Attivare lo SPID gratuitamente in videochat

Come attivare lo SPID gratuitamente? Ecco una guida per gestire la procedura via webcam grazie ai servizi di SielteID.

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale

Lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale è il passpartout unico per ogni servizio della Pubblica Aamministrazione o PA per evitare code agli sportelli e perdere ore di lavoro. Abbiamo sognato un giorno dove ogni incombenza potesse essere gestita via PC da casa; ora è possibile.

L’elenco dei servizi di pubblica amministrazione è piuttosto ampio, anche se molti Comuni e Regioni sono in ritardo. Si può controllare la propria situazione INPS, INAIL, fare visure, pagare tasse e tributi, effettuare prenotazioni, etc. Il sito ufficiale segnala 4.155 servizi erogati da 3.654 amministrazioni. E sapete a quanto ammonta il numero di SPID attivati? Più di 1.300.000 e continua a crescere giorno dopo giorno.

Sono andato sul sito ufficiale dell’Agenzia per l’Italia Digitale per richiedere lo SPID. Mai mi sarei aspettato una tale qualità e semplicità di comunicazione. E dire che avevo letto delle proteste per accedere al bonus cultura: la procedura per attivare lo SPID veniva denunciata come troppo complessa. Analfabetismo funzionale? Può darsi.

Per ora sono disponibili 5 identity provider, in pratica i fornitori del servizio:
Poste, TIM, Aruba, Infocert e Sielte
Ho scelto Sielte quest’ultimo perché dava la possibilità di attivare lo SPID gratuitamente via webcam. Gli altri in alcuni casi fanno pagare. Ovviamente chi dispone già di carta d’identità elettronica, CNS o firma elettronica è agevolato.

Come ho attivato lo SPID gratuitamente

Mi sono connesso alla pagina web di SielteID e nel modulo di adesione online ho inserito, come richiesto, i miei dati personali. In email mi è arrivata la richiesta di conferma e una password provvisoria. Ho confermato e ho proseguito con la registrazione inserendo le copie digitali in JPEG (scannerizzate) del mio documento di identità (va bene anche il passaporto) e della tessera sanitaria, documenti obbligatori da fornire.

SielteID
SielteID

 

Fatto ciò mi è stato richiesto come autenticare la mia identità digitale e tra le varie possibilità ho potuto scegliere un appuntamento webcam subito disponibile una mezz’ora dopo, con tanto di orario specifico. In pratica da un calendario si seleziona il momento che fa più comodo. Le modalità di video-conferenza sono tante: potete selezionare Skype, Google Hangout, Messenger di FaceBook oppure altre applicazioni da una lista. Ho scelto per comodità Skype che ho installato sul mio smartphone e uso per diletto e per lavoro.

Ho ricevuto una mail da parte dell’operatore di SielteID di conferma dell’appuntamento e poco dopo un SMS in cui mi indicava il suo ID Skype da inserire nei miei contatti. A breve mi chiama e ho avviato la videoconferenza. Dopodiché mi è stato chiesto di confermare l’autorizzazione al trattamento dei dati e mostrare documento identificativo e carta sanitaria precedentemente forniti. L’operatore ha fatto una registrazione audio-video e probabilmente degli scatti (print-screen) dei documenti mostrati. In pochi minuti tutto è terminato e subito dopo ho ricevuto una email con la conferma dell’attivazione. Una volta cliccato sul link in email ho potuto cambiare la password temporanea che mi era stata consegnata domenica e inserire la nuova.

Ed ecco fatto, adesso ho il numero di SPID e posso usarlo, tutto semplice e rapidissimo.

Fonte per questo articolo: tom’s hardware