Greybird si tinge di nero su Xubuntu 20.04

EOqKsfhW4AEjWBC

Il nuovo tema Greybird-dark su Xubuntu 20.04

Per la serie il nero sta bene su tutto, è appena giunto nei repository di Xubuntu 20.04 il tema Greybird-dark, la nuova variante scura del famoso tema Greybird che da qualche anno ci accompagna su Xubuntu.
L’aggiornamento è disponibile nel canale di sviluppo di Xubuntu (e nell’ultima daily di Xubuntu 20.04).

Via Sean Davis su Twitter

wApw5w38 normal

— Sean Davis (@bluesabredavis) 19 gennaio 2020

Greybird-dark is here! Check it out in the latest #Xubuntu 20.04 daily image. Just open your Settings Manager’s Appearance and Window Manager panels and change from the default “Greybird” to “Greybird-dark” to see the difference. http://cdimage.ubuntu.com/xubuntu/daily-live/current/ 

Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/MarcosBox/~3/IUsr0csKoGY/greybird-si-tinge-di-nero-su-xubuntu.html

Visited 3 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.