PikaOS: nuova distro sia per i giocatori che per gli amanti di GNOME

PikaOS

PikaOS è una nuovissima distribuzione Linux basata su Ubuntu rivolta ai giocatori, che offre un’esperienza GNOME Vanilla con alcune funzionalità entusiasmanti.

Una cosa è certa riguardo al mondo Linux: sono disponibili infinite distribuzioni. Ogni utente può trovare una distribuzione che corrisponda ai propri gusti, convinzioni e comprensione, che si tratti di un principiante assoluto o di un esperto mago di Linux.

Ogni anno ne sorgono di nuovi e alcune resistono alla prova del tempo, mentre altre svaniscono dopo aver fallito nell’attrarre la massa minima ma obbligatoria di utenti e sviluppatori per garantire la loro esistenza.

Oggi esamineremo una nuovissima distribuzione GNU/Linux che si sta facendo strada nel mondo Linux: PikaOS.

Cos’è PikaOS?

Pika OS
Pika OS

PikaOS è una distribuzione GNU/Linux basata su Ubuntu con un focus primario sui giocatori. Al momento della stesura di questo articolo, l’attuale versione di debutto del sistema operativo è basata sulla versione Ubuntu 22.10 (Kinetic Kudu).

Molto probabilmente i distro hopper tra di voi tracceranno un parallelo con Nobara Linux e non si sbaglieranno. L’approccio è simile, tranne per il fatto che invece di usare Fedora come base, come nel caso di Nobara Linux, gli sviluppatori qui hanno scelto Ubuntu.

Programma di installazione di PikaOS

L’installazione del sistema operativo è semplice ed intuitiva, simile a quella a cui sei abituato. Durante i nostri test, PikaOS si installa senza problemi.

Programma di installazione di PikaOS
Programma di installazione di PikaOS

Aggiungeremo solo che la distro utilizza per impostazione predefinita il file system Btrfs.

Ambiente desktop

Una delle caratteristiche principali di PikaOS è che fornisce agli utenti Ubuntu qualcosa che Ubuntu non offre: un’esperienza GNOME Vanilla. Ed ecco la prima cosa che merita ammirazione: oltre al desktop GNOME standard, puoi passare rapidamente e facilmente tra 6 diverse visualizzazioni utilizzando lo strumento “PikaOS GNOME Layouts”. Inoltre, l’app ti consente di scegliere il colore preferito per il tuo ambiente desktop.

App di layout GNOME
App di layout GNOME

I layout disponibili sono Traditional, Eleven, Pineapple, GNOME (predefinito), GNOME 2 e Unity. Puoi vedere ognuno di loro nella galleria qui sotto.

Questa varietà si ottiene utilizzando estensioni di GNOME preinstallate come ArcMenu, Dash to Panel, Just Perfection, Ubuntu Dock e così via, che vengono attivate e disattivate automaticamente per ottenere la visualizzazione desiderata.

Software e strumenti

Dal punto di vista del software, PikaOS offre agli utenti un impressionante set di strumenti GUI che consentono loro di installare facilmente tutto per le loro esperienze multimediali e di gioco con il sistema operativo. Ma prima di arrivarci, diamo un’occhiata sotto il cofano.

Come abbiamo affermato all’inizio, PikaOS si rivolge principalmente ai giocatori Linux piuttosto che agli utenti Ubuntu che cercano un’esperienza GNOME vanilla. Di conseguenza, gli sviluppatori hanno scelto di non utilizzare il kernel standard di Ubuntu, optando invece per il kernel XanMod.

Per chi non lo sapesse, il kernel XanMod implementa impostazioni personalizzate, patch e nuove funzionalità create per fornire un’esperienza desktop reattiva e fluida, in particolare per il nuovo hardware. Di conseguenza, è molto popolare tra i giochi Linux, lo streaming, le produzioni live e gli appassionati di latenza ultra bassa. Quindi, abbastanza ragionevolmente, è anche l’impostazione predefinita in PikaOS.

E siamo arrivati ​​​​alla parte che ci ha lasciato perplessi, vale a dire l’inclusione del gestore di pacchetti APX, che ci è familiare da Vanilla OS. In breve, è un wrapper per la gestione dei tipici pacchetti APT, DNF e AUR di Arch.

Sapevi che PikaOS può essere eseguito all’interno dei contenitori Podman con Arch Linux, Fedora e altre distribuzioni, consentendoti di utilizzare lo strumento APX per installare software specifico della distribuzione, quindi esportarlo nuovamente nel sistema operativo host e utilizzarlo come un’applicazione locale? Sono abbastanza sicuro di no. E sai perché: nessun giocatore ne ha bisogno.

Perché qui stiamo parlando di una distribuzione incentrata sui giocatori e, sì, le capacità di containerizzazione offrono possibilità aggiuntive, ma in questo caso non hanno posto. Invece di contribuire alla facilità d’uso, aggiungono solo inutili complessità con funzionalità di cui nessuno ha bisogno.

Diamo ora un’occhiata agli strumenti utente in cui l’app Welcome brilla per le funzionalità che offre. Fa una buona impressione perché, pur essendo rivolto ai giocatori, PikaOS non viene gonfiato con app preinstallate come Steam, Lutris e così via, ma sono solo a portata di clic.

App di benvenuto PikaOS, software consigliato
App di benvenuto PikaOS, software consigliato

Inoltre, subito dopo l’installazione, puoi completare le prime attività, come l’applicazione degli aggiornamenti e l’installazione dei driver hardware e dei codec multimediali, per portare il tuo sistema a uno stato ottimale.

PikaOS App di benvenuto, Primi passi
PikaOS App di benvenuto, Primi passi

Inoltre, PikaOS include diverse utili app di amministrazione della GUI come GDebi, Driver Manager, Firmware Manager, Synaptic Package Manager e altre. La distro include anche il browser web Firefox, i lettori multimediali VLC e mpv, il client di posta elettronica Geary, il client torrent di trasmissione, ecc.

Concluderemo la panoramica delle funzionalità del software dicendo che PikaOS viene fornito con il supporto Flatpak pronto all’uso, con il formato dei pacchetti Snap di Ubuntu, non così ben accolto dalla comunità Linux, rimosso.

Conclusione

PikaOS è una boccata d’aria fresca nell’ecosistema Linux e lo applaudiamo. La distribuzione sostiene con forza la sua presenza basandosi sulla comprovata base di Ubuntu, affrontando le sue carenze e migliorandole con utili strumenti GUI, un’esperienza GNOME vanilla e un kernel Linux ottimizzato per le esigenze di gioco e multimediali.

Tuttavia, c’erano 2 cose che non ci piacevano: l’inutile inclusione di possibilità di containerizzazione e la completa mancanza di documentazione. Naturalmente, dato che si tratta di una distribuzione nuova di zecca, spero che molte cose vengano perfezionate e risolte nel tempo e che PikaOS guadagnerà una base di fan devoti.

Quindi, se sei un giocatore o un distro hopper, ti consiglio di provare PikaOS. Se lo merita. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web del progettoGitHub o il repository Launchpad.

Fonte: https://linuxiac.com/pikaos/

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.