Il Natale 2016 di Honorbuy.it: tanti Xiaomi e LeeCo in offerta

By Gaetano Abatemarco

Avete mai sentito parlare di Honorbuy.it? Si tratta di uno store che ha sede anche in Italia e specializzato nell’importazione di prodotti Cinesi, in particolare dispositivi Xiaomi ma anche altri brand come OnePlus, Meizu, Huawei, Letv / Leeco, Lenovo eccetera.

Come vi dicevo, ha sede in Italia (a Gorizia per la precisione). In questo articolo andremo ogni giorno ad inserire le migliori offerte del sito Honorbuy.it: di seguito troverete maggiori informazioni allo store oppure il link per saltare direttamente alle offerte del momento.

Indice

Informazioni su Honorbuy.it

Garanzia, affidabilità e sicurezza sono garantiti anche grazie all’impiego di PayPal come principale strumento di pagamento (disponibili anche altri metodi come bonifico bancario e carta di credito standard).

Per quanto riguarda la garanzia Italiana, Honorbuy.it per avvicinarsi ancor di più agli utenti italiani offre 2 anni di garanzia Italia sui prodotti acquistati: assistenza, naturalmente, completamente in Italiano.

Qualcuno di voi avrà notato sicuramente dei prezzi maggiorati rispetto ad altri siti Cinesi ma il motivo è presto detto: nel prezzo è compresa l’assistenza di 2 anni (mentre i siti Cinesi offrono assistenza di 1 anno), niente costi di dogana (comprando da altri store Cinesi potreste incorrere in dogana) e soprattutto l’affidabilità di poter pagare con Paypal minimizzando all’inverosimile i rischi di truffa.

Qui di seguito alcune utili informazioni sul sito:

  • Pagamento: Il metodo di pagamento accettato è Paypal.
  • Spedizione: La spedizione verrà effettuata entro 48 ore dalla ricezione del pagamento. La spedizione partirà da magazzini ITALIANI, quindi non c’è dogana da pagare.
  • Garanzia: Ogni dispositivo è coperta da 2 anni di garanzia, che coprirà eventuali difetti e/o problemi non causati dall’utente. Per qualsiasi problema basta contattare l’assistenza per e-mail.
  • Gadget Gratuiti: Con l’acquisto di alcuni prodotti di solito troverete in omaggio anche dei gadget come cover e altro.

Lista offerte Honorbuy.it

Potete risparmiare 5€!

Per tutti i nostri lettori ChimeraRevo, è disponibile il codice sconto “CHIMERA”, un coupon che vi permetterà di ottenere uno sconto di 5€ a partire da 80€ di spesa su tutta la gamma di dispositivi Honorbuy.it!

Inoltre, tale codice sconto può anche essere utilizzato in coppia con i loyalty points, ovvero dei punti fedeltà che potete convertire nel tempo per ottenere dei soldi da spendere sempre sullo store.

Se state cercando un modo per ottenere i codici sconto Honorbuy.it, vi basterà consultare il seguente articolo:

Prima di lasciarvi alle offerte, vi ricordo che potete quotidianamente controllare le offerte e codici sconto da decine di store (Amazon, eBay e altri) sfruttando il nostro motore di ricerca offerte. In ogni momento troverete offerte, promozioni e prezzi aggiornati.

Inoltre, c’è anche il nostro canale Telegram dedicato alle offerte: iscrivetevi se vi va, resterete sempre aggiornati in tempo reale su tutte le promozioni e le offerte del momento oltre a ricevere codici sconto esclusivi.

Di seguito la lista delle offerte del momento su Honorbuy.it, in occasione del Natale 2016.

Le offerte scadranno alle ore 23.59 del giorno 20 Dicembre 2016: affrettatevi!

L’articolo Il Natale 2016 di Honorbuy.it: tanti Xiaomi e LeeCo in offerta appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Facetime: scopriamo cos’è e come si usa

By Luca

Chi ha un iPhone, un iPad o comunque un dispositivo Apple avrà sicuramente sentito parlare di Facetime. Il servizio consente di effettuare video chiamate con altri utenti che hanno dispositivi Apple e naturalmente il servizio Facetime attivo. Infatti, seppur si tratti di una sorta di Skype, Facetime è riservato solo ai clienti Apple. Il servizio è stato presentato nel lontano 2010, con l’avvento dell’ iPhone 4, e da allora ha subito molte modifiche e miglioramenti, tra cui il supporto alle telefonate.

cat-logocat-logocat-logo

Requisiti di funzionamento

Essendo tutto “made in Apple”, i requisiti per far funzionare facetime dovreste già averli. Basta un dispositivo Apple (iPhone 4 o successivi, iPad 2 o successivi, iPod Touch 4 o successivi e per i Mac OS X Lion o successivi). In più (ovviamente) serve una connessione a Internet attiva (WiFi o mobile non ha importanza, basta che sufficientemente potente).

Attivare Facetime

Su Mac

Per attivare Facetime su Mac basta aprire l’applicazione e poi le preferenze dell’app. Qui potrete scegliere di attivare il servizio, e con quale Apple ID utilizzarlo.

Su iOS

Anche l’attivazione sui dispositivi mobili è molto semplice. Qui dovrete andare nelle impostazioni del vostro dispositivo Apple e scegliere “Facetime”. Nella schermata successiva avrete l’interruttore che dovrà diventare verde per attivare il servizio. A questo vi uscirà un messaggio per dirvi che potreste spendere dei soldi per l’attivazione del servizio su rete mobile (circa 30 centesimi). Premete OK e inserite le credenziali di accesso al vostro Apple ID. Una volta attivato, poi, potete scegliere altri indirizzi e-mail o numeri di telefono per essere rintracciati.

Nel menu “Utilizza dati cellulare” potete, invece, attivare il servizio anche su rete 3G/4G. Per questo, però, ci sarà un piccolo costo di attivazione.

Come utilizzare Facetime

Ora che il servizio è stato configurato, ed è funzionante, andiamo a vedere come si fa una video chiamata.

Su iOS

Per effettuare video chiamate da i dispositivi mobili dovrete utilizzare l’app dedicata (separata dall’app Contatti da iOS 7). Ora selezionate un contatto dalla lista di quelli disponibili nella vostra rubrica, oppure aggiungetene uno sul momento. Selezionate l’icona a forma di videocamera per la video chiamata, oppure quella del telefono per fare una chiamata vocale, ma sfruttando Internet.

Il funzionamento è lo stesso per tutti i dispositivi con iOS ma con alcune piccole modifiche. Infatti, su iPhone, l’app è integrata anche con i contatti mostrando, nella scheda di una persona, il contatto facetime e quello telefonico. Per quanto riguarda iPod e iPad, invece, sarà solamente possibile scegliere chi chiamare tra i contatti già presenti, perché non esiste il modulo telefonico.

Sul Mac

Per fare una chiamate su Mac, se possibile, è ancora più semplice. Una volta aperta l’app basta selezionare il contatto con cui parlare e successivamente scegliere il numero di telefono (o l’indirizzo email) per far partire la chiamata. Se il contatto non ha attivo Facetime, verremo avvisati dall’applicazione.

Costo

Mettiamo ora mano al portafogli: quanto costa il servizio? Bene, ecco un buona notizia: a parte quei (circa) 30 centesimi per l’attivazione di Facetime su rete mobile, il servizio è totalmente gratuito. Tuttavia, siccome viene utilizzata la connessione Internet, è opportuno stare attenti ad avere una promozione che consenta la navigazione, e che non vengano superate le soglie imposte dal proprio operatore.

Insomma, molto facile utilizzare Facetime. Vero?

L’articolo Facetime: scopriamo cos’è e come si usa appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

PNP 2016: gli auguri di Babbo Natale su Android, iPhone e iPad

By Luca

PNP 2016 (Polo Nord Portatile) è un’applicazione molto carina. Sviluppata prevalentemente per i bambini, consiste nel mostrare un video messaggio registrato direttamente da Babbo Natale. Ma questa non è l’unica funzione dell’app: ce ne sono anche altre come i mini giochi. Andiamo però con ordine. Innanzitutto potete scaricarla sul vostro Android da questo indirizzo o su iPhone, iPad e iPod Touch da quest’altro.

cat-logocat-logo

L’applicazione è divisa in “Angolo genitori” e “Angolo ragazzi“. La schermata che vedrete appena aperta l’app sarà quella dedicata ai genitori dove sarà possibile creare il video di Babbo Natale, una chiamata fatta da lui in persona (a pagamento), vedere quello che è stato creato e gestire l’account.

Creare un video

Andiamo ad analizzare più nel dettaglio la funzione principale dell’app, quella della creazione di un video. Possiamo scegliere intanto se farlo per un ragazzo oppure un adulto, e se si tratta di un video di Natale oppure degli auguri di compleanno.

Una volta scelto il tipo dovrete compilare una form con le informazioni del bambino, in modo che il video sia il più credibile possibile. I campi da inserire sono il nome, il sesso e la data di nascita. Degna di nota è la possibilità di scegliere la pronuncia del nome, in modo che Babbo Natale non si sbagli. Successivamente ci sarà da indicare dove vive il bambino e un’azione della vita quotidiana, in modo che il vecchietto dal cappello rosso possa citarlo durante il video.

C’è anche la possibilità (non obbligatoria) di inserire un immagine che ritrae il bambino.



Angolo ragazzi

Durante il primo accesso nell’angolo dedicato ai ragazzi dovrete inserire una sequenza, in modo tale che i più piccoli non possano tornare indietro da soli. In quest’area i bambini potranno vedere il messaggio di Babbo Natale (creato in precedenza nell’angolo adulti) o partecipare ad un gioco di memoria che consiste nel ricordare la posizione degli oggetti nascosti e trovare le coppie. Gli altri due giochini sono l’Elfo Parlante, che consiste nel modificare la voce del bambino acquisita dal microfono, e l’albero di Natale. Scuotendolo, il vostro piccolo dovrà far cadere ciò che è appeso.

Un gioco, però, senza fine visto che non cadranno mai tutti gli oggetti perché ritorneranno al loro posto.




Insomma, un’app molto carina per questo periodo Natalizio, che farà divertire i più piccoli e li permetterà di vedere Santa Claus in video o sentire la voce. L’app è disponibile gratuitamente per Android, con la possibilità di fare acquisti all’interno. Per saperne di più vi lasciamo al video di presentazione e al link per scaricarla.

Download | PNP 2016 (Polo Nord Portatile) per Android

L’articolo PNP 2016: gli auguri di Babbo Natale su Android, iPhone e iPad appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Sostituzione Display Asus ZenPad 8.0

By Loading

Il display e/o touchscreen del vostro Asus ZenPad 8.0 si è rotto e volete cimentarvi nella riparazione? Se non avete voglia di mandarlo in un centra assistenza e spendere una fortuna, seguendo questa guida potrete sostituirlo risparmiando una bella cifra.

Siete pronti? La procedura non è difficile, ed è ben illustrata!

Materiale Occorrente:

  • 1 Schermo nuovo per Asus ZenPad 8.0 (BiancoNero)
  • 1 Cacciavite a croce da #0-3
  • 1 Utensile in plastica o palettina o iSesamo (o in alternativa un Kit Monouso)
  • Phon
  • Biadesivo per schermi (se il pezzo non ne è provvisto)

Cominciamo rimuovendo Cover posteriore, Sim e MicroSD (se presenti).

Quindi con il cacciavite a croce, rimuoviamo le 11 viti evidenziate

(fate attenzione a quella evidenziata in blu, perché è più lunga delle altre).

Adesso inseriamo l’utensile in plastica sotto la Scocca posteriore, e quindi scorriamo lungo i bordi fino a rimuoverla completamente.

Continuiamo staccando la spinetta dello Schermo e l’adesivo evidenziato.

A questo punto utilizzando il phon dobbiamo scaldare lo Schermo in modo uniforme.

Quindi utilizzando una ventosa solleviamo lo Schermo mentre con l’utensile in plastica facciamo leva sulla cornice per rimuovere l’adesivo; (se possibile fatevi aiutare da qualcuno che vi tenga fermo il tablet) scorriamo lungo i bordi con l’utensile fino a scollare, e rimuovere completamente lo Schermo guasto.

Adesso dobbiamo rimuovere con cura tutti i residui di colla, e quindi applichiamo il nuovo adesivo.

Rimuoviamo le pellicole dall’adesivo, e incolliamo con attenzione il nuovo Schermo.

Ricolleghiamo la spinetta sul retro, e incolliamo nuovamente l’adesivo evidenziato.

Riposizioniamo la scocca posteriore pressando delicatamente lungo tutti i bordi fino ad incastrarla completamente.

A questo punto riavvitiamo le 11 viti.

La più lunga và nel foro indicato in blu.

Quindi richiudiamo il cover posteriore.

E infine accendiamo il dispositivo.

Ed ecco fatto! La riparazione del vostro Asus ZenPad 8.0 è completa, e il dispositivo è tornato come nuovo!

L’articolo Sostituzione Display Asus ZenPad 8.0 appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

Linux, una scelta ponderata!

By Monfy-Mate Team

Снимок экрана в 2016-07-28 17-54-56

Perchè usare GNU/Linux?

Ci sono diverse ragioni per cui milioni di persone si divertono usando GNU/Linux – e possono essere di natura tecnica, finanziaria, etica o filosofica, dipendendo dal punto di vista di ogni persona. Di seguito una lista dei motivi più comuni per scegliere GNU/Linux:

1) Sicurezza – Virus, spyware etc. Sono problemi inesistenti.
2) Manutenzione – Dimentica le lunghe scansioni per virus e spyware, deframmentazioni, pulizia registri, i riavvii interminabili, etc.
– GNU/Linux è molto stabile. Le applicazioni individuali possono crashare ma è veramente molto raro che crashi il sistema operativo.
3) Software Libero – Tu puoi lanciare il software che desideri, studiare i codici sorgenti, modificarli e condividerli. Nessuna licenza da acquistare.
4) Open standards – GNU/Linux e le sue applicazioni, supportano la li licenza Open standard, in questo modo è possibile interfacciare sistemi diversi ed evitare di essere dipendenti da un solo produttore.
5) Community – GNU/Linux è descritto come un “world wide team sport”. Ovvero un gioco di squadra mondiale.
6) Economia – Le più famose distribuzioni GNU/Linux posono essere scaricate in modo gratuito ed hanno a disposizione un’enorme quantità di applicazioni. Inoltre i requisiti hardware relativamente modesti ti permettono di non potenziare l’hardware troppo spesso.
7) Legalità – Avere l’alta qualità del software gratis legalmente, vuol dire minor tentazione nell’utilizzare copie illegali non autorizzate di software proprietari. Così non supporterai chi ha il monopolio che abusa della propria posizione dominante di mercato.
8) Trasparenza – Le distribuzioni di GNU/Linux sono sviluppate in modo aperto, usando mailinglist pubbliche, canali IRC pubblici, elenco di errori pubblici, elenco delle funzioni pubblico, etc.
9) Diversità – Ci sono diverse distribuzioni di diversi produttori o membri della community dai differenti gusti e differenti esperienze personali.
10) Provare qualcosa di nuovo – Semplicemente provare qualcosa di nuovo e diverso sulle esperienze proprio e delle altre persone.

Archiviato in:

Disponibile Lara Croft GO, anche per Linux.

By Matteo Gatti

lara croft go

Lara Croft GO è stato rilasciato da pochi giorni, anche per Linux.

Lara Croft GO è un videogioco inizialmente rilasciato per smartphone (iOS, Android e Windows Phone) sviluppato nel 2015 da Square Enix Montrèal e distribuito da Square Enix. In seguito è stato pubblicato anche per Microsoft Windows il 27 agosto 2015. La scorsa settimana è stato rilasciato per PlayStation 4, PlayStation Vita, Windows 10, macOS e Linux.

Il gioco, avente come protagonista Lara Croft, appartiene alla categoria dei videogames strategici a turni e alla serie degli spin-off di Tomb Raider, della quale fanno parte Lara Croft and the Guardian of Light, Lara Croft and the Temple of Osiris e Lara Croft: Relic Run.

Lara is in the jungle

Lara Croft è nella giungla alla ricerca di una preziosissima reliquia, l’Atlante dell’Aldilà. Nell’esplorare le caverne e le rovine dove si celano le tre chiavi che aprono l’accesso al manufatto, l’archeologa risveglia accidentalmente la Regina del Veleno, un gigantesco e mostruoso serpente, e il suo popolo a guardia dell’artefatto. Sconfiggendo i nemici e risolvendo enigmi, l’archeologa riesce pian piano a risalire fino al cospetto della regina…

Requisiti tecnici

Per quanto riguarda i requisiti tecnici è raccomandato l’uso di Ubuntu 14.04.4 LTS (Trusty Tahr) (o superiore) lato cpu si parte da un processore che ha fatto la storia: l’Intel Core 2 Quad Q6600 che va abbinato ad una scheda video di fascia bassa.

Il gioco è in saldo e potete acquistarlo su Steam.

sharing-caring-1-1-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

L’articolo Disponibile Lara Croft GO, anche per Linux. sembra essere il primo su Lffl.org.