Come salvare i driver del PC in un click

By Jessica Lambiase

Immaginate la situazione: avete urgenza di formattare il vostro PC Windows ma siete sprovvisti dei vari CD/DVD/USB di installazione dei vari driver.

Secondo una linea logica ed anche abbastanza immediata per sbloccare la situazione serve soltanto il driver della scheda di rete (wireless o con cavo che sia) e, una volta collegati ad Internet, sareste in grado di scaricare tutti i driver che servono.

Ma se ad esempio aveste poco tempo e l’operazione di download dei singoli driver, per voi, risultasse troppo lunga anche usando un apposito programma?

O se, peggio ancora, il produttore di una delle vostre componenti hardware non distribuisse più il driver perché obsoleto?

La soluzione a questo problema esiste, è semplice e di immediata applicazione!

Si tratta di un programma portable (che non necessita quindi di installazione) per piattaforma Windows, tale DriverBackup.

Questo vi permetterà di salvare al volo tutti i driver installati sul vostro PC al fine di riutilizzarli nelle installazioni successive del sistema operativo.

DriverBackup richiede l’installazione del framework .NET, pesa davvero pochi KB e vi permette sia di creare un backup dei vostri driver che di ripristinare un backup creato in precedenza.

Salvare i driver del PC

Usare DriverBackup è semplice: una volta scaricato l’archivio (link in basso), dovrete estrarlo in una directory a piacere ed eseguire il file DRVbk.exe (SourceForge potrebbe essere contrassegnato come sito a rischio ma il software in questione è completamente sicuro e potrete tranquillamente impostare un’eccezione temporanea per il download).

DOWNLOAD | DriverBackup (SourceForge)

Accordate se necessario i privilegi amministrativi all’applicazione, che si presenterà come nell’immagine in basso (per impostare la lingua italiano fate click su Language > Italiano):

salvare i driver del pc - DriverBackup 2

Ora potrete decidere di procedere in due modi:

  1. se i driver di cui state effettuando il backup vi serviranno per una reinstallazione della stessa versione e della stessa architettura di Windows (ad esempio Windows 7 Pro a 64 bit su 7 Pro a 64 bit), potrete disabilitare la voce “Piena Portabilità” cliccando su di essa;
  2. se, invece, i driver di cui state effettuando il backup vi serviranno per una reinstallazione di un sistema operativo diverso, dovrete selezionare “Piena Portabilità” (alcuni driver potrebbero però non essere salvati; in tal caso non compariranno nella lista).

Assicuratevi che le voci “Tutti” e “Backup” siano selezionate. Cliccate ora su “Avvia Backup” per iniziare il processo di salvataggio. Vi comparirà una finestra simile a questa:

driverbackup-2

Potrete lasciare tutte le impostazioni così come sono, a meno del percorso di salvataggio.

Cliccate su “Sfoglia” per scegliere la cartella in cui salvare il vostro backup (nel mio caso è il desktop), dopodiché cliccate ancora su “Avvia Backup”.

Una volta completata la procedura sarà generata una cartella contenente tutti i driver salvati ed un file omonimo con estensione .bki: a questo punto chiudete il programma e spostate il file e la directory in un posto sicuro.

Ripristinare i driver del PC

Anche in questo caso la procedura è piuttosto semplice: vi basterà aprire il programma e selezionare “Ripristino”, fare click su “Apri file backup” e selezionare il file .bki salvato in precedenza (deve trovarsi nello stesso percorso della cartella contenente i driver).

Infine dovrete semplicemente cliccare su “Avvia Ripristino” e, eventualmente, riavviare il computer a procedura completata.

L’articolo Come salvare i driver del PC in un click appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Come convertire video FLV in AVI

By Jessica Lambiase

convertire video flv in avi con avidemux

Se vi ritrovate faccia a faccia con dei video in formato FLV, a volte non leggibili direttamente dal vostro lettore multimediale, non spaventatevi: di norma si tratta di video codificati in flash, solitamente incorporati nelle pagine web.

Come solitamente accade, anche i video FLV possono essere convertiti in altri formati per essere visualizzati dal vostro lettore multimediale preferito.

Nella guida in basso imparerete a convertire video FLV in AVI utilizzando AviDemux, un semplice ma potente programma multipiattaforma open source disponibile per Windows, Linux e Mac.

Convertire video FLV in AVI con Avidemux

Innanzitutto scaricate AviDemux dal link in basso (per Linux, Windows e Mac) ed installatelo.

DOWNLOAD | AviDemux

NB: in Ubuntu e derivate AviDemux è disponibile tra i repository di sistema.

Una volta aperto, il programma si presenterà con un’interfaccia simile a questa:

Cliccate su Apri e selezionate il video FLV da convertire.

Ora, se non siete esperti, il consiglio è di usare la codifica Xvid e l’audio MP3, per cui – come da immagine:

  • in corrispondenza della voce Video selezionate MPEG-4 ASP (Xvid)
  • in corrispondenza della voce Audio selezionate MP3 (lame);
  • in corrispondenza di Formato selezionate AVI

Volendo, potrete impostare manualmente le varie opzioni di compressione cliccando sui vari “Configura” tenendo ben presente che, in caso non abbiate un minimo di esperienza, la probabilità di ottenere un video di qualità pessima è abbastanza alta.

Potrete inoltre aggiungere dei filtri al video cliccando sul tasto “Filtri”.

A questo punto non vi resta che cliccare su “Salva” ed aspettare il completamento del processo di conversione.

avidemux-3

Il vostro video sarà convertito in AVI (a seconda della lunghezza potrebbero volerci anche diversi minuti).

Il nostro consiglio, al fine di perfezionare le opzioni di codifica al fine di ottenere il miglior risultato possibile per voi, è quello di provare la conversione dei video da un formato all’altro con più combinazioni di codec ed impostazioni.

L’articolo Come convertire video FLV in AVI appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Streaming RAI, Mediaset e TV su iPhone: le migliori app

By Gianluca

raitv

Uno smartphone oggi permette di fare tante cose. Vi permette di ascoltare musica, guardare video online, navigare sui siti di notizie, vi assiste nella produttività e non da meno vi permette di seguire la TV in diretta streaming. Ebbene, anche dal vostro iPhone è possibile guardare i canali TV e tutto ciò di cui avete bisogno sono le giuste applicazioni. Vi mostriamo qui quali sono le app migliori per potersi godere i video sulle trasmissioni italiane direttamente dal vostro dispositivo iOS.

Canali RAI gratis su iPhone e iPad

Cominciamo con l’applicazione gratuita della RAI per vedere in streaming e on demand tutto l’archivio di trasmissioni RAI, un catalogo di canali davvero vasto che conta:

  • RAI 1, RAI 2, RAI 3
  • RAI 4, RAI 5, RAI Movie
  • RAI Gulp, RAI YoYo
  • E altri canali tematici e non solo

Ovviamente essendo l’app ufficiale della rete di servizio pubblica non avrete alcun problema ad eseguirla sul vostro smartphone, sia in WiFi che in 3G.

DOWNLOAD | Rai.TV

Canali Mediaset gratis su iPhone e iPad

Se volete guardare invece uno dei tanti programmi Mediaset sul vostro smartphone iOS avete qualche problema in più, perché l’app Mediaset promette lo streaming gratuito delle trasmissioni da smartphone, dunque iPhone e iPad compresi, ma si riscontrano spesso limitazioni e problemi derivanti dall’ambigua gestione dei diritti e delle trasmissioni da parte di Mediaset. In generale però con quest’app potrete godervi tutti i show migliori, come Isola dei Famosi, Grande Fratello, Amici di Maria De Filippi e tanto altro ancora, in diretta o on demand 24 ore dopo la messa in onda.

mediaset

Per scaricare dunque l’app ufficiale Mediaset On Demand HD seguite il link qui sotto.

DOWNLOAD | Mediaset On Demand HD

Canali TV gratis su iPhone e iPad

Non mancano anche altre applicazioni per canali tv diversi, ecco qui sotto un elenco delle migliori app per vedere i tanti canali del digitale terrestre gratuitamente direttamente dal vostro smartphone

DPLAY

Real Time, Dmax, Canale Nove, Frisbee, Giallo

DOWNLOAD | Dplay

Sky TG 24

La diretta del canale All News del gruppo internazionale Sky, gratuitamente su iOS

DOWNLOAD | Sky TG 24

TG La 7

Non sappiamo perché, ma a La7 non hanno ancora pensato ad un app dedicata allo streaming per iOS (fanno affidamento solo al web), mentre esiste un’app dedicata ai servizi del Tg diretto da Enrico Mentana

DOWNLOAD | TG La7

RTL 102.5

La più grande “Radio visione” d’Europa ha anche un’app dedicata agli utenti iOS con il quale seguire la radio e le trasmissioni video/radio da smartphone

DOWNLOAD | RTL 102.5

Video Streaming da Safari su iPhone e iPad

Non ci saranno applicazioni dedicate ma per canali come TV8, La7 e Cielo potete affidarvi al web, dove vedere in streaming tramite Safari le trasmissioni in diretta, qui i link:

L’articolo Streaming RAI, Mediaset e TV su iPhone: le migliori app appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Pokémon GO: iniziare il gioco con Pikachu

By Gaetano Abatemarco

Questo potrebbe essere il trucco più affascinante ma anche più irritante di Pokémon Go. Se avete già cominciato a giocare allora siete a conoscenza del fatto che il gioco si stabilisce che all’inizio c’è bisogno di selezionare uno dei tre Pokémon iniziali: Charmander, Squirtle e Bulbasaur. Ciò è in linea con le originali versioni Pokémon del Game Boy ma in realtà potrete cominciare anche con… Pikachu!

Gli sviluppatori di Pokémon Go hanno infatti nascosto un trucco all’inizio del gioco. Quando il professor Willow vi invita ad andare scegliere il Pokémon iniziale, il trio apparirà sulla mappa di gioco. In genere, cliccando su uno di essi comincerà una battaglia e potrete così ottenere il vostro primo Pokémon.

cat-logocat-logo

Come ottenere Pikachu

Ma ecco il trucco! Se non si seleziona un Pokémon, e invece continuate a camminare ignorando quei tre, di fronte a voi comparirà Pikachu!

Pikachu - Pokémon Go

Si tratta di un trocco un po’ difficile da capire, dato che la fotocamera del gioco mantiene il trio sullo schermo con voi per la maggior parte del tempo. E il GPS non è ancora preciso all’inizio. Ma se si riesce ad ignorare Charmander, Squirtle e Bulbasaur quattro volte, un altro amico comparirà sullo schermo e potrà essere vostro fin dall’inizio!

L’articolo Pokémon GO: iniziare il gioco con Pikachu appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.