Scopriamo il browser Otter per Linux

Otter Browser

Quando Opera Software ha annunciato che sarebbe passata dal motore Presto, sviluppato e controllato dall’azienda, a Webkit/Blink, molti utenti di Opera si sono sentiti come se un mondo fosse appena finito.

WebKit e Blink sono entrambi motori di rendering utilizzati dai browser web per generare pagine web.

  • WebKit è un motore di layout open source utilizzato da Safari di Apple, versioni precedenti di Chrome di Google e molti altri programmi macOS, iOS e Linux.
  • Blink, d’altra parte, è un motore di rendering per browser derivato da una fork di Google del componente WebCore di WebKit. È sviluppato come parte del progetto Chromium con i contributi di Google, Opera Software, Adobe, Intel, Samsung e altri. Blink viene utilizzato in Chrome (versione 28+), Chrome OS, Opera (versione 15+), Vivaldi, Amazon Silk, Microsoft Edge (2019) e altri browser e framework basati su Chromium.

Google ha annunciato la sua decisione di passare da WebKit a Blink il 4 aprile 2013 confermando che Blink avrebbe alimentato il browser di Google su tutte le piattaforme disponibili, a partire da circa 10 settimane dopo con il rilascio di Chrome 28. La decisione di Google di passare a Blink da WebKit è stata presa per poter effettuare modifiche, anche sostanziali, al motore di rendering. Infatti, il primo risultato di questa scissione è stata la semplificazione del motore attraverso la cancellazione di 7000 file e di quasi 4,5 milioni di linee di codice.

Opera Software ha annunciato il passaggio dal suo motore interno Presto a WebKit/Blink il 13 febbraio 2013. Questo cambiamento ha segnato la prima volta che un importante browser web ha cambiato motore di rendering. Presto è stato il motore del browser web Opera dalla release di Opera 7 il 28 gennaio 2003, fino alla release di Opera 15 il 2 luglio 2013, momento in cui Opera ha iniziato a utilizzare il motore Blink, originariamente creato per Chromium.

Non solo significava che Opera sarebbe cambiata in modo significativo, e nessuno all’epoca sapeva quanto, ma anche che Opera Software avrebbe perso il controllo sul processo di sviluppo.

È diventato subito chiaro che le prime versioni del nuovo browser Opera non si avvicinavano nemmeno a ciò che offriva quello vecchio. Anche le funzionalità di base, come il supporto per il corretto bookmarking (i link ai preferiti ovvero i segnalibri), la sincronizzazione dei dati, i temi o la corretta gestione delle schede, non erano supportate dal nuovo browser.

La prima versione beta del browser Otter è stato rilasciato nel 2014 ed era chiaro allora che ci sarebbe voluto un bel po’ di tempo prima che la prima versione stabile del browser Otter fosse pronta per il rilascio (a causa delle risorse limitate). Nel 2019 il team ha rilasciato al pubblico la prima versione stabile del browser Otter. Inizialmente era disponibile per Windows come pacchetto ZIP ma in seguito sono state rilasciate anche le versioni per Linux e Mac OS X. È disponibile in forma binaria e codice sorgente con licenza GPLv3 e, sebbene al momento non assomigli al classico browser Opera, è già in grado di supportare le funzionalità come i segnalibri o un’opzione separata per la barra di ricerca che manca al browser Opera basato su Chromium.

Quindi il browser Otter mira a ricreare gli aspetti migliori della classica interfaccia utente di Opera (12.x) utilizzando Qt5. Il browser è basato su QtWebKit, ma l’autore prevede anche di aggiungere il supporto per altri engine di browser tramite QtWebEngine. Tuttavia, ciò significa che non sarà mai compatibile con il motore di rendering di Presto, in quanto non è disponibile per l’uso da parte di terzi essendo proprietario.

L’autore fece inoltre notare che il browser Otter non sarebbe stato un clone 1:1 di Opera. Mancheranno alcune funzionalità, ad esempio Unity o il supporto per i widget, e ne miglioreranno altre.

Un aspetto interessante del browser Otter è che è stato creato come browser modulare, il che significa che sarà possibile sostituire i componenti del browser con altri. Nel browser sarà integrato anche un client di posta, aggiungendo un’altra funzionalità che mancava nel nuovo browser Opera.

Sono ora disponibili funzionalità come il blocco popup, la gestione delle sessioni, i segnalibri o le funzioni per la privacy come Do Not Track. Altre, in particolare quelle che consentono di modificare l’interfaccia utente, non sono ancora implementati. Ciò significa che l’interfaccia utente è statica come quella del browser Chrome o Opera (nuovo) al momento.

L’elenco delle cose da fare evidenzia le funzionalità e le priorità che lo sviluppatore prevede di integrare nel browser. In cima all’elenco ci sono un gestore di password, le impostazioni proxy, le preferenze specifiche della pagina e una home page.

Il browser Otter esiste solo a 64 bit e ad oggi ha raggiunto la versione stabile 1.0.0.3 risalente a marzo 2022 ma la versione Appimage, che facilita non poco la sua installazione, è ferma alla versione 0.9.99.3 e non è stata ancora aggiornata. Ho provato a scaricarla e renderla avviabile ma nella mia versione di Ubuntu 22.04.3 LTS genera un errore:

./otter-browser: symbol lookup error: /lib/x86_64-linux-gnu/libgio-2.0.so.0: undefined symbol: g_module_open_full 

Se provate e riuscite ad avviarlo fatemi sapere.

Osservazioni conclusive

Il progetto del browser Otter è iniziato come un progetto individuale e se fosse rimasto così, avrebbe potuto prendere la stessa strada di molti altri progetti ambiziosi ovvero arenarsi e morire ma, secondo lo sviluppatore principale, altri hanno già contribuito al progetto, quindi è meno probabile che ciò accada qui.

Ad oggi queste sono le sue principali peculiarità:

  • Funzionalità: conserva molte funzioni apprezzate della vecchia versione di Opera, come le note, la composizione rapida e il sistema di gestione delle password.
  • Installazione su Linux: non è integrato nei repository software ufficiali di molte distribuzioni GNU/Linux. Tuttavia, è possibile utilizzare il file AppImage per eseguirlo su qualsiasi distro o scaricare il codice sorgente e compilarlo manualmente.
  • Report settimanali: rilascia report settimanali sul suo sviluppo. Ad esempio, nel report #519 (11 dicembre 2023), sono stati effettuati 9 commit da un autore, non sono state aperte nuove problematiche e rimangono aperte 229 problematiche (inclusi 7 bug).

Tuttavia, ad essere onesti, il progetto ha ancora molta strada da fare prima di raggiungere il livello di Opera 12.x o di altri browser web moderni ma se ti piace il classico browser Opera allora puoi tenere d’occhio il browser Otter su il suo sito web e la pagina dei download per vedere come progredisce.

Fonte: https://ubunlog.com/it/Otter-1-0-2-riesce-a-correggere-alcuni-errori-della-versione-precedente/
Fonte: https://www.theregister.com/2022/02/18/chromium_based_otter_browser_targets_os2/
Fonte: https://bauinvest.su/es/el-proyecto-del-navegador-otter-tiene-como/
Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/Otter_Browser
Fonte: https://github.com/OtterBrowser/otter-browser
Fonte: https://otter-browser.org/

Visited 3 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.