Le migliori distribuzioni GNU/Linux del 2019

Tux logo

Classifichiamo le migliori distribuzioni GNU/Linux del 2019 in un ottica diversa dai precedenti articoli. Qui la migliore per ogni singola categoria.

Anche se sai già che è una questione di gusti e bisogni. Ciò che alcuni pensano che sia buono per gli altri non è così tanto buono ma il bello di questa frammentazione è che quasi tutti i gusti sono soddisfatti. E in caso contrario, crei la tua distribuzione da zero con progetti come Linux From Scratch, ecc.

Per scrivere quale migliori distribuzioni GNU/Linux del 2019, ho creato diverse categorie per le quali ho selezionato la distribuzione vincente di questo 2019. In questo modo viene coperto un ampio spettro di utenti che sicuramente trovano la loro preferita distro GNU/Linux all’interno di questa selezione.

Inoltre, ho incluso alcune categorie che di solito non trovi altrove ma che mi sembrano importanti. Detto questo, andiamo direttamente alle categorie e ai vincitori, ma ricorda che puoi lasciare i tuoi commenti poiché so che alcuni potrebbero non essere pienamente d’accordo e avranno idee diverse.

Qui sotto un precedente articolo con una classificazione diversa:

Le migliori distribuzioni Linux per il 2019

Migliore distribuzione per uso generico: Ubuntu

Ubuntu

Una delle distro più utilizzate e che non può mancare in nessuna classifica è Ubuntu. Il gioiello di Canonical si è posizionato come la preferita per molti. Uno dei motivi è che rende Debian più semplice ed amichevole, mantenendo la potenza, la stabilità, la sicurezza e la solidità del progetto Debian.

Essendo così popolare, troverai molti pacchetti disponibili e un’enorme comunità di utenti disposti ad aiutarti, una moltitudine di siti e tutorial sul web per insegnarti a fare quasi tutto e tanto altro. Pertanto, per me è la prima opzione per quasi tutti gli utenti che vogliono provare una distro GNU/Linux e avere una distribuzione generica per qualsiasi cosa. Cioè, una vera alternativa a Windows e macOS.

Migliore distribuzione per i giochi: SteamOS

SteamOS

Valve ha creato la sua distribuzione SteamOS , basata su Ubuntu ma che include una serie di controller GPU originali e altro hardware per videogiochi. Naturalmente, ha anche un’integrazione con il client Steam. In questo modo puoi goderti i giochi dall’inizio e con i migliori risultati.

Migliore distribuzione per laptop: MX Linux

MX Linux

MX Linux ha guadagnato popolarità nel corso degli anni. Si basa sui progetti antiX e MEPIS. MX Linux è stata progettata per essere elegante ed efficiente in termini di consumo di risorse, il che la rende una buona opzione per ottenere buone prestazioni ed estendere l’autonomia del tuo laptop.

Inoltre, è una distribuzione facile da configurare e utilizzare, che offre buone prestazioni ai suoi utenti. Anche se sei un principiante, ti troverai a tuo agio in questo ecosistema e la sua comunità è abbastanza ampia e amichevole per risolvere i tuoi dubbi e problemi, se ne incontri.

Distribuzione più sicura: Qubes OS

QubeOS

Il sistema operativo Qubes è una distribuzione per la sicurezza per gli utenti più paranoici, così come altre come Whonix, ecc. Per garantire che il sistema sia basato sull’isolamento utilizza la virtualizzazione implementata tramite Xen, separando i vari ambienti su macchine virtuali per evitare determinati tipi di attacchi o limitarne l’impatto.

La migliore distribuzione leggera per hardware vecchio: Puppy Linux

Puppy Linux

Puppy Linux è un altro classico quando si parla di ambienti leggeri e di poter installare una distro GNU/Linux su computer con hardware vecchio. Con Puppy Linux puoi far funzionare il tuo computer come mai prima d’ora o essere in grado di resuscitare vecchie apparecchiature che hai abbandonato perché troppo lente con altri sistemi operativi moderni. Può essere installata in soli 100 MB ed eseguita con solo 64 MB di RAM.

Migliore distribuzione per preservare la privacy e l’anonimato: TAILS

tails

TAILS è la distribuzione GNU/Linux che puoi usare in modalità Live per navigare e fare il tuo lavoro online senza lasciare traccia o, piuttosto, lasciando la minima traccia possibile. I suoi aggiornamenti di sicurezza e le impostazioni predefinite garantiscono la riservatezza e l’anonimato. Senza dubbio, la migliore in questo aspetto.

Migliore distribuzione per dispositivi mobili: KDE Plasma Mobile

Plasma Mobile

KDE Plasma Mobile è un sistema operativo per dispositivi mobili che dovresti conoscere se vuoi abbandonare il classico Android. Puoi installarla su diversi modelli di dispositivo e offre una buona esperienza d’uso. È vero che anche Ubuntu Touch è meraviglioso ma ho preferito evidenziare questo altro progetto per alcune funzionalità che mi piacciono di più. Un esempio è la possibilità di utilizzare un ambiente grafico potente come KDE Plasma sul tuo telefonino.

Migliore distribuzione per gli sviluppatori: Ubuntu

Debian

Il supporto per questa distribuzione e tutti gli IDE, gli strumenti di programmazione e altri ambienti di lavoro per gli sviluppatori che sono disponibili per questa distribuzione Ubuntu, la rendono perfetta per questi lavori. Altri, invece, preferiscono CentOS, Debian, Manjaro, Fedora o Arch Linux.

Migliore distribuzione per server: CentOS e Debian

CentOS

Sai già che Fedora lascia il posto a RHEL e RHEL a CentOS. Pertanto, con CentOS abbiamo una distribuzione gestita dalla comunità, gratuitamente e con i vantaggi di RHEL in quanto è un fork binario di essa. Quindi se vuoi montare un server basato su pacchetti RPM e con SELinux, devi scegliere CentOS.

Debian è l’altro suo grande avversario in questo senso. Ma in questo caso è per chi desidera un sistema affidabile, sicuro e solido ma con pacchetti DEB e AppArmor come sistema di protezione predefinito. Personalmente, per l’amministrazione è meglio di SELinux.

Puoi scaricare questa distro:

oppure

Migliore distribuzione per le aziende: RHEL e SLES

openSUSE

SUSE, insieme a Red Hat (ora di IBM), sono le due distribuzioni più potenti per gli ambienti aziendali. Sia SLES che RHEL mantengono una dura battaglia per essere leader in questo settore. Qual è il chiaro vincitore? Bene, direi che non ce n’è uno che può ottenere la corona definitiva, dal momento che i diversi strumenti e servizi offerti rendono ognuno di essi speciale e, forse, preferibile in base al tipo di società e attività.

Puoi scaricare queste distro sul sito ufficiale del progetto:

oppure

La distribuzione più personalizzabile: Arch Linux

Arch Linux

Arch Linux è complicato da installare, insieme a Gentoo e Slackware, sono le più complicate da installare. Quindi è adatta per utenti esperti, in quanto potrebbe essere un problema per i principianti. Ma in cambio, offre la possibilità di personalizzarla e una flessibilità senza pari. Pertanto, puoi modellarla a tuo piacimento “quasi quasi” come se avessi creato la tua distro da zero.

Migliore distribuzione per i principianti: Linux Mint

Linux Mint

Linux Mint è una delle distribuzioni più semplici per i neofiti, anche se ce ne sono altre che potresti scegliere come alternativa a questa se non ti piace (un altro esempio potrebbe essere Ubuntu o Elementary OS). Linux Mint è un sistema operativo moderno, con un buon design ed è ncredibilmente amichevole.

Migliore distribuzione GNU/Linux per SBC: sistema operativo Raspbian

RaspbianOS

La Raspberry Pi Foundation ha creato il fantastico Raspberry Pi, ma anche un sistema operativo ufficiale basato su Debian. Sai che intendo Raspbian OS, che è presentato come il miglior sistema operativo per questo tipo di schede SBC economiche. Tuttavia, sai già che ce ne sono molte altre, a seconda di ciò di cui hai bisogno. Ad esempio, potresti aver bisogno di una migliore integrazione con Kodi, ecc. In tal caso, forse saresti più interessato a Lakka, LibreELEC, ecc.

Migliore distribuzione per le certificazioni:

certificaciones

Se stai pensando di fare un qualche tipo di certificazione come quelli della Linux Foundation o quelli di LPI, è meglio attenersi a distribuzioni specifiche. Il motivo è che la maggior parte del contenuto di queste certificazioni si riferisce a un tipo di distribuzione. Ad esempio, nelle certificazioni LPIC troverai argomenti sulla gestione dei pacchetti DEB e RPM, con i gestori popolari per questi binari, ma non altri tipi di gestori come pacman, portage, ecc.

Inoltre, nel caso delle certificazioni LFCS e LFCE, consentono solo l’esame online con distribuzioni specifiche. Qualche tempo fa hanno permesso openSUSE, Ubuntu, Debian e CentOS. Attualmente solo Ubuntu e CentOS. Quindi devi tenerlo a mente. È meglio che ti abitui a una delle distro con cui hai intenzione di sostenere l’esame per non avere sorprese.

Spero che ti abbia aiutato a scegliere la tua futura distribuzione GNU/Linux. Lo dico sempre, ma lo ripeto ancora, è una questione di gusti e ci sono fantastiche distro che ho lasciato fuori. Ma ciò non significa che siano peggio …

Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/LinuxAdictos/~3/15deSjeE9L8/mejores-distribuciones-gnu-linux-2019.html

Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Sysadmin ha detto:

    Migliore distribuzione per gli sviluppatori: Ubuntu?
    Ma siamo seri!?!

    • Alex ha detto:

      Per la ricca dotazione di tools in generale e quindi anche per lo sviluppo software. Anche se in realtà una qualsiasi distro mainstream con dei repository adeguati va bene, tipo Debian che però meglio si adatta ad altri compiti dato che la stable non è aggiornata agli ultimi rilasci software.

  2. Gennaro Giugliano ha detto:

    Lasciare fuori la madre di tutte le distro basate su Debian e cioè Debian stessa nella ultima versione Buster è praticamente un delitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.