International Data Privacy Day 2016: i consigli di Mozilla

By Gaetano Abatemarco

Torniamo a parlare di Privacy Day perché anche Mozilla ha deciso di dare il proprio supporto concreto a questo evento che, vi ricordo, ricorre ogni 28 Gennaio e vede la maggior parte dei Paesi europei, gli Stati Uniti e il Canada impegnarsi per sensibilizzare e promuovere l’educazione riguardo alla riservatezza delle proprie informazioni personali online.

Mozilla ha reso disponibile una guida semplice ed utile per personalizzare Firefox in modo da offrire una privacy migliore. Da Do Not Track a Ghostery, dalla navigazione anonima in Tracking Protection ai programmi Smart On: Mozilla illustra come fare affinché i dati personali appartengano esclusivamente ai relativi utenti ed in quale modo Firefox si assicura che sia sempre così.

Il tutto è consultabile a questo indirizzo ma anche di seguito trovate l’annuncio ufficiale da parte del team:

Oggi è l’International Data Privacy Day. Ma cosa possiamo fare tutti insieme per aiutare noi stessi e gli altri a migliorare la privacy sul web? Mozilla ha qualche buona idea a riguardo:

  • Gli utenti possono migliorare di gran lunga la privacy dei propri dati semplicemente aggiornando il proprio software
  • Le aziende possono far sì che i propri utenti abbiano fiducia dei loro prodotti e siano sicuri della propria privacy implementando i Lean Data Practices che migliorano la trasparenza e garantiscono pieno controllo agli utenti

Lavorando su questi due semplici concetti, è possibile creare un web migliore.

Perché sono così importanti gli aggiornamenti?

Aggiornare il software è un passo semplice ma essenziale grazie al quale l’utente può migliorare la propria privacy e la propria sicurezza online. I software non aggiornati costituiscono uno dei motivi grazie ai quali gli hacker riescono ad accedere ai dati online: un software superato è più incline alle vulnerabilità e alle falle di sicurezza che vengono sfruttate dagli hacker e che possono invece essere risolte negli aggiornamenti successivi. Aggiornando il software, l’utente rende più sicuri amici e parenti perché un computer che è stato preso di mira dagli hacker mette in pericolo anche quelli delle persone che gli stanno vicino. Non aggiornare i software è come guidare una macchina con le luci posteriori che non funzionano – può non sembrare vitale, ma compromette sicuramente la sicurezza del guidatore e delle persone che gli sono vicine.

Mozilla ha sempre cercato di rendere gli aggiornamenti di Firefox quanto più semplici possibili, inviandoli in automatico agli utenti affinché questi non debbano preoccuparsene. Gli aggiornamenti di altri software possono non essere così automatici, ma sono ugualmente importanti.

Una volta che l’utente ha completato gli aggiornamenti può condividere il logo “I updated” usando gli hashtag #DPD2016 e #PrivacyAware e incoraggiando i propri amici e parenti ad aggiornare il proprio software e a fare lo stesso!

Perché le aziende dovrebbero implementare la gestione dei Lean Data?

Oggi Mozilla presenta un nuovo modo con cui le aziende possono guadagnare la fiducia degli utenti, si tratta di un semplice format che può aiutarle a pensare alle decisioni che vengono prese ogni giorno riguardo ai dati. Mozilla li chiama “Lean Data Practices” e ruotano attorno a tre domande centrali che aiutano le aziende a lavorarci: come rimanere “lean”, come costruire in sicurezza e come coinvolgere gli utenti. Più le aziende implementano questi concetti, più si può guadagnare la fiducia degli utenti stessi. Per saperne di più, si rimanda al blog post di Jishnu Menon, Associate General Counsel di Mozilla.

In quanto no-profit con la mission di promuovere l’apertura, l’innovazione e le opportunità del Web, Mozilla mette in mano ai propri utenti il controllo della propria online experience. Ecco perché Mozilla pensa ogni giorno alla privacy online e alla sicurezza ed ha dei “principi di privacy” che mostrano in quale modo realizza tutto ciò che fa. Tutti – utenti e imprese – possono contribuire alla creazione di un Web sano, sicuro e affidabile. Quanto più ci si concentra sui modi per raggiungere questo obiettivo, più facile sarà innovare e mantenere il Web aperto e accessibile a tutti. Buon International Data Privacy Day!

L’articolo International Data Privacy Day 2016: i consigli di Mozilla appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito o partendo da qui oppure alcune di queste distribuzioni GNU/Linux che sono disponibili sul nostro negozio online, quelle mancanti possono essere comunque richieste, e su cui trovi anche PC, NAS e il ns ServerOne. Se ti senti generoso, puoi anche donarmi solo 1€ o più se vuoi con PayPal e aiutarmi a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie! 

Hai dubbi o problemi? Ti aiutiamo

Se vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram. Se vuoi ricevere supporto per qualsiasi dubbio o problema, iscriviti alla nostra community Facebook o gruppo Telegram.
Cosa ne pensi? Fateci sapere i vostri pensieri nei commenti qui sotto.
Ti piace quello che leggi? Per favore condividilo con gli altri.

Scopri le ultime offerte per dischi ssd su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per memorie RAM DDR su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Chromebook su Acquista su Amazon
Scopri le ultime offerte per Raspberry su Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.