*GUIDA*: Sbloccare il Bootloader su Nokia Lumia 800 con Windows Phone 7.8!

By Salvo Cirmi (Tux1)

Ennesimissima mia antica guida sui Nokia Lumia che dovevo assolutamente pubblicare. Eccola qui per voi, con link aggiornati!

Un utente di XDA ha finalmente trovato il metodo per sbloccare i Lumia 800 con bootloader bloccato. Se quindi possedete un Lumia 800 e volete sbloccarlo, non vi resta che seguire questa fantastica guida.

Parte 1: Preparazione del materiale necessario

A) Scaricate ChimeraTool da qui;

B) Scaricate il pacchetto completo per Nokia Lumia 800 da qui;

NOTA: Ad un certo punto Windows potrebbe chiedervi di formattare un’unità esterna: NON FORMATTATE. In caso di formattazione il device diventerà inutilizzabile.

Punto 2: Installazione del sistema operativo!

Se state utilizzando Windows 8/8.1, è necessario abilitare l’installazione di driver non firmati. Per farlo, aprite un prompt dei comandi come amministratori (click col tasto destro sul logo di di Windows -> Prompt dei comandi (amministratore) e digitate il seguente comando:

shutdown -o -r -t 0

Premete Invio e il PC si riavverà in modalità manutenzione. Cliccate su: “Risoluzione dei problemi” -> “Opzioni Avanzate” -> “Impostazioni all’avvio di Windows“. Il PC si riavvierà nuovamente e nel menù che compare premete il tasto 7 (Disabilita installazione driver firmati). Ora il vostro PC è abilitato all’installazione dei driver non firmati.

Adesso partiamo con l’installazione vera e propria.

A) Aprite ChimeraTool. Una volta avviato il programma dovete effettuare l’accesso. Il programma è a pagamento, ma potete richiedere una versione di prova cliccando su Register e inserendo il proprio indirizzo e-mail. Dopo qualche minuto arriverà la mail con il link d’attivazione e potrete inserire i dati di accesso nel programma.

B) Spegnete il vostro Lumia 800 (tenendolo scollegato dal PC). Collegatelo ora al PC tramite cavo USB tenendo premuto il tasto VOLUME SU e aspettate che ChimeraTools rilevi il telefono:

C) Il telefono è pronto per lo sblocco del bootloader. Premete FLASH QUALCOMM e aspettate qualche minuto:

Appena la procedura termina, Windows inizierà l’installazione di un nuovo driver e chiederà di formattare un’unità per poterla utilizzare: NON FORMATTATE:

D) Tornando su ChimeraTools, la descrizione del telefono è cambiata. Questo significa che ora il bootloader è stato sbloccato.

E) Aprite “Gestione Computer” (click destro sul logo di Windows -> “Gestione Computer” -> “Gestione Dispositivi”), noterete che sotto “Dispostivi sconosciuti” è comparso il vostro Lumia. Dovete quindi aggiornare i driver: fate click destro sul dispositivo (Qualcomm CDMA Technologies MSM) e premete “Aggiorna Driver”:

F) Scegliete la seconda opzione (Cerca driver nel computer) e selezionate la cartella “NokiaLumia800Driver Qualcommdriveramd64” se il PC monta Windows a 64-Bit oppure “NokiaLumia800Driver Qualcommdriverx86” se invece è 32-Bit.

G) Comparirà una finestra sulla sicurezza del driver. Cliccate su “Installa il software del driver” e lasciate che la procedura venga completata.

Ora il dispositivo è installato è comparirà sotto il menu “Porte (COM e LPT)”.

H) Proseguite con l’installazione del driver WinUSB che si trova nella cartella NokiaLumia800Driver-WindowsUSB. Sono presenti due driver: uno per sistemi a 64-Bit e l’altro per sistemi a 32-Bit. A questo punto siete pronti per il flash della nuova CUSTOM ROM. Procuratevi il file .nb e aprite NSS.exe come amministratori (NokiaLumia800NSSPro.exe)(tasto destro, Esegui come amministratore).

Spostatevi sulla scheda “Flashing”, in alto, e dalla finestra di destra selezionate “WP7 Tools”. Collegate il telefono acceso al PC e nel menù in basso comparirà: “Nokia USB Connectivity”:

I) Cliccate su “Detect” e sotto NORMAL MODE selezionate WP7 QUALCOMM. Aprite ora il file .nb cliccando su OS File. Prima di iniziare scollegate e spegniamo il telefono. Tenendo premuto il testo VOLUME SU collegate il telefono al PC e aspettate che NSS lo rilevi.

NOTA: Durante tutto il processo di flash non premete alcun tasto, perché potrebbe andare in crash. Saranno gravi le conseguenze di questa stupidata. State attenti.

Al posto di NORMAL MODE selezionate OSBL MODE e premete infine il bottone WRITE OS per iniziare a scrivere la ROM sul vostro Lumia.

Fine! Avete installato Windows 7.8 con bootloader sbloccato su Nokia Lumia 800.

P.S: Nel caso non si accendesse subito teniamo premuto il tasto di accensione per circa 15 secondi.

Voglio tornare al vecchio sistema originale. Come faccio?

A) Per tornare alla ROM originale basta scaricare da NaviFirm+ il file *_boot.esco relativo allo smartphone (nobrand o versione operatore). Una volta terminato il download è possibile aprire il file come se fosse un archivio zip. Dovete estrarre il file boot.img e rinominarlo in boot.nb. Da questo punto in poi la procedura è uguale quella descritta in questa guida.

Ricordo che se avete dubbi o problemi, dispongo di un Forum, dove potrete chiarirvi le idee e farmi tutte le domande che volete 🙂.

Cessato ufficialmente il supporto per OpenSUSE 13.2

By Matteo Gatti

opensuse 13.2

Il sistema operativo openSUSE 13.2 non verrà più sviluppato.

Benjamin Brunner ci ha ricordato che openSUSE 13.2 è stato annunciato più di due anni fa, precsamente il 4 Novembre 2014, ed ha ricevuto aggiornamenti per 26 mesi. In questo periodo sono stati corretti 3900 bug e 2650 CVE.

Lo scorso Novembre vi abbiamo informato del fatto che in circa due mesi gli sviluppatori avrebbero smesso di supportare OpenSUSE 13.2.

Il cosiddetto stato EOL (end of life) è stato raggiunto proprio questa settimana ed è pertanto raccomandato aggiornare ad una versione più recente. Vi ricordo che mantenere sul vostro pc un sistema operativo non più supportato significa non ricevere più gli aggiornamenti di sicurezza.

Per chi non sapesse come procedere riteniamo openSUSE, versione 42.2, il principale indiziato per sostituire il vecchio 13.2. La scelta però può anche ricadere su OpenSUSE Tumbleweed, ma sicuramente Leap è più indicato per l’utente medio perchè offre maggiore stabilità.

Per maggiori informazioni vi rimando alla “Lifetime Page” di OpenSUSE.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

L’articolo Cessato ufficialmente il supporto per OpenSUSE 13.2 sembra essere il primo su Lffl.org.

OSCAL 2017: A Maggio a Tirana si parlerà di software open source!

By Marco Giannini

I giorni passano in fretta, OSCAL 2017 è in arrivo

La prima conferenza annuale internazionale in Albania, OPEN SOURCE CONFERENCE ALBANIA, si terrà per il quarto anno consecutivo per promuovere ampiamente la cultura dell’informazione accessibile a tutti, i programmi free open source e la libertà della tecnologia in generale. OSCAL si terrà il 13 e 14 maggio 2017 nei pressi della Officina di HARRY FULTZ da OPEN LABS HACKERSPACE, una comunità che condivide gli stessi obiettivi e ideologie della conferenza.

Durante il fine settimane del 13-14 maggio si aspettano più di 400 interessati alla tecnologia, sviluppatori, agenzie, e professionisti della cultura free open source, tutti fiduciosi di una realtà dove l’informazione si condivide in modo aperto e libero. OSCAL non solo offre a ciascuna persona che
desidera la possibilità di condividere le sue conoscenze e esperienze con gli altri, ma, allo stesso tempo, con la sua passione ispira moltissime altre persone.

Una serie di presentazioni, parte del programma dei giorni dedicati alla conferenza, si terranno contemporaneamente nelle sale. Allora, dalle ore 9.00 alle 18:30 i partecipanti potranno seguire le loro tematiche preferite o se desiderano essere coinvolti di più, potranno avere informazioni più dettagliate sui nostri progetti free open source rivolgendosi alle rispettive bancarelle che saranno presenti. Forse, conviene menzionare che Mozilla, Fedora, LibreOffice, Wikipedia, PhpList, OpenStreetMap, Nextcloud, sono alcune delle comunità, alle quali i partecipanti possono rivolgersi per avere più informazioni riguardo ai nostri progetti.

L’ultima edizione di OSCAL, ossia quella del 2016 ha lasciato alle spalle (ma non nella memoria) 70 presentazioni e presentatori provenienti da 20 stati diversi (principalmente dall’ Europa) e circa 300 partecipanti molto desiderosi ad imparare di più della cultura free open source. Dulcis in fundo, tutti i commenti positivi, i quali incentivano gli organizzatori a migliorarsi e portare sempre qualcosa di
nuovo.

Temi e #Oscal2017
“Internet of people” è lo slogan che accompagna la quarta edizione di OSCAL. Per sottolineare ancora di più il nostro ruolo di individui appartenenti al mondo della tecnologia.
La tecnologia non bisogna prenderla come qualcosa che ci appartiene, non lo è. Le persone sì. In fondo siamo proprio noi a inventarla. La cosa più importante da sottolineare è lo scopo per cui la tecnologia continua ad avanzare: l’impatto sociale che ha sulle persone.

Iscrizioni
Chiunque desidera partecipare può farlo senza dover pagare nulla, semplicemente iscrivendosi a oscal.openlabs.cc, però, c’è anche la possibilità di contribuire finanziariamente nell’organizzazione facendo una donazione.

Ulteriori informazioni
Contatto per i media: oscal@openlabs.cc
Hashtag: #OSCAL2017
Twitter: @OSCALconf
Instagram: @oscalconf
Date importanti
Apertura e chiamata per i conferenzieri: dal 10.12.2016 al 15.03.2017
Chiamata per i sponsor: dal gennaio 2017 al 2.04.2017
Chiamata per i volontari : dal 20.02.2017 al 15.03.2017
Chiamata per info-booth : dal 25.01.2017 al 10.03.2017
Iscrizioni per i partecipanti: 1.3.2017

Supporto smartphone per bici Spigen: la recensione

By Manuel Baldassarre

Nel palmares delle nostre recensioni mancava un supporto smartphone per bici, ma la californiana Spigen ci ha permesso di testarne uno. Nello scusarci con i nostri lettori più sportivi – e nerd – dunque, diamo inizio a questa recensione!

cat-logo

Confezione

La minimale confezione di vendita si presenta nelle solite colorazioni nero/arancio ormai diventate un marchio per Spigen. Le varie facciate, come vedete in foto, ospitano alcune informazioni sul supporto e fungono da guida sul corretto uso e montaggio.

Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike

All’interno troverete semplicemente il supporto (già montato), un secondo elastico – grigio – per l’aggancio dello smartphone al supporto, ed un piccolo manuale utente comprensivo di lingua italiana.

Design & Utilità

Il design di questo supporto smartphone per bici è molto simile ad altri supporti che si trovano online, ma la qualità costruttiva è superiore alla norma – seppur stiamo parlando di materiali non pregiati – dando una sensazione di robustezza, e quindi sicurezza.

Il supporto infatti, è interamente realizzato in plastica, gomma (per l’aggancio dei lati dello smartphone) e spugna dura (per la pinza che lo trattiene). Possiamo dividerlo in due parti: la prima è la testa, formata da una pinza allargabile (per dispositivi fino a 6″) che lo tiene fermo, ed uno speciale elastico che regge i quattro angoli dello smartphone per una presa ancora più salda.

Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike
Supporto smartphone per bici Spigen bicicletta bike

Il second pezzo è il gancio in plastica con diametro variabile da montare sul manubrio di una bicicletta o, comunque, su qualsiasi cosa sia di forma tubolare. In effetti, seppur pensato per le passeggiate in bici, con un po’ di creatività si potrebbe adattarlo a molti altri utilizzi (su un passeggino, sul poggiatesta di un auto per il passeggero di dietro eccedera).

Conclusioni & Prezzo

Ho potuto testare questo supporto smartphone per bici sulla mia mountain bike “da passeggiata” (senza neanche gli ammortizzatori) e devo ammettere che le prime volte il mio sguardo era più fisso allo smartphone che alla strada, per paura che qualche sobbalzo o irregolarità dell’asfalto potesse farlo cadere.

Mi sono però ricreduto. Facendoci l’abitudine si impara a posizionare il supporto nella giusta posizione, e si verifica che il gancio è molto robusto e che la vite che stringe la testa rotante è affidabile. Tuttavia mi sento di sconsigliarne l’uso in percorsi non asfaltati o comunque con brusche irregolarità del terreno.

Un’altra nota positiva è il prezzo: farvi una passeggiata e monitorare direttamente con un colpo d’occhio i chilometri percorsi e le calorie bruciate vi costerà circa 10 euro su Amazon.it, che – considerando la qualità costruttiva in rapporto alla concorrenza – è davvero un buon prezzo! Ecco il link all’acquisto:

Link acquisto | Spigen bike mount con testa ruotante via Amazon

L’articolo Supporto smartphone per bici Spigen: la recensione appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Terrarium Tv: serie TV in streaming su Android

By Salvo Vosal

Vedere serie Tv è la passione di molti, e le alternative online non mancano. I più smanettoni si sono ingegnati per utilizzare gli ottimi addon di Kodi come streaming on demand per sfruttare l’enorme mole di siti disponibile online con il massimo della velocità e comodità. Se avete usato a lungo stream on demand trovandolo comodissimo sopratutto su TV BOX Android, ma trovate difficile scovare episodi in HD, abbiamo l’alternativa che fa per voi: Terrarium TV.

Terrarium Tv fa al caso vostro se amate le serie TV e i film in lingua originale e volete guardarle con i sottotitoli. Purtroppo non ci sono serie e film in italiano, per quelle l’unica strada è continuare ad usare Stream on Demand.

Abbiamo parlato di altre app che permettono di vedere contenuti in streaming su piattaforma Android le più famose utilizzate sopratutto per Tv e partite sono:

Perché usare Terrarium Tv?

Perché Terrarium Tv è un’app leggera, semplice da usare ed in continuo sviluppo che si caratterizza per:

  • La presenza degli episodi e film a 480p, in HD (720p) e a 1080p;
  • I contenuti che provengono da tantissimi siti che caricano su Google Drive e non;
  • Il comodo motore interno che cerca i sottotitoli;
  • L’essere completamente gratuito;
  • La possibilità di scaricare episodi e sottotitoli per vederli dopo, anche offline;
  • La possibilità di vedere le proprie serie con Chromecast.

Terrarium TV per la riproduzione si poggia sul sempre ottimo Mx Player. L’app è disponibile solo per Android, per tutte le versioni successive alla 4.0.1, personalmente l’ho testata su due dispositivi basati su Android 6.0 senza problemi.

L’interfaccia è molto gradevole, purtroppo non pare pensata per l’uso col telecomando che non risulta molto agevole. Speriamo che nei prossimi aggiornamenti i coder dedichino un poco di attenzione a questo aspetto in quanto potrebbe diventare un’app must have per i possessori di TV BOX basati su Android.

L’app viene aggiornata abbastanza spesso, quando un nuovo update è disponibile ve lo segnala e potete scegliere di scaricarlo automaticamente. Tra le fonti si consiglia di scegliere quelle caricate su Google Video, perché partono spesso molto più velocemente delle altre e di solito non danno problemi di buffering durante la riproduzione (almeno sulla mia connessione).

Come si installa Terrarium TV?

L’installazione è davvero semplice, ovviamente questa app non è disponibile sul Play Store. Per installarla basta scaricare l’apk, lo trovate a questo indirizzo, e poi installarlo seguendo la canonica procedura.

Potete trovare ulteriori informazioni sul sito del progetto. Il nostro post su Terrarium Tv è giunto al termine: fateci sapere se avete gradito l’app e se avete altre soluzioni simili da consigliare per vedere facilmente e con buona qualità serie TV e film.

L’articolo Terrarium Tv: serie TV in streaming su Android appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.