Lo strumento di archiviazione file open source PeaZip 9.7 aggiunge il supporto nativo per Linux su ARM64

Lo strumento di archiviazione file open source PeaZip 9.7 aggiunge il supporto nativo per Linux su ARM64

PeaZip è uno strumento di gestione file e archivi open source, multi-piattaforma ed anche freeware quindi gratuito per qualsiasi uso. PeaZip è in grado di estrarre la maggior parte dei formati di archivio compresso sia nel mondo Windows che in quello Unix/Linux, spaziando dai tradizionali formati 7Z, RAR, TAR e ZIP a quelli sperimentali come la famiglia PAQ/LPAQ, attualmente il compressore più potente disponibile.

Apri ed estrai oltre 200 formati di archivio: 001, 7Z, ACE(*), ARC, ARJ, BZ2, CAB, DMG, GZ, ISO, LHA, PAQ, PEA, RAR, TAR, UDF, WIM, XZ, ZIP ZIPX … clicca sul link per l’elenco completo dei formati di file di archivio supportati per l’archiviazione e l’estrazione.

PeaZip fornisce un’archiviazione multi-formato veloce e ad alto rapporto di compressione: visualizza i benchmark di compressione e decompressione dei file per ulteriori informazioni.

PeaZip è localizzato in 29 lingue ed è in grado di gestire tutti i formati di archivio più diffusi supportando una vasta gamma di funzionalità avanzate di gestione dei file e degli archivi (ricerca, segnalibri, visualizzatore di miniature, trova file duplicati, calcolo del valore hash/checksum, conversione di file di archivio…), ed è in particolare focalizzato sulla sicurezza (crittografia forte, autenticazione a due fattori, gestore di password crittografate, cancellazione sicura dei file…).

La notizia è che lo strumento di archiviazione file open source PeaZip 9.7 è stato appena rilasciato come aggiornamento di manutenzione inteso ad aggiornare le funzionalità principali dell’applicazione e anche a risolvere alcuni bug.

PeaZip 9.7 è qui per aggiungere il supporto nativo per i sistemi Linux AArch64 (ARM64) fornendo build pronte all’uso per entrambe le varianti GTK e Qt dell’applicazione. Ciò dovrebbe rendere più semplice per gli utenti l’utilizzo del popolare strumento di archiviazione file su hardware ARM a 64 bit come l’ultimo computer a scheda singola Raspberry Pi 5.

Adesso PeaZip 9.7 ha un totale di 234 estensioni di file che possono essere aperti come archivi da PeaZip.

Inoltre questa versione migliora il motore di generazione degli script implementando una nuova opzione nella scheda “Console” delle schermate di archiviazione ed estrazione per utilizzare la pipe stdin/stdout per l’archiviazione e l’estrazione di archivi TAR compressi. Questa modifica elimina la necessità di salvare i file TAR intermedi su disco. Come hanno spiegato gli sviluppatori:

Questa opzione non si applica all’app GUI stessa (che avvia le operazioni come singoli processi distinti), ma solo agli script generati dall’applicazione, che possono essere salvati per essere eseguiti in modo indipendente nelle istanze della console. L’opzione si applica solo ai formati gestiti tramite il backend 7z/p7zip.

PeaZip 9.7 migliora anche la visualizzazione dell’applicazione adattando le schede verticali nella schermata Opzioni allo stile delle schede del tema del desktop, migliora il caricamento delle traduzioni linguistiche per i file codificati come UTF8 e UTF8-BOM e migliora il supporto per i vecchi file di traduzione che non corrispondono alla versione dell’applicazione.

PeaZip 9.7 viene fornito con backend aggiornati, inclusi Brotli 1.1.0, Pea 1.17 e Zstd 1.5.5, ed è stato compilato con Lazarus 3.0 pur mantenendo la compatibilità con la serie Lazarus 2.x. L’app è stata testata anche con il backend beta 7z 24.01, ma non è incluso in questa versione.

Sono stati risolti anche un paio di bug, incluso un problema con l’opzione -ext2simple, che ora dovrebbe funzionare correttamente, e un problema con la sezione Qt5 impostando il browser dei file nella modalità “Dettagli” per la selezione della riga.

Per tutti i dettagli, controlla il changelog delle modifiche sul sito ufficiale.

Puoi scaricare PeaZip 9.7 dalla pagina dei download su SourceForge o GitHub come pacchetto installabile sulla tua distribuzione GNU/Linux oppure come versione portatile (portable). Come versione portatile per la tua distribuzione GNU/Linux con GUI GTK o Qt puoi utilizzare l’app senza installare nulla sul tuo sistema ma semplicemente copiando e lanciando il relativo eseguibile.

Fonte: https://9to5linux.com/peazip-9-7-open-source-file-archiver-utility-adds-native-arm64-linux-support
Fonte: https://www.omgubuntu.co.uk/2024/02/peazip-adds-arm64-linux-support
Fonte: https://www.neowin.net/software/peazip-970/

Visited 7 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 12 Maggio 2024

    […] i recenti problemi del suo sviluppatore, dopo 3 mesi dal rilascio di PeaZip 9.7, arriva PeaZip 9.8 come un importante aggiornamento di questa utility di archiviazione file open […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.