Kogeek: tanti device per smart home, fitness e salute in offerta su Amazon

By Giuseppe Sgro

Kogeek amazon festa del papà

 

Anche Kogeek si avvicina alla festa del papà, che si festeggia in Cina, USA e tanti altri paesi la terza domenica di giugno, bandendo una promozione con tanti device offerti con codici sconto su Amazon.

Kogeek è un brand specializzato nella realizzazione di device pensati per la smart home, per il monitoraggio della salute e per il fitness, tutti dispositivi che si contraddistinguono per le funzioni smart e la presenza di applicazioni dedicate e servizi di cloud intelligente.

Kogeek: tanti device per smart home, fitness e salute in offerta su Amazon

Vediamo nel dettaglio tutte le promozioni presenti:

Bilancia Bluetooth con calcolo di 8 parametri: 49,99 euro invece di 66,99 euro con codice ORBZR7WL;

Bilancia Bluetooth con app per calcolo del peso: 29,99 euro invece di 34,99 euro con codice G6UOE8WJ;

Termometro smart: 15,99 euro invece di 24,99 euro con codice PDM2XQH9;

Attrezzo fitness intelligente: 49,99 euro invece di 82,99 euro con codice LI2SFTTU;

Base per lampadina E27 Smart con Wi-Fi: 28,99 euro invece di 39,99 euro con codice E3B99OBJ.

Le offerte sono valide fino al 19 giugno e sul sito ufficiale della promozione sarà possibile partecipare ad ulteriori iniziative promozionali. Ricordiamo che tutti i prodotti, essendo in vendita su Amazon, garantiscono la solita esperienza postvendita del colosso dell’ecommerce, spedizioni veloci e compatibilità con tutti i vantaggi Prime nel caso foste iscritti al programma.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

L’articolo Kogeek: tanti device per smart home, fitness e salute in offerta su Amazon sembra essere il primo su Lffl.org.

Dodocool lancia una campagna di offerte con codice sconto su Amazon

By Giuseppe Sgro

Dodocool festa del papà Amazon

 

In tutto il mondo la festa del papà si celebra in giornate diverse e la terza domenica di giugno è la data più comune in cui viene festeggiata, nonostante da noi questo avvenga il 19 marzo. Tra gli stati che festeggiano questo giorno, troviamo Stati Uniti, diversi stati europei e anche la Cina. Proprio per questo motivo la compagnia cinese (ma che vende su Amazon Italia) Dodocool ha promosso per l’occasione una campagna di sconti su tanti accessori.

Dodocool lancia una campagna di offerte con codice sconto su Amazon

La campagna vede in offerta con codice sconto i seguenti otto prodotti:

Cuffie In-Ear pieghevoli Bluetooth con cancellazione del rumore: 13,99 euro invece di 18,99 euro con codice F8F92C7P;

Lampada da tavolo LED staccabile: 13,99 euro invece di 19,99 euro con codice 23JHBIQC;

Altoparlante Bluetooth 2.1: 7,99 euro invece di 12,99 euro con codice 23JHBIQC;

Custodia in feltro per computer da 12 pollici: 5,99 euro invece di 8,99 euro con codice TBHHQUXN;

Caricabatteria da auto con auricolare senza fili e purificatore d’aria: 18,99 euro invece di 27,99 euro con codice YRPNC5HH;

Caricabatteria da auto da 25,5W con una porta USB Type C ed una USB tradizionale: 6,99 euro invece di 10,99 euro con codice JWLKEDZF;

Dock caricabatterie per Apple Watch: 22,99 euro invece di 31,99 euro con codice GFSZQX4L;

Custodia in feltro a 4 scomparti per computer da 13.3 pollici: 6,99 euro invece di 8,99 euro con codice S7ZV8BQ4.

All’interno del link generale dell’offerta sarà possibile partecipare ad ulteriori iniziative promozionali. I codici saranno validi fino al 24 giugno.

 

L’articolo Dodocool lancia una campagna di offerte con codice sconto su Amazon sembra essere il primo su Lffl.org.

Come aggiungere password ad archivi ZIP e RAR

By Giuseppe Monaco

Proteggere archivio RAR ZIP

I formati di archivio più noti, che siano questi ZIP o RAR, consentono di racchiudere all’interno di un unico pacchetto dati di ogni genere, dal singolo file a cartelle più complesse.

Differenze tra archivi ZIP e RARDimensioni, sicurezza e algoritmi utilizzati sono alcune delle principali caratteristiche dei formati di archivio più conosciuti e diffusi sul web

Oltre alla creazione di veri e propri archivi, i formati in questione consentono di impostare delle password, così da condividere file sul web con i nostri amici, colleghi o con utenti selezionati in sicurezza.

Proteggere archivio RAR ZIP

Su entrambi i formati è chiaramente possibile impostare una password che impedisca di accedere ai nostri file agli utenti di cui non abbiamo il controllo. Vediamo come fare a seconda del tipo di archivio da noi scelto utilizzando i software più noti.

WinRAR

Pur essendo pensato per gli archivi RAR, WinRAR si presta tranquillamente anche per la creazione di archivi ZIP. Per impostare la password in fase di creazione non dobbiamo far altro che cliccare col tasto destro sulla cartella/file da archiviare e scegliere la voce Aggiungi a un archivio.

Proteggere archivio RAR ZIP
Proteggere archivio RAR ZIP

A questo punto, nella schermata successiva dovremo scegliere il tipo di archivio da creare, cliccare sul tasto Imposta parola chiave e scrivere per 2 volte la password da noi scelta. Dopo aver confermato l’immissione selezionando il tasto Ok, non ci resta che cliccare nuovamente su Ok per confermare la creazione dell’archivio.

Sito ufficiale| WinRAR

7-Zip

Altro tool decisamente valido è 7-zip, che offre le medesime funzionalità. Anche in questo caso, clicchiamo col tasto destro sul file e selezioniamo la voce 7-Zip>Aggiungi all’archivio.

Proteggere archivio RAR ZIP
Proteggere archivio RAR ZIP

Nella schermata che segue, in alto a sinistra possiamo scegliere il formato di nostro interesse, mentre in basso a destra troviamo la sezione Crittografia, dove dovremo inserire la password con la quale vogliamo proteggere l’archivio. Clicchiamo infine su Ok per confermare il tutto.

Sito ufficiale| 7-Zip

WinZIP

Riservato esclusivamente ai file .zip, anche WinZip permette di impostare un blocco ai propri archivi. Cliccando col tasto destro sul file/cartella da archiviare, selezioniamo WinZip>Aggiungi a un archivio. Nella schermata che segue, abilitiamo la spunta alla voce Crittografia e, cliccando sulla freccia subito a destra, possiamo scegliere il metodo di crittografia.

Proteggere archivio RAR ZIP
Proteggere archivio RAR ZIP
Proteggere archivio RAR ZIP
Proteggere archivio RAR ZIP

Dopo aver confermato il tutto cliccando su Aggiungi, apparirà una nuova finestra dove ci verrà chiesto di inserire la password. Superato anche questo passaggio, verrà finalmente creato l’archivio protetto con la parola chiave da noi scelta.

Sito ufficiale| WinZIP

Dunque questi i metodi più efficaci e immediati per creare archivi ZIP e RAR protetti da password. Se avete domande o consigli su altre procedure esistenti l’invito, come sempre, è quello di lasciare un commento qua sotto.

L’articolo Come aggiungere password ad archivi ZIP e RAR appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Farming Simulator 18 v1.0.0.3 APK+DATA Download!

By Salvo Cirmi (Tux1)

Se amate i simulatori di guida…in particolare quelli dediti alla campagna…beh Farming Simulator fa per voi. Vi consiglio anche una bella visita dallo psicologo dopo aver scaricato sto gioco. State messi male.

Descrizioncina PlayStoriana!

Diventa un agricoltore moderno con Farming Simulator 18! Immergiti in un mondo aperto e raccogli diversi tipi di colture, alleva bestiame (mucche, pecore e suini), dedicati alla silvicoltura e vendi i tuoi prodotti in un contesto economico dinamico per ampliare la tua fattoria!

Puoi scegliere tra oltre cinquanta veicoli e macchinari agricoli, repliche fedeli dei prodotti di una trentina di grandi nomi del settore, tra cui i più illustri marchi AGCO™: Challenger, Fendt, Massey Ferguson e Valtra. Guida e utilizza nuovi strumenti agricoli per raccogliere barbabietole da zucchero, patate, grano, colza, mais e, per la prima volta, anche girasoli.

Le meccaniche complesse e realistiche, il mondo liberamente esplorabile e la scuderia di veicoli di ultima generazione di Farming Simulator 18 danno vita alla più completa simulazione agricola portatile mai creata.

Le caratteristiche di Farming Simulator 18 includono:

• Usa trattori e mezzi di trasporto realistici dei principali produttori di macchinari agricoli.
• Semina e raccogli sei diverse colture: grano, colza, mais, barbabietole da zucchero, patate e girasoli.
• Alleva suini e vendili sul mercato.
• Accudisci mucche e pecore per produrre latte e lana da rivendere.
• I nuovi caricatori frontali incrementano le opzioni a tua disposizione per il trasporto di balle e legna.
• Incrementa la produttività assumendo aiutanti IA in grado di guidare veicoli verso qualunque destinazione.
• La nuova grafica 3D rende ancora più dettagliati i macchinari e le ambientazioni del sud degli Stati Uniti.
• Abbatti gli alberi con appositi macchinari e rivendi la legna.
• Gioca con gli amici in modalità multigiocatore locale (via Wi-Fi/Bluetooth).

Per gli amanti della campagna..

Download!

Scaricate Farming Simulator 18 v1.0.0.3 APK+DATA da qui (ZIPPYSHARE) oppure da qui (USERCLOUD)!

Dell rinnova la gamma dei pc con Ubuntu

By Matteo Gatti

dell xps 13

Dell, azienda storicamente impegnata nell’offrire notebook Ubuntu-based, ha da poco rinnovato la sua offerta.

Dell attraverso l’ormai consolidato Project Sputnik continua ad offrire agli utenti una vasta gamma di prodotti basati su Linux, più precisamente su Ubuntu.

In questi giorni Dell ha rinnovato il catalogo e i notebook con dotazione Ubuntu sono ben 7: si spazia dalle workstation agli ultraleggeri XPS 13.

Dell rinnova la gamma dei laptop con Ubuntu

Capitolo workstation. Troviamo diversi modelli interessanti a partire dal Precision 5520. A bordo troviamo Intel Core o Xeon, fino a 32 GB di RAM, grafica Nvidia Quadro e schermi da 15,6 pollici con risoluzioni fino al 4K. Il prezzo base è pari a circa da 1580 € e si possono personalizzare CPU, RAM e SSD, e altro ancora.

Le altre workstation sono: Precision 3520 con schermo da 15,6 pollici Full HD, fino a 32 GB di RAM e processori Intel Core o Xeon, Precision 7520 con un massimo di 64 GB di memoria RAM, schermi fino al 4K e opzioni grafiche con GPU Nvidia Quadro o Radeon Pro.

Per gli amanti del 17.3″ c’è il Precision 7720 che è ha in dotazione un sottosistema di archiviazione fino a 4 TB. Infine Precision 7510 ha uno schermo da 15,6 pollici, processori Core della famiglia Skylake e schermi fino al 3K, mentre la corrispondente versione da 17.3″ è il 7710.

XPS 13

Per quanto riguarda l’XPS 13, come potete vedere nell’infografica qui sopra, tutte le versioni hanno già preinstallato Ubuntu Linux 16.04.1. Il prodotto migliore come rapporto prezzo/prestazioni è forse quello da 1629€ con CPU Core i7-7500U (presente in 3 configurazioni su 4), 16 GB di memoria RAM, SSD PCIe da 512 GB e schermo touch InfinityEdge QHD+ (3.200 x 1.800 pixel) da 13,3″. Il modello base con lo stesso sistema operativo ha invece una CPU Core i7-7500U, 8 GB di memoria RAM, SSD da 256 GB e schermo Full HD e costa 1259 euro.

Trovate tutti i modelli XPS qui. Per tutti i dettagli vi rimando al sito ufficiale Dell.

L’articolo Dell rinnova la gamma dei pc con Ubuntu sembra essere il primo su Lffl.org.

Espandere la memoria della PS4 senza smontarla

By Habby

Purtroppo la memoria del disco fisso delle console, ad esempio la PS4, è destinata a saturarsi a causa dell’installazione di molti giochi. Se vogliamo espandere la memoria della PS4 sostituendo il disco fisso interno, con uno più capiente, saremo costretti a smontare la console e a perdere tutti i giochi installati sul disco fisso precedente.

Fortunatamente, la console ci permette di sfruttare la funzionalità memoria di archiviazione estesa, la quale ci consente di ottenere memoria aggiuntiva senza dover smontare la console. In questa guida vi mostreremo i passaggi necessari ad espandere la memoria della vostra console.

Come aumentare la memoria della PS4

Prima di tutto, dobbiamo controllare che la nostra console sia aggiornata all’ultima versione del firmware (4.50 o successivi).

Acquistare un HD esterno USB

Per espandere la memoria della console, dovremo acquistare un hard disk esterno con collegamento usb 3.0, che andremo a collegare ad una delle porte USB presenti sulla PS4. E’ consigliabile acquistare HD di almeno 1 TB.

Un esempio è il seguente:

In alternativa possiamo riutilizzare dei vecchi HDD da 2.5 pollici all’interno di un case per HDD, in modo da utilizzarlo come disco fisso esterno con collegamento usb.

Miglior Hard Disk esterno: guida all’acquistoSiete alla ricerca di un Hard Disk esterno? Allora siete nell’articolo giusto: ecco i nostri consigli per acquistare i migliori.

Come espandere la memoria

Accendiamo la console e colleghiamo il disco fisso esterno acquistato in precedenza ad una delle porte usb della console. A questo punto il sistema riconoscerà il disco fisso inserito e ci chiederà di formattarlo come memoria di archiviazione estesa. Selezioniamo l’opzione Formatta come memoria di archiviazione estesa.

Se non viene visualizzato alcun messaggio per la formattazione, possiamo formattare il disco fisso esterno andando in: Impostazioni -> Dispositivi -> Dispositivi di archiviazione USB -> Seleziona disco -> Formatta come memoria di archiviazione estesa.

Una volta finita la formattazione, la console utilizzerà il nuovo HDD come nuovo percorso per l’installazione dei giochi. Infatti, d’ora in poi, la console non installerà più i giochi sul disco fisso interno.

Come spostare i giochi dal disco interno a quello esterno

Se abbiamo dei giochi già installati sul disco fisso interno che vogliamo spostare sul nuovo disco esterno, basterà andare in: Impostazioni > Memoria di archiviazione -> Seleziona il disco interno -> Applicazioni -> seleziona il gioco da spostare -> tasto Options -> Sposta nella memoria di archiviazione estesa

Modifica PS4: tutti gli aggiornamenti ed i pro e i controTutto ciò che bisogna conoscere sulla modifica PS4: le ultime novità, obiettivi raggiunti, quelli da raggiungere e un’analisi dei possibili scenari futuri.

Come scollegare il disco fisso esterno

Se non vogliamo utilizzare più l’HDD esterno per l’archiviazione dei nostri giochi, dobbiamo rimuoverlo seguendo una procedura corretta, altrimenti rischieremo di danneggiare il dispositivo. Per eseguire tutto correttamente, basterà andare nel menu Audio/Dispositivi e selezionare la voce Smetti di usare la memoria di archiviazione estesa. In seguito andiamo in Impostazioni e selezioniamo la voce Dispositivi. In seguito clicchiamo su Dispositivi di archiviazione USB, selezioniamo l’opzione Seleziona disco esterno e infine clicchiamo su Smetti di usare questa memoria di archiviazione estesa. Fatto questo saremo in grado di rimuovere il disco fisso esterno senza possibilità di danneggiamento.

Come utilizzare di nuovo il disco fisso interno

Se, invece, stiamo utilizzando il disco fisso esterno e ci capiterà di voler installare i giochi di nuovo sul disco fisso interno, basterà andare in: Impostazioni -> Dispositivi -> Dispositivi di archiviazione USB -> Seleziona disco -> tasto Options -> Posizione di installazione dell’applicazione.

PlayStation 4: come sostituire l’Hard Disk (guida)Ecco una guida completa al backup e salvataggio dei giochi e alla sostituzione dell’Hard Disk su PlayStation 4.

Purtroppo non possiamo spostare tutti i tipi di file sul disco fisso esterno. Alcuni file, come le istantanee delle schermate, le video clip, i dati salvati e i temi, possono essere salvati solo sul disco fisso interno. Questa procedura è davvero molto semplice e ci permette di espandere la memoria della nostra PS4 senza doverla smontare.

Come collegare la PS4 ad un monitorIn questa guida vi spiegheremo come collegare la vostra PS4 ad un qualsiasi monitor, sia per segnale video che per segnale audio.

L’articolo Espandere la memoria della PS4 senza smontarla appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Quale smartphone Samsung comprare

By Andrea Rossi

Samsung Galaxy S8 e S8 Plus

Dopo gli anni dei primi veri smartphone, quando i produttori si contendevano i clienti ma erano tutti molto vicini come vendite, si è andato a creare, sopratutto negli ultimi tempi, un sistema decisamente bipolare. Da un lato troviamo Apple, che nonostante i prezzi alti riesce a mantenere una fetta di mercato davvero alta. A fare da porta bandiera per Android invece, dopo anni di battaglie c’è Samsung. Il marchio coreano sembra aver infatti trovato la strada giusta per fare breccia nei cuori degli utenti.

Intendiamoci, vale sempre il discorso “odi et amo”. Proprio per questo è ancora più sorprendente come Samsung sia il primo produttore Android nonostante tutte le critiche che riceve. I prodotti sono ottimi: sopratutto i top di gamma sono davvero fra i migliori in circolazione. Ciò che lascia un po’ basiti è come l’aumento delle vendite sia seguito anche ad un esponenziale aumento dei prezzi.

Se prima infatti il punto forte di Android era il costo decisamente minore rispetto ad iPhone, adesso quasi tutti i top di gamma sono schizzati a prezzi stellari. Nonostante questo gli smartphone Samsung continuano a vendere davvero bene e vengono considerati fra i migliori in circolazione. In parte pesa anche il partito dei “fan boy” che si è andato a creare negli anni, ma credeteci. Gli smartphone Samsung sono davvero dei dispositivi che vale la pena di provare.

I migliori smartphone Samsung

I modelli di smartphone Samsung che possono essere presi in considerazione sono davvero tanti. Partiamo da device poco costosi e pensati per chi ha solo necessità base fino ad arrivare ai più evoluti top di gamma presenti nel mercato. Tutto ciò che voi dovete capire è quanto siete disposti a spendere e che tipo di prodotto volete. Per il resto proveremo noi ad aiutarvi a scegliere quale smartphone Samsung comprare.

Samsung Galaxy S8 e S8 Plus

Sono sicuramente i due smartphone Samsung più richiesti del momento. Oltre ad una scheda tecnica di rilievo offrono la novità data dall’Infinity Display, la vera rivoluzione in corso. La prima differenza risiede nella capacità della batteria oltre che nelle dimensioni dei display. Galaxy S8 monta infatti un’unità da 3000 mAh, mentre il fratello maggiore da 3500 mAh. Entrambe sono comunque sufficienti ad arrivare a fine serata. Per il resto non troviamo differenze importanti: stesso processore, stesso quantitativo di Ram e memoria interna. Identica anche la fotocamera che promette immagini davvero bellissime. Il prezzo è alto, anche se è calato notevolmente in quest mesi. Per tutte le altre informazioni vi rimandiamo alle rispettive schede tecniche.

Samsung Galaxy S8

SamsungGalaxy S8SmartphoneScheda Tecnica
Samsung Galaxy S8 Plus

SamsungGalaxy S8 PlusSmartphoneScheda Tecnica
Samsung Galaxy S8+: miglior cover e pellicola di vetroVisto il prezzo salato del nuovo smartphone di Samsung, siamo sicuri che non vorrete incorrere in spese extra per le riparazioni.

Samsung Galaxy S8: migliori cover e pellicola di vetroAvete acquistato il Samsung Galaxy S8? Sarà costato tanto, dunque dovete proteggerlo! Ecco a voi le migliori cover e pellicole in vetro temperato.

Samsung Galazy S7 e S7 Edge

S7

Se non siete fra quelli che vogliono per forza l’ultimo modello, questi due smartphone Samsung potrebbero essere davvero l’occasione giusta. Sia Galaxy S7 che S7 Edge sono infatti ancora dei device decisamente ottimi. Rispetto ai due dispositivi visti prima però le differenze sono decisamente più marcate. Se la scheda tecnica è identica per quanto riguarda i componenti interni, sono i display ad essere, a parte la risoluzione, decisamente diversi. Su S7 troviamo infatti uno schermo tradizionale che è molto diverso da quello Edge presente sul fratello maggiore. Al di là del gusto estetico, le differenze che si notano nell’uso quotidiano non sono così marcate. Certamente fa la sua parte il fattore wow dei bordi stondati che di fondono alla scocca. Rispetto al prezzo originale di uscita li trovate adesso decisamente in sconto. proprio per questo motivo sono, secondo noi, gli smartphone Samsung best buy del momento.

SamsungGalaxy S7SmartphoneScheda Tecnica
Samsung Galaxy S7 Edge

SamsungGalaxy S7 EdgeSmartphoneScheda Tecnica
Migliori cover e pellicole vetro per Galaxy S7 e S7 EdgeVi aiutiamo a scegliere gli accessori giusti per proteggere il vostro smartphone Samsung: ecco le migliori cover e pellicole di vetro temperato!

Samsung Galaxy A5

samsung galaxy a7

Cercando invece un buon medio di gamma fra gli smartphone Samsung potete incappare in A5 modello 2017. La scheda tecnica è di tutto rispetto ma partiamo dall’inizio. Il display è un 5,2” con risoluzione full HD e, ovviamente, tecnologia Amoled. Il processore Exynos 7880, unito a 3 GB di Ram e 32 di memoria interna, gira davvero bene. Sia le app che i giochi sono davvero fluidi e si aprono in tempi davvero rapidi. Buona la fotocamera, sopratutto negli scatti con molta luce. Al buoi invece soffre un po’, ma si tratta di un difetto comune a molti dispositivi di questa fascia. Fra i punti forti troviamo invece la batteria che consente di arrivare a fine giornata con ancora un buon margine di autonomia.

Samsung Galaxy A5 (2017)

SamsungGalaxy A5 (2017)SmartphoneScheda Tecnica

Samsung Galaxy J7

samsung galaxy j7

Se scendiamo ancora un po’, fra gli smartphone Samsung low cost. possiamo prendere in considerazione il modello J7. Nonostante sia il modello dello scorso anno si comporta ancora bene e rappresenta un’ottima alternativa per chi vuole spendere poco ma avere comunque un prodotto con marchio Samsung. Al suo interno troviamo un processore Exynos 7780 con 2 GB di Ram e 16 GB di memoria interna espandibile. Si tratta di una dotazione di tutto rispetto per questa fascia di prezzo, che non delude certo le aspettative. Ottima la fotocamera, sicuramente un passo avanti rispetto alla concorrenza, in questo settore. Belle e ricche di dettagli le foto con buona luce e non male neanche quelle in notturna. Il display è un Amoled da 5,5 pollici, purtroppo con risoluzione solo HD, che risulta comunque più che sufficiente. Alta l’autonomia, che grazie alla batteria da 3300 mAh removibile non vi lascerà mai a secco.

Samsung Galaxy J7

SamsunGGalaxy J7SmartphoneScheda Tecnica

Samsung Galaxy A3 2017

samsung galaxy a7

Sempre nella fascia bassa troviamo Galaxy A3 2017. Samsung si è data molto da fare in questo ultimo anno per aggiornare tutta la sua line up, non solo i top di gamma. Se esteticamente è identico ad A5 altrettanto non si può dire per le sue componenti interne. Il processore è l’ottimo exynos 7780, anche in questo caso affiancato da 2 GB di Ram e 16 GB di memoria interna espandibile. Buona la fotocamera da 13 MP, che riesce addirittura a fare un filo meglio del fratello maggiore. Per quanto riguarda l’autonomia viene affidata ad una batteria da 2350 mAh, non capientissima ma ottimizzata davvero bene. Non farete quasi mai fatica ad arrivare a sera. Buono il display ma non ottimo. La risoluzione di soli 720 p sulla diagonale da 4,7 pollici non sfigura, ma poteva sicuramente essere più alta. Per il resto si tratta di uno smartphone Samsung di base che però riesce a soddisfare davvero bene gli utenti.

Samsung Galaxy A3 (2017)

SamsungGalaxy A3 (2017)SmartphoneScheda Tecnica

Menzioni d’onore

Alla fine di questo articolo abbiamo deciso di selezionare alcuni smartphone Samsung che hanno comunque fatto la storia. Parliamo di Galaxy S6, S6 Edge e Note 4. Nonostante il tempo sia passato anche per loro si tratta di modelli che possono ancora dare qualche soddisfazione, sopratutto ai nostalgici. Li potete ancora trovare in rete ad un prezzo accessibile ma non basso ma vanno comunque ancora meglio degli attuali low cost, con la sicureza che solo un marchio come Samsung può dare.

Se siete interessati anche a modelli di altre marche, oltre che agli smartphone Samsung, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nostri articoli. Per qualsiasi domanda o dubbio vi potete mettere in contatto attraverso il box dei commenti o la nostra pagina Facebook.

Migliori smartphone 2017: quale comprareIndecisi su quale sia il miglior smartphone da comprare? Ecco la classifica sempre aggiornata con i migliori smartphone (e le migliori offerte) del momento!

L’articolo Quale smartphone Samsung comprare appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Migliorare lo streaming di Kodi (fix buffering)

By Salvo Vosal

Utilizzando gli add-on Kodi per guardare film, serie TV e quant’altro avrete sicuramente notato che, in alcuni frangenti, lo streaming Kodi presenta dei problemi, carica in continuazione (buffering) e si blocca spesso. Per fortuna possiamo (tentare di) migliorare la situazione utilizzando qualche add-on pensato per migliorare lo streaming dei contenuti su Kodi.

NOTA: i trucchi per il buffering presentati in questa guida non sono una scienza esatta! Su alcune linee, in alcuni orari della giornata e su alcune configurazioni potrebbero non sortire alcun effetto. Inoltre sono del tutto inutili se utilizzate liste IPTV condivise, quelle sono instabili per natura.

Guida IPTV: tutte le risposte alle vostre domande!Il nostro approfondimento per spiegare in modo semplice e completo tutto quello che bisogna conoscere sul mondo delle liste IPTV.

Migliorare lo streaming Kodi

Per ottimizzare lo streaming Kodi ed evitare troppi buffering possiamo installare Easy Advanced Settings e inserire una serie di impostazioni. Ecco in pochi semplici passi come fare:

  • Potete scaricare Easy Advanced settings da questa pagina (dopo la moria dei repository internazionali questa è l’unica fonte). Una volta scaricato il pacchetto zip di questo utile add-on piazzatelo in un cartella nota.
  • Avviate Kodi, ed installate l’add-on con la solita procedura (se non la ricordate niente paura abbiamo fatto una rapida guida).
  • A installazione conclusa avviate l’add-on e cliccate su Edit Settings per aprire il menu delle impostazioni avanzate di buffering.
  • Nella lista di voci presenti selezioniate Network Settings. Ora è arrivato il momento di entrare nella voce Network.

Nella finestra troverete vari parametri da configurare.

Cliccate su ogni singola voce per inserire un valore numerico. Ecco le configurazioni che si sono rivelate più efficaci:

  • curlclienttimeout inseriamo il valore 20
  • curllowsspeedtime inseriamo il valore 20
  • buffermode inseriamo il valore 2
  • readbufferfactor inseriamo il valore 5

Lasciate invariate le altre voci. Di seguito un’immagine delle impostazioni consigliate.

 migliorare lo streaming di Kodi con Easy Advanced Settings

Per rendere effettive le modifiche torniamo indietro nella prima schermata di Easy Advanced Settings selezionando la voce Write XML File.

Riavviate infine Kodi per rendere effettive le modifiche e provate ad avviare uno degli add-on per vedere film e serie Tv che presentava il problema del buffering.

Se quei valori non risolvono potete tornare nel menù Network e provare anche questi:

  • Nella voce cachemembuffersize, eliminate la scritta DISABLED ed inserite il valore 419430400 e cliccate su Fatto
  • In buffermode, inserite il valore 1
  • In readbufferfactor inserire il valore 4.0

Per rendere effettive le modifiche dovete di nuovo tornare indietro alla prima schermata e selezionare la voce Write XML File.

Attenzione questi valori non sono inseriti di default su Kodi perchè non adatti all’uso su memorie flash si consiglia quindi di lasciare le opzioni di default sui Tv-box.

Abbiamo approfondito quali sono gli add-on migliori per telefilm e film:

Stream On Demand: miglior add-on Serie TV e Film per KodiSe amate serie TV e film streaming in italiano allora Stream On Demand è l’add-on Kodi che fa per voi! Ecco come installarlo e utilizzarlo.

sMyTvShow: Film e Serie TV italiane su KodiVi piacciono Serie TV e Film e cercate contenuti in italiano? SMyTvShow è l’add-on Kodi dei vostri sogni: ecco come funziona e come installarlo!

Questi add-on sono utilissimi sui tv-box Android e non. Se non ne avete ancora uno consultate la nostra guida per trovare quello migliore per voi.

La nostra guida su come migliorare lo streaming di Kodi è finita, se avete altri suggerimenti vi invitiamo a lasciarci un commento. Altri post sull’argomento streaming sono in arrivo per non perdervene nessuno seguiteci anche tramite i nostri canali social Facebook e Twitter.

L’articolo Migliorare lo streaming di Kodi (fix buffering) appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Disponibile Firefox 54 con Electrolysis

By Matteo Gatti

firefox 54

La nuova versione del browser open source, Firefox 54, si basa sul progetto multi-processo “Electrolysis”.

Mozilla ha annunciato la disponibilità di Firefox 54 per Windows, macOS, Linux e Android. Con la versione desktop del browser è stata attivata l’architettura multi-processo, nota come Electrolysis (e10s), che permette di incrementare prestazioni e stabilità mediante la separazione dell’interfaccia e delle schede in processi singoli. L’approccio scelto dalla fondazione è più conservativo rispetto a quello di Chrome, quindi il consumo di memoria è inferiore.

Disponibile Firefox 54 con Electrolysis

L’architettura multi-processo, annunciata ad agosto 2016 con Firefox 48, prevedeva l’esecuzione di due processi, uno per l’interfaccia e uno per i contenuti web (tutte le schede aperte). Firefox 54 usa invece un numero maggiore di processi per aumentare la velocità di caricamento delle pagine e la stabilità complessiva, sfruttando i moderni processori multicore. Se una delle schede va in crash, ad esempio a causa di uno script, non ci sarà nessuna impatto negativo sulle altre e il browser in generale. Per impostazione predefinita, Firefox crea quattro processi separati per altrettante schede. Le ulteriori schede aperte dall’utente verranno eseguite all’interno di questi processi e useranno il browser engine già in memoria.

Chrome, invece, crea un processo separato per ogni scheda, quindi il consumo di RAM è potenzialmente superiore. Mozilla afferma che il suo approccio è migliore, soprattutto se Firefox viene eseguito su computer con meno di 8 GB di memoria.

Safari utilizza un modello simile, ma non identico, che in ultima analisi consuma meno RAM di Chrome, e anche Edge utilizza processi multipli. Non è quindi sorprendente che Pollack (responsabile marketing Mozilla) abbia confrontato l’appetito di memoria di Firefox 54 principalmente con Chrome; il manager ha dichiarato che in un test con 30 schede quest’ultimo ha richiesto fino a 2,4 volte la RAM necessaria a Firefox.

Se la quantità di RAM è superiore a 8 GB è possibile tuttavia incrementare il numero di processi, digitando about:config nella barra degli indirizzi e modificando il numero nel parametro dom.ipc.processCount. Per verificare se Electrolysis è attivo basta digitare about:support e vedere se c’è il numero 1 alla linea Finestre multiprocesso. Il numero ‘0′ indica invece che alcune estensioni impediscono l’attivazione.

Un po’ di numeri…

browsers

Mozilla ha inoltre risolto 31 vulnerabilità di sicurezza, di cui tre classificate “Critical”.

Il mese scorso Firefox ha rappresentato il 12% di tutti i browser utilizzati in tutto il mondo, circa un quinto della quota di Chrome e la metà di Internet Explorer (IE) e Edge. La quota utente di maggio è la più alta dell’anno finora, ma è anche quasi identica alla quota di 24 mesi fa, il che dimostra che l’adozione di Firefox è praticamente stabile.

Nei prossimi mesi verranno introdotte altre importanti novità, tra cui le WebExtension API e Project Quantum. A partire da Firefox 54 è prevista inoltre l’eliminazione del canale Aurora. Le versioni del browser passeranno direttamente da Nightly a Beta ogni sei settimane.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

L’articolo Disponibile Firefox 54 con Electrolysis sembra essere il primo su Lffl.org.

Cambiare firma nella posta di Windows 10

By Manuel Baldassarre

Cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10

Posta è un comodo applicativo incluso nelle ultime versioni di Windows con il quale è possibile configurare e gestire più account email assieme. Tra le tante funzioni, è possibile cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10 in modo da far apparire il proprio nome o una frase personale.

Vedremo dunque come gestire al meglio questa funzionalità, anche se avete più di un client di posta elettronica. Ecco un esempio di firma personalizzata:

Andate dunque nell’applicazione “Posta” di Windows 10 – cercatela nella barra di ricerca – e incominciamo!

SCARICA| Posta e Calendario per Windows 10/ Windows 10 mobile

Importare e usare altri account email in GmailSapete che potete configurare Gmail per ricevere la posta anche di altri account come Outlook, Hotmail, Yahoo, Tiscali, Virgilio? Ecco come fare!

Cambiare la firma predefinita

Per cambiare la firma predefinita nella Posta di Windows 10 andate nelle Impostazioni dell’app cliccando l’icona dell’ingranaggio in basso a sinistra.

Si aprirà un menù laterale sulla destra dal quale potrete selezionare la voce “Firma“:

Decidete ora a quale dei vostri account – se ne avete più di uno – volete cambiare la firma predefinita. In alternativa potreste applicare la stessa firma modificata a tutti i vostri account spuntando la casella “Applica a tutti gli account“:

Cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10
Cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10

Vi ricordo che è anche possibile disabilitare completamente la funzione di Firma Automatica spostando il cursore su “No” alla voce “Usa una firma di posta elettronica“:

Cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10

Se avete invece deciso di impostare una firma predefinita, non rimane che selezionare il box con scritto “Inviato da Posta per Windows 10” e cambiare la firma predefinita con un testo a vostro piacimento.

Tuttavia, prima di procedere, vi consigliamo di leggere l’avvertenza riportata qui in basso.

Cambiare la firma predefinita nella posta di Windows 10

ATTENZIONE

La firma predefinita nella Posta di Windows 10 contiene un collegamento ipertestuale, un link che rimanda il destinatario al client mail che avete usato per inviare la mail. Ad esempio, se inviaste la mail con un vostro account Outlook, quel link porterebbe il destinatario sulla pagina principale di Outlook.

Cambiare la firma predefinita nella Posta comporterà una perdita irreversibile di questo link ipertestuale.

Esso non potrà essere ripristinato neanche riscrivendo la frase originaria.

Capire a chi appartiene un indirizzo emailUn nuovo mittente ci ha inviato un messaggio di posta dimenticando di firmarsi? Vediamo come tentare di scoprire chi è

Conclusioni

E voi, con quale frase avete deciso di cambiare la firma predefinita nella Posta? Ditecelo con un commento qui in basso!

Se invece state avendo difficoltà, fateci sapere cosa non va, saremo lieti di aiutarvi al più presto.

Importare e usare altri account email in GmailSapete che potete configurare Gmail per ricevere la posta anche di altri account come Outlook, Hotmail, Yahoo, Tiscali, Virgilio? Ecco come fare!

L’articolo Cambiare firma nella posta di Windows 10 appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.