L’AGCOM blocca l’aumento di TIM per le chiamate da fisso

By Jessica Lambiase

Qualche mese fa vi avevamo parlato di come l’operatore nazionale TIM, per seguire “le richieste di mercato” – leggasi: portare l’utenza ad approfittare delle ben più costose offerte flat a dispetto di un abbonamento standard minimo – aveva unilateralmente imposto, con ovvio diritto di recesso, una modifica unilaterale ad alcuni tipi di contratti Voce e ISDN (in particolare quelli non dotati di nessuna opzione flat) con rimodulazione al rialzo del costo delle chiamate da fisso, raddoppiate da 10 a 20 €/cent al minuto.

Numerosi clienti hanno storto il naso di fronte a questa notizia e, come era giusto fosse, l’AGCOM – l’Autorità Garante delle Comunicazioni – ha avviato un’analisi del provvedimento imposto da TIM.

Durante le scorse ore è arrivato il verdetto: l’AGCOM ha bloccato l’aumento imposto da TIM per le tariffe relative alle chiamate vocali da fisso, approvando un provvedimento di diffida. Il motivo è semplice: sul mercato non sussistono le condizioni una modifica simile a quello che è ritenuto un servizio universale, né il potere d’acquisto degli italiani è aumentato per giustificarla.

L’aumento del 300% del prezzo delle chiamate nazionali da linea tradizionale, in parte componenti del servizio universale,non appare giustificato da condizioni economiche generali, quali l’andamento dei prezzi al consumo o l’aumento del potere di acquisto degli italiani. Al tempo stesso un aumento così consistente, che va a sommarsi all’aumento della componente canone mensile degli ultimi tre anni, presenta un alto rischio di esclusione sociale dalla c.d. rete di sicurezza,il cui accesso e altri servizi di base sono sottoposti agli obblighi di servizio universale.

Un aumento del genere, secondo l’AGCOM, potrebbe dunque rappresentare un serio ostacolo sia per il libero e trasparente mercato sia per l’usufrutto di un servizio da ritenersi universale da parte delle fasce di utenza a disagio economico, sociale o con disabilità.

Contestualmente l’Autorità ha avviato un procedimento volto a determinare il metodo più efficace e adeguato per garantire, anche in prospettiva, la fornitura dell’accesso alla rete di sicurezza sociale e dei servizi minimi del servizio universale, che dovranno assicurare ai cittadini-utenti disponibilità, convenienza e accessibilità, quali condizioni necessarie per l’inclusione sociale.

via

L’articolo L’AGCOM blocca l’aumento di TIM per le chiamate da fisso appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Visited 1 times, 1 visit(s) today
Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a pubblicare più contenuti come questo. Grazie!

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo noi!

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram.
Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.
Amazon Music
Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.