Installare Rhythmbox 3.2 su Ubuntu e Linux Mint

By Redazione TPN

rhythmbox-3-2

Se vuoi mettere alla prova la nuova versione dell’apprezzato player multimediale, non devi far altro che aggiungere il giusto PPA. Scopri subito come fare. Rhythmbox è uno dei player multimediali più apprezzati dagli utenti del Pinguino. Basti pensare che lo troviamo come scelta di default nelle più recenti release di Ubuntu e, considerata la sua …

Microsoft annuncia Surface 3: più tablet, meno Pro

By Gaetano Abatemarco

Microsoft Surface 3

Il nuovo membro della famiglia Surface è arrivato ma non è l’atteso Surface 4 / Surface Pro 4, bensì il più “economico” Microsoft Surface 3. Quando Microsoft ha lanciato il Surface Pro 3 dichiarò di aver finalmente deciso di progettare il tablet che può davvero sostituire il laptop e stando ai feedback e pareri di chi ha dato fiducia al colosso di Redmond pare proprio che tutto ciò sia diventata una realtà, con tante persone che utilizzano il Surface Pro 3 e e ne amano l’esperienza. Il nuovo obiettivo di Microsoft era quello di creare un dispositivo ancora più portatile e ancora più “tablet”, senza permettere all’utente di perdere i benefici e la comodità che un vero portatile può regalare.

E’ su questi concetti che nasce il Surface 3, un tablet che (fortunatamente) non è dotato né di Windows RT né di processore ARM ma vanta una versione completa di Windows 8.1 con un chip Intel Atom. Utilizzate Chrome, iTunes, Steam, Photoshop o le migliaia di altre applicazioni desktop disponibili in Windows? Potete utilizzarle anche su Surface 3, non dovrete più rinunciare a nulla! Surface 3 sarà in vendita a soli 499$ ed è disponibile in pre-order da oggi con spedizione prevista il prossimo 5 Maggio negli Stati Uniti / Canada e il 7 Maggio a livello internazionale.

Le principali caratteristiche

Surface 3 è il più sottile e leggero Surface di sempre, dotato anche di connettività 4G/LTE. E’ sottile solo 8.7 mm, pesa 622 grammi e ha uno schermo da 10.8 pollici, con rapporto 3:2 (lo stesso introdotto nel Surface Pro 3). Il nuovo tablet di Microsoft dispone di fotocamera frontale da 3.5 MP e posteriore da 8.0 MP, in grado di registrare video a 1080p oltre ad essere dotato di autofocus per scattare foto migliori. La batteria durerà fino a 10 ore (i risultati del test di Microsoft sono basati su riproduzione video) con il Surface 3 dotato di un caricabatterie Micro USB, il che significa che utilizza lo stesso connettore della maggior parte dei telefoni cellulari. Come ogni Surface è dotato di un kickstand che sostiene molto abilmente il dispositivo quando ce n’è bisogno e scompare quando non è più utile. Questo cavalletto ha tre posizioni predefinite: un angolo stretto, ideale per lavorare alla scrivania tradizionale, un angolo intermedio che è stato progettato per sedersi sul divano o utilizzare il dispositivo in grembo, e un ampio angolo che offre una scrittura naturale o ideale per il disegno.

Type Cover Surface 3

Surface 3 gestisce pienamente il 64-bit di Windows 8.1 e sarà disponibile con Windows Pro per i clienti commerciali; naturalmente sarà aggiornabile a Windows 10 gratuitamente quando verrà reso disponibile. Inoltre, Surface 3 includerà anche un abbonamento di un anno gratuito a Office 365 Personal, comprese le versioni complete di Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote e 1 TB di storage Microsoft OneDrive. È inoltre possibile utilizzare la Docking Station sul Surface 3 per creare istantaneamente una workstation desktop completa, alla quale è possibile collegare un monitor HD, una stampante, un mouse esterno, la tastiera o una vasta gamma di periferiche. È stato progettato per consentire di lavorare nel modo che meglio si adatta al nostro stile, senza dimenticare la presenza della porta USB 3.0, un lettore di schede microSD e una Mini DisplayPort.

Microsoft Surface 3 (2)

Per quanto riguarda il processore, il Surface 3 è alimentato da un Intel Atom Quad-Core x7, il più potente processore Atom sul mercato. È dotato di una combinazione unica di modalità burst e gestione avanzata, il che significa che offre buone prestazioni quando un determinato compito lo richiede ma scala velocemente di nuovo per risparmiare energia quando possibile. Inoltre non richiede una ventola per il raffreddamento, il che permette al dispositivo di essere più sottile e più silenzioso.

Surface 3 e Surface Pro 3

La Surface Pen

Una delle più grosse comodità del Surface è sicuramente la penna in dotazione, utilissima per prendere appunti. Quella del Surface 3 supporta la stessa esperienza d’utilizzo del Surface Pro 3, tra cui 256 livelli di sensibilità alla pressione, anche se nel caso del Surface 3 la penna viene venduta separatamente e sarà disponibile nei colori argento, blu, rosso e nero.

Il prezzo in Italia

Come già detto ad inizio articolo, il Surface 3 sarà prenotabile da oggi con spedizioni a partire dal 7 Maggio. Il prezzo in America è di 499$ mentre in Italia il Microsoft Store lo propone a 609.90€:

Link all’acquisto | Surface 3 sul Microsoft Store

Vi farete passare questo sfizio?

L’articolo Microsoft annuncia Surface 3: più tablet, meno Pro appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Recensione Xiaomi Mi Box Mini: l’universo Android in un piccolo cubetto

By Giuseppe Monaco

Xiaomi Mi Box Mini

Il panorama dei dispositivi Android, si sa, pullula di device di ogni genere in grado di occupare ogni fetta di mercato, sia per prezzo che per tipologia. Ci capita spesso, infatti, di provare e recensire svariati dispositivi come smartphone, tablet, smartwatch e, raramente, set-up box. Proprio questi ultimi negli ultimi tempi sembrano in forte crescita, sia per il riscontro positivo nelle vendite che per l’effettiva popolarità che pian piano stanno raggiungendo.

Tra le case produttrici che hanno scelto di investire in questo tipo di prodotto, Xiaomi è quella che ha deciso di creare un ecosistema sempre più fitto e connesso grazie alla forte interazione con i propri device. Dopo aver realizzato il Mi Box, infatti, la casa cinese ci riprova con una versione low cost e decisamente compatta, lo Xiaomi Mi Box Mini!

Confezione

Nonostante le dimensioni compatte, la confezione si presenta in forma rettangolare per un motivo ben preciso. Sollevato il coperchio, all’interno troviamo incastonate 3 piccole scatole, ognuna delle quali contiene un componente diverso.
Xiaomi Mi Box Mini

Neanche a dirlo, in quella quadrata troviamo il nostro Mi Box Mini, in quella leggermente più rettangolare è collocato il cavo HDMI Xiaomi e, nella più lunga delle 3 troviamo il telecomando Bluetooth con batterie incluse. Per far sì che funzioni, però, non dimenticate di rimuovere la linguetta protettiva.

Design ed ergonomia

Com’è facile intuire anche dallo stesso nome, lo Xiaomi Mi Box Mini si presenta come un leggero cubetto bianco dal potenziale davvero interessante. La prima cosa che salta all’occhio è il fondo in arancio fosforescente che ospita la spina cinese estraibile.

Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini

Sulla parte alta troviamo il logo Xiaomi e, a lato, l’ingresso per il cavo HDMI.

Hardware

Per capire a fondo cosa si nasconde all’interno del dispositivo, mi sono affidato a CPU-Z, ma installarlo non è stato così semplice per ragioni che capirete in seguito. Da ciò, apprendiamo che il nostro dispositivo monta a bordo un processore Cortex A-7 Quad-Core da 1.51 Ghz, una GPU Mali 450, 1 GB di RAM e poco più di 2 GB di spazio disponibile per l’utente.

Per avere un’idea delle prestazioni del MiBox Mini a confronto con altri dispositivi ho tentato di eseguire un test su AnTuTu Benchmark. Il risultato, vuoi perché l’app da me scaricata non proveniva dal Play Store, vuoi perché non risulta pienamente compatibile con il device in questione, è che questa si apre in modalità portrait ed esegue tutti i test con risoluzione 830 x 1080. Alla luce di ciò, ovvero non sapendo quanto affidabile possa essere il punteggio finale, la nostra scatoletta totalizza 21200 punti.

Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini

Nota negativa è l’assenza di almeno un ingresso USB, che avrebbe permesso di aumentare la memoria a disposizione e, sopratutto, leggere file da supporti esterni come video o immagini senza dover effettuare alcun download.

Software

Premessa: Se deciderete di acquistare il dispositivo da honorbuy.com, il MiBox Mini avrà la lingua inglese, Play Store, Google Play Service, Google Chrome, YouTube, ES File Explorer, MX Player e XH Home for TV. In caso di ripristino di fabbrica, tutte queste applicazioni vengono eliminate e viene impostata di default la lingua cinese. A breve pubblicherò una guida su come installare la lingua inglese e applicazioni esterne.

Il cuore pulsante del cubetto è Android 4.4.2 KitKat e l’interfaccia grafica è una versione realizzata appositamente in pieno stile MIUI ma, accedendo per vie traverse alle impostazioni di sistema, troviamo il classico stile di Android puro. La navigazione tra le schermate avviene in modo fluido e senza intoppi e la risposta agli input del telecomando è immediata.

Così come avviene su smartphone e tablet, anche qui troviamo utili scorciatoie per accedere subito alle funzioni più importanti. Dalla schermata principale, premendo il tasto su del telecomando accediamo alla status bar, dalla quale apriremo la sezione relativa al nostro account Xiaomi oppure alle impostazioni del Mi Box. Qui, possiamo scegliere a quale rete WiFi connetterci, effettuare test sulla connessione, a quali dispositivi Bluetooth siamo connessi e le loro informazioni. Troviamo poi la sezione relativa alle informazioni di sistema, all’aggiornamento del device e all’eventuale ripristino.

Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini

Nella scheda relativa ai settaggi del display e dell’audio, è possibile regolare la risoluzione dello schermo, che va da 720p 50 Hz a 1080p 60 Hz. Nelle impostazioni generali sono presenti settaggi relativi alla posizione, al parental control e al metodo di immissione e, infine, la sezione relativa all’account Xiaomi.

Nella schermata principale, è possibile organizzare ed eliminare le app da noi installate. Per fare questo, basta recarci sull’applicazione che vogliamo spostare, tenere premuto su di essa col tasto centrale e selezionare “move”. Per disinstallarla, si esegue lo stesso procedimento e si seleziona “delete”.

Piccola nota riguardante i servizi Google: al momento, non è possibile effettuare l’accesso all’account Google, rendendo inutilizzabili quasi tutte le applicazioni di Big G. Sopperire a questa mancanza è difficile e, per scaricare applicazioni, ho dovuto far affidamento a store alternativi.

Multimedia

Per quanto riguarda il comparto multimediale troviamo la possibilità di visualizzare foto e video presenti nel nostro account Mi Cloud, visionare video su piattaforme di streaming tramite browser web e utilizzare player esterni per visualizzare eventuali filmati scaricati sul device.

I servizi ufficiali offerti da Xiaomi offrono, ovviamente, solo contenuti in cinese, rendendo questa sezione praticamente inutile per tutti gli utenti stranieri.

Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini
Xiaomi Mi Box Mini

Di tutta risposta, il comparto videoludico risulta ben fornito se si considerano i numerosi titoli cinesi dei quali, siccome sono stra giocati anche da noi, possiamo usufruire in tutta tranquillità. In generale, i giochi ai quali potremo accedere sono suddivisi in due categorie, quelli per i quali basta utilizzzare il telecomando e quelli che necessitano l’ausilio di un controller bluetooth. Un esempio è rappresentato da Canabalt e, perché no, anche dal Flappy Bird cinese.

Rapporto qualità/prezzo

Nonostante non sia uno dei set-up box Android più performanti, lo Xiaomi Mi Box Mini ha tutte le carte in regola per accaparrarsi una bella fetta del mercato in questione soprattutto visto e considerato il fatto che è possibile trovarlo ad un prezzo di circa 50€. Se deciderete di acquistare il dispositivo da honorbuy.com, grazie al codice CHIMERA potrete usufruire di uno sconto a partire da 90€ di spesa! Inoltre, tale voucher può anche essere utilizzato in coppia con i loyalty points.

Link all’acquisto | Xiaomi Mi Box Mini su honorbuy.com

Qui di seguito alcune utili informazioni sul sito:

  • Pagamento: I metodi di pagamento accettati sono Paypal, Western Union, Moneygram o bonifico.
  • Spedizione: La spedizione verrà effettuata entro 48 ore dalla ricezione del pagamento. I clienti Europei possono scegliere la spedizione da magazzini collocati in suolo europeo in modo da non imbattersi in ulteriori pagamenti per dogana o altro.
  • Garanzia: Ogni dispositivo è coperta da 1 anno di garanzia, che coprirà eventuali difetti e/o problemi non causati dall’utente.
  • Gadget Gratuiti: Con ogni acquisto vengono spediti gratuitamente anche una cover, un caricabatterie per auto, un adattatore per la presa cinese, una pellicola protettiva e un pennino capacitivo.

Conclusioni

Siamo in presenza di un dispositivo cinese che ha da poco raggiunto il suolo europeo e che, proprio per questo motivo, non è affatto orientato per questa tipologia di utente. Molti servizi sono inutilizzabili poiché in lingua cinese e l’attuale mancanza dei servizi Google risulta davvero scomoda da rimpiazzare, primo fra tutti proprio il Play Store.

Tuttavia, forte del fatto che smartphone e tablet Xiaomi hanno raggiunto la maturità attuale in campo internazionale dopo poco tempo, il destino di questo piccolo cubetto potrebbe essere altrettanto roseo. Inoltre, il prezzo a cui è possibile trovare il dispositivo potrebbe invogliare non poco l’utente finale.

L’articolo Recensione Xiaomi Mi Box Mini: l’universo Android in un piccolo cubetto appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

BlackArch Linux 2015.03.29 disponibile per il download

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

BlackArch Linux
I developer del progetto BlackArch hanno rilasciato la nuova ISO 2015.03.29 che include oltre 1200 tool aggiornati.

BlackArch è una distribuzione che punta a coniugare le qualità di Arch Linux con i tanti tool sviluppati ed inclusi in Backtrack, Kali Linux ecc. L’idea del progetto BlackArch è quella di consentire agli utenti un completo sistema operativo specifico con numerosi tool e software creati per testare server, siti web, reti locali, connessioni internet ecc.
Da notare che BlackArch Linux è disponibile sia come live dvd (in maniera tale da poter utilizzare il sistema operativo da qualsiasi pc senza effettuare nessuna installazione, modifica delle partizioni ecc) oppure includendo i vari tool in Arch Linux e derivate grazie ai repository di terze parti dedicati. Proprio in questi giorni gli sviluppatori del progetto BlackArch Linux hanno rilasciato la nuova ISO 2015.03.29, che oltre a vari aggiornamenti aumenta il numero di tool disponibili (che superano i 1200).

Continua a leggere…

LG Leon

By Gaetano Abatemarco

LG Leon è uno smartphone con display da 4.5” e risoluzione 854 x 480 pixel, dotato di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. Il processore è un Qualcomm MSM8926 Snapdragon 400 Quad-Core a 1.2 GHz Cortex A7 affiancato da 1 GB e memoria interna par a 8 GB, espandibile tramite microSD fino a 32 GB. LG Leon dispone di fotocamera frontale da 0.3 MP e posteriore da 5.0 MP; la batteria ha una capacità di 1900 mAh.

L’articolo LG Leon appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

LG Spirit

By Gaetano Abatemarco

LG Spirit è uno smartphone con display da 4.7” e risoluzione 1280 x 720 pixel, dotato di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. Il processore è un Qualcomm MSM8916 Snapdragon 410 Quad-Core a 1.2 GHz o Mediatek MT6582 1.3 GHz affiancato da 1 GB e memoria interna par a 8 GB, espandibile tramite microSD fino a 32 GB. LG Spirit dispone di fotocamera frontale da 1.0 MP e posteriore da 5.0 MP / 8.0 MP; la batteria ha una capacità di 2100 mAh.

L’articolo LG Spirit appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

LG Magna

By Gaetano Abatemarco

LG Magna è uno smartphone con display da 5” e risoluzione 1280 x 720 pixel, dotato di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. Il processore è un Quad-Core a 1.2 GHz o 1.3 GHz affiancato da 1 GB e memoria interna par a 8 GB, espandibile tramite microSD. LG Magna dispone di fotocamera frontale da 5.0 MP e posteriore da 8.0 MP; la batteria ha una capacità di 2540 mAh.

L’articolo LG Magna appare per la prima volta su Chimera Revo – News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

MeeGoPad T01 disponibile in Italia a 139 Euro

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

MeeGoPad T01
Debutta nel mercato italiano la nuova tv stick MeeGoPad T01 basata su processore Intel X86.

Aspettando l’arrivo di Intel Compute Stick nel mercato europeo, stanno approdando altri interessanti dispositivi con caratteristiche molto simili come ad esempio MeeGoPad T01.
MeeGoPad T01 è un dispositivo che ci consente di avere un vero e proprio personal computer compatto (le dimensioni sono simili ad una normale pendrive USB), con la possibilità di poter installare Windows, Linux oppure Android. Basato su processore Intel Atom ci consente di utilizzarlo come ad esempio un media center multimediale (ad esempio con Kodi / XBMC) oppure per navigare in internet, accedere e operare in documenti, riprodurre file audio e video ecc proprio come un normale pc.

Continua a leggere…

MeeGoPad T01 disponibile in Italia a 139 Euro

By noreply@blogger.com (roberto ferramosca)

MeeGoPad T01
Debutta nel mercato italiano la nuova tv stick MeeGoPad T01 basata su processore Intel X86.

Aspettando l’arrivo di Intel Compute Stick nel mercato europeo, stanno approdando altri interessanti dispositivi con caratteristiche molto simili come ad esempio MeeGoPad T01.
MeeGoPad T01 è un dispositivo che ci consente di avere un vero e proprio personal computer compatto (le dimensioni sono simili ad una normale pendrive USB), con la possibilità di poter installare Windows, Linux oppure Android. Basato su processore Intel Atom ci consente di utilizzarlo come ad esempio un media center multimediale (ad esempio con Kodi / XBMC) oppure per navigare in internet, accedere e operare in documenti, riprodurre file audio e video ecc proprio come un normale pc.

Continua a leggere…