A Nexa per un acceso dibattito su bigdata e opendata giudiziari

By Simone Aliprandi

Come saprete, questo mercoledì sono stato relatore del l’

Interessantissimi gli spunti e i commenti provenienti dalla platea dei circa venticinque partecipanti, tra cui mi sento di citare (e ringraziare per la presenza) alcuni nomi di massimo rilievo nell’ambito del diritto delle nuove tecnologie e del diritto di Internet: Federico Morando, Carlo Piana, Marco Ciurcina, Alessandro Cogo, Mauro Alovisio, Eleonora Bassi…

L’esito non poteva che essere un ricco e interessante confronto che di certo può portare ad un passo avanti nella ricerca e divulgazione su questo tema delicato quanto strategico e di frontiera.
Alla fine il Nexa ha salutato tutti i presenti con un brindisi di fine stagione, dando appuntamento a settembre.
Condivido l’album completo Flickr delle foto scattate durante l’evento. Invito tutti coloro che fossero anche solo incuriositi dal tema a guardare il video integrale del seminario realizzato con Google Hangout e le slides da me utilizzate.

L’ALBUM DI FOTO,  IL VIDEO INTEGRALE e le LE SLIDES:

Aggiungere Pokéstop e Palestre in Pokémon GO

By Gaetano Abatemarco

Avete scaricato e installato Pokémon Go ma vi siete accorti che nella vostra città ci sono pochi Pokéstop e poche Palestre. Addirittura siete così sfortunati che mancano addirittura! Beh, non abbiate timore perché finalmente è possibile richiedere l’aggiunta di Pokèstop e Palestre in Pokémon Go. E la procedura è semplicissima.

Ricordo a tutti che i Pokéstop altro non sono che punti di interesse della città (musei, monumenti, ville, eccetera) dove sarà possibile trovare uova di Pokémon e altri oggetti. Basterà uno swipe laterale sul cerchio che contiene l’anteprima del monumento e potrete raccogliere gli oggetti (generalmente verranno rilasciate circa tre Pokéball). I Pokéstop una volta usati hanno un tempo di ricarica di circa 5 minuti durante il quale cambieranno colore dal blu al viola indicando appunto che non possono essere utilizzati.

Trucchi Pokemon Go

Le Palestre, invece, come i Pokéstop possono essere trovate in luoghi del mondo reale e servono a far allenare i vostri Pokémon (per ricevere PE) o combattere Pokémon avversari.

Aggiungere Pokéstop e Palestre

Per richiedere l’apertura di un Pokéstop o di una Palestra dovrete collegarvi a questo indirizzo. Ora nel campo Reason selezionate la motivazione No PokéStops or Gyms near me. Compilate il resto dei campi e state ben attenti a inserire il nome giusto del PokéStop o della Palestra, l’indirizzo e opzionalmente (ma caldamente richieste) la latitudine e longitudine oltre alla foto richiesta.

Potrebbe capitare che visto l’elevato numero di richieste la vostra sarà rifiutata ma è sempre bene riprovare. Col tempo questo modulo diventerà fondamentale e sempre più attivo e funzionante!

L’articolo Aggiungere Pokéstop e Palestre in Pokémon GO appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Trucchi Pokémon Go: andare in giro… senza camminare!

By Giuseppe Monaco

L’ultimo titolo prodotto da Niantic ha sin da subito guadagnato consensi da parte di un vastissimo numero di utenti. Pokémon Go, infatti, è riuscito ad attirare l’attenzione di ogni tipologia di utente, dai fan più accaniti ai giocatori occasionali. Il primo impatto col gioco può sicuramente confondere chi per la prima volta si ritrova ad affrontare un titolo di questo genere e, per questo, abbiamo realizzato numerose guide proprio per venirvi incontro.

La caratteristica principale del gioco è quella di imbracciare lo smartphone e andare letteralmente in giro per la vostra città a scoprire Pokéstop, catturare nuovi Pokémon e conquistare palestre. Questo, ovviamente, viol dire che restando a casa non è possibile proseguire col gioco e salire di livello, o almeno non in tempi accettabili.

Nonostante ciò sappiamo bene che sui dispositivi Android è possibile, il più delle volte, adoperare dei trucchetti per ottenere vantaggi da ogni situazione. Nel caso in questione, tramite opportuni escamotage è possibile camminare all’interno del gioco senza doverlo fare nella vita reale.

Attenzione: la seguente guida è stata realizza a scopo dimostrativo e applicata su un account realizzato appositamente. Tramite questa procedura il rischio di ban è alto, quindi noi di ChimeraRevo non siamo responsabili dell’eventuale eliminazione del vostro account/ ban del vostro dispositivo.

Per sperimentare questa guida ho utilizzato il mio vecchio Samsung Galaxy S2 con a bordo la Cyanogenmod 11.1. Vediamo insieme tutto l’occorrente:

Dopo aver raggiunto i requisiti sopra richiesti e aver scaricato tutto l’occorrente, possiamo passare all’azione. Dal vostro dispositivo Android recativi nelle impostazioni e, alla voce Opzioni sviluppatore, abilitate l’opzione Posizioni fittizie.

Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go

Rechiamoci poi su Xposed, andiamo nella sezione Moduli e attiviamo con una spunta Hide Mock Locations, operazione che richiederà il riavvio per essere completata con successo. Fatto ciò, apriamo l’app Hide Mock Locations e, tra la lista di applicazioni, selezioniamo Pokémon Go. Anche in questo caso, riavviamo il dispositivo per rendere le modifiche effettive.

A questo punto è possibile procedere in 2 modi, a seconda dell’efficacia con la quale si vuole operare.

Metodo 1 (Gratuito)

Avviate l’applicazione per le posizioni fittizie che avete scelto di scaricare, come ad esempio Fake GPS, e selezionate il posto in cui vorreste trovarvi.

Dopo aver fatto ciò, avviate Pokémon Go et voilà, vi ritroverete magicamente in quel punto pronti a interagire con Pokéstop o catturare Pokémon di quella località.

Nel caso in cui non dovesse funzionare, provate a usare un’altra applicazione o a procedere in questo modo:

  • Chiudete tutte le applicazioni;
  • Avviate Fake GPS o un’altra applicazione scelta da voi;
  • Selezionate la località nella quale volete trovarvi, cliccate Start e, dopo qualche secondo, cliccate su Stop;
  • Avviate velocemente Pokémon Go.

Per cambiare località durante l’utilizzo del gioco, vi basterà riaprire Fake GPS dal menu del Multitasking del vostro smartphone e ripetere il procedimento.

Metodo 2 (Più efficace)

Questo metodo prevede l’utilizzo dell’applicazione Mock Locations, scaricata e non utilizzata nel metodo precedente in quanto è necessaria per permettere al modulo Hide Mock Locations di funzionare. Ebbene, quest’app prevede un periodo di prova limitato, dopo il quale si dovrà acquistare, ma il suo potenziale è decisamente più ampio.

Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go
Trucchi Pokemon Go

Tramite questa applicazione, infatti, potrete addirittura scegliere un percorso sul quale dirigervi, tappe intermedie e la velocità media alla quale andare lungo il tragitto scelto. In questo modo, è possibile creare un viaggio più verosimile e che permetta di catturare Pokémon/interagire con i Pokéstop con più facilità.

In ogni caso, entrambi i metodi sono ad altissimo rischio ban e, proprio per questo motivo, questa guida è stata realizzata utilizzando un apposito account e solamente a scopo dimostrativo. Dunque sconsigliamo vivamente di utilizzarla sui vostri account personali qualora vogliate anche voi sperimentare il funzionamento delle meccaniche sopra citate.

L’articolo Trucchi Pokémon Go: andare in giro… senza camminare! appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

IPFire 2.19 Core 103: le piccole novità che porteranno alla perfezione (o quasi)

By Salvo Cirmi (Tux1)

Sempre più avanti, sempre più aggiornata, IPFire è una distro Linux che funziona da Firewall (e anche da molto altro) che si porta ad una nuova versione, dalle novità non certo esaltanti ma di sicura importanza.

IPFire 2.19 Core 103 è la nuova edizione che si piazza subito dopo il rilascio 100 (che aveva introdotto i 64 bit). In questa edizione troviamo il web proxy squid 3.5 e vari miglioramenti di stabilità e performance vari che sembrano avergli giovato parecchio. Gli altri aggiornamenti riguardano:

  • 7zip 15.14.1
  • clamav 0.99.2
  • hostapd 2.5
  • Midnight Commander 4.8.17
  • nfs
  • tor 0.2.7.6

Trovate il changelog ufficiale qui.

Riepilogo Distro: IPFire

IPFire

Info e Download!

Homepage IPFire

Scaricate IPFire 2.19 Core 103 da qui!

Ulefone Metal è ufficiale: corpo metallico, 3 GB di RAM e CPU Octa-Core

By Gaetano Abatemarco

UMI Metal

Ulefone è tornata alla carica e questa volta ci troviamo di fronte all’Ulefone Metal, uno smartphone con display da 5” che – secondo la società – offrirà agli utenti un’ottima esperienza d’utilizzo. Occhio di riguardo anche al prezzo, con design e specifiche che rendono questo Ulefone Metal un prodotto interessante nella fascia mid-range del mercato degli smartphone.

Design

Come suggerisce il nome, lo smartphone è farcito in un unibody in lega di magnesio e alluminio realizzato con tecnica di taglio a controllo numerico. A seguito di un linguaggio di progettazione convenzionale di Ulefone, il corpo in metallo risulta leggermente curvo in prossimità dei bordi per offrire una migliore sensazione di aderenza. Sul lato frontale, vi è un display con schermo Corning Gorilla 2.5D.

Caratteristiche

All’interno del telefono c’è un processore MTK6753 Octa-Core a 64 bit, 3 GB di RAM e 16 GB di spazio.

Per un telefono di fascia bassa, 3GB di RAM rappresentano un punto di bonus dal momento che questa caratteristica migliora notevolmente le prestazioni multitasking. Il processore MTK6753 ha dimostrato la sua affidabilità sulla maggior parte degli smartphone con display 1080p da 5.5 pollici. Quindi, su questo Ulefone Metal – dispositivo da 5 pollici HD – non sarà un grosso problema gestire il tutto grazie anche alla sua GPU MALI T720 GPU.

Fotocamera, batteria e altre caratteristiche

Per la fotografia, Ulefone Metal ha adottato un sensore Sony IMX149 da 8.0 MP (interpolati a 13.0 MP). Ulefone rassicura che un minor numero di pixel non porterà ad downgrade nella qualità delle immagini. La lente ad alta precisione garantirà una migliore qualità per ogni singolo pixel. Inoltre, l’app fotocamera preinstallata offrirà una modalità manuale nell’interfaccia utente per la modifica di esposizione, ISO e bilanciamento del bianco.

UMI Metal (2)

Un altro punto a favore di Ulefone Metal è l’adozione del lettore di impronte digitali, che può sostenere un massimo di 5 ID di impronte digitali, ciascuno in grado di aprire un’applicazione specifica. La batteria da 3050 mAh di Ulefone Metal dovrebbe garantire una giornata intera di utilizzo.

Il sistema operativo a bordo è Android 6.0, con il software di Ulefone Metal che avrà alcune modifiche all’interfaccia (come nel multitasking o Assistive Touch).

Conclusioni e prezzo

UMI Metal (3)

Ulefone Metal sarà disponibile in 3 colorazioni: nero e grigio avranno entrambi i lato anteriori di colore nero, mentre la versione argento avrà la faccia bianca. Quanto costerà? Beh, Ulefone vi invita a indovinare il prezzo e se lo fate potete anche vincere un Ulefone Metal! Trovate tutte le informazioni nella pagina Ulefone Metal Giveaway.

L’articolo Ulefone Metal è ufficiale: corpo metallico, 3 GB di RAM e CPU Octa-Core appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

I migliori giochi del passato per Android e iOS

By Giuseppe F. Testa

unnamed (3)_risultato

Siete degli amanti dei giochi retrò, quelli che hanno accompagnato la nostra infanzia o giovinezza?

Se volete ripercorrere e rivivere quei giorni anche su i vostri moderni smartphone siete nel posto giusto: abbiamo selezionato per voi i migliori giochi del passato disponibili per dispositivi Android e dispositivi Apple (iPhone e iPad), sia gratis che a pagamento.

Per la maggior parte si tratta dei giochi originali aggiornati per i sistemi operativi di oggi con poche modifiche rispetto al passato, se non l’adattamento ai comandi touchscreen.

I migliori giochi del passato per Android e iOS

Snake

Snake 97, gratis per Android e iPhone, è il più famoso gioco dei cellulari Nokia del passato, dove interpreteremo un serpente che diventa sempre più lungo ogni volta che mangia, e dove dobbiamo fare attenzione a non andare a sbattere contro i bordi dello schermo o contro la coda del serpente stesso altrimenti il gioco termina.
Il gioco è quello originale e si mostra sullo schermo dei nostri smartphone con la tastiera del vecchio Nokia 3310 o con altri telefoni Nokia famosi negli anni 90 e inizi 2000.

DOWNLOAD ANDROID | Snake ’97

DOWNLOAD iOS | Snake ’97

Alien Swarm

space impact

Alien Sworm su Android e iPhone è un rifacimento dei giochi di astronavi tanto diffusi nelle sale giochi degli anni 80, con gli alieni da neutralizzare che scendono dall’alto e la nostra astronave che si muove a destra e sinistra in basso. Gratis su Android, a pagamento su iOS.

DOWNLOAD ANDROID | Alien Swarm

DOWNLOAD iOS | Alien Swarm (1.99€)

PAC-MAN

unnamed (2)_risultato

PAC-MAN in versione originale è gratis per Android, mentre su iOS è disponibile gratis PAC-MAN Friends (gratis anche su Android).

Il gioco è molto più evoluto di un tempo, con tornei, classifiche tra giocatori e tanti diversi labirinti in cui girare e scappare mangiando biglie.

DOWNLOAD ANDROID | PAC-MAN+Tournament

DOWNLOAD ANDROID | PAC-MAN Friends

DOWNLOAD iOS | PAC-MAN Friends

R-Type

r-type

R-Type era un famoso e popolare gioco di astronavi per Amiga e SNES, uno sparatutto con scrolling in orizzontale continuo, uno de giochi più impegnativi e avvincenti su quelle console.

Ora R-Type può essere giocato su smartphone Android, su iPhone e iPad al costo di circa 2 Euro.

DOWNLOAD ANDROID | R-Type

DOWNLOAD iOS | R-Type

Meganoid

unnamed (5)_risultato

Meganoid, gratis per Android e a 2 Euro per iOS, era uno dei giochi a 8 bit più famosi degli anni 80 sul genere platform con scorrimento orizzontale, dove possiamo sparare e nascondersi dai nemici. Solo chi ci è vissuto può capire quando sia coinvolgente questo titolo!

DOWNLOAD ANDROID | Meganoid

DOWNLOAD iOS | Meganoid (1.99€)

Sonic the Hedgehog

sonic

Sonic è una leggenda vivente al pari di Mario nel mondo delle console retrò; il titolo SEGA costa 2,60 Euro per Android e iPhone ma vale tutti i soldi spesi per comprarlo per i nostalgici del Sega Mega Drive, con la stesa velocità e giocabilità dell’originale.

DOWNLOAD ANDROID | Sonic the Hedgehog (a pagamento)

DOWNLOAD iOS | Sonic the Hedgehog (a pagamento)

Tetris

tetris

Tetris è il famoso gioco russo che ha fatto la storia delle console portatili in bianco e nero, anche quelle più underground: era presente praticamente ovunque e divertiva come pochissimi riescono tutt’ora. Nella versione originale viene riproposto da EA games gratis per Android e a 89 centesimi di euro per iPhone.

DOWNLOAD ANDROID | Tetris

DOWNLOAD iOS | Tetris (a pagamento)

Stardash (simil-Super Mario Bros)

screen480x480

Stardash è un clone di Super Mario Bros a 1,75 Euro per iPhone e gratuito per Android, con grafica retrò stile Gameboy, a due colori. Anche se non dovesse piacere lo stile grafico, si tratta di un bel gioco veloce e vario, divertente e coinvolgente per tutti.

DOWNLOAD ANDROID | Stardash

DOWNLOAD iOS | Stardash (a pagamento)

Super-Adventurer (simil-Super Mario Bros)

unnamed (8)_risultato

Super-Adventurer 2 è un gioco gratuito per Android e iOS, con grafica colorata e molti elementi di Super Mario Bros. Si tratta di un bel gioco veloce e vario, divertente e coinvolgente per tutti quelli che amano e hanno amato le avventure di Mario.

DOWNLOAD ANDROID | Super-Adventurer 2

DOWNLOAD iOS | Super-Adventurer

L’articolo I migliori giochi del passato per Android e iOS appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Kernel Linux 4.7 RC7: tra due settimane incontreremo la versione finale

By Salvo Cirmi (Tux1)

Come annunciato la scorsa volta, il Kernel 4.7 RC6 ha introdotto delle novità davvero importanti e sostanziose al nostro amato cuore Linux, ma adesso la situazione sembra essere cambiata.

Il Kernel Linux 4.7 RC7 introduce delle piccole novità e regressioni all’interno del codice stesso, il tutto in una settimana da Torvalds stesso definita molto “calma”:


Abbiamo avuto una settimana calma e tranquilla, così come l’avevo aspettata. L’ultima RC era veramente molto grande a causa di alcuni problemi random e non a causa di alcuni preoccupanti problemi nel ciclo di rilascio.

Inoltre, Linus sembra si prenderà una pausa, andando a rilasciare la versione del Kernel tra due settimane anziché la prossima, in maniera da favorire una migliore sistemazione dei problemi sul Kernel e anche da favorire…le sue vacanze. Trovate l’annuncio ufficiale qui,

Pokémon GO: 5 consigli per giocare al meglio

By Emanuele Petrone

Il fenomeno mondiale Pokémon GO è approdato in Italia in via ufficiale ed ecco 5 consigli utili per gli allenatori di qualsiasi livello ed esperienza. Questi consigli andranno bene sia se siete alle prime armi sia se giocate da un po’, quindi leggeteli con attenzione e non dimenticatevi di dare una occhiata anche alla nostra guida a trucchi e consigli Pokémon Go.

Punti Esperienza: farli crescere velocemente

Il livello giocatore ha, ovviamente, un ruolo molto importante all’interno del gioco. In base al nostro livello di allenatore troveremo Pokémon sempre più forti e potremo potenziare sempre di più quelli che sono già in nostro possesso. Ma naturalmente più il nostro livello cresce più è difficile passare a quello successivo data la richiesta alta di punti esperienza. Per ottimizzare l’ottenimento dei PE possiamo utilizzare un trucco molto semplice: basterà far evolvere un numero considerevole di Pokémon (almeno una decina e anche della stessa specie) avendo attivo lo strumento fortunuovo, per ogni evoluzione otterremo 1000 PE, mica male! I Pokémon più adatti per questo metodo sono Pidgey, Caterpie e Weedle che necessitando di poche caramelle per l’evoluzione (12) e sono molto comuni da trovare.

Focalizzare i potenziamenti su un numero ristretto di Pokémon

Pokémon Go (3)

Potenziare e quindi utilizzare caramelle e polvere di stella su tutti i nostri Pokémon è uno spreco di risorse, è importante decidere quale dei nostri Pokémon vogliamo utilizzare per le lotte in palestra in modo da massimizzare l’aumento di PL.

Utilizzare le baccalampon per facilitare la cattura

Se un Pokémon risulta difficile da catturare è buona norma utilizzare le baccalampon. Questo strumento infatti aiuta la cattura al lancio successivo al suo utilizzo, l’effetto continua se il lancio non ha successo ma se il Pokémon si libera dalla pokéball dovremo utilizzare un’altra baccalampon.

Sfidare le palestre della propria squadra

Pokémon GO

Il prestigio delle palestre è importante sia per la resistenza alle sfide avversarie sia per permettere l’inserimento di un numero più alto di Pokémon al suo interno. Per sfidarle però è bene utilizzare un Pokémon che non abbia PL troppo più alti di quello sfidato in modo da far accumulare più prestigio.

Utilizzare la schivata durante un incontro in palestra

Pokémon Go - team (1)

A differenza dei giochi classici di Pokémon, in Pokémon GO non esiste il sistema a turni e tutto il combattimento avviene in tempo reale. E’ utile quindi imparare a schivare gli attacchi avversari per resistere il più possibile e sconfiggere anche Pokémon più forti senza subire danni o quasi. Il tutto è una questione di tempismo, infatti bisogna schivare un momento dopo che attorno al nostro schermo notiamo che un attacco avversario sta per arrivare.

Schivare e subito dopo attaccare. Schivare e attaccare. Sempre così!

In questo modo anche Pokémon deboli possono sconfiggere Pokémon forti senza subire danni.

L’articolo Pokémon GO: 5 consigli per giocare al meglio appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

WMAIL: desktop app per Gmail.

By Matteo Gatti

wmail

In breve: Voglio parlarvi di Wmail, applicazione desktop open source per Gmail e Google Inbox disponibile per Linux, Windows e Mac.

L’applicazione, basata su Electron, è molto simile alla consueta pagina Gmail accessibile mediante browser.

Ecco l’interfaccia di Wmail

Ciò che rende l’applicazione veramente interessante è il poter associare un numero potenzialmente infinito di account, permettendoci di gestire tutti i nostri contatti con un unico programma, d’altronde tutti abbiamo almeno due account e-mail (personale + università? personale + lavoro?). Chiaramente ciò non toglie che si possa usare anche un solo account.

Le funzioni più interessanti di Wmail sono:

  • supporto per Gmail e Google Inbox;
  • Login mediante OAuth;
  • Supporto per un numero illimitato di account;
  • Notifiche desktop native (anche sonore);
  • tray / indicator icon con accesso rapido alle e-mail da leggere;
  • keyboad shortcuts;
  • drag & drop per i file.
Un bug, già noto allo sviluppatore, e che io stesso ho riscontrato non consente di interagire con l’applicazione quando essa sta aggiornando il database delle e-mail, fatto abbastanza fastidioso quando si collega un account con tante mail non lette che richiedono tempo per la sincronizzazione completa. Il problema dovrebbe venir presto risolto.

Download Wmail

Potete scaricarlo direttamente dalla pagina GitHub dedicata, dopodichè per usarlo, su Linux of course, vi basterà estrarlo e fare doppio clic sull’eseguibile “Wmail”.

[Fonte]

L’articolo WMAIL: desktop app per Gmail. sembra essere il primo su Lffl.org.

Cambiare il motore di ricerca predefinito in Microsoft Edge

By Jessica Lambiase

Cambiare motore di ricerca in Microsoft Edge

Avete aggiornato a Windows 10 e scoperto il browser Microsoft Edge: se ancora non lo sapete, si tratta del successore naturale di Internet Explorer (a cui è) implementato apposta per la nuova generazione di sistemi operativi Windows.

Se vi siete soffermati per un attimo ad esplorarlo avrete notato che per impostazione predefinita l’unico motore di ricerca è Bing.

Tra l’altro, inizialmente la lista dei motori di ricerca disponibili è praticamente vuota e non è possibile installarne di personalizzati come si faceva per Internet Explorer.

Microsoft vuole costringere i suoi utenti ad usare Bing per la ricerca tramite Microsoft Edge?

La risposta è no, semplicemente è stato modificato il criterio di aggiunta: sostanzialmente Edge utilizza lo stesso criterio di Google aggiungendo automaticamente i motori di ricerca compatibili con lo standard OpenSearch a quelli disponibili nel browser semplicemente dopo la prima visita.

Ciò significa che dovrete visitare almeno una volta DuckDuckGo, Yahoo Search o altri per renderli disponibili. Fatto ciò, potrete cambiare il motore di ricerca predefinito in quanto questi saranno automaticamente aggiunti al browser! Vediamo nel dettaglio come fare.

Cambiare motore di ricerca in Microsoft Edge

Aprite il browser e visitate innanzitutto la pagina principale del motore di ricerca che intendete rendere predefinito e, all’occorrenza, le pagine di tutti gli altri motori che vorrete rendere disponibili. Supponendo ad esempio di voler usare la ricerca tramite DuckDuckGo, visitate la pagina https://duckduckgo.com direttamente dal browser Edge.

Fatto ciò recatevi ora nelle impostazioni del browser cliccando sull’apposito tasto Menu (i tre puntini orizzontali) e selezionando “Impostazioni“.

Selezione_152

Scendete ora in fondo al nuovo menu e selezionate Visualizza Impostazioni Avanzate:

Selezione_153

Fate click sul menu a tendina in corrispondenza della voce “Ricerca nella barra degli indirizzi con” e selezionate <Aggiungi Nuovo>:

Selezione_154

Fate ora click sul motore di ricerca che vi interessa (nel nostro esempio DuckDuckGo) e selezionate “Aggiungi come predefinito“.

Selezione_156

Fatto! Da questo momento le ricerche effettuate dalla scheda “Prossima destinazione” e dalla barra degli indirizzi saranno effettuate utilizzando il provider di ricerca scelto!

NOTA: Tenete ben presente che questa modifica influisce esclusivamente sul comportamento di Microsoft Edge e non coinvolge le ricerche effettuate tramite Cortana o il menu Start, che (ovviamente) continueranno ad usare Bing.

L’articolo Cambiare il motore di ricerca predefinito in Microsoft Edge appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.