Wubuntu: vantaggi e svantaggi dell’utilizzo di un sistema operativo ibrido tra Windows e Ubuntu

Wubuntu

Il sistema operativo in voga quest’estate ha un nome: Wubuntu.

Si tratta di una distribuzione GNU/Linux che molti etichettano come un ibrido tra Windows e Ubuntu, poiché utilizza Ubuntu come base e consente di eseguire applicazioni Windows e Android, la prima dopo averla installata da zero e la seconda con qualcosa in più. Sulla carta tutto è un vantaggio, ma qui parliamo dei suoi punti di forza e di debolezza.

Prima di andare oltre: è davvero un sistema operativo ibrido? Dipende un po’ da cosa ognuno intende per ibrido.

Esiste una definizione che dice che sono sistemi operativi con le capacità di 2 o più sistemi, e in quella definizione rientra. Da un lato, la base Ubuntu permette di sfruttare tutto ciò che offre il sistema Canonical e Debian in generale; d’altra parte, il supporto per le applicazioni Windows dopo un’installazione pulita consente di eseguire i programmi di sistema Microsoft.

Vantaggi dell’utilizzo di Wubuntu

Se andiamo alla pagina ufficiale del progetto e scorriamo fino in fondo, possiamo vedere le “tecnologie integrate”: Linux, Ubuntu, Android e Microsoft. Quindi il primo vantaggio è la compatibilità: se navighiamo su Internet e ci imbattiamo in un’AppImage, purché sia ​​x86_64, o in uno script per Linux, potremo eseguirli. Se troviamo un pacchetto DEB, possiamo installarlo. Cos’è un EXE? Nessun problema: il supporto Windows tramite WINE ci permetterà di eseguirlo e anche di installarlo.

Il supporto Android è leggermente diverso. Avrebbero potuto usare Waydroid, ma Wubuntu usa X11 per impostazione predefinita e non è un’opzione. Quello che hanno fatto è creare un collegamento chiamato “Android”, da non confondere, che porta ai loro PowerToys Android, e da lì verrà scaricato e installato PrimeOS. In realtà è una macchina virtuale Android completa con accesso alle GApp. Da PrimeOS puoi eseguire applicazioni compatibili con il sistema Android e tra queste abbiamo giochi come Real Racing 3 o Minecraft.

Altri vantaggi di Wubuntu includono, tra gli altri, il supporto per gli account Microsoft e Google. Quello che si integra meglio è quello di Microsoft, ed è possibile accedere per sincronizzare alcuni componenti dal browser Edge installato di default.

Design ricalcato su quello di Windows 11 o Windows 10

Wubuntu ha un layout quasi identico a quello di Windows 11. Ci sono piccole differenze, ma l’utente dell’ultima versione del sistema operativo Microsoft impiegherà meno ad utilizzare questo Ubuntu versione Windows rispetto a Ubuntu con desktop GNOME. Inoltre, la curva di apprendimento è ancora inferiore rispetto all’utilizzo di Kubuntu o Linux Mint.

Le Preferenze di Sistema mostrano tutto come l’app Impostazioni di Windows 11, come mostrato nello screenshot qui sotto.

Preferenze di sistema in Wubuntu
Preferenze di sistema in Wubuntu

Per dirla in breve, è probabile che l’utente Windows cerchi da qui “aggiungi e rimuovi programmi” per disinstallare applicazioni, ma no, per quello devi cliccare sull’icona di Microsoft Store e farlo dallo store di turno.

Wubuntu è nelle edizioni KDE e Cinnamon. Il secondo ha l’interfaccia di Windows 10. Come ci spiegano, KDE è altamente ottimizzato e funziona su computer con 2 GB di RAM, mentre Cinnamon è ultra ottimizzato e funziona su computer con 1 GB di RAM. Pertanto, un altro vantaggio dell’utilizzo di Wubuntu sono le sue prestazioni, soprattutto se viene utilizzata la versione Cinnamon.

PowerToys

I PowerToys sono un gruppo di strumenti che implementano software a più livelli di Microsoft. Ci sono strumenti come il Pannello di Controllo, le Impostazioni di Eete, OneDrive o il supporto Android disponibili da PowerToys. Per utilizzarlo nella sua interezza è necessario acquistare una licenza.

Svantaggi dell’utilizzo di Wubuntu

Si sarebbe tentati di dire che non ci sono svantaggi nell’usare Wubuntu, ma non sarebbe onesto. La verità è che ne ha pochi e non sono diversi da quelli che troviamo in altre distribuzioni che hanno così tanto di proprio per impostazione predefinita. Ad esempio, i temi che utilizza non provengono da nessun progetto ufficiale ed è possibile, anche se non facile o probabile, che qualcosa vada in crash. Non mi è successo quando usavo Wubuntu, ma è successo quando ho provato temi in altre distribuzioni, motivo per cui di solito preferisco restare con i temi predefiniti.

D’altra parte, chiunque abbia già provato molti software e in modi diversi saprà che nessun posto è come casa, cioè le applicazioni Windows e Android funzioneranno meglio su Windows e Android che su Ubuntu. Ma la verità è che ho provato le versioni Windows di applicazioni come GIMP o FileZilla e funzionano perfettamente. Non posso parlare correttamente di come funzionano Microsoft Office o Photoshop perché non sono disponibili liberamente.

Qualche tempo fa ho letto in rete di persone che volevano usare Notepad++ su Linux, e Wubuntu lo permette senza alcuna differenza:

Notepad++ su Wubuntu
Notepad++ su Wubuntu

Anche se in questo momento siamo nella sezione degli svantaggi, quindi posso solo dire che è quasi certo che troveremo applicazioni che non funzionano per impostazione predefinita, e per dimostrartelo te lo renderò più difficile: iTunes.

iTunes sotto WINE
iTunes sotto WINE

E no, non funziona. Pertanto, bisogna sapere che Wubuntu non offre molto di più di quello che otteniamo se qualcuno con una certa esperienza fa le cose da solo, inclusa l’installazione e l’utilizzo di WINE e Winetricks.

bloatware

L’altro svantaggio che mi viene in mente è il bloatware, se intendiamo il software che non è necessario in quanto tale. Se non utilizzeremo la parte Windows o Android, tutto questo è superfluo e non ha senso installarlo.

Conclusione

Wubuntu sta guadagnando popolarità nelle ultime settimane, e questo perché suscita un certo interesse. Per un utente come me che è lontano dall’ecosistema Microsoft da molto tempo, Wubuntu non è altro che un Ubuntu modificato con il supporto per le applicazioni che non utilizzerò. Ma per l’utente Windows che vuole passare a Linux le cose cambiano e Wubuntu è un’ottima distribuzione, con il meglio della base Ubuntu, il supporto per le applicazioni Windows e la possibilità di eseguire app Android.

Fonte: https://www.linuxadictos.com/wubuntu-las-ventajas-y-desventajas-de-usar-un-sistema-operativo-hibrido-entre-windows-y-ubuntu.html

Visited 37 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.