrato sopra e sotto la macchina. Il Mistero della Macchina per Cucire restava immutato.
Mamma paziente (anche troppo) rimetteva a posto tutto.

Adesso che il Mistero è svelato, la macchina per cucire è ancora lì, a casa, al suo solito posto vicino alla finestra, ma non la usa più nessuno.

– by Dario Cavedon – dariocavedon.blogspot.com

CR Offers: le offerte di oggi in occasione di Halloween

By Gaetano Abatemarco

Halloween è alle porte e non mancano di certo le offerte e iniziative dedicate a questa festività diventata oramai anche “nostra”. Prima di proseguire vi ricordo che sempre su Amazon è in corso la Gaming Weeks, due settimane di offerte dedicate al settore del gaming.; inoltre vi consiglio anche di consultare i “Saldi Steam e Kinguin“. Perché CR Offers e questo articolo? Vi ricordiamo che l’intenzione è proporvi di volta in volta ciò che di meglio offre il web. Onde evitare di riempire i social con inondazioni di offerte, abbiamo deciso di realizzare degli articoli riepilogativi sulle migliori offerte ed i migliori codici sconto del momento. In questo modo avrete un riassunto veloce delle offerte più recenti che abbiamo aggiunto al nostro database offerte: naturalmente sentitevi liberi di segnalare nuove offerte o promozioni e le aggiungeremo all’elenco.

Cosa potete segnalare? Tutto ciò che ritenete davvero interessante e che abbia a che fare col mondo della tecnologia. Di seguito le offerte di oggi, che speriamo possano essere di vostro gradimento!

OFFERTE GIOCHI | Saldi Steam e Kinguin per festeggiare Halloween

Microsoft Lumia 535 8GB
Google+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 99€

Microsoft Lumia 640

Microsoft Lumia 640 a 139€ da Unieuro

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 139€

Lenovo Essential G50-70

Notebook Lenovo Essential G50-70 i5 4 GB RAM a 429€

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Notebook

offerta 429€

Motorola Moto X (2014)

Motorola Moto X (2 Generazione) a 259€ su Amazon

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 259€

Power Bank Aukey 20000 mAh

Power Bank Aukey 20000 mAh a 29€ su Amazon

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Power Bank

offerta 29€

Motorola Moto X Play

Motorola Moto X Play a 337€ su ePrice

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 337€

Motorola Moto X Play

Motorola Moto X Play 16 GB a 334€ su eBay

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 334€

Motorola MotoX Style

Motorola Moto X Style 32 GB a 488€ su Amazon

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 488€

Motorola Moto X Play

Motorola Moto X Play 16 GB a 320€ su Amazon

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

offerta 320€

APPLE MacBook Air 13 MJVE2T A

Apple MacBook Air 13 MJVE2T/A a 999€ su eBay

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Notebook

offerta 999€

Samsung MZ-75E1T0B SSD

SSD Samsung MZ-75E1T0B 850 EVO 1 TB 2.5″ SATA III a 345€

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte SSD

offerta 345€

UMI Fair

UMI Fair: codice sconto 5$ su Coolicool

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

coupon 5$

Lenovo ZUK Z1

ZUK Z1: codice sconto di 5€ su Honorbuy

FacebookGoogle+Twitter

Tutte le offerte Smartphone

coupon 5€

L’articolo CR Offers: le offerte di oggi in occasione di Halloween appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.