Secondo Shuttleworth il 2023 potrebbe davvero essere l’anno della IPO per Canonical

Canonical Logo

Nel recente passato, viste le grandi movimentazioni nelle aziende open-source, a partire dall’acquisizione di Red Hat da parte di IBM, così come la preparazione di SUSE alla IPO (Initial Public Offering, ossia il processo che porta un’azienda ad essere quotata in borsa) è stato chiesto più volte a Mark Shuttleworth, fondatore e CEO di Canonical, quali progetti avesse per la sua creatura.

Subito dopo l’acquisizione di Red Hat (ottobre 2018) il papà di Ubuntu aveva chiaramente (e piccatamente) affermato che non avrebbe mai venduto Canonical, poiché il suo imperativo era quello di mantenersi indipendente. Ma in concomitanza all’uscita di Ubuntu 20.04 (quindi ad aprile 2020) aveva cominciato a parlare di presupposti per una IPO, che al tempo mancavano.

Oggi le cose paiono decisamente cambiate. Come racconta questo articolo di FossForce, stando alle ultime dichiarazioni di Mark Shuttleworth, Canonical potrebbe avere la sua IPO nel 2023. Queste le parole riportate nell’articolo:

We are on track to float the business. And now I’m pretty confident that we will do that in 2023, and so we’re taking active steps at the board level and in our finance operation — various other parts of the business — to be prepared for that. We’re now effectively on a very clear program to a flotation of the business next year.

Stiamo mantenendo il nostro business sano. Sono piuttosto fiducioso nel 2023 potremo farla [la IPO] e quindi ci stiamo muovendo attivamente a livello dirigenziale e finanziario – ed in varie altre parti del business – per essere pronti. Ad oggi abbiamo un programma molto chiaro per avere una quotazione della nostra attività il prossimo anno.

Con 175 milioni di fatturato Canonical rimane sideralmente lontana dalle vette di Red Hat (che ragiona in miliardi di fatturato, e nel 2021 sono stati più di 6) ed anche consistentemente lontana da SUSE che si attesta intorno ai 500 milioni, ma per base di installato e diffusione ha delle potenzialità oggettivamente enormi.

Quanto le parole di Mark Shuttleworth si tradurranno in realtà lo scopriremo solamente nel 2023, ma l’idea è quella di non trattenere il fiato, poiché in passato situazioni simili erano state accennate, per poi essere smentite. La realtà dei fatti è che sarà necessario un incremento consistente tanto del fatturato quanto dei ricavi effettivi per rendere Canonical appetibile ai mercati.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Fonte: https://www.miamammausalinux.org/2022/05/secondo-shuttleworth-il-2023-potrebbe-davvero-essere-lanno-della-ipo-per-canonical/

Visited 8 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.