Uno sguardo indietro alla storia di Firefox

Il browser Firefox è stato per molto tempo un pilastro della comunità open source. Per molti anni è stato il browser Web predefinito su (quasi) tutte le distribuzioni Linux e l’unico ostacolo al dominio totale di Microsoft su Internet. Questo browser ha radici che risalgono ai primissimi giorni di Internet. Poiché questa settimana segna il 30° anniversario di Internet, non c’è momento migliore per parlare di come Firefox sia diventato il browser che tutti conosciamo e amiamo.

Agli albori

Nei primi anni 1990, un giovane uomo di nome Marc Andreessen stava lavorando alla sua tesi di laurea in informatica presso l’Università dell’Illinois. Mentre era lì, ha iniziato a lavorare per il National Center for Supercomputing Applications. Durante quel tempo, Sir Tim Berners-Lee ha rilasciato una prima forma di web standard che conosciamo oggi. Marc Andreessen ha introdotto un browser web molto primitivo denominato ViolaWWW. Visto che la tecnologia aveva potenziale, Marc ed Eric Bina crearono un browser per Unix facile da installare chiamato NCSA Mosaic. La prima alpha è stata rilasciata nel giugno 1993. Da settembre, c’erano le prime versioni per Windows e Macintosh. Mosaic diventò molto popolare perché era più facile da usare rispetto ad altri software di navigazione.

Nel 1994, Marc si è laureato e si trasferì in California. Fu contattato da Jim Clark, che aveva fatto i suoi soldi vendendo hardware e software. Clark aveva usato Mosaic e aveva intravisto le possibilità finanziarie di Internet. Clark reclutò Marc ed Eric per avviare una società di software per Internet. La società è stata originariamente chiamata Mosaic Communications Corporation, tuttavia, l’Università dell’Illinois non vide di buon occhio il loro modo di utilizzare il nome Mosaic. Come risultato, la società cambiò nome in Netscape Communications Corporation.

Il primo progetto della società era una rete di gioco online per Nintendo 64, ma questo progetto fu un fallimento. Il primo prodotto che hanno rilasciato è stato un browser Web chiamato Mosaic Netscape 0.9, successivamente rinominato Netscape Navigator. Internamente, il progetto del browser aveva il nome in codice di mozilla, che stava per ‘Mosaic killer’. Un dipendente creò un cartone animato di una creatura simile a Godzilla. Volevano vincere sulla concorrenza.

Early Firefox Mascot

Prima mascotte di Mozilla per Netscape

All’epoca, uno dei maggiori vantaggi di Netscape era il fatto che il suo browser appariva e funzionava allo stesso modo su tutti i sistemi operativi. Netscape ha descritto questo come: dare a tutti una parità di condizioni.

Con l’aumento dell’utilizzo di Netscape Navigator, la quota di mercato di NCSA Mosaic è fortemente ridimensionata. Nel 1995, Netscape si quotò in borsa. Il primo giorno, il titolo è partito da un valore di 28 dollari, è salito fino a 75 dollari e ha chiuso la giornata a 58 dollari. Netscape era senza rivali.

Ma non è durato a lungo. Nell’estate del 1994, Microsoft ha rilasciato Internet Explorer 1.0, basato su Spyglass Mosaic a sua volta basato su NCSA Mosaic. La guerra dei browser era iniziata.

Nel corso degli anni successivi, Netscape e Microsoft hanno gareggiato per il predominio di Internet. Ogni funzionalità aggiunta era sempre per competere con l’altro. Sfortunatamente, Internet Explorer ha avuto un enorme vantaggio perché è sempre stato fornito in bundle con Windows. Oltre a ciò, Microsoft aveva più programmatori e denaro per risolvere i problemi. Verso la fine del 1997, Netscape iniziò a incontrare problemi finanziari.

Passaggio all’Open Source

mozilla-firefox

Nel gennaio 1998, Netscape ha aperto il codice della suite Netscape Communicator 4.0 rendendolo open source. L’obiettivo era “sfruttare la forza creativa di migliaia di programmatori su Internet incorporando i loro  miglioramenti nelle future versioni del software di Netscape. Questa strategia è progettata per accelerare lo sviluppo e la distribuzione gratuita da parte di Netscape delle future versioni di alta qualità di Netscape Communicator a clienti aziendali e privati.

Il progetto doveva essere sostenuto dalla nuova organizzazione Mozilla. Tuttavia, il codice di Netscape Communicator 4.0 si è dimostrato molto difficile da utilizzare a causa delle sue dimensioni e complessità. Oltre a ciò, non è stato possibile aprire diverse parti del codice a causa di accordi di licenza con terze parti. Alla fine, si è deciso di riscrivere il browser da zero usando il nuovo motore di rendering Gecko.

Nel novembre 1998, Netscape è stata acquisita da AOL con uno scambio azionario del valore di 4,2 miliardi di dollari.

Partire da zero è stata un’impresa importante. Mozilla Firefox (inizialmente soprannominato Phoenix) è stato creato nel giugno del 2002 e realizzato su più sistemi operativi, come Linux, Mac OS, Microsoft Windows e Solaris.

L’anno successivo, AOL ha annunciato che avrebbero interrotto lo sviluppo del browser. La Mozilla Foundation è stata successivamente creata per gestire i marchi di Mozilla e gestire il finanziamento del progetto. Inizialmente, la Mozilla Foundation ha ricevuto 2 milioni di dollari in donazioni da AOL, IBM, Sun Microsystems e Red Hat.

Nel marzo del 2003, Mozilla ha annunciato piani per separare la suite in applicazioni stand-alone ovvero separate a causa dell’enorme quantità di codice scritto. Il browser stand-alone fu inizialmente chiamato Phoenix. Tuttavia, il nome è stato modificato a causa di una disputa sui marchi con il produttore di BIOS per PC Phoenix Technologies. Phoenix è stato rinominato in  Firebird solo per la parte relativa al  server di database. Il browser è stato nuovamente rinominato in Firefox, che tutti conosciamo.

All’epoca, Mozilla disse: “Abbiamo imparato molto sulla scelta dei nomi nell’ultimo anno (più di quanto avremmo voluto). Siamo stati molto attenti nella ricerca del nome per garantire che non avremo ulteriori problemi lungo la strada. Abbiamo iniziato il processo di registrazione del nostro nuovo marchio con l’ufficio dei marchi e dei brevetti degli Stati Uniti.”

Mozilla Firefox 1.0

La prima versione ufficiale di Firefox fu la 0.8 del’8 febbraio 2004. seguita dalla 1.0 il 9 novembre 2004. La versione 2.0 e 3.0 seguirono rispettivamente nell’ottobre 2006 e nel giugno 2008. Ogni versione principale ha portato con sé molte nuove funzionalità e miglioramenti. Per molti aspetti, Firefox ha anticipato Internet Explorer in termini di funzionalità e tecnologia, ma IE ha avuto sempre più utenti.

La storia è cambiata con il rilascio del browser Chrome di Google. Nei mesi precedenti l’uscita di Chrome nel settembre 2008, Firefox rappresentava il 30% di tutto l’utilizzo del browser e IE aveva superato il 60%. Secondo il report StatCounter del gennaio 2019, Firefox rappresenta meno del 10% di tutto l’utilizzo del browser, mentre Chrome ha oltre il 70%.

Contrariamente alla credenza popolare, il logo di Firefox non rappresenta una volpe. In realtà è un Panda Rosso. In Cinese, “fire fox” è un altro nome per il panda rosso.

Il Futuro

Come scritto sopra, Firefox ha attualmente la quota di mercato più bassa della sua storia recente. C’era un tempo quando un gruppo di browser erano basati su Firefox, come la prima versione del del browser Flock. Ora la maggior parte dei browser è basato sulla tecnologia di Google, come Opera e Vivaldi. Anche Microsoft si arrende sullo sviluppo del browser e si unisce alla lista di coloro che usaano Chromium.

Questo potrebbe sembrare un vero disastro dopo le altezze dei primi anni di Netscape. Ma non dimenticare ciò che Firefox ha realizzato. Un gruppo di sviluppatori da tutto il mondo ha creato il secondo browser più utilizzato al mondo. Hanno conquistato una quota di mercato del 30% lontano dal monopolio di Microsoft, e possono farlo di nuovo.

La lotta contro il monopolio è uno dei tanti motivi per cui utilizzo Firefox. Mozilla ha riacquistato parte della sua quota di mercato persa con la rinnovata versione di Firefox Quantum e credo che continuerà il percorso verso l’alto.

Fonte: https://itsfoss.com/history-of-firefox/

Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.