Microsoft annuncia la prima distribuzione GNU/Linux per Windows a pagamento

Microsoft ha annunciato 2 nuove distribuzioni GNU/Linux per Windows 10 Subsystem per Linux (WSL), inclusa la prima distribuzione GNU/Linux a pagamento denominata WLinux. WLinux è una distribuzione basata su Debian disponibile per $ 19,99 da Microsoft Store. La società ha inoltre annunciato Ubuntu 18.04, che sarà disponibile anche tramite Microsoft Store gratuitamente.

Mentre l’aggiornamento di Windows del 10 ottobre 2018 è ancora in fase di ripristino dai bug di perdita di dati e il suo processo di rollout deve ancora essere riavviato, Microsoft ieri ha scritto che l’ultima versione di Windows del 10 versione versione 1809 porterà maggiore supporto per le distribuzioni GNU/Linux attraverso il WSL. WSL consente a Windows 10 di eseguire varie distribuzioni GNU/Linux all’interno del sistema operativo come app, offrendo accesso a Ubuntu, openSUSE, Debian, Kali Linux e altre.

“WLinux è una distro Linux personalizzata costruita a partire da Debian e specifica per l’utilizzo su WSL”, ha affermato la società. “Mentre altre distribuzioni sono disponibili per WSL, WLinux è la prima ottimizzato per l’utilizzo da parte degli utenti di WSL.” WLinux, creata da Whitewater Foundry e promossa come “ambiente veloce per sviluppatori usando il terminale Linux “, può essere scaricato dal Microsoft Store  a $ 9,99 per i primi 7 giorni.

Per quanto riguarda Ubuntu 18.04 ( link per il download ), ora può essere eseguito su macchine basate su Windows 10 ARM. Se la distro viene scaricata dal Microsoft Store, controllerà se l’utente ha un dispositivo basato su ARM per estrarre la versione corretta.

Microsoft migliora WSL e offre la convenienza con Windows 10 versione 1809

Mentre WSL non è nuovo, con il rilascio di Windows 10 ottobre 2018 Update, gli utenti saranno in grado di avviare Linux utilizzando Windows File Explorer. Microsoft ha aggiunto una nuova voce di menu contestuale “Apri shell Linux qui” alla shell. Gli utenti possono farlo in Esplora File selezionando una cartella e facendo clic su Maiusc + Destra per visualizzare il nuovo menu di scelta rapida. Cliccando su “Apri shell Linux qui” l’opzione avvierà la distribuzione WSL predefinita direttamente in quel percorso.

Microsoft ha anche condiviso una lunga lista di bug e miglioramenti per WSL che saranno resi disponibili con il rilascio di Windows 10 versione 1809.

Per quanto riguarda tale versione, la società non è ancora pronta e quando lo sarà l’aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018 verrà reso nuovamente disponibile agli utenti. Sebbene si stima che alcuni milioni di utenti siano riusciti a mettere le mani sull’ultima versione di Windows, la ri-versione ufficiale deve ancora iniziare da quando la sua fase di avvio iniziale è stata messa in pausa a ottobre.

– Ulteriori dettagli sugli ultimi aggiornamenti per WSL nell’ottobre 2018 sono disponibili qui .

Un link utile

Navigando sulla rete sn incappato in questo sito web del progetto kiamato Linux Alternative Project ovvero Linux Equivalent Projects:

http://www.linuxalt.com/

ke senza nulla pretendere è decisamente utile x ki deve scegliere un programma GNU/Linux a partire da quello ke usa in ambiente Windows. Dikiarano ke sn ancora in fase di test ma promettono aggiornamenti periodici alla lista dei software indicati esistenti x il sitema operativo Windows e dei loro equivalenti o possibili alternative esistenti x il sistema del pinguino ovvero dei sistemi GNU/Linux nello loro svariate declinazioni.

Quote di mercato più basse per Windows da 15 anni a questa parte

internetwindows90Proprio l’altro ieri è uscita la notizia che le quote di mercato di Internet Explorer sono scese sotto il 70% per la prima volta dopo quasi 9 anni, cedendo il passo a Mozilla (che ha una percentuale globale del 20%) in alcuni paesi tra cui l’Indonesia con il 57,4%, la Macedonia con il 53,13% , la Slovenia con il 51,95% e andando molto vicino al sorpasso in Polonia, Bosnia Herzegovina, Slovacchia, Finlandia e Filippine. Potete vedere le percentuali nel grafico qui. Non essendoci mai limite al peggio ieri scopriamo che una ricerca di mercato firmata Net Applications stima che al momento le quote di mercato di Windows sono meno del 90%, che ancora è un numero impressionante, ma il livello più basso che gli utenti PC possano ricordare. Dovremmo tornare indietro a Windows 3.11 per trovare dei simili dati di quote di mercato.

Windows: annunciato 25 anni fa

Oggi data storica, come riportato da Panorama.it e dal IlBloggatore.com (sicuramente anke da altri ma non posso citarli tutti), ovvero esattamente 25 anni fa, il 10 Novembre 1983, Bill Gates, durante un evento all’Helmsley Palace Hotel di New York annunciò ke era finita l’era dell’interfaccia a caratteri del Dos e ke in breve Microsoft avrebbe rilasciato la prima interfaccia grafica x il Pc Ibm. Cito come riportato da Panorama.it:
“Il lavoro sull’interfaccia grafica del Dos, che poi avrebbe preso il nome di Windows, iniziarono nel 1981 e i programmatori presero spunto dai menu e dai bottoni di Word.
Nel 1983 Apple aveva già rilasciato il proprio ambiente grafico (Lisa), ma gli altri concorrenti del tempo erano ancora in alto mare: Digital stava lavorando sul GEM, Quarterdeck sul proprio Desq,  Amiga sul Workbench e Ibm su OS/2.
In questo movimentato panorama Bill pensò bene di spiazzare tutti facendo l’annuncio di Windows, un’interfaccia grafica semplice da usare, con menu a tendina, supporto del mouse e possibilità di usare più applicazioni contemporaneamente. All’evento Gates annunciò che il prodotto sarebbe stato reso disponibile entro aprile del 1984 e ipotizzò che sarebbe stato implementato nel 90% dei Pc Ibm compatibili entro al fine di quell’anno.
Come sappiamo la tempistica non fu proprio quella: Windows 1.0 fu reso disponibile per la vendita il 20 novembre 1985, con più di un anno e mezzo di ritardo rispetto all’annuncio. E intanto il mondo non si era fermato: il 24 gennaio 1984 Apple aveva annuciato il primo Macintosh (
ve lo ricordate? Era il Macintosh 128k), una macchina veramente innovativa per l’epoca.
Windows 2.0 vide la luce nel 1987 e il finalmante usabile Windows 3.1 arrivò sui nostri desktop solo nell’aprile del 1992. Trovate la storia delle
varie versioni di Windows sul sito di Microsoft (ma non si parla dei ritardi).
La cosa curiosa è ke entrambi i succitati blog l’annunciano oggi (come riportato da Wired e altre fonti inglesi originali) ma poi sbagliano a mettere la data indicando l’11 e non il 10 Novembre 1983 … misteri dell’informazione italiana 🙂

Guida x assemblare un PC

Dopo un bel letargo oggi iniziamo ad occuparci anke della parte tecnica legata agli sviluppi del progetto dell’Isola di Eden.
Avendo scelto di fare di questo blog la controparte personale dell’azienda Laser Office s.a.s., x questo ho usato lo stesso nome della mia azienda, provvederò anke a fornire informazioni di vario genere, sia tecnike sia commerciali.

La prima serie di utili informazioni riguarda uno sport sempre + praticato da molti appassionati di PC ma ke sono alle loro prime armi, con tanti dubbi e paure. Ecco quindi il link ad una guida molto ben fatta all’autocostruzione, o come si dice tecnicamente all’assemblaggio, di un PC incontrata sul sito italiano di Tom’s Hardware:

Guida all’assemblaggio di un moderno PC

La guida è completa dall’A alla Z ma si dimentica di indicare e mostrare il manuale a corredo della Scheda Madre, volgarmento MoBo dalla contrazione delle corrispondenti parole inglesi Mother Board (altrimente detta anke Mainboard o MB), ke pur essendo diverso da scheda a scheda, è pur sempre da prendere in mano e consultare prima di partire con l’assemblaggio essendo in genere una miniera di preziose indicazioni su tutte le funzionalità della MoBo. Eppoi è sempre buona regola seguire le indicazioni dei manuali tecnici forniti a corredo di una qualsiasi apparecchiatura o componente elettronico x poterlo conoscere e trattare al meglio. A parte questo appunto + di scuola teorica ke pratica, la guida è come detto ottima.

Inoltre in fondo all’articolo è inserita anke un’altra utile guida, quella relativa alla parte software, ovvero all’installazione del Sistema Operativo sul PC ke avete assemblato o cmq di cui avete necessità di ripristinare il sistema a partire da zero. Cosa ke talvolta si rende necessaria quando il PC non ne vuol + sapere di avviarsi o funzionare correttamente ad esempio dopo un’agressione informatica da Virus o Malware in generale.
La guida è suddivisa in 2 parti, una relativa alla configurazione ottimale del BIOS del PC e l’altra all’installazione del Sitema Operativo ke x l’occasione è Windows Vista:

Guida alla configurazione del BIOS e installazione di Windows Vista

Ovvio ke non concordo molto sull’uso di Windows ma ovvio usarlo essendo l’attuale riferimento del mercato e quello ke i novellini del PC si aspettano di trovare oggi sul loro PC.
Nel mondo del Free  Software o F.O.S.S. la scelta su quale sistema operativo installare è quasi infinita e vedrò di fornire degli utili riferimenti in rete alla prox occasione oppure potete usare Google ed effettuare la ricerca con “Guida Installazione PC” o “Guida Assemblaggio PC” x ottenere un bel pò di links 🙂