50+ migliori distribuzioni Linux leggere per il 2018

Distro GNU/LinuxCerto, ci sono altri elenchi simili, ma questo ha informazioni aggiornate e abbiamo provato e testato personalmente (quasi) ogni distro sui nostri vecchi laptop. Ci sono voluti 7 mesi per compilare questo elenco e alcune settimane per aggiornarlo con nuovi dati! Abbiamo visto nuove liste che includevano distribuzioni con il loro ultimo aggiornamento nel 2005. Andiamo, come possono essere ancora rilevanti e buone nel 2018?

Abbiamo incluso di proposito molte distro nella nostra lista in modo da avere più opzioni tra cui scegliere.Tutte le distro sono gratuite e possono essere eseguite su ~ 512 MB di RAM o meno.

Non devi buttare via i tuoi vecchi PC e laptop. Installa una distro Linux leggera su di loro e sono come nuovi. Le distribuzioni leggere non devono nemmeno essere usate su hardware vecchio. È possibile installarli su un hardware all’avanguardia e ottenere le massime prestazioni. La maggior parte delle distro è portatile e può essere eseguita su un Live CD/USB, senza un disco rigido. Perché dovresti usare altri sistemi operativi pieni di bloatware e cose inutili quando puoi usare un’alternativa Linux perfetta?

Comunque, prima di andare avanti con la lista, alcuni suggerimenti rapidi su come scegliere il migliore per voi:

Come scegliere la migliore distro Linux leggera per te

Queste linee guida dovrebbero aiutare, ma se ti senti sopraffatto, scegli una qualsiasi distribuzione dalla lista qui sotto e starai bene.

  • Qualsiasi distro Linux è migliore di Windows/OS X quando si tratta di hardware vecchio. Le distribuzioni Linux e il software che viene eseguito su di esse sono molto più ottimizzate e compatibili con il vecchio hardware. Se utilizzi Windows o OS X e “sembra lento”, passa a una distribuzione Linux. Ti garantiamo un miglioramento delle prestazioni. Alcune versioni precedenti di Windows e OS X sono veloci per l’hardware precedente, ma non ricevono alcun supporto o aggiornamento, a differenza di tutte le distribuzioni elencate qui.
  • Scegliere la giusta distribuzione leggera dipenderà per cosa la userete. Alcune distro sono ottimizzate per determinate attività, es. server e giochi. Hai intenzione di usarla per la navigazione di tutti i giorni? In tal caso, tenete presente che i siti Web si sono evoluti e sebbene il browser e il sistema operativo stesso funzioneranno meglio, i siti Web possono ancora essere gonfiati e rallentare il vostro Linux. Se lo utilizzerai per attività d’ufficio casuali come l’elaborazione di testi, fogli di calcolo o presentazioni, le distro Linux leggere funzioneranno perfettamente. Forse ti piacerebbe usare il tuo vecchio portatile come dispositivo multimediale e guardare i film su di esso. Sei a posto, purché il film stesso non sia un rip di Blu-Ray.
  • Un’altra linea guida è quanto sei disposto a sacrificare. Di quante funzioni del sistema operativo hai veramente bisogno? Non hai davvero bisogno di tutte quelle fantasiose animazioni dell’interfaccia utente e materiale 3D. Alcune distribuzioni Linux hanno grandi interfacce utente moderne, ma richiedono hardware migliore.
  • L’esperienza precedente è un altro fattore importante e necessario da considerare prima di scegliere una distro Linux. Sei un principiante? Quindi non usare Arch Linux. Hai già usato Ubuntu? Allora scegli una distribuzione leggera basata su Ubuntu. Sei abituato all’interfaccia di Windows XP e vuoi qualcosa di simile? Certo, abbiamo la distribuzione perfetta per te.
  • Suggerimento: fai un pò di ricerche per il tuo hardware e vedi se la distribuzione lo supporta. Molto probabilmente lo farà, ma per sicurezza, puoi fare un rapido giro su google con il tuo modello hardware e la distribuzione e dovresti ottenere dei risultati. La maggior parte delle distro può essere eseguita su una chiavetta USB economica: non è nemmeno necessario un HDD/SSD. Questo è spesso definito come “Live CD/USB”. Includeremo i “requisiti hardware minimi” per ogni distro, in modo da poter verificare se le caratteristiche hardware che hai supporteranno la distribuzione. La maggior parte di queste distribuzioni può funzionare perfettamente anche su un Raspberry Pi.

Panoramica rapida delle distro incluse nella nostra lista

Le migliori distro Linux leggere per vecchi computer/laptop.

Distro RAM minima (MB) CPU minima Spazio su disco minimo (MB) GUI Ciclo di rilascio Gli appunti
Lubuntu 512 Pentium 4, Pentium M, AMD K8 o CPU più recente. Almeno 266 MHz 3000 LXLE Standard Principiante-friendly
LXLE 512 Pentium 3 8000 LXDE Solo LTS Basato su Lubuntu
Arch Linux 512 Qualsiasi macchina 64 bit 1000 Qualunque rolling Per utenti esperti
ArchBang 256 macchina compatibile i686 o x86_64 700 Openbox rolling Arch Linux è diventato più facile
ArchLabs 512 Processore x86-64 (consigliato + 1,4 GHz) 5000 Openbox, XFCE4, i3, Bspwm, Awesome rolling Arch Linux incontra BunsenLabs
Puppy Linux 128 233 MHz 512 JWM Standard Portatile (solo live)
Linux Lite 512 700 MHz 2000 XFCE Solo LTS Ottimo per utenti Windows
KNOPPIX 120 i486 2000 LXDE Standard Portatile (solo live)
Peppermint 512 Qualsiasi processore basato su architettura Intel x86 3600 LXDE Ibrido Il Cloud Desktop basato su Lubuntu
PCLinuxOS 512 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 12000 KDE, Mate, LXDE, XFCE rolling Non il più leggero, ma è veloce
Trisquel Mini 128 AMD K6 o Intel Pentium II 3000 LXDE Solo LTS Solo software gratuito
Porteus 256 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 512 KDE, LXQt, Mate, Cinnamon … Standard La distribuzione Linux portatile
Manjaro Linux – Xfce Edition 512 1 GHz 30000 Xfce rolling Molto potente e flessibile
Peach OSI 512 Processore da 700 MHz (Intel Celeron o superiore) 8600 XFCE, Cinnamon, Mate … Solo LTS 8 versioni differenti tra cui scegliere
Raspbian 512 1 GHz 5000 Ambiente personalizzato Standard Trasforma unRaspberry Pi in un PC desktop completo
Modern X 256 366 MHz 3000 GNOME Standard Ottimo per utenti Windows/Mac
Debian 256 1 GHz 10000 KDE Ibrido Stabile, vecchio, moderno, popolare
Sparky Linux 256 i686/amd64 CPU 10000 LXDE, Budgie, Enlightenment, JWM, Openbox, KDE, LXQt, MATE, Xfce … rolling Ha più edizioni/versioni
SliTaz 192 processori Intel i486 o x86 compatibili 80 Openbox rolling Il leggero sistema operativo desktop e server
Elive 128 300 MHz 700 Enlightenment Standard Ambiente desktop leggero personalizzato
BunsenLabs Linux 256 1 GHz 10000 Openbox Ibrido CrunchBang nuovo e migliorato
antiX 192 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 2800 IceWM, Fluxbox, JWM, Xfce, herbstluftwm rolling ciclico Grandi opzioni USB live
slax 48 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 220 KDE Standard Portatile e modulare
Linux Mint 512 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 10000 XFCE, Cinnamon, Mate … Standard Bello e facile da usare
watt 192 Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64 700 LXDE, i3 Standard Leggero e completo
Zorin OS Lite 512 700 MHz 8000 personalizzata Solo LTS Ottima alternativa a Windows e Mac OS
Bodhi Linux 128 500 MHz 4000 Moksha (personalizzato) Solo LTS Ambiente desktop leggero personalizzato
Tiny Core Linux 48 Almeno una CPU i486DX 11 FLWM Standard Estremamente leggero, ma non raccomandato per i principianti
CRUX 192 x86-64 o più recenti CPU 1000 Openbox Standard A differenza di qualsiasi altro

 

Lubuntu

Lubuntu

Lubuntu è una delle distribuzioni Linux per Linux più popolari e più usate là fuori. Alcuni la usano come la loro distro principale di Linux sul loro potente hardware solo per le sue prestazioni e la bellissima interfaccia utente.

Requisiti hardware minimi di Lubuntu

Può funzionare praticamente su qualsiasi cosa.

  • Pentium 4, Pentium M, AMD K8 o CPU più recente. Almeno 266 MHz
  • 512 MB di RAM
  • 3 GB di spazio su disco (o più)

Qualche cosa in più è solo un vantaggio. I requisiti elencati qui sono per la versione 16.04 LTS, altre versioni potrebbero avere requisiti leggermente diversi.

Dati e caratteristiche di Lubuntu

Versione leggera di  Ubuntu.

  • Basata su Ubuntu, versione minimale
  • Ha tutto il software essenziale preinstallato (ufficio, browser, lettori multimediali, ecc.)
  • Usa LXDE. Le versioni future useranno LXQt
  • Grande e attivo supporto alla comunità. Ci sono anche un paio di gruppi di Lubuntu sociali attivi. Li puoi trovare qui
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Lubuntu


LXLE

lxle

In alternativa a Lubuntu, abbiamo LXLE. Basato su Lubuntu, ha le ottimizzazioni delle prestazioni di una distro leggera con una bellissima interfaccia utente.

Requisiti hardware minimi LXLE

Simile a Lubuntu.

  • Pentium 3 processor
  • Almeno 512 MB di RAM
  • 8 GB di spazio su disco

LXLE fatti e caratteristiche

Installa e parti.

  • Facile da installare: basta installarla e sei pronto per usarla. Non sono necessarie configurazioni complesse
  • Ottimo per gli utenti di Windows XP/Vista/7
  • Un’ampia varietà di app predefinite preinstallate
  • Basato su LXDE
  • Solo versioni LTS (Long Term Support ovvero supporto per molto tempo)
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica LXLE


Arch Linux

arch linux gnome

Distribuzione Linux flessibile, leggera e potente. Non raccomandata per i principianti. Lo screenshot qui sopra proviene da un Arch Linux con l’ambiente desktop GNOME (Elegant Theme).

Requisiti hardware minimi di Arch Linux

Dipende da cosa userai.

  • Il computer deve essere a 64-bit
  • Minimo 512 MB di RAM
  • Almeno 1 GB di spazio su disco

Arch Linux fatti e caratteristiche

Falla tua.

  • Completamente personalizzabile: scegli i pacchetti, gli ambienti desktop, ecc. Che utilizzerai. È necessario installarli da soli
  • La wiki ufficiale ha tutorial approfonditi su qualsiasi cosa
  • Quanto leggera dipende da te. Si installano solo i pacchetti e le funzionalità necessarie. Niente di più.
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Arch Linux


ArchBang

ArchBangSe si desidera la potenza e la flessibilità di Arch Linux, ma non si desidera eseguire la complessa procedura di installazione, è possibile utilizzare ArchBang. È basato su Arch Linux ed è ispirato a CrunchBang.

Requisiti hardware minimi di ArchBang

Leggera e facile.

  • computer compatibili i686 o x86_64
  • 256 MB di RAM
  • 700 MB di spazio su disco

Dati e caratteristiche di ArchBang

Arch Linux fatto più facile.

  • Può essere usato come desktop completo e come sistema operativo live
  • Il meglio di entrambi i mondi – basato su Arch Linux e ispirato a CrunchBang
  • Gestore di finestre Openbox
  • Rilascio rolling ovvero continuo
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica ArchBang


ArchLabs Linux

archlabs linux

ArchLabs Linux è una distro basata su Arch Linux ispirata a BunsenLabs. Si sono evoluti così tanto che ora non sono più un clone BunsenLabs. È una distribuzione a rilascio continuo ed è piuttosto leggera. Ha una comunità coinvolta e molto utile, non importa quanto sia piccola.

Requisiti hardware minimi di ArchLabs Linux

Arch Linux leggero + BunsenLabs

  • Processore x86-64 (consigliato +1,4 GHz)
  • 512 MB di RAM
  • 5 GB di spazio su disco

Dati e caratteristiche di ArchLabs Linux

Vari ambienti e stili desktop minimi tra cui scegliere

  • Facilmente installabile con ABIF (programma di installazione)
  • Script di benvenuto per aiutare con l’installazione di ulteriori gestori di finestre e desktop
  • Gestori desktop disponibili: Openbox, XFCE4, i3, Bspwm e Awesome
  • Rilascio rolling ovvero continuo

Download ArchLabs Linux


Puppy Linux (es)

cucciolo linux tahrpup

Distro Linux molto leggera che non dovrebbe essere installata su un disco rigido. Dovrebbe essere eseguito da un CD/USB Flash Drive in modalità Live.

Puppy Linux requisiti minimi hardware

Estremamente leggero.

  • Processore 233 MHZ
  • 128 MB di RAM
  • 512 MB di spazio libero sul disco rigido per creare un file di salvataggio opzionale.
  • Non è richiesto alcun disco rigido
  • CD-ROM/DVD/Scheda SD o porta USB

Caratteristiche e caratteristiche di Puppy Linux

Puppy Linux non è una singola distribuzione, ma una raccolta di molte distro con scopi diversi e diversi set di software.

  • Non è richiesto alcun disco rigido. Può funzionare su un CD/Flash Drive/scheda SD live
  • Molte diverse distribuzioni Linux Puppy tra cui scegliere. La distro nello screenshot qui sopra è la distro “Puppy Linux – Tahrpup”
  • Puppy Linux gira nella memoria del tuo PC, invece di girare sul tuo hard disk, il che lo rende estremamente veloce
  • È portatile: puoi salvare i tuoi dati sul drive USB ed eseguirla su qualsiasi altro computer
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Puppy Linux


Linux Lite

linux lite

Bella interfaccia utente, facile da usare e spesso utilizzata come gateway da Windows a Linux.

Requisiti hardware minimi di Linux Lite

Piena di funzionalità, ma piuttosto leggera.

  • Processore da 700 MHz
  • 512 MB di RAM
  • Schermo VGA (risoluzione 1024 × 768)
  • Almeno 2 GB di spazio su disco

Caratteristiche e fatti di Linux Lite

Considerando l’interfaccia utente, è un’ottima alternativa al sistema operativo Windows

  • Basato sull’ambiente desktop XFCE
  • Pronto all’uso fuori dalla scatola. Tutto ciò di cui hai bisogno è preinstallato
  • Ogni versione è LTS (5 anni di supporto e aggiornamenti)
  • Una delle migliori interfacce utente su una distro Linux leggera
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download Linux Lite


KNOPPIX

Knoppix

Un’altra distro Linux leggera solo Live. Distro avviabile con un set di app GNU/Linux e software diversi. Basta collegare l’USB/ CD live, avviarla e sei a posto.

Requisiti hardware minimi di KNOPPIX

Una delle distro più leggere.

  • CPU compatibile Intel/AMD (i486 e versioni successive)
  • Almeno 120 MB di RAM
  • Chipset grafico compatibile SVGA standard
  • 2 GB di spazio su disco (varia)

Fatti e caratteristiche di KNOPPIX

Collega e usa.

  • Facile da usare: basta avviare da CD/Flash Drive e utilizzare la distribuzione
  • Tutto il software necessario è preinstallato (GIMP, Firefox, Open Office, MPlayer …)
  • Basato su LXDE
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica KNOPPIX


Peppermint

menta piperita

Il desktop Cloud di Linux ovvero integrare qualsiasi app (web) basata sul cloud nel sistema operativo Peppermint. Non ha molte app preinstallate in modo da poterla personalizzare.

Requisiti minimi hardware di Peppermint

Non ha bisogno di molto, ma si consiglia di usarne di più.

  • 512 MB di RAM (consigliato 1 GB)
  • Qualsiasi processore basato su architettura Intel x86
  • Almeno 3,6 GB di spazio su disco

Dati e caratteristiche della Peppermint

Il desktop cloud.

  • Facilmente integrata con le app Web
  • Installa il software che desideri: rendi Peppermint come vuoi
  • Ottima interfaccia utente, specialmente se ti stai trasferendo da Windows
  • Basato su Lubuntu. Ambiente desktop LXDE
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Peppermint


PCLinuxOS

PCLinuxOS

Facile da avviare da un Live CD/USB e facilmente installabile sul disco rigido. Vari ambienti desktop tra cui scegliere e una grande interfaccia utente.

Requisiti hardware minimi di PCLinuxOS

Non ha bisogno di molto ma sarebbe bello se ne avesse di più.

  • Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64
  • 512 MB di RAM (consigliato 2 GB)
  • 12 GB di spazio su disco rigido

Dati e caratteristiche di PCLinuxOS

Bello, elegante, intuitivo, facile.

  • Puoi installare PCLinuxOS basato su KDE, su LXDE o basato su Mate. C’è anche una versione della community XFCE
  • Installato facilmente su un CD/USB live
  • Accogliente per principianti con molte opzioni per l’ambiente desktop

Scarica PCLinuxOS


Porteus

Porteus

Porteus può funzionare su un’unità flash USB/CD/DVD o una scheda SD. È la distro Linux portatile più leggera.

Minimi requisiti hardware di Porteus

Estremamente leggero.

  • Qualsiasi processore Intel, AMD o VIA x86/64
  • 256 MB di RAM (possono essere diversi a seconda dell’ambiente desktop utilizzato)
  • Nessun disco rigido richiesto. Un’unità flash con 512 MB funzionerà perfettamente

Fatti e caratteristiche Porteus

Il Linux portatile.

  • Usalo su dispositivi di archiviazione portatili – USB/CD/DVD/scheda SD
  • Diversi ambienti desktop tra cui scegliere: KDE, LXQt, Mate, Cinnamon e altri
  • Attiva in ‘Modalità persistente’: salva i dati direttamente sul dispositivo di archiviazione rimovibile riscrivibile
  • 15 secondi di tempo di avvio
  • Porteus Kiosk‘ è un’edizione specializzata che può essere utilizzata sui terminali web

Scarica Porteus


Trisquel Mini

Trisquel

Trisquel GNU/Linux è, in breve, Ubuntu con solo software libero. La versione predefinita di Trisquel funziona con GNOME ma ha una versione “Mini” che gira su LXDE che è molto leggera.

Requisiti hardware minimi di Trisquel Mini

La versione di default è leggera, ma la versione Mini è più leggera.

  • AMD K6 o Intel Pentium II
  • 128 MB di RAM
  • 3 GB di spazio su disco

Trisquel Mini fatti e caratteristiche

Solo software gratuito.

  • Ottimo per ogni tipo di utilizzo: casa, lavoro, educazione, ecc.
  • Basato su Ubuntu
  • La versione mini funziona con LXDE
  • Ha diverse versioni tra cui scegliere, tra cui Trisquel Sugar TOAST, progettato per essere utilizzato dai bambini negli ambienti di apprendimento
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download Trisquel Mini


Manjaro Linux Xfce Edition

manjaro linux - xfce edition

Un’altra popolare distribuzione per utenti esperti è Manjaro: è possibile utilizzare l’edizione Xfce con un ambiente desktop preinstallato, che facilita l’avvio.

Requisiti hardware minimi di Manjaro Linux

Non il sistema più leggero, ma molto potente e flessibile.

  • Processore da 1GHz
  • 512 MB di RAM
  • 30 GB di spazio su disco rigido

Manjaro Linux fatti e caratteristiche

Flessibile, veloce e potente.

  • Rilascio rolling ovvero continuo
  • Ottimo per principianti e utenti avanzati
  • Basato su Arch Linux
  • Usa l’edizione Xfce (ovviamente)
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Manjaro Linux


Peach OSI

asse di pesca

Distro Linux leggero che assomiglia all’interfaccia Mac (OS X). Gratuito, bello, facile da usare e completo.

Requisiti minimi hardware Peach OSE

I requisiti minimi possono essere diversi a seconda della versione scelta

  • Processore da 700 MHz (Intel Celeron o superiore)
  • 512 MB di RAM (almeno 1 GB consigliato)
  • 8,6 GB di spazio su disco
  • VGA con risoluzione dello schermo 1024 × 768

Dati e caratteristiche di Peach OSI

Versioni differenti (edizioni) tra cui scegliere.

  • A seconda delle tue esigenze, puoi scegliere tra queste versioni: Peach TV, The Works, Barebones multilingue, Netbook, Peach Kids, Peach Pi, Peach Pi TV
  • Sistema operativo leggero multiuso. Usalo come sistema operativo desktop, per il tuo sistema home theater, per i tuoi bambini, ecc.
  • Basato su Ubuntu, ma altamente personalizzato
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Peach OSI


Raspbian

pixel loro

Il sistema operativo costruito da Raspberry Pi che può essere facilmente eseguito su un Pi.

Requisiti hardware minimi di Raspbian

Leggero ma potente.

  • Processore Pentium da 1GHz. Può essere eseguito anche su processori basati su ARM.
  • 512 MB di RAM
  • 5 GB di spazio su disco

Raspbian fatti e caratteristiche

Trasforma il tuo Raspberry Pi in un PC desktop completo.

  • Il sistema operativo di Raspberry Pi
  • Basato su Debian (versione ARM)
  • Un sacco di software preinstallato (incluso software proprietario)
  • Può essere eseguito come un “sistema operativo live persistente” salvando i dati sull’unità rimovibile

Scarica Raspbian


Modern X

modern x

Basato su openSUSE e l’ambiente desktop GNOME. Leggero e perfetto per utenti Windows/Mac. Da non confondere con “Modern X OS”

Requisiti hardware minimi Modern X

Estremamente leggero.

  • CPU 366 MHz
  • 256 MB di RAM
  • 3 GB di spazio su disco

Dati e caratteristiche di Modern X

Distro Linux per principianti e ottima per utenti Windows e Mac.

  • Utilizza l’ambiente desktop GNOME ottimizzato per velocità e utenti Windows/Mac
  • Disponibili diverse versioni
  • Può funzionare su una scheda CD/USB/SD live

Download Modern X


Debian

debian

Abbiamo incluso molte distro basate su Debian ma dovremmo includere anche Debian. La distro Debian stessa è molto leggera, stabile e popolare.

Requisiti hardware minimi di Debian

Rianima il tuo vecchio PC con una vecchia ma moderna distribuzione.

  • CPU da 1GHz
  • 256 MB di RAM
  • 10 GB di spazio su disco

Fatti e caratteristiche di Debian

Una delle distribuzioni Linux più popolari.

  • Comunità MOLTO attiva e ampia documentazione
  • Stabile e relativamente facile da usare
  • Utilizza solo software libero
  • Puoi usare la versione Server per il tuo server
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Debian


Sparky Linux

sparky linux

Distro Linux leggero con molte edizioni tra cui scegliere. Basato su Debian con un ciclo di rilascio continuo.

Sparky Linux requisiti hardware minimi

Se usi LXDE, LXQt o Openbox:

  • i686/amd64 CPU
  • 256 MB di RAM
  • 10 GB di spazio su disco

Sparky Linux fatti e caratteristiche

Ha più opzioni tra cui scegliere.

  • Diverse versioni disponibili: Home, Special, CLI e Minimal
  • Ambienti desktop disponibili – LXDE, Budgie, Enlightenment, JWM, Openbox, KDE, LXQt, MATE, Xfce …
  • UI (Interfacce Utente) per principianti e belle
  • Ciclo di rilascio continuo basato sul ramo Testing di Debian
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download Sparky Linux


SliTaz

SliTaz

SliTaz o Simple Light Incredible Temporary Autonomous Zone è una distro Linux leggera che può essere utilizzata sia come sistema operativo desktop sia come server.

Requisiti hardware minimi SliTaz

A seconda della versione utilizzata, il fabbisogno di RAM può arrivare fino a 16 MB. I requisiti per la versione di default (core) sono:

  • processori Intel-compatibili i486 o x86
  • 192 MB di RAM
  • 80 MB di spazio su disco

Dati e caratteristiche di SliTaz

Server e/o desktop estremamente leggero.

  • Può essere usato come server e come sistema operativo desktop
  • Rilascio rolling ovvero continuo
  • Usalo come sistema operativo live o come sistema operativo desktop
  • Funziona facilmente su un Raspberry Pi
  • Può essere avviato e utilizzato dal web (internet)
  • Ha 4 versioni: base, solo-x, solo gtk e il desktop completo

Scarica SliTaz


Elive

Elive

Distro Linux estremamente leggera con il proprio ambiente desktop personalizzato. Rianima il tuo vecchio PC con un bellissimo sistema operativo con un’interfaccia utente intuitiva.

Requisiti hardware minimi di Elive

Sistema operativo desktop completo che può essere eseguito praticamente su qualsiasi dispositivo.

  • CPU da 300 MHz
  • 128 MB di RAM
  • 700 MB di spazio su disco

Fatti e caratteristiche di Elive

Utilizza il proprio ambiente desktop personalizzato.

  • Desktop con Enlightenment
  • Basato su Debian. Oltre a tutti i pacchetti apt, ci sono anche alcuni pacchetti software personalizzati
  • Preinstallato con tutte le app di cui hai bisogno, inclusi i giochi
  • Facilmente personalizzabile ed estensibile con i temi di Enlightenment
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Elive


BunsenLabs Linux

bunsenlabs linux

BunsenLabs Linux è una distribuzione basata su Debian. Un successore di CrunchBang, usa il window manager di Openbox che lo rende una distro bella e leggera.

Requisiti hardware minimi di Linux BunsenLabs

Usa Openbox, quindi molto leggero.

  • CPU da 1GHz
  • 256 MB di RAM
  • 10 GB di spazio su disco

Fatti e caratteristiche di BunsenLabs Linux

Il nuovo (e migliorato) CrunchBang.

  • Basato su Debian
  • Utilizza il gestore di finestre di Openbox
  • Comunità attiva e utile
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download BunsenLabs Linux


antiX

Antix

La distro leggera perfetta sia per i principianti che per gli utenti esperti di Linux. Utilizzabile come sistema operativo desktop e come sistema operativo live.

Requisiti hardware minimi di antiX

Leggero e bello

  • Quasi qualsiasi CPU
  • 192 MB di RAM è il minimo assoluto. Si consigliano almeno 256 MB
  • Spazio su disco da 2,8 GB

Fatti e caratteristiche di antiX

Distro leggero tutto incluso.

  • Può essere utilizzato come sistema operativo Live con molte funzionalità
  • Può essere utilizzato in modo persistente su un Live USB
  • Uun sistema operativo desktop completo
  • Basato su Debian
  • Ha diversi gestori di finestre tra cui scegliere: IceWM, Fluxbox, JWM e herbstluftwm

Scarica antiX


Slax Linux

slax linux

Una distro Linux leggera modulare e portatile basata su Slackware. Dal momento che è modulare, è possibile installare qualsiasi software. Basta scaricare un modulo e copiarlo su Slax.

Requisiti hardware minimi di Slax

Estremamente leggera, soprattutto se si utilizza l’edizione in modalità testo.

  • Funzionerà su qualsiasi CPU Intel/AMD. CPU i486 o più recente
  • 48 MB di RAM in modalità testo o 256 MB di RAM per desktop KDE
  • 220 MB di spazio su disco

Dati e caratteristiche di Slax

Il tuo sistema operativo tascabile

  • Modulare, è possibile installare qualsiasi software
  • Ha tutte le app che ti servono preinstallate
  • Portabile via Live CD/USB
  • Edizioni diverse tra cui scegliere, tutte con scopi e caratteristiche diverse

Scarica Slax


Linux Mint

linux mint xfce

Linux Mint è una delle più diffuse distribuzioni di Linux in generale. Tuttavia, le edizioni MATE, Cinnamon e Xfce sono piuttosto leggere, quindi meritano un posto nella nostra lista.
Nota: l’edizione con KDE non è leggera!

Requisiti hardware minimi di Linux Mint

Dipende dall’edizione, ma sono tutti abbastanza leggeri.

  • CPU da 700 MHz
  • 512 MB di RAM
  • 10 GB di spazio su disco

Fatti e caratteristiche di Linux Mint

Una delle distribuzioni più popolari.

  • Comunità molto attiva
  • Belle interfacce utente
  • Stabile e affidabile
  • Tutto il software che ti serve preinstallato
  • Un sacco di diverse edizioni tra cui scegliere
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download Linux Mint


watt

wattos linux

Un sistema operativo leggero e completo che puoi utilizzare come sistema operativo desktop, come chiosco e praticamente tutto. Basato su Ubuntu e ha 2 edizioni tra cui scegliere.

Requisiti hardware minimi di wattOS

Dipende dalla versione che si usa, ma comunque molto leggera.

  • Funzionerà con qualsiasi CPU Intel o AMD
  • 192 MB di RAM per Microwatt. Di più se usi la versione LXDE
  • 700 MB di spazio su disco

Fatti e caratteristiche di wattOS

Leggera e funzionale.

  • La Microwatt Edition di wattOS è estremamente leggera e basata sul gestore di finestre i3
  • C’è anche una versione LXDE che può essere utilizzata come sistema operativo desktop completo. Ottima per i principianti
  • La nuova versione (R11) arriverà presto quest’anno
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica wattOS


Zorin OS Lite

zorin noi un po '

Un’ottima alternativa a Windows e Mac OS. La versione “Lite” è relativamente leggera ma è ancora in beta.

Requisiti hardware minimi di Zorin OS Lite

Leggera e pronta all’uso fuori dalla scatola.

  • Single Core 700MHz
  • 512 MB di RAM
  • 8 GB di spazio su disco
  • Risoluzione 640×480

Dati e caratteristiche di Zorin OS Lite

Se stai usando Windows o Mac e vuoi passare a Linux sul tuo vecchio portatile.

  • Tutto il software che ti serve preinstallato
  • Diversi layout desktop (temi) tra cui scegliere
  • Compatibile con le app Windows tramite Wine (preinstallato)
  • Interfaccia utente intuitiva e bella
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Zorin OS Lite


Bodhi Linux

bodhi linux

Una distro Linux minimalista con Moksha, un window manager personalizzato, che richiede solo 100 MB di RAM.

Requisiti hardware minimi di Bodhi Linux

Minimalista e leggero.

  • 500 MHz – qualsiasi CPU
  • 128 MB di RAM minima
  • 4 GB di spazio su disco

Bodhi Linux fatti e caratteristiche

La distribuzione Linux minimalista e leggera.

  • Ha un “ambiente desktop” personalizzato (window manager): Moksha. Il WM è molto leggero e ha bisogno solo di 100 MB per funzionare e ha tutte le funzionalità di cui avresti bisogno
  • Diverse versioni tra cui scegliere
  • Una comunità attiva pronta ad aiutare
  • Tutte le app che ti servono preinstallate
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Download Bodhi Linux


Tiny Core Linux

piccolo core linux

Tiny Core Linux (TCL) è la distro più leggera che abbiamo sulla nostra lista. È anche portatile. Tuttavia non è raccomandata per i principianti. C’è una vasta documentazione, quindi se vuoi saperne di più, puoi farlo.

Requisiti hardware minimi di Tiny Core Linux

Il più leggero.

  • Almeno CPU i486DX
  • 48 MB di RAM
  • 11 MB di spazio su disco (può essere più o meno, a seconda del Core che si usa)

Informazioni e caratteristiche di Tiny Core Linux

Veloce, flessibile e potente. Non raccomandata per i principianti.

  • Diversi “core” tra cui scegliere: piCore per Raspberry Pi, Tiny Core, con una GUI, MicroCore  senza una GUI e altre
  • Estremamente leggera con molte possibilità: personalizzalo in base alle tue esigenze
  • Funziona nella RAM
  • Portatile
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica Tiny Core Linux


CRUX

punto cruciale

Distribuzione leggera con il gestore di finestre Openbox ma consigliata solo per utenti esperti.
Non è basato su alcuna altra distribuzione Linux.

Requisiti hardware minimi di CRUX

Estremamente leggera con un’installazione personalizzata in ‘chroot’.

  • x86-64 o più recenti CPU. Il processore i686 (Pentium-Pro, Celeron, Pentium-III) o inferiore non funzionerà.
  • 192 MB di RAM. 16 MB con un’installazione personalizzata in ‘chroot’
  • 1000 MB di spazio su disco: può variare a seconda di cosa si utilizza

Fatti e caratteristiche di CRUX

Differente da qualsiasi altra.

  • Non basato su altre distro
  • Utilizza il leggero gestore di finestre Openbox
  • Non ha una installazione GUI
  • NON consigliata per i principianti
  • Facilmente installabile (e utilizzabile) tramite un’unità flash USB.

Scarica CRUX

Altro elenco di distro Linux leggere

Questa è la fine.

E questo è tutto, gente! Grazie per aver dedicato del tempo per leggere tutta la lista. Ora, comprati una chiavetta USB e installa alcune di queste distribuzioni! Se ti sono piaciuti gli elenchi, condividili ovunque. Lascia un commento se hai qualche suggerimento.

Abbiamo investito molto tempo e sforzi in questo post, quindi se vuoi sostenerci, puoi farlo acquistando qualsiasi cosa dai diversi link di affiliazione che abbiamo nel nostro sito.
Oppure alcune di queste distribuzioni che sono disponibili sul ns negozio online e quelle mancanti possono essere comunque richieste.
Se ti senti generoso, puoi anche donare e aiutarci a continuare a scrivere più contenuti come questo. Grazie!

fonte: https://thishosting.rocks/best-lightweight-linux-distros/

Scegliere la miglior Distro GNU/Linux per Desktop 2018

Stai cercando la migliore distro (distribuzione) GNU/Linux? Ecco come la penso!
Originariamente sviluppato nel 1991, il sistema operativo Linux, simile a UNIX, ora beneficia dei contributi di milioni di utenti e sviluppatori in tutto il mondo ed è un sistema maturo anche per il mondo desktop. 
Questo post non copre le distribuzioni GNU/Linux dei server ma si concentra sulle distribuzioni desktop GNU/Linux. Per comodità d’ora in poi definite semplicemente distro Linux.

Migliori distro GNU/Linux

Ok, la prima regola da ricordare qui è: non esiste una distro Linux “migliore”. No sul serio, non c’è! Ma c’è una migliore distro Linux per “me” e una migliore distro linux per “te”. Inoltre, ciò che consideri la migliore distribuzione Linux per te, cambierà spesso nel tempo per corrispondere al tuo livello di esperienza.
Con questo in mente, iniziamo analizzando la ricerca della tua migliore distribuzione Linux in 3 categorie … Facili, Soddisfacenti e Stimolanti.

Distro GNU/Linux Facili

Per gli utenti che desiderano un rapido accesso a Linux ed a una vasta gamma di software/app senza dover utilizzare la riga di comando. O per chi cerca semplicemente un modo semplice per provare Linux. Per tutti questi utenti, consiglierei …

Ubuntu: un sistema operativo Linux desktop completo, disponibile gratuitamente con il più ampio supporto per la community di qualsiasi altra Distro. La comunità Ubuntu è costruita sulle idee contenute nel Manifesto di Ubuntu: il software dovrebbe essere disponibile gratuitamente e gli strumenti software dovrebbero essere utilizzabili dalle persone nella loro lingua locale e che le persone dovrebbero avere la libertà di personalizzare e modificare il loro software in qualunque modo che ritengono opportuno. Ideale per iniziare a conoscere il mondo Linux.

Manjaro Linux: un sistema operativo user-friendly orientato al desktop basato su Arch Linux. Le caratteristiche principali includono un processo di installazione intuitivo, il rilevamento automatico dell’hardware, un modello stabile di rolling-release (aggiornamenti continui), la possibilità di installare più kernel, script Bash speciali per la gestione dei driver grafici e ampia configurabilità del desktop. Gli utenti trarranno vantaggio dal forum di supporto della community Manjaro assai attivo.

Linux Mintuna distribuzione basata su Ubuntu il cui obiettivo è fornire un’esperienza più completa e immediata includendo plug-in nel browser, codec multimediali, supporto per la riproduzione di DVD, Java e altri componenti. Aggiunge anche opzioni e menu desktop personalizzati, diversi strumenti di configurazione unici e un’interfaccia di installazione dei pacchetti basata sul web. Linux Mint è compatibile con i repository software di Ubuntu.

Dai un’occhiata anche ad Elementaryos.org

Distro GNU/Linux Soddisfacenti

Le seguenti distro sono molto simili a quelle sopra. Tuttavia, l’installazione di default potrebbe includere un pò di sudore freddo. Richiedono un pò più di personalizzazione e ricerca. Questo non dovrebbe essere difficile o frustrante, ma piuttosto … soddisfacente.

Fedora: (precedentemente Fedora Core) è una distribuzione Linux sviluppata dal progetto Fedora supportato dalla comunità, una fonte della distribuzione commerciale di Red Hat Enterprise Linux. Fedora contiene pacchetti software con licenza gratuita e open-source e punta ad essere all’avanguardia delle tecnologie mentre lavora a stretto contatto con le comunità Linux. Fedora Project distribuisce anche le varianti personalizzate di Fedora chiamate Fedora ‘spins’, per giochi, sicurezza, design, calcolo scientifico, robotica, ecc. Fedora ha un ciclo di vita di 13 mesi e il suo approccio all’avanguardia significa che gli aggiornamenti dei pacchetti sono frequenti. Questo può essere spaventoso per alcuni o soddisfare gli altri che amano utilizzare il software più recente.

Debian: Ovviamente la cosa che la gente vuole è il software applicativo. Debian ti dà un facile accesso a questi senza pre-installarli. Debian ha oltre 60.000 pacchetti (software precompilato che è impacchettato in un bel formato per una facile installazione sulla macchina) e tutto gratis. E’ in 3 versioni e a quella base si aggiungono Debian Testing e Debian SID sconsigliate per i neofiti.

openSUSE – Il progetto openSUSE ha tre obiettivi principali: rendere openSUSE il più semplice sistema per Linux da ottenere e la distribuzione Linux più diffusa; sfruttare la collaborazione open source per rendere openSUSE l’ambiente desktop e il desktop Linux più utilizzabile al mondo per nuovi utenti Linux ed anche per esperti; semplificare e aprire drasticamente i processi di sviluppo e di packaging per rendere openSUSE la piattaforma preferita dagli sviluppatori Linux e dai fornitori di software. openSUSE offre ora anche la distro rolling release (aggiornata continuamente) di Tumbleweed.

Guarda anche solus-project.com (una nuova distribuzione Linux costruita da zero).

Distro GNU/Linux Stimolanti

Le seguenti distribuzioni si concentrano sull’essere leggere, semplici e tuttavia molto più flessibili della maggior parte. Fin dal processo di installazione noterai che queste distribuzioni installeranno solo ciò a cui le hai esplicitamente comandate.

Arch Linux: una distribuzione Linux sviluppata in modo indipendente rivolta a utenti Linux competenti. Utilizza ‘pacman’, il suo gestore di pacchetti interno, per fornire aggiornamenti alle più recenti applicazioni software con tracciamento completo delle dipendenze. Operando su un sistema a rilascio progressivo, Arch Linux può essere installato da un’immagine CD o tramite un server FTP. L’installazione predefinita fornisce una solida base che consente agli utenti di creare un’installazione personalizzata. Inoltre, l’Arch Build System (ABS) fornisce un modo per creare facilmente nuovi pacchetti, modificare la configurazione dei pacchetti e condividere questi pacchetti con altri utenti tramite il repository utenti di Arch Linux.

Slackware: un sistema operativo Linux avanzato, progettato con i duplici obiettivi di facilità d’uso e stabilità come priorità principali. Includendo l’ultimo software popolare pur mantenendo un senso della tradizione, fornendo semplicità e facilità d’uso oltre a flessibilità e potenza, Slackware porta il meglio di tutti i mondi al tavolo. Slackware Linux offre agli utenti nuovi ed esperti un sistema completo, attrezzato per servire qualsiasi necessità, dalla workstation desktop al server della sala macchine. I server Web, ftp e e-mail sono pronti per l’uso immediato, così come un’ampia gamma di ambienti desktop famosi. Una gamma completa di strumenti di sviluppo, editor e librerie correnti è inclusa per gli utenti che desiderano sviluppare o compilare software aggiuntivo.

Gentoo: una distribuzione Linux versatile e veloce rivolta a sviluppatori e professionisti della rete. Gentoo Linux ha un sistema avanzato di gestione dei pacchetti chiamato PortageA differenza di tutte le altre distribuzione Linux elencate che sono direttamente in codice eseguibile, con Gentoo si ottieme il codice sorgente che viene compilato localmente in base alle preferenze dell’utente ed è spesso ottimizzato per il tipo specifico di computer che si usa, che è una caratteristica importante di Gentoo. La gestione dei pacchetti Gentoo è progettata per essere modulare, portatile, facile da mantenere e flessibile.

Controlla anche TrueOS  (basato su Unix come FreeBSD, ma è in grado di eseguire applicazioni Linux).

fonte: https://haydenjames.io/best-linux-distro/

Fedora 11 disponibile

fedoraCome pubblicato già da ieri, è uscita la nuova versione di Fedora ovvero la 11.

Potete leggere tutte le novità a questi indirizzi:
sul sito del Progetto Fedora :  Fedora 11: Regna
su OssBlog: Disponibile Fedora 11
su PuntoInformatico: Fedora 11 passa a Ext4
su TuxJournal: Screenshot review: Fedora 11
su crismonblog: Fedora 11 (Leonidas) è Final Release

Naturalmente è già disponibile x l’acquisto al solo prezzo dei costi materiali, di gestione e di spedizione nel ns modulo ordine online x coloro ke volessero provarla e testare le sue potenzialità.

Rilasciato DragonFly BSD 2.2

dragonflybsdE’ stato rilasciato ieri DragonFly BSD 2.2 (un’evoluzione di FreeBSD 4.8) e di seguito sono riportate le principali novità. Il filesystem HAMMER è considerato un prodotto finito in questo aggiornamento; era stato introdotto la prima volta nel luglio 2008. Il rilascio 2.2 porta maggior stabilità su tutta la linea, nuovi driver, maggiore integrazione e supporto di pkgscr e il rilascio di una nuova infrastruttura con molteplici opzioni di destinazione. Sono disponibili tre nuove opzioni per questo rilascio: un ISO CD, un ISO DVD e un USB disk-key image (meno di 512 mb). Questa distribuzione offre 7.300 pacchetti pkgsrc già fatti per questo rilascio. L’ utility pkg_radd (1) può essere usata per scaricare pacchetti binari già fatti. Di default, questo script interroga il pacchetto principale del sito per un reindirizzamento casuale ad uno dei mirror. Leggere le dettagliate note di rilascio per maggiori informazioni. Download (MD5): dfly-gui-2.2.0_REL.iso.gz (515MB), dfly-2.2.0_REL.iso.gz (183MB).

Rilasciato SystemRescueCd 1.1.5

systemrescueNella giornata di ieri è stato rilasciato SystemRescueCd 1.1.5, una distribuzione basata su gentoo indirizzata al recupero dati e gestione delle funzioni dell’hard disk. Direttamente dal changelog (elenco degli aggiornamenti): aggiornati i kernels di Linux 2.6.27.14 con Resier4FS e ext4; ext4 aggiornato al più recente kernel importato da Linux 2.6.29-rc; FSArchiver aggiornato alla versione 0.4.1 (backup di file di sistema e strumento di distribuzione); aggiornato GRUB alla versione 0.97-r9 (boot manager); aggiornato il supporto ai file di sistema Btrfs (utility e moduli di kernel); NTFS-3G aggiornato alla versione 2009.1.1 (pieno supporto alla lettura-scrittura di NTFS); e2fsprogs alla 1.41.4 (una fiximportante di ext4); GParted aggiornato alla versione 0.4.2 (aggiunto il supporto per gli ext4, per l’individuazione di LVM); patchato tar per aggiungere il supporto per xattr, ACL and SELinux (patch di Fedora); sistemato il file di autorun sulla cartella principale del CD ke non era settato come eseguibile; creato un database di “ke cosa è” e “dove” (utile x trovare un file + velocemente). Download: systemrescuecd-x86-1.1.5.iso (245MB, MD5).

Rilasciato Parted Magic 3.5

partedmagicOggi è stato annunciato il rilascio di Parted Magic 3.5, un live CD minimalista caratterizzato da GParted ed altre utility di gestione dell’hard disk. Parted Magic 3.5 include molte nuove funzioni e programmi aggiornati. La prima cosa che si potrebbe notare è il drammatico aumento delle dimensioni a causa dell’uso di un immagine Squashfs invece di un archivio 7zip. Questo consente ancora una volta l’opzione “live” per i vecchi computer. Parted Magic non fa uso di nessun tipo di RAM aggiuntiva all’avvio con le opzioni di default, quindi la compressione è stata ridotta. Con Linux Kernel 2.6.28 arriva il rilascio del primo file system stabile ext4. E’ stata implementata una versione SVN altamente testata di GParted per dare all’utente pieno controllo delle partizioni ext4. Questa include tutte le caratteristiche dei file ext trovate nelle precedenti versioni. Infine è stato migliorato il supporto alla rete wireless. Per maggiori informazione leggere l’annuncio del rilascio. Download: pmagic-3.5.iso.zip (73.5MB, MD5).

Rilasciato Ubuntu 8.04.2

ubuntuIeri è stato rilasciato un set aggiornato di immagini di CD e DVD di Ubuntu 8.04, una distribuzione supportata con sicurezza da molto tempo (è da 5 anni sui server e da 3 sui desktop). Il team di Ubuntu ha annunciato il rilascio di Ubuntu 8.04.2 LTS, il secondo aggiornamento dal rilascio di Ubuntu 8.04 LT. Questo rilascio include aggiornamenti al server, desktop, e installazioni alternative di CD per le architetture i386 e amd64. In tutto sono stati integrati più di 200 aggiornamenti, ed  è stato integrato un sistema di supporto all’installazione degli aggiornamenti in modo che ne dovranno essere scaricati un minor numero dopo l’installazione. Questo include aggiornamenti alla sicurezza e correzioni per bug con un forte impatto, con un occhio particolare alla stabilità e alla compatibilità con Ubuntu 8.04 LTS. Leggere l’annuncio del rilascio e il sommario dei cambiamenti per una lista dettagliata di tutti gli aggiornamenti. Download (MD5): ubuntu-8.04.2-desktop-i386.iso (698MB, torrent), ubuntu-8.04.2-desktop-amd64.iso (696MB, torrent).

Rilasciato SystemRescueCD 1.1.4

systemrescueSystemRescueCD è un live Cd basato su Gentoo progettato per il recupero dati e compiti di gestione. Di seguito gli upgrade fatti con la nuova versione: aggiornato il kernel standard a Linux 2.6.27.10 con Reiser4fs; FSArchiver aggiornato alla versione 0.2.3 (backup di file di sistema e strumento di distribuzione); aggiornato il memtest86+ (programma di immagine per floppy disk) alla versione 2.11; nuovo script per aiutare l’installazione di SystemRescueCD su una chiavetta USB: sysresccd-usbstick; aggiornato GRUB alla versione 0.97-R8 (boot manager); Portage aggiornato alla versione 2.2_rc20; Mozilla Firefox aggiornato alla versione 3.0.5; aggiunto atop 1.21 per monitorare i processi e aggiunto il supporto per floppy disk nel kernel. Consulta l’intero changelog per ulteriori informazioni. Download (MD5): systemrescuecd-x86-1.1.4.iso (245MB).

Rilasciato FreeBSD 7.1

freebsdFreeBSD 7.1 si presenta come la prima grande distribuzione ad essere stata rilasciata per l’inizio di questo anno. Questa versione di FreeBSD migliora le funzionalità della versione 7 e ne aggiunge di nuove. Ecco le principali novità: lo scheduler ULE è ora di default nei kernels GENERIC per le architetture amd64 e i386; da OpenSolaris è stato importato il supporto per l’uso di DTrace nel Kernel; un nuovo e migliorato NFS Lock Manager (NLM); un boot loader che permette di modificare, tra le altre cose, il booting da periferiche USB e GPT-labeled; sono stati aggiunti i comandi cpuset(2) system call e cpuset (1) che forniscono un API d’accesso al binding della CPU e il raggruppamento e l’assegnazione delle risorse della CPU; KDE aggiornato alla versione 3.5.10, GNOME alla 2.22.3 e infine i DVD della distribuzione per le architetture amd64 e i386. Potete leggere l’annuncio del rilascio e le note del rilascio per maggiori dettagli. Download (torrents): 7.1-RELEASE-i386-dvd1.iso.gz (1,808MB, MD5, torrent), 7.1-RELEASE-amd64-dvd1.iso.gz (1,806MB, MD5, torrent).

Rilasciato openSUSE 11.1

suseopenSUSE 11.1, una comunità Linux sponsorizzata da Novell, è stato rilasciato il 18 Dicembre 2008. Il rilascio di openSUSE 11.1 include oltre 230 nuove caratteristiche, miglioramenti a YaST, aggiornamenti importanti a GNOME, KDE , OpenOffice.org, e più libertà con una nuova licenza, i Fonts Liberation, e openJDK. Questa è anche la prima versione interamente costruita con il Build Service di openSUSE. Gli utenti possono scegliere tra i sistemi di sviluppo avanzati di GNOME e KDE con GNOME 2.24.1 e KDE 4.1.3. E’ stato anche incluso KDE 3.5.10 per gli utenti che lo preferiscono. Puoi leggere l’annuncio del rilascio e il comunicato stampa o visitare le pagine del sito web per saperne di più. Download (mirrors),  4 live CD installabili: SUSE-11.1-KDE4-livecd-i686.iso (663MB, MD5, torrent), SUSE-11.1-GNOME-livecd-i686.iso (652MB, MD5, torrent), SUSE-11.1-KDE4-livecd-x86_64.iso (683MB, MD5, torrent), SUSE-11.1-GNOME-livecd-x86_64.iso (682MB, MD5, torrent).