Recensione Speedlink Decus: si può fare di meglio

By Matteo Joliveau

photo_2016-07-26_15-00-44

Abbiamo già incontrato Speedlink con il suo interessante mouse Kudos Z-9, e ora torniamo alla carica con il fratellino minore Decus. Un mouse dalla forma un po’ particolare che soddisferà i giocatori con le mani più grandi.

Confezione

Il bundle è piuttosto standard per i mouse, giusto qualche volantino e libretto d’istruzione oltre al Decus messo in bella mostra da una confezione in plastica. La scatola è solida e fornisce tutte le informazioni sulle funzionalità del mouse. Sulla parete frontale notiamo subito le caratteristiche principali di questo mouse, in primis i 7 pulsanti totalmente programmabili, la copertura gommanta, i profili personalizzabili e il cavo telato da 1.8m. Viene inoltre specificata la sensibilità massima del sensore (5000 DPI).


photo_2016-07-26_15-01-01
photo_2016-07-26_15-01-04

Design

Il mouse si presenta subito molto largo e ampio, con la carena rosso sgargiante tipica degli Speedlink e i due settori illuminati a LED RGB, la rotellina e le decorazioni sul palmo e sottopollice. Il comportamento di questi LED è ovviamente programmabile tramite il centro di controllo sul PC, così come la colorazione, anche se solo la zona inferiore è modificabile. La rotellina resterà invece sempre fissa sulla colorazione blu.
Oltre ai classici destra, sinistra e rotella, il Decus dispone di due tasti aggiuntivi sotto il pollice, più un altro tasto subito a sinistra del tasto sinistro che è possibile assegnare alla funzione che più si preferisce.

IMG_5278
IMG_5280
IMG_5274

L’impugnatura è comoda e la plastica opaca e leggermente gommata fornisce un grip piuttosto buono e saldo. La forma allargata e relativamente bassa, unita alle decise scanalature ergonomiche per pollice, anulare e mignolo lo rende adatto principalmente per un’impugnatura palm, mentre risulta un po’ scomodo per chi usa prese più alte come la claw e la fingertip.

Molto buono sul lato del comfort anche se non l’ho potuto apprezzare appieno data la mia impugnatura claw, ci tengo a precisare che si tratta di un mouse ESCLUSIVAMENTE per destrimani. La forma e la posizione dei tasti rende estremamente scomodo l’utilizzo con la mano sinistra.

Hardware

Del sensore non viene specificato il modello, si sa solo che si tratta di un laser(non a LED o infrarossi quindi) capace di raggiungere 5000 DPI di sensibilità massima. Non c’è da aspettarsi le performance di un sensore a LED ottimizzato e “coccolato” per l’utilizzo gaming (quali possono essere i vari Pixart A3090, A3310 e Logitech/Pixart 3366), ma tutto sommato si comporta in modo decente anche in gaming. L’accelerazione è minima, il liftoff è abbastanza impercettibile e mantiene una discreta precisione anche a DPI più bassi. L’ho comunque sentito più “pesante” e grezzo rispetto al Kudos o al mio mouse di fiducia, un CM Storm Alcor a LED dotato di A3090.

Tramite le impostazioni è possibile configurare a piacimento i quattro profili DPI disponibili, andando da 5000 a 400 DPI per incrementi di 100. E’ così possibile personalizzare i propri settaggi usando quelli che più si adattano al nostro stile di gioco, regolando anche il polling rate del connettore USB (impostandolo su 125, 250, 500 e 1000 Hz), impostare un asse più sensibile dell’altro e regolare la velocità di auto press dei tasti, ovvero quanto tempo passa tra un’attivazione e l’altra se si tiene premuto un tasto.

IMG_5282
IMG_5281
IMG_5277

Software

Similmente al Kudos anche il Decus permette di creare macro e cambiare l’assegnazione dei tasti. Anche se non dispone di tutti i tasti del fratello maggiore è comunque ben fornito come personalizzazione. Sequenze di tasti, caratteri da tastiera e funzioni particolari come Taglia, Copia, Play/Pausa e persino funzioni speciali di Windows come “chiudi finestra” possono essere assegnati ad un singolo pulsante, organizzati all’interno di cinque profili differenti che possono essere attivati o tramite uno dei pulsanti (ad esempio quello sotto la rotella, che di default è assegnato al cambio di DPI ma che può essere tranquillamente rimappato) oppure assegnandogli un eseguibile software. Il profilo si imposterà automaticamente quando rileverà l’avvio del programma a cui è stato legato.

Ad esempio, possiamo avere un profilo con delle macro utili per il video editing, uno con delle scorciatoie per volume, play e pausa da usare col lettore musicale, un altro con comandi per i videogiochi, e il software si occuperà di selezionare automaticamente il profilo corretto per ogni programma che gli assegneremo. Anche usarlo su altri computer non sarà un problema grazie al salvataggio di tutti i profili sulla memoria interna al mouse, funzionante anche su sistemi operativi come GNU/Linux o Mac OS X dove il pannello di controllo non è compatibile, è inoltre possibile anche salvare un backup delle impostazioni per ripristinarle in caso di perdita.

Cattura2
Cattura
Cattura4
Cattura3

Conclusioni

In gioco si rivela un mouse piuttosto affidabile, è abbastanza grosso e poco maneggevole rispetto ad altri mouse e questo compromette abbastanza la sua comodità in gioco, ma lo rende anche adatto a mani grandi e lavori in cui sono richiesti ampi movimenti del mouse. La costruzione è di ottima fattura e il feedback dei tasti è buono, non si rischia di premerli per errore o non accorgersene. Anche i tasti del pollice, che nel Kudos erano un po’ molli, sono invece ottimi e piacevoli da premere
Purtroppo a differenza del fratello maggiore non è così pratico in ambito lavorativo avendo meno tasti, ne in ambito gaming dato che per 45€ (da Amazon.it, eligibile Prime) si trovano mouse più adatti al gioco sia in termini di sensore che di switch dei tasti. Un mouse che insomma resta un buon mouse, ma non trova davvero un suo posto nel panorama attuale.

L’articolo Recensione Speedlink Decus: si può fare di meglio appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.