Smartphone Android rotto: recuperare i dati

By Gaetano Abatemarco

Gli smartphone sono diventati indispensabili per ognuno di noi. Non rappresentano più un semplice oggetto di telefonia ma sono davvero il nostro piccolo album di foto digitali tascabile, memo di note e appunti, rubrica di appuntamenti, calendario, contatti, giochi, dati sensibili e tanto altro.

Uno smartphone Android rotto può mandare nel panico: un attimo prima stavate scambiando messaggi di testo con i vostri amici e un attimo dopo è successo ciò che tanti hanno anche timore di pensare. Lo smartphone cade, il display si rompe e bisogna iniziare a scegliere un nuovo smartphone da acquistare.

Se dovete cambiare smartphone, potete anche consultare la nostra guida dedicata:

cat-logocat-logocat-logo

Magari però, prima di acquistarne uno nuovo, volete recuperare i dati dal vostro smartphone Android rotto. Come fare? Non è difficile e ci sono varie soluzioni.

Prima di mostrarvele, vi ricordo che potete garantire ulteriore protezione al vostro smartphone evitando che si rompa utilizzando non solo una cover protettiva ma soprattutto una pellicola di vetro temperato da applicare al display. Queste pellicole sono un vero e proprio vetro aggiuntivo che va a proteggere lo schermo del dispositivo.

Potete acquistarle anche su Amazon mentre di seguito trovate un collegamento al nostro approfondimento dedicato proprio alle pellicole di vetro temperato.

Recuperare dati da uno smartphone rotto

Primo metodo: il cavo USB

Se il vostro smartphone riesce ad avviarsi correttamente nonostante il display rotto, allora il recupero non sarà difficile. Ecco cosa dovete fare:

  1. Procuratevi un cavo USB per collegare il vostro smartphone al PC (solitamente è in dotazione nella confezione di vendita dello smartphone);
  2. Collegate lo smartphone al PC tramite cavo USB;
  3. Se sul PC non vi comparirà nessuna nuova periferica o cartella, allora forse il vostro smartphone è in modalità “carica“ e non nella modalità di trasferimento dati. Per impostare iltrasferimento dati dovete solitamente scendere la tendina delle notifiche del vostro smartphone e dalla voce “Utilizza USB per“ (o simile) impostare l’opzione per il trasferimento di file o foto. utilizza usb per android
  4. Adesso vi comparirà sul PC una cartella relativa ai dati contenuti nel vostro smartphone Android: basta trascinarli e copiarli sul vostro PC. Ricordatevi che le foto sono solitamente salvate nella cartella DCIM.
  5. Una volta completati i trasferimenti, potete scollegare lo smartphone.

Secondo metodo: AirDroid

Può capitare che non siate in possesso di un cavo USB o, peggio ancora, il PC non riconosce il vostro smartphone. Cosa fare? Potete sfruttare un’applicazione del Play Store che vi aiuterà nel trasferimento dei file: AirDroid.

AirDroid, che potete scaricare da qui, è un’app multifunzione che permette tra le altre cose di effettuare il trasferimento dei dati dal PC allo smartphone (e viceversa) sfruttando la connessione Internet o Wi-Fi. La cosa importante è che Aidroid funziona sia con Windows, Mac che Linux poiché sfrutta un browser per creare il collegamento tra il vostro smartphone e il vostro PC.

Una volta scaricata l’app, dal PC collegatevi all’indirizzo http://web.airdroid.com/ e vi comparirà la seguente immagine:

AirDroid

Dovrete creare un account o collegarvi con un social network: a quel punto basterà cliccare sulle icone e potete trasferire e copiare contatti della rubrica, file, musica, suonerie, video, foto, screenshot, messaggi e anche registro delle chiamate.

Tutto molto semplice e intuitivo!

Alcuni suggerimenti…

Potreste avere voglia, magari, anche di recuperare alcuni documenti o fotografie che avete cancellato per errore. In questo caso la procedura non è complicata e potete seguire la guida che trovate di seguito:

oppure

Se invece volete forzare il vostro smartphone alla cancellazione dei dati per impedirne il recupero, allora leggete la seguente guida:

Ricordatevi del backup!

Prima di concludere un ultimo suggerimento: è sempre importante effettuare un backup dei dati (ovvero salvataggio dei dati). Esistono tanti strumenti che permettono di farlo: se volete tenere sempre al sicuro le vostre foto allora un buon suggerimento è utilizzare Google Foto.

Se invece volete effettuare un backup completo, tutti i consigli e suggerimenti in merito li trovate riportati nel seguente articolo:

L’articolo Smartphone Android rotto: recuperare i dati appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Visited 5 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.