Nostalgia del millennio passato

Navigando in rete sn approdato a in un sito web ke mi ha colpito dritto al cuore. Mi sn ritornati alla mente lontani ricordi e sensazioni pioneristike difficili da scordare. Erano altri tempi anke se sn passati solo 30 anni … beh cmq qasi 1/3 di secolo mica briciole. Con incredibile piacere ho rivisto e rivisitato il progetto della celeberrima rivista Nuova Elettronica relativa al progetto del PC basato sul mitico microprocessore a 16 bit della Zilog, lo Z80:

http://www.z80ne.com/

Leggendo sul suddetto sito si scoprono anke tante curiosità ke all’epoca nn erano note, cm ad esempio il fatto ke diverse interfacce e gli stessi sistemi operativi e linguaggio Basic siano in realtà stati presi da progetti commerciali esistenti e semplicemente adattati al kit realizzato dagli ingegniere di Nuova Elettronica.

Dedico qesto sito a tutti i nostalgici cm me di un era pioneristica ke, solo oggi sappiamo, ha cambiato il mondo.

Morto l’inventore del PC H. Edward Roberts

Aveva creato a metà degli anni ’70 l’Atair 8800, x molti il padre dei personal computer. Il patron di Microsoft Bill Gates è andato a rendergli omaggio qualke giorno fa in ospedale, poco prima della sua morte.

H. Edward Roberts e’ morto il 1 Aprile 2010 e nn è un pesce d’Aprile, in un ospedale della Georgia x una polmonite all’età di 68 anni. Era considerato da molti, innanzitutto da Bill Gates, il vero inventore del personal computer. Aveva creato a metà degli anni 70 l’Altair 8800, il primo modello di pc ke, in un’epoca in cui gli elaboratori elettronici erano ancora grandi come armadi, occupava solo parte di una scrivania.

Gates aveva sempre raccontato di essere stato ispirato da una immagine del computer Altair vista nel 1975 sulla copertina della rivista Popular Electronics e di aver creato il suo primo Microsoft Basic proprio x Roberts trasferendosi in New Mexico, dopo avere abbandonato Harvard, x lavorare x lui prima di fondare, insieme a Paul Allen, la compagnia ke lo avrebbe reso miliardario.

Ben diverso era stato il destino economico di Roberts ke nel 1977 aveva venduto la compagnia di computer impegnandosi inoltre a stare fuori x 5 anni dal settore. L’ingegnere aveva investito i soldi ricevuti in terreni agricoli in Georgia. Ma dopo alcuni anni, stufo dell’agricoltura, aveva inseguito un altro sogno di gioventù mettendosi a studiare x diventare medico.

Nato nel settembre 1941 a Miami, figlio di un’infermiera, aveva iniziato a studiare medicina ma era rimasto folgorato all’Università di Miami dall’idea di creare una macchina cuore-polmoni. Il progetto aveva spostato i suoi interessi dalla medicina all’elettronica. Si era messo a studiare ingegneria elettronica e aveva cominciato a lavorare con i giganteschi elaboratori IBM ke all’epoca occupavano una intera stanza. Il giovane ingegnere era convinto ke sarebbe stato possibile un giorno “dare un computer ad ogni persona”. E così si era messo a lavorare al leggendario Altair, considerato da molti il primo modello di personal computer.

fonte: La Repubblica.it e Wikipedia