La storia dei flop: Microsoft Tablet PC

By Jessica Lambiase

A cavallo tra il 2009 ed il 2010 la scena informatica si riempì di rumor che parlavano di un concetto di computing completamente rinnovato: secondo i più informati a bollire nelle pentole di Cupertino non c’era il solito prodotto super esaltato ma qualcosa che avrebbe potuto destare lo stesso scalpore – o quasi – di quanto aveva fatto lo smartphone di Apple – che tutti conosciamo come iPhone – poco più di due anni prima. Anche quella volta i più informati avevano ragione.

Il 27 Gennaio 2010, con uno dei soliti eventi in grande, Apple – all’epoca ancora capitanata dall’ormai compianto genio visionario Steve Jobs – presenta a San Francisco quello che avrebbe diffuso al grande pubblico l’idea di “tablet” – il dispositivo trasportabile quasi come uno smartphone, ma più comodo: la prima generazione di iPad. Ed è subito febbre da tablet: disponibile sugli store americani da Aprile dello stesso anno, dopo appena un mese Apple era riuscita a piazzare oltre un milione di dispositivi sul mercato, senza contare che – a causa del solito prezzo proibitivo del gioiello marcato mela morsicata – iniziarono inoltre a vedere la luce tavolette di vario genere, decisamente più economiche, provenienti direttamente dalle fabbriche dei competitors e contraddistinte – per la maggiore – dall’acerrimo nemico di iOS, Android.

Vogliamo terminare questa storia con “Ecco come è nato il tablet, e chi l’ha inventato”? In realtà… no. Non tutti lo sanno ma l’idea di tablet risale a ben 10 anni prima ed ha un papà legato indissolubilmente a doppio filo con Steve Jobs, nonostante la profonda discordanza di modus vivendi e operandi: Bill Gates. Si, avete letto bene: l’idea di tablet nasce dagli uffici di Microsoft, risale al 2000 e fu messa nero su bianco appena due anni dopo… ma all’epoca fu un grosso, clamoroso flop.

In breve…
Produttore:Microsoft
Nome servizio / Prodotto:Tablet PC
Categoria:Dispositivi / Concept
Data di nascita:2002
Data di morte:Ad oggi presente
Cause:Troppo “precoce” per quegli anni

Bill Gates impugna un HP Compaq TC1000

Correva l’anno 2000, alla conferenza annuale COMDEX colui che all’epoca era ai vertici dell’azienda di Redmond – già famosa per i suoi sistemi operativi all’avanguardia – definì datato il concetto di browser: secondo Bill Gates, il futuro del computing si sarebbe ridotto ad un dispositivo dalle dimensioni particolarmente ridotte, in grado di interpretare la voce del suo utilizzatore grazie ad un software vocale e, cosa non da meno, utilizzabile attraverso “uno stylus” che, grazie alla tecnologia touchscreen, avrebbe permesso di mettere nero (digitale) su bianco le proprie idee utilizzando questa tavoletta esattamente come un foglio. E’ così che Bill Gates calca il palco del COMDEX con una prima idea di “tablet PC”, suscitando la curiosità dei presenti, precisando che l’attesa per un primo prodotto del genere sarebbe stata di almeno due anni.

Nel 2001, intanto, Microsoft introduce ufficialmente la specifica “Microsoft Tablet PC”:

Il Tablet PC ha le funzionalità di un personal computer che esegue Microsoft® Windows® XP, predisposto per le applicazioni in grado di utilizzare la penna, la scrittura a mano e la sintesi vocale. La combinazione di software e hardware in un Tablet PC abilita queste metodologie di interazione e permette agli utenti di ottenere un’esperienza di utilizzo ricca, interattiva e produttiva.

e, sempre nello stesso anno, nasce un prototipo dimostrativo del tablet ideato da Microsoft con a bordo un sistema operativo ad-hocWindows XP Tablet PC Edition – progettato per integrare al meglio tutte le funzionalità che avrebbero dovuto contraddistinguere il prodotto.

Steve Ballmer e il suo tablet – 2002

L’idea viene abbracciata da diversi partner OEM che l’anno successivo – siamo nel 2002 – iniziano a produrre e commercializzare quelli che saranno i primi tablet della storia: in ordine cronologico uno dei primi dispositivi del genere a varcare la scena dovrebbe essere stato l’HP Compaq TC1000, un combinabile rivenduto al “modico prezzo” di circa 2200 dollari e con base dock disponibile a parte. Il suo processore ad 1GHz, accompagnato da 232MB di RAM e da un hard disk da 30GB lasciava ben sperare ma, esattamente come tutti gli altri “fratelli” tablet dell’epoca, la cosa si ridusse ad una catasta di scorte invendute.

Soltanto qualche anno dopo – nel 2005 – Lenovo provò coraggiosamente a risollevare le sorti di questo mercato “mai nato”, forte della recente fusione con IBM, con il suo tablet Thinkpad X41. Anche in questo caso, un flop completo.

Fino ad arrivare al 2010, all’iPad, ai nuovi tablet e al 2012 con il Microsoft Surface: il nuovo tablet di Microsoft aveva acceso un certo interesse ma, visto l’andazzo, sembrava che quasi 10 anni dopo la storia del flop sia destinata a ripetersi. Sembrava, perché il Surface Pro 2, Pro 3 ed il neopresentato Surface 3 iniziano a farsi valere. Sarà già tardi?

Microsoft, e la maledizione dei tablet.

L’articolo La storia dei flop: Microsoft Tablet PC appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.