Saturday’s Talks: non sai come creare un modello AI su Azure? Ci pensa l’operator Kubernetes AI di Microsoft… A confonderti le idee :)

Microsoft Azure main

Nella battaglia che tenacemente, ma insensatamente combattiamo da tempo contro la complessità che permea il mondo informatico, dopo aver raccontato le parole del cofondatore di Kubernetes che alla Kubecon suggeriva un budget di complessità da non sforare per il progetto, ci siamo imbattuti in questo articolo ZDNet, intitolato Kubernetes made simple? Microsoft adds AI toolchain operator to Azure service.

In estrema sintesi quello che l’articolo suggerisce è che, siccome Kubernetes è complicato di suo, e siccome quanti vogliono “giocare” con l’intelligenza artificiale ed i Large Language Model (LLM) devono fare girare i propri workload su Kubernetes (già qui bene, ma non benissimo), Microsoft ha risolto tutti i problemi, creando l’AI toolchain operator, che si occuperà di tutto, in maniera automatica.

Perché, diciamolo, non sono gli operator di Kubernetes la soluzione di tutti i problemi del mondo?

In verità no, e non ce ne vogliano quanti pensano il contrario.

Gli operator risolvono alcuni problemi e, come tutte le tecnologie complesse, vanno correttamente centellinate all’interno della propria infrastruttura, onde evitare che la carenza di capacità gestionali uccida la propria infrastruttura e la propria capacità di erogazione.

Non è però questo il tema di quanto state leggendo. Al centro della riflessione quotidiana c’è proprio KAITO, un bellissimo acronimo che sta per Kubernetes AI Toolchain Operator, la tecnologia risolutrice di tutti i problemi che la pagina Deploy an AI model on Azure Kubernetes Service (AKS) with the AI toolchain operator (Preview) spiega come installare.

I prerequisiti sono semplici:

  1. dovete avere un account Azure
  2. dovete sapere cos’è la CLI di Azure ed avercela installata
  3. dovete sapere cos’è Helm (versione 3, mi raccomando) ed avercelo installato
  4. dovrete avere accesso alla vostra istanza di Kubernetes mediante kubectl (e quindi implicitamente dovete sapere che cosa sia Kubernetes insieme anche a cosa sia un operator).

Ma uno dice, nel momento in cui hai un’esigenza così specifica come quella dell’AI, puoi mai non avere le nozioni di cui sopra? Non siamo in grado di rispondere alla domanda, ma l’articolo di partenza parlava di qualcosa made simple, perciò ci siamo fidati.

Così l’articolo segue con una serie di attivazioni, abilitazioni, integrazione tra la linea di comando di Azure e bash che, tanto per gradire sono anche sbagliate in molte parti, andando a dichiarare delle variabili d’ambiente che poi vengono utilizzate senza l’utilizzo del $ e quindi, apparentemente e se non ci sfugge qualcosa, assolutamente inservibili.

Un totale di diciotto comandi, tolta la fase di preparazione data per assodata, che dovrebbero predisporre l’ambiente per lanciare il Falcon 7B, un modello di AI, ma che vi lasciamo il piacere di scoprire da soli.

Sia chiaro, questo articolo vuole essere ironico, ma vorrebbe fare anche capire come pronunciamenti e visioni semplicistiche che affermano cose come made simple in un’epoca in cui la tecnologia base prevede l’esistenza di un cluster multi nodo che gestisce applicazioni scalabili in maniera centralizzata di semplice non hanno davvero nulla.

In tutto questo neanche una buona notizia? Come no! KAITO, la cui semplice architettura è rappresentata in questo schema:

Architettura KAITO
Architettura KAITO

è disponibile su GitHub, poiché è un progetto open-source!

790f89849d535c46ddf9fb9b8fa033b4?s=150&d=mp&r=g
Raoul Scarazzini

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Fonte: https://www.miamammausalinux.org/2023/11/saturdays-talks-non-sai-come-creare-un-modello-ai-su-azure-ci-pensa-loperator-kubernetes-ai-di-microsoft-a-confonderti-le-idee/

Visited 8 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.