Agama: il nuovo programma di installazione di SUSE e openSUSE

Agama

Precedentemente noto come D-Installer, Agama, il nuovo programma di installazione di SUSE e openSUSE, si distingue per separare l’interfaccia utente dalle parti interne di YaST, consentendo l’utilizzo di varie interfacce, come un’interfaccia web per gestire l’installazione. In lavorazione da gennaio 2022, è arrivato a un buon punto con l’ultima versione Agama 8.

Quest’anno openSUSE si era imposta una “roadmap” che comprendeva un’architettura rinnovata per Agama in modo che non dipenda più da Cockpit e un’interfaccia utente più completa per la configurazione dell’impostazione dello “storage”. Poi entro luglio dovrebbe introdurre meccanismi per rendere Agama più adattabile e numerosi miglioramenti all’installazione automatica, trasformando Agama in un degno contendente ad AutoYaST.

Con la recente uscita e disponibilità di Agama 8 sono state raggiunte le prime 2 funzionalità.

Nella nuova versione Agama 8 viene presentata un’architettura completamente rinnovata, segnando il passaggio dall’utilizzo di moduli preesistenti sviluppati dal progetto Cockpit verso un framework indipendente con un’interfaccia utente modernizzata.

Ora viene utilizzato HTTP, invece di D-Bus, come protocollo di comunicazione principale per l’interazione tra i componenti di Agama. Questo passaggio all’HTTP ha ampliato la capacità del progetto di integrarsi con sistemi più grandi e ha semplificato l’organizzazione delle installazioni automatizzate.

Si dice che lasciare da parte l’uso di Cockpit ha permesso di eliminare ulteriori dipendenze esterne, come i componenti Python e C richiesti da Cockpit, mentre Agama utilizza Ruby e Rust. La rimozione di Cockpit ha inoltre liberato gli sviluppatori dalle limitazioni incontrate durante l’implementazione delle modalità di installazione automatica e ha consentito loro di riprogettare l’interfaccia di configurazione dello “storage”, raggiungendo un equilibrio ottimale tra semplicità per i principianti e funzionalità per gli utenti avanzati.

Inoltre, la nuova architettura ha ridotto significativamente i tempi di avvio dell’installatore e ne ha migliorato le prestazioni, pur mantenendo la possibilità di utilizzare componenti di basso livello già testati. Tra le funzionalità che non sono ancora state portate sulla nuova implementazione ci sono l’emulatore di terminale integrato e gli strumenti per la gestione dei dispositivi DASD (Direct Access Storage Device) e zFCP (SCSI-over-Fiber Channel).

Oltre alla nuova architettura, Agama 8 offre un’interfaccia completamente ridisegnata e più funzionale per la configurazione dell’archiviazione e del partizionamento dei dischi . Questa interfaccia conserva tutte le funzionalità di base del classico sistema di configurazione dello storage YaST e consente una personalizzazione avanzata, ma è stata anche adattata per essere più facile da comprendere per i principianti. Ad esempio, la nuova interfaccia consente di selezionare la posizione di ciascuna partizione LVM o volume logico, montare o riformattare file system precedentemente accessibili, configurare opzioni di crittografia e avvio e ridimensionare le partizioni.

Le modifiche includono anche una nuova interfaccia per la selezione delle suite di applicazioni, impostazioni migliorate per la crittografia dell’intero disco basata su TPM, uno stack di rete completamente riscritto, la modernizzazione di alcuni widget, interfacce migliorate per la modifica dei parametri del file system e la creazione di utenti e una migliore visualizzazione dei problemi riscontrati. durante l’installazione. Inoltre, Agama 8 è ora tradotto in 10 lingue.

Si segnala infine che tra circa un mese è previsto il rilascio di Agama 9, che comprenderà un’importante riorganizzazione dell’interfaccia web, sfrutterà le opportunità perdute durante il passaggio alla nuova architettura e amplierà le opzioni di installazione automatica senza intervento umano. L’obiettivo dello sviluppo è quello di essere compatibile con AutoYaST e consentire l’utilizzo di Agama come alternativa ad AutoYaST.

Se siete interessati a saperne di più potete consultare i dettagli al seguente link.

Fonte: https://yast.opensuse.org/blog/2024-05-17/agama-8
Fonte: https://www.linuxadictos.com/opensuse-presento-la-primera-preview-de-agama-8-el-nuevo-instalador-de-suse-y-opensuse.html

Visited 81 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.