Smartphone per scattare foto: i migliori da comprare

By Gaetano Abatemarco

Google Pixel 2 XL LTE 64GB Nero SIM Free

Uno smartphone deve saper scattare ottime foto ed avere una fotocamera in grado di immortalare attimi indimenticabili. Sono sempre più le persone che cercano proprio questa caratteristica in un telefono: scegliere lo smartphone con la migliorie fotocamera in assoluto è molto difficile, ma non impossibile.

I migliori smartphone per fare foto sono dotati di un sensore fotografico che viene sfruttato al meglio dalla parte software: bisogna tenere in considerazione molti parametri e per questo, nella nostra lista che trovate di seguito, abbiamo cercate di scremare il più possibile i modelli. Risulta inoltre inutile introdurre in questo discorso smartphone di fascia bassa o media (tranne qualche eccezione) perché sono solitamente gli smartphone top di gamma ad avere la qualità fotografica più alta.

In questa guida analizzeremo insieme i migliori smartphone per fare foto di qualità: una guida da non perdere per valutare quali sono i devices da tenere d’occhio se amate scattare fotografie.

Come scegliamo gli smartphone per la fotografia

A differenza di altre guide di acquisto, per eleggere i migliori smartphone fotocamera bisogna tenere in considerazione alcuni parametri.

  • Velocità messa a fuoco
  • Precisione messa a fuoco
  • Velocità di scatto
  • Sensore fotografico
  • Ottimizzazione software
  • Interfaccia fotocamera
  • Numero di funzionalità
  • Aggiunte hardware (come stabilizzatore ottico, spettro colore, autofocus, doppia fotocamera e altro).

DoXMark: il punto di riferimento per la fotografia

Se ancora non lo conosceste, DoXMark è un sito web che si è prefisso esclusivamente il compito di testare le fotocamere. Siano esse reflex, compatte o a bordo di uno smartphone, vengono provate seguendo dei piani rigorosi e dei criteri riproducibili. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di inserire il punteggio ottentuo all’interno di DxOMark subito dopo la descrizione di ogni dispositivo.

I migliori smartphone per fare foto

Google Pixel 2 XL

Google Pixel 2 XL LTE 64GB Nero SIM Free

  • P-OLED touchscreen capacitivo, 16M colori, 6.0 inches, 92.6 cm2 (~76.4% screen-to-body ratio), 1440 x 2880 pixels, 18:9 ratio (~538 ppi density)
  • Android 8.0 (Oreo), Octa-core (4×2.35 GHz Kryo & 4×1.9 GHz Kryo)
  • 64 GB, 4 GB RAM
  • 12.2 MP, f/1.8, 27mm, OIS, phase detection & laser autofocus, dual-LED flash, 8 MP, f/2.4, 27mm, 1/3.2″ sensor size, 1.4
  • 2. anni di garanzia

958,11 EUR Acquista su Amazon

I nuovi Google Pixel si apprestano ad essere eletti come i camera phone del 2017. Oltre a montare sensori luminosi e performanti, integrano un’ottimizzazione software che fa davvero la differenza. In particolare modo Pixel 2 Xl è al momento lo smartphone con il punteggio più alto nel noto sito di test DxOMark con un punteggio di 98.

iPhone X


Apple iPhone X Single SIM 4G 64GB Silver – smartphones (14.7 cm (5.8″), 64 GB, 12 MP, iOS, 11, Silver)

  • Dual 12 MP, f/1.8 & f/2.4, phase detection autofocus, OIS, 2x optical zoom, quad-LED (dual tone) flash, 7 MP, f/2.2, 1080p@30fps, 720p@240fps, face detection, HDR, panorama
  • EU Spec

955,99 EUR Acquista su Amazon

il nuovo gioiellino di Apple ha destato subito scalpore. Il design inedito e le prestazioni mostruose lo hanno reso in breve tempo uno degli smartphone più desiderati di sempre. La fotocamera al momento è seconda solo a quella dei Google Pixel, mentre è assolutamente un’esclusiva quella anteriore con sensori integrati. Punteggio DxOMark: 97.

Huawei Mate 10 Pro

Secondo voi Huawei sarebbe rimasta a guardare? Certo che no! Huawei Mate 10 Pro oltre ad avere un design straordinario e i migliori componenti del momento, integra una delle migliori fotocamere disponibili. La prova sul campo di DxOMark lo testimonia benissimo. Punteggio DxOMark: 97.

iPhone 8 Plus


Apple iPhone 8 Plus – smartphones (14 cm (5.5″), 64 GB, 12 MP, iOS, 11, Silver)

  • NUOVO APPLE MQ8M2QL/A ?IPHONE 8 PLUS 64GB SILVER iPhone 8 Plus 64GB Silver

799,00 EUR Acquista su Amazon

Ancora un dispositivo Apple. La società di Cupertino è nota per strizzare l’occhio alla fotografia e anche il suo iPhone 8 Plus non sfigura a fatto con una fotocamera davvero incredibile. Punteggio DxOMark: 94.

Samsung Galaxy Note 8


Samsung Galaxy Note 8 Smartphone, Midnight Black, 64GB espandibili, Dual Sim [Versione Italiana]

  • Processore Octa-Core Exynos 8895 Quad Core 2.3GHz + Quad Core 1.7GHz
  • Doppia fotocamera posteriore, Dual OIS: Grandangolo 12 MP Dual Pixel, F1.7, teleobiettivo 12 MP, F2.4
  • Fotocamera anteriore 8 MP, F1.7, HDR automatico, AF con Selfie Flash
  • Memoria interna ROM da 64 GB, espandibile con microSD o microSDHC fino a 256 GB
  • Scansione dell’iride

750,00 EUR Acquista su Amazon

Samsung è fuori dal podio ma non per molto. Il Samsung Galaxy Note 8, oltre ad un pennino favoloso, riesce a regalare ottimi scatti piazzandosi a pari merito con l’iPhone 8 Plus. Punteggio DxOMark: 94.

Gli altri smartphone per scattare foto

Quelli elencati erano i migliori dispositivi in classifica ma la lista non è di certo finita qua. Di seguito vi riportiamo altri dispositivi meritevoli che sono citati sempre da DxOMark e in grado di regalare ottime foto.

Conclusioni

Quelli che vi abbiamo appena mostrato sono gli smartphone con miglior fotocamera attualmente disponibili. Si tratta per la maggior parte di top di gamma abbastanza costosi. Per avere un sensore degno di nota però la fascia media è difficile da prendere in considerazione.

Migliori reflex di fascia media: quale comprare

By Andrea Rossi

nikon d5500

La fotografia è senza dubbio un’arte e come tale va trattata. Avere la presunzione di voler raggiungere gli stessi risultati di una macchina fotografica con uno smartphone è abbastanza surreale. Se però anche voi siete degli appassionati e volete tentare un approccio diverso con il genere, siete i benvenuti.

Oggi ci occuperemo infatti delle migliori reflex di fascia media. Si tratta di fotocamere che riescono a contenere i costi ma allo stesso tempo offrono un’ottima base di partenza su cui poter lavorare. Rispetto alle reflex economiche lasciano ampi margini di miglioramento e non limitano l’operato umano.

Migliori reflex di fascia media

Le reflex di fascia media sono una categoria a sé stante, ancora adatta a chi vuole iniziare, ma perfetta anche per chi cerca un buon prodotto da affiancare alla reflex principale. In questa fascia di prezzo riusciamo a trovare dei prodotti davvero validi che si sposano alla perfezione con la voglia d’imparare.

Rispetto alle reflex professionali sono meno complicate da gestire, anche se in termini di qualità dell’immagine si comportano egregiamente. Se siete qui per scoprire le migliori reflex di fascia media, oggi avete fatto la scelta giusta. Fra qualche momento ve le presenteremo in tutto il loro splendore.

Nikon D5500

Nikon non si smentisce mai e anche per la fascia media ha prodotto delle reflex davvero interessanti. Questa D5500 monta un sensore APS-C da 24 MP, per foto con un’ottima risoluzione e luminosità. Aumentano sensibilmente i punti di autofocus a disposizione dell’utente e viene introdotto uno schermo orientabile.

Non manca in questo caso la connessione WiFi, per poter trasferire anche senza fili le immagini e video registrati. Rimangono abbastanza compatte invece le dimensioni. Si tratta di una reflex davvero ottima, sia per chi si avvicina alla fotografia, sia per chi ha già un po’ di esperienza.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: Expeed 4
  • ISO: 100-25.600
  • Raffica di scatti: 5fps
  • Autofocus: rilevamento fase TTL, 39 punti AF (compresi 9 sensori a croce), e illuminatore ausiliario AF

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

Pentax K-70

Pentax K-70

Ecco che finalmente troviamo anche Pentax, uno dei marchi storici della fotografia analogica. Anche se le sue vendite sono inferiori rispetto ai due giganti del settore, altrettanto non si può dire della qualità dei suoi prodotti. Non a caso questa K-70 è l’esempio pratico di come Pentax tende a offrire più a minor costo rispetto ai competitors.

Uno dei punti a suo favore è sicuramente la resistenza all’acqua, che insieme al sensore APS-C da 24 MP ne fanno uno dei migliori prodotti per la fotografia naturalistica estrema.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: PRIME MII
  • ISO: 100-102.400
  • Raffica di scatti: 6fps
  • Autofocus: TTL ad analisi di fase ad area allargata SAFOX X con 11 punti (9 dei quali a croce)

Canon EOS 800D

canon eos 800d

Nata per sostituire il modello precedente, questa EOS 800D, porta con sé un sensore aggiornato e rivisto per migliorare ulteriormente gli scatti. Di tipo APS-C e con 24 MP offre delle prestazioni di ottimo livello, non solo a chi vuole iniziare ma anche per chi già ha avuto a che fare con fotocamere reflex.

Sul fronte della connettività troviamo un reparto completo, fornito di bluetooth, NFC e WiFi. Sarà così davvero semplice trasferire le foto da fotocamera a dispositivo mobile o PC. Importanti passi avanti sono stati fatti anche per quanto riguarda il peso e le dimensioni.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: DIGIC 7
  • ISO: 100-25.600 (aumentabile fino a 51.200)
  • Raffica di scatti: 6fps
  • Autofocus: Sistema Dual Pixel CMOS AF Pixel di rilevamento di fase integrati nel sensore immagine con 45 punti a croce

Pentax K-S2

pentax k-s2

Altro modello di Pentax è questa K-S2, davvero ottima per chi punta a una reflex di qualità senza dimenticarsi del rapporto qualità/prezzo. Al suo interno troviamo un sensore APC-S stabilizzato da 20 MP. Uno dei vantaggi di questo modello è sicuramente quello di riuscire a scattare foto molto buone anche con ISO alti.

Davvero utile il display orientabile, che permette di gestire al meglio tutte le impostazioni disponibili. Non da meno il modulo WiFi, perfetto per trasferire al volo gli scatti e condividerli. Da non dimenticare la presenza della tropicalizzazione.

  • Sensore: 20 MP APS-C CMOS
  • Processore: PRIME MII
  • ISO: 100-51.200
  • Raffica di scatti: 5.4fps
  • Autofocus: TTL ad analisi di fase ad area allargata SAFOX X con 11 punti (9 dei quali a croce)

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

Nikon D7200

nikon d7200

Nikon D7200 è una ottima reflex di fascia media, adatta sia ai principianti che a fotografi amatoriali. Questa fotocamera con sensore APS-C da 24 MP è in grado di gestire al meglio anche i valori ISO più elevati. L’autofocus è davvero rapido e preciso, un passo avanti rispetto ai modelli che abbiamo visto fino ad ora.

Ottima la possibilità di scattare raffiche di foto fino a 6fps, e decisamente ottimi anche i video, fino a una risoluzione massima di 1080p @60fps. Non guasta il trattamento per la tropicalizzazione, che la rende idonea agli ambienti avversi.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: Expeed 4
  • ISO: 100-25.600
  • Raffica di scatti: 6fps
  • Autofocus: Modulo sensore autofocus Nikon Advanced Multi-CAM 3500 II con rilevazione di fase TTL, regolazione fine, 51 punti AF (inclusi 15 sensori a croce)

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

Sony Alpha 77M2

Sony Alpha 77M2

Finalmente troviamo Sony, famosissima per le sue mirrorless, ma che in realtà ci propone delle reflex di fascia media di ottima qualità. In questo caso abbiamo a che fare con Alpha 77M2 che include un sensore APS-C CMOS da 24 MP. Le immagini scattate sono ben bilanciate e riesce a dare il meglio di sé anche nelle situazioni di scarsa luminosità. Davvero incredibile l’autofocus che è fulmineo e presenta ben 79 punti.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: BIONZ X
  • ISO: 100-25.600
  • Raffica di scatti: 12fps
  • Autofocus: Sensore AF dedicato con 79 punti AF, 15 punti a croce

Canon EOS 80D

canon eos 80d

State cercando una reflex di fascia media in grado di girare video da urlo? EOS 80D è infatti davvero forte in questo settore, oltre a scattare delle foto veramente belle. Il merito è del sensore APS-C da 24 MP, unito alla tecnologia dual pixel. Ottimo il comportamento a intervalli ISO alti così come la messa a fuoco a 45 punti.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: Digic 6
  • ISO: 100-25.600
  • Raffica di scatti: 6fps
  • Autofocus: 45 punti AF a croce

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

 

Dopo aver visto le migliori reflex di questa fascia di prezzo, forse è il caso di ripassare un po’ di teoria. Se siete alle prime armi vi servirà per imparare i fondamentali. Se invece avete già esperienza un’altro po’ di studio non vi farà certo male.

Conclusioni

Ottimo, adesso abbiamo fatto chiarezza su quali sono le migliori reflex di fascia media. Sono più care di quelle economiche ma i risultati, soprattutto con il passare del tempo, si faranno sentire. Si tratta di un’investimento di cui sarete davvero felici.

Se invece non siete ancora sicuri se la passione per la fotografia sia passeggera o meno, vi consigliamo di puntare a modelli meno costosi.

Migliori reflex economiche: quale comprare

By Andrea Rossi

Nikon D3400 Camera digitale + Lente AF-P DX 18-55 mm f/3.5-5.6G VR, 24.2 MP, CMOS 6000 x 4000pixels, Nero

Ci risiamo, vi state interessando alla fotografia digitale e avete visto alcuni amici con delle fotocamere davvero belle? Le reflex sono degli oggetti molto affascinanti e non possono non suscitare qualche emozione in ognuno di noi. Se ne volete acquistare una pure voi, dovete sapere che non è necessario spendere migliaia di euro.

Le reflex economiche infatti, sono un’ottimo compromesso fra la qualità e il giusto prezzo. Dotate di sensori semi-professionali, sono avanti anni luce rispetto agli smartphone, soprattutto per la grande quantità di impostazioni che è possibile decidere di utilizzare.

Proprio per questo motivo, visto che la fotografia è una passione che ci accomuna, oggi vedremo quali sono le migliori reflex economiche. Certo, rappresentano una minoranza nel vasto mondo delle macchine fotografiche, ma è sempre possibile trovare dei modelli davvero interessanti anche in questa fascia di prezzo.

Migliori reflex economiche

Questo è il segmento che consigliamo a chi si vuole avvicinare al mondo della fotografia. Queste reflex vengono vendute di solito in accoppiata con un obiettivo 18-55 mm che offre le basi per iniziare nel modo giusto. La qualità è buona, decisamente superiore a tutto ciò con cui avete scattato fino ad ora se non avete mai preso in mano una fotocamera di questo tipo.

Abbiamo deliberatamente deciso di omettere i modelli più vecchi. In rete se ne possono ancora trovare certo, ma i passi avanti fatti in questo settore sono sempre enormi. Quindi, signore e signori, vi presentiamo le migliori reflex economiche disponibili online.

Canon EOS 200D

Prima reflex di fascia bassa che vi presentiamo, la Canon EOS 200D, è indirizzata prevalentemente verso chi cerca la sua prima fotocamera o vuole rimpiazzare un modello più datato. Nonostante la fascia di prezzo relativamente economica, offre delle caratteristiche davvero niente male.

Sicuramente salta all’occhio la tecnologia Dual-Pixel AF che utilizza il phase detection per regalare un autofocus davvero rapido anche in modalità live view. Molto utile anche lo screen LCD orientabile che dà la possibilità di utilizzare i controlli della reflex in modalità touch.

  • Sensore: 24.2 MP APS-C CMOS
  • Processore: Digic 7
  • ISO: 100-25.600 (aumentabile fino a ISO 51.200)
  • Raffica di scatti: 5fps
  • Autofocus: Dual-Pixel AF a 9 punti

Nikon D3400

nikon d3400

Da sempre rivale di Canon, Nikon ha fra le sue frecce questa ottima reflex entry level. Dotata di un sensore APS-C è in grado di scattare ottime foto anche in mano ai meno esperti. Interessante la presenza di un sensore bluetooth che tramite l’app Snapbridge permette di vedere in anteprima gli scatti realizzati.

Perfetta per chi cerca uno strumento di qualità per le foto da pubblicare sui social. Alla Nikon D3400 manca però la connessione WiFi, offerta da molte concorrenti della stessa fascia di prezzo.

  • Sensore: 24.2 MP APS-C CMOS
  • Processore: Expeed 4
  • ISO: 100-25.600
  • Raffica di scatti: 5fps
  • Autofocus: AF a punto singolo, AF ad area dinamica, area AF auto, tracking 3D a 11 punti

Canon EOS 1300D

canon eos 1300d

Canon EOS 1300D è forse la reflex entry level più economica fra quelle che abbiamo analizzato. Nonostante questo riesce a comportarsi davvero bene e a regalare scatti di qualità. Anche in questo caso il sensore utilizzato è di tipo APS-C con 18 MP, più che sufficienti per l’utilizzo di questo tipo di prodotto.

Per quanto riguarda la connettività troviamo sia NFC che WiFi. In questo modo vi potrete connettere in modo rapido e veloce con l’applicazione disponibile per Android e iOS. Questo dettaglio aumenta la tendenza social di questa reflex e ne fa uno dei migliori compagni di viaggio per fotografi amatoriali che lavorano molto con Facebook e Instagram.

  • Sensore: 18 MP APS-C CMOS
  • Processore: Digic 4+
  • ISO: 100-6.400 (aumentabile fino a 12.800)
  • Raffica di scatti: 3fps
  • Autofocus: AF a 9 punti

Sony α68

sony a68

Se cercate un prodotto un po’ fuori dagli schemi rispetto alle solite Nikon e Canon, Sony ha quello che fa per voi. L’ormai famosa serie Alpha offre infatti delle fotocamere di ottima qualità. In questo modello troviamo un sensore APS-C da 24 MP, in grado di regalare ottimi scatti anche ai meno esperti. Nonostante non sia una reflex tradizionale, a causa del mirino elettronico, ha tutte le carte in regola per competere con le altre.

Numerose sono le funzioni extra. Fra tutte spiccano sicuramente la Translucent Mirror, che insieme al processore d’immagine permette di scattare raffiche da 8fps. Davvero utile il display LCD orientabile che riesce a garantire un ottimo controllo in tutte le fasi dello scatto. unica nota negativa è rappresentata dalla connettività. Non sono presenti bluetooth o WiFi. Si tratta comunque di una pecca perdonabile visto il prezzo e le caratteristiche.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: BIONZ X
  • ISO: 100-25600
  • Raffica di scatti: 8fps
  • Autofocus: AF a 79 punti con funzione 4D Focus

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

Nikon D5600

nikon d5600

Erede diretta di una delle reflex economiche più vendute, questa Nikon D5600 è sicuramente il prodotto giusto per chi vuole iniziare bene. Dotata di un sensore APS-C da 24 MP, permette raffiche di scatti fino a 5fps e un’ottimo controllo dei valori ISO.

Se poi vi piace condividere al volo le foto che scattate, qui potrete farlo alla grande con Snapbridge. Grazie al bluetooth potrete infatti trasferire gli scatti direttamente ai vostri dispositivi mobili. Completa la connettività che prevede anche un chip WiFi.

  • Sensore: 24 MP APS-C CMOS
  • Processore: Expeed 4
  • ISO: 100-25600
  • Raffica di scatti: 8fps
  • Autofocus: AF a punto singolo, AF ad area dinamica a 9, 21 o 39 punti, tracking 3D, area AF auto

Potete acquistare il prodotto dai seguenti link:

Per il momento questi sono i modelli che ci sentiamo di consigliarvi, se volete potete anche prendere in considerazione l’acquisto di una reflex economica di generazione passata. Questo però porrà alcuni limiti per il futuro.

Nel caso in cui invece, vogliate ripassare un po’ di teoria, abbiamo una serie di articoli che fa proprio al caso vostro.

Conclusioni

Come vi avevamo detto in apertura i modelli di reflex economica che vale la pena acquistare non sono poi moltissimi. Noi abbiamo voluto proporvi solamente i più interessanti per puntare alla qualità.

Con delle macchine fotografiche del genere potrete iniziare la vostra carriera da fotografi amatoriali senza dover aprire un mutuo. Se poi in futuro avrete la necessità di un mezzo più evoluto, lo potrete sempre acquistare in un secondo momento.

Professione Fotografo: software proprietario? No grazie!

By Antonio Nassa

Oggi è esattamente un anno che ho lasciato il mio vecchio Imac del 2008 (che credevo instostituibile) e relativi software di editing fotografico per passare unicamente ad un sistema Linux e relativo parco software. Leggo spesso di utenti che lamentano la scarsità dei parietetici software linux rispetto ai blasonati Photoshop, Ligthroom, Indesign ecc. ecc. ma viene da chiedersi quale utilizzo ne fanno? L’errore secondo me è voler a tutti i costi mettere a paragone i software di un sistema sia windows che Mac rispetto a quelli presenti in Linux, sbagliato! Sono software per quanto simili nell’aspetto molto diversi, per alcuni versi addirittura migliori! Bisogna avere solo voglia di provarli, scoprire le varie funzioni, capirli fino in fondo….dimentichiamo l’impostazione grafica la posizione dei pulsanti di software proprietari e cerchiamo di capire che non necessariamente debbano essere allo stesso posto ma posso assicurare che ci sono Emoticon smileeccome ci sono!……. L’anno scorso come ho detto dovevo sostituire l’Imac ormai vetusto per poter fare girare le nuove versioni della suite Adobe per cui dovevo mettere in conto una spesa non indifferente, inoltre avrei dovuto aggiornarmi al nuovo sistema cloud di Adobe che sinceramente non digerisco. Premetto che è dal 1998 circa che sono affascinato e utente a singhiozzo dei sistemi linux, si perchè all’epoca qualche problema in effetti c’era e non ho mai valutato il passaggio… Ad ogni modo sono tornato in argomento e ho iniziato a fare delle ricerche in rete per valutare a che punto Linux era arrivato sia come distribuzioni sia come software. I pareri erano discordanti ma espressi per lo più da utenti normali che evidentemente volevano la pappa pronta e non avevano effettivamente voglia di approfondire, per contro mi lasciava perplesso il fatto che solo in America vi erano professionisti che utilizzavano in via esclusiva Linux per la professione di Fotografo. La cosa mi ha stimolato a tal punto che ho acquistato un pc al posto dell’Imac, per la precisione un DELL con un processore i5 quad core, 8 giga di ram e un monitor sempre DELL dalle caratteristiche sulla carta migliori degli ultimi nati Apple, costo totale un terzo di quello che avrei speso. Ho installato inizialmente UBUNTU per poi fermarmi a Debian 8 e ho iniziato a lavorare con ciò che piu mi serviva o meglio Darktable (simile e per certi versi migliore di Lightroom), Scribus ( simile a Indesign) e Gimp ( non è Photoshop quindi non lo paragono) , ho iniziato ad apprenderli sul campo, elaborando servizi fotografici di matrimonio e di reportage per alcune riviste. All’inizio a dire la verità è stata abbastanza dura, sentivo che mi mancavano le certezze di un parco software che utilizzavo da anni, quasi mai ho trovato le funzioni che mi servivano dove mi sarei aspettato di trovarle, ma in breve tempo man mano che rimuovevo dalla memoria quanto acquisito con il vecchio sistema e iniziavo a fare spazio a nuove metodologie di lavoro tutto ha iniziato a normalizzarsi.
Ora a distanza di un anno e dopo molti lavori ben riusciti e consegnati posso affermare con certezza che per il mio metodo di lavoro, per lo stile e la tipologia di foto che tratto, Linux è un sistema fantastico, completo, stabile, reattivo e non dimentiachiamolo: “Libero!!” esatto libero, come mi sento io ora, libero di non dover acquistare un computer piu potente per far girare l’ultima versione di un software nonchè libero di spendere i soldi risparmiati in software ( eh si il software proprietario si paga e anche caro!) in altre cose che più mi aggradano.

Il fatto è che essendo uno dei pochi, forse l’unico professionista in Italia che utilizza Linux per lavoro sono di fatto stato estromesso da un ecosistema ove gravitano tutti gli altri professionisti del settore, non ha senso per me infatti partecipare a corsi di aggiornamento di Photoshop o di postproduzione in Lightroom, workshop o iscrivermi a gruppi che trattano la stessa materia. Il fatto di essermi convertito mi ha liberato da tutto ciò!! mi ha liberato anche dall’eterno confronto che nel professionismo devi sostenere con chi ha il computer più recente o chi sa utilizzare Lightroom per la postproduzione meglio di te… Sono libero da tutto ciò!! ed è solo un bene! Posso finalmente dedicarmi solo ed unicamente a “fotografare”.

Un Saluto a tutti